Urbanistica e pianificazione
Ci sono stati momenti decisivi per l'urbanistica italiana. Momenti in cui i temi dell'urbanistica sono diventati popolari, e magari politicamante centrali. E momenti in cui la pratica della pianificazione ha ricevuto e praticato nuovi strumenti. Ma anche momenti particolarmente bui. Qui se ne raccolgono cronache e documenti
Ultimi post
Urbanistica e pianificazionePagine di storiaPagine sparse
Lodo Meneghetti
3 aprile 2018. Il terribile "anno di moratoria", inserito in una leggie che voleva difendere territorio e paesaggio dalla cementificazione, ma permise di concentrare in un anno decenni di schifezze. Ricordare in futuro
Urbanistica e pianificazionePagine di storiaPagine sparse
Paolo Berdini
marzo 2018. Ricordo di un evento straordinario, che aprì un ventennio nel quale l'inizio della costruzione di un'Italia migliore fu sconfitto dall'avanzata del neoliberismo. Con postilla
Urbanistica e pianificazionePagine di storia2004 Napoli PRG 2004
Vezio De Lucia
Un piano misconosciuto, ancora vigente e positivamente operante poiché costruito e gestito nei decenni in cui le scelte urbanistiche erano espressione di valori sociali e culturali altrove smarriti o contraddetti nei decenni successivi
Urbanistica e pianificazionePagine di storia1977 Legge Bucalossi
Edoardo Salzano
In occasione del quarantesimo anniversario dall'approvazione della legge Bucalossi sul regime dei suoli, pubblichiamo un estratto da
Urbanistica e pianificazionePagine di storiaPagine sparse
Piergiorgio Odifreddi
L'autore guida i lettori attraverso i segreti matematici, geometrici o scientifici meno conosciuti delle mete turistiche. Nella narrazione s'intravedono, dietro la rigida maglia urbanistica, Storia, Natura, Società ed Economia.
Urbanistica e pianificazionePagine di storiaPagine sparse
Giorgio Nebbia
Un secolo fa l’economista inglese John Maynard Keynes ha suggerito che, quando un paese è in crisi economica e di occupazione ...
Urbanistica e pianificazionePagine di storia1980 Napoli il piano delle periferie
Mauro Baioni
In seguito al terremoto del 1980, a Napoli si attua un imponente programma di edilizia residenziale pubblica basato sul recupero dei centri storici. Una vicenda straordinaria, assai sottovalutata, che merita di essere raccontata.(m.b)
Urbanistica e pianificazionePagine di storia1980 Napoli il piano delle periferie
Antonio Cederna
In occasione dell'iniziativa
Urbanistica e pianificazionePagine di storia1980 Napoli il piano delle periferie
Vezio De Lucia
Materiale per "Una città un piano:Napoli" Recupero urbano, edilizia residenziale pubblica e servizi. Presupposti, obiettivi e primi risultati dell'eccezionale vicenda della ricostruzione di Napoli dopo il terremoto del 1980 (m.b.)
Urbanistica e pianificazionePagine di storiaAltre pagine
La dichiarazione di principi sulla salvaguardia ed il risanamento dei centri storici, approvata nel settembre 1960: il testo di un documento storico e attuale
Urbanistica e pianificazionePagine di storiaAltre pagine
Alberto Roccella
Un autorevole giurista ricorda un importante traguardo (a sua volta punto di artenza per ulteriori conquiste) raggiunto all’alba del glorioso e drammatico ventennio delle riforme della struttura sociale e civile dell’Italia. Scritto per eddyburg, 17 aprile 2012
Urbanistica e pianificazionePagine di storia
Dolores Hayden
L'ambiente di vita segregata della schiavitù casalinga progettato a tavolino nel XIX secolo. Estratti da: Building Suburbia. Green Fields and Urban Growth, 1820-2000, Random House, 2003 (f.b.)
Urbanistica e pianificazionePagine di storia
Giorgio Nebbia
Una bella e amara pagina di storia per celebrare i cinquant’anni della "Società degli Amici di Ronchi e Poveromo", una delle primissime associazioni ambientaliste italiane, agosto 2011 (m.p.g.)
Urbanistica e pianificazionePagine di storia
Stefano Guidarini
Le contraddizioni (a dir poco) della cultura urbanistica di una intera generazione di “maestri” del razionalismo italiano, in una interessante lettura critica da Territorio n. 57, 2011 (f.b.)
Urbanistica e pianificazionePagine di storia1966, Il PRG di Tricarico
Il documento (1967), distribuito in tutte le scuole di Tricarico, avvia la partecipazione attraverso la conoscenza precoce della realtà e dei suoi problemi. Ne inseriamo le prime due pagine; in calce è scaricabile il testo completo
Urbanistica e pianificazionePagine di storia1951, il Piano Intercomunale Milanese
Giampiero Spinelli
La genesi formativa recente della greenbelt del Parco Sud agricolo. Estratti da: Centro Studi PIM, Il paesaggio, la natura, la città. Le aree verdi nella configurazione del territorio metropolitano, 2005 (f.b.)
