responsive_m


Domani è troppo tardi per salvare il pianeta Terra. Lo affermano quindici mila scienziati di 184 paesi che hanno reiterato l'appello "World Scientist' Warning to Humanity"per fermare la distruzione del Pianeta, lanciato per la prima volta 25 anni fa. (l.s.)

scritta dai media

DAI MEDIA

venerdì 17 novembre 2017

Poveglia, revocata la concessione

la Nuova Venezia, 17 novembre 2017. L'intelligente lavoro volontario di un vasto gruppo di cittadini per la rinascita e la fruizione comune di un bene pubblico cancellata dal Demanio. i pescecani del turismo sono in agguato. (m.p.r.) con riferimenti in calce


Doveva essere il giorno dell'accordo, ma si è rivelato quello della rottura. Ieri mattina il Demanio ha comunicato all'Associazione Poveglia che la concessione dell'isola fino al successivo bando non è più fattibile. Uno schiaffo agli oltre 4500 soci che, dopo sedici incontri con il Demanio e numerosi dossier su come spendere i 350 mila euro della colletta, si sono sentiti presi in giro. «Siamo offesi e arrabbiati» ha detto il presidente dell'Associazione Poveglia Lorenzo Pesola «Sono due anni che chiediamo di sistemare il verde, facciamo tutto come richiesto, ci prendiamo cura dell'isola. È uno sfregio agli sforzi di tutti noi che ci abbiamo messo tempo e competenze. Purtroppo è emblematico di una città dove i cittadini non sono ascoltati».

Il Demanio, da parte sua, ha motivato il no dicendo che «la concessione temporanea, originariamente prevista, non è stata sottoscritta nel breve tempo auspicato, a causa del fatto che l'associazione, nei diversi incontri intercorsi, ha sempre sollevato eccezioni e apportato modifiche all'originario testo già approvato dall'Avvocatura distrettuale dello Stato». Si tratta della proposta che lo Stato aveva fatto all'Associazione Poveglia di una concessione di undici mesi. L'Associazione inizialmente l'aveva giudicata troppo breve, ma in seguito alla consultazione dei soci aveva deciso di accettarla. Ieri mattina l'Associazione Poveglia era andata dal Demanio per il fatidico sì. 

Durante l'incontro è emerso anche un altro fatto. Tre giorni fa è arrivata la comunicazione a entrambi i soggetti che il 20 febbraio 2018 si terrà l'udienza per il ricorso fatto dall'Associazione Poveglia nel 2015 al Demanio. All'epoca il Demanio aveva detto no alla richiesta di concessione per sei anni, ma l'Associazione non aveva ritenuto plausibili le motivazioni e aveva fatto ricorso al Tar. Questa circostanza sembra avere un certo peso. La sentenza sarà infatti determinante per il futuro di Poveglia: se il ricorso verrà accettato, l'Associazione avrà per sei anni l'isola, altrimenti il Demanio procederà inserendola in un bando simile a Progetto Fari: «La soluzione del bando» ha detto il Demanio «è più efficace rispetto alle continue sollecitazioni della Soprintendenza di mettere in sicurezza l'isola e valorizzarne i beni immobili. La concessione all'associazione non prevedeva la manutenzione degli immobili. In aggiunta a ciò, l'esiguità temporale non avrebbe consentito quanto richiesto dalla Soprintendenza».

riferimenti
Su eddyburg la Lettera che l'associazione "Poveglia per tutti" ha inviato al direttore dell'agenzia centrale del Demanio, sollecitando una risposta alla richiesta di concessione dell'isola e una nota del costituzionalista Paolo Maddalena. Altre notizie sono facilmente raggiungibili digitando la parola "Poveglia" nel nostro "cerca"
Show Comments: OR