Venezia (Castello): la Corte Sconta
Eddyburg
È vero che tutti i gusti sono gusti, e anche l’amicizia svolge il suo ruolo, ma la Corte Sconta (Castello 3886) è il posto dove mangiare mi piace di più, a Venezia:
per la qualità della cucina, basata su un’accurata scelta dei materiali e sulla sapienza dei cuochi, per l’elegante semplicità dell’arredamento tradizionale, e anche per la simpatia di Claudio Proietto, il gestore, mio antico contraddittore in anni faticosi ed esaltanti. Specialità: gli abbondantissimi antipasti, gli spaghetti con vari sughi a base di pescato, gli arrosti e i fritti di pesce. Nelle stagioni giuste, trovate delle ottime mo’eche (qui sotto il link alla spiegazione). I prezzi sono ragionevolmente alti.
È indispensabile prenotare (+(39) 0415227024). Purtroppo, da quando il sindaco Mario Rigo e il pittore Santomaso vi portarono Sandro Pertini, allora presidente della Repubblica, in visita ufficiale a Venezia ma in fuga dai giornalisti, la Corte Sconta è diventata subito famosa, in tutto il mondo. Perciò (e perché vi si mangia bene) è sempre piena. E a volte ho addirittura il sospetto che Claudio (nelle foto qui sotto mentre versa una grappa) faccia un po’ d’overbooking.
Volete sapere perché si chiama Corte Sconta? Ora ve lo racconto, se cliccate sul link qui sotto.


Vi consiglio di arrivare alla Corte sconta da quella calletta che si diparte dalla Riva degli Schiavoni all’estremo sinistro in basso dell’immagine qui accanto. Incontrate sulla sinistra un delizioso campiello deserto


Sullo stesso tema
Guido Viale
comune.info, 20 novembre 2018. Dall'Europa agli Stati Uniti una "lotta di classe" è in atto. Con commento. (a.b.)
Rocco Bellantone
nigrizia.it, 25 ottobre 2018. L'ultimo dossier statistico annuale sull'immigrazione conferma che non c'è nessuna "invasione" in corso. L’Italia non è il Paese con il numero più alto di migranti né quello che ospita più rifugiati e richiedenti asilo, ma quello che ne uccide di più in mare rifiutando di accoglierli. (a.b.)
Guido Viale
il manifesto, 28 agosto 2018. Il respingimento dei migranti e l'austerity impostaci in questo decennio impedisce a questo paese e all'Europa di delineare un nuovo futuro, che non può essere che ecologista, capace di affrontare i problemi ambientali e sociali di questo secolo. (i.b.)
Ultimi post
Eddyburg
Cliccando nella barra in alto potete accedere a tutti gli articoli inseriti in oltre diciotto anni di attività e impegno per una cultura dell'abitare fruire e governare il territorio che sia suscettibile di assicurare condizioni di vita soddisfacenti sotto il profilo dell'equità e della libertà di accesso ai beni comuni, della capacità e possibilità di partecipare al governo della cosa pubblica. E' ancora una versione provvisoria del sito, perciò alcune cose funzionano male o presentano degli errori. Ci stiamo adoperando per sistemare tutto nel più breve tempo possibile.
Eddyburg
Il programma definitivo della prima edizione dei seminari di eddyburg
Redazione di eddyburg
Nell’anniversario della scomparsa di Eddy Salzano il 23 settembre abbiamo organizzato un’iniziativa per ricordare l’importanza e l’attualità del suo pensiero e della sua attività. Qui le videoregistrazioni della I Sessione del convegno “Eddy Salzano: le tappe di un percorso politico e culturale per una città più giusta” con gli interventi di Mauro Baioni, Giulio Tamburini, Vezio De Lucia, Paolo Berdini, Roberto Camagni, Anna Marson, Maria Pia Guermandi, Giancarlo Storto, Giancarlo Consonni, Paolo Baldeschi.
Redazione di Eddyburg
L'incontro ha come scopo la presentazione della versione italiana del toolkit anti-gentrification di Sandra Annunziata, e vedrá la partecipazione di esperti e rappresentanti dei movimenti di lotta per la casa che discuteranno assieme del manuale e della sua applicazione nel contesto italiano. Sarà possibile seguire l'evento in streaming live sulla pagina facebook di ETICity
Redazione di eddyburg
Nell’anniversario della scomparsa di Eddy Salzano il 23 settembre abbiamo organizzato un’iniziativa per ricordare l’importanza e l’attualità del suo pensiero e della sua attività. Qui le videoregistrazioni della II Sessione del convegno "Una comunità di intenti" con testimonianze di Maria Cristina Gibelli, Marco Borghi, Federica Ruspio, Tomaso Montanari, Ilaria Agostini, Anna Maria Bianchi, Maria Paola Morittu, Elisabetta Forni, Piero Cavalcoli, Lidia Fersuoch, Oscar Mancini, Paolo Cacciari e Ilaria Boniburini.
CopyrightMappa del sito
© 2021 Eddyburg