Urbanistica e pianificazionePagine di storia1966, Il PRG di Tricarico
Aldo Musacchio
Da Urbanistica informazioni n. 79 (gennaio-febbraio1985) un ampio e documentato dossier sui contenuti e la storia del PRG. In calce il link all’intero dossier
Urbanistica e pianificazionePagine di storia1951, il Piano Intercomunale Milanese
Fabrizio Bottini
Una guida alla lettura dei materiali per la Pagina di Storia sull'esperienza del PIM, e alcuni allegati documentali scaricabili
Urbanistica e pianificazionePagine di storia1963, La proposta Sullo
Vezio De Lucia
Una introduzione ai temi, al contesto, alle prospettive della riforma urbanistica così come tentata nei primi anni '60 dal ministro democristiano Sullo
Urbanistica e pianificazionePagine di storia1963, La proposta Sullo
Aldo Natoli
Una attenta recensione contemporanea all'uscita del libro di Sullo "Lo scandalo Urbanistico", letto con la lente degli equilibri politici e della crisi italiana. Rinascita, 25 aprile 1964
Urbanistica e pianificazionePagine di storia1963, La proposta Sullo
Edoardo Salzano
Stralcio del capitolo “Gli anni del dibattito sulla riforma urbanistica” di Fondamenti di urbanistica, Laterza editori, Roma-Bari, 1998
Urbanistica e pianificazionePagine di storia1963, La proposta Sullo
In tre note diffuse dalla stampa nell'aprile 1963, l'evidente divergenza fra Fiorentino Sullo e la maggioranza del partito (degli interessi) che rappresenta
Urbanistica e pianificazionePagine di storia1963, La proposta Sullo
Predisposto dalla Commissione nominata dal Ministro dei LL.PP. on. Fiorentino Sullo, ultimato nel giugno 1962 e presentato al parere del Consiglio Nazionale dell’Economia e del Lavoro, Urbanistica n. 36-37, novembre 1962
Urbanistica e pianificazionePagine di storia1963, La proposta Sullo
Urbanistica36-37, novembre 1962
Urbanistica e pianificazionePagine di storia1963, La proposta Sullo
Giovanni Astengo
Urbanistica 36-37, 1962
Pagine di storia
L'epidemia di colera, la cultura politica e igienista, uno degli sviluppi fondativi dell'urbanistica moderna italiana. Scriveva Matilde Serao: "Vi lusingate che basteranno tre, quattro strade, attraverso i quartieri popolari, per salvarli? Vedrete, vedrete, quando gli studi, per questa santa opera di redenzione, saranno compiuti, quale verità fulgidissima risulterà: bisogna rifare". Aveva ragione, molto più di quanto non immaginasse (a cura di F. Bottini)
Virgilio Testa ancora nel 1935 scrive: "All'epoca delle automobili-razzo e degli aeroplani capaci di attraversare in poche ore gli oceani, lo sviluppo degli abitati è regolato ancora con norme pensate, discusse e approvate quando non esisteva nemmeno la bicicletta!". Nel 1942, dopo quasi vent'anni di dibattito teorico e politico, l'Italia negli anni di guerra si dà (in grave ritardo sui paesi europei) una legge urbanistica generale. E' una buona legge per l'epoca, ma come è stato osservato: "una legge che si ponga al di là dei traguardi già conseguiti nei conflitti sociali .. è destinata a rimanere sulla carta".
Nell'Italia del boom economico, esplode anche la sua principale area metropolitana: nelle contraddizioni e nelle idee di intervento e piano. L'intercomunalità, nell'ampio dibattito interdisciplinare, diventa un contenitore di idee sociali, economiche, ambientali e politiche (a cura di Fabrizio Bottini)
La vicenda del disegno di legge urbanistica presentato dal ministro Fiorentino Sullo è decisiva per valutare gli sforzi che sono stati compiuti per introdurre in Italia criteri moderni di governo del territorio applicati da decenni in altri paesi europei e le ragioni del loro insuccesso.
Il crollo che rivelò agli italiani le conseguenze dell'uso dissennato del territorio e indusse il Parlamento a legiferare perchè la pianificazione urbanistica diventasse il metodo generalizzato per governare le trasformazioni del suolo. Pochissimi mesi dopo, le alluvioni a Firenze e a Venezia ribadirono la denuncia e l'allarme
Un'esperienza nel profondo Mezzogiorno d'Italia, che si avvia nell'anno del crollo di Agrigento e prima della "Legge ponte". Una delle più interessanti e compiute iniziative di pianificazione urbanistica, nella quale si anticipano le pratiche di partecipazione e si rivela grande lucidità sui diversi aspetti della pianificazione e dei suoi rapporti con la società.
CopyrightMappa del sito
© 2020 Eddyburg