Da non visualizzarePostille
Ultimi post
Da non visualizzarePostilleArticoli del 2015
05/09/2016 Gianni Ferrara
Una visione ottimistica della proposta di "modifica ragionevole" della Costituzione. Se son rose fioriranno, e a noi le rose piacciono.
Da non visualizzarePostilleArticoli del 2015
31/12/2015 Stefano Rodotà
«Il premier Renzi governa come se ci fossero già l’Italicum e la nuova Costituzione. Il presidente Mattarella non distoglierà lo sguardo da questa situazione. Il bipolarismo crolla ma non c’entra il populismo. I partiti non sanno più leggere la società» Intervista di Andrea Fabozzi.
Da non visualizzarePostilleArticoli del 2015
30/12/2015 Alfonso Gianni
Tra le cose nelle quali Renzi eccelle, e supera di gran lunga i suoi predecessori, è l'arte di sparare balle. I picchi della menzogna sono più alti. Ma più profonde ci sembrano le valli della credulità. Qualcuno che sa vedere dietrio il fumo per fortuna c'è ancora: gli auguriamo lunga vita
Da non visualizzarePostilleArticoli del 2015
29/12/2015 Eddyburg
E' davvero l'emergenza smog la causa di se stessa? Ha senso curarla con la speranza della pioggia e i pannicelli caldi del governo? Noi diciamo di no, ma siamo ancora troppo pochi
Da non visualizzarePostilleArticoli del 2015
22/12/2015 Eddyburg
Ancora un generoso tentativo per ricominciare un cammino iniziato con lle elezioni europee e poi perso in un incomprensibile grovigli.
Da non visualizzarePostilleArticoli del 2015
21/12/2015 Mohammed Hanif
L'ironica risposta di una persona dotata di molta saggezza, evidentemente prodotto da una raffinata cultura lontana da noi nelle storia e nella geografia, a molte brave persone che esortano molto ma capiscono poco.
Da non visualizzarePostilleArticoli del 2015
21/12/2015 Manlio Lilli
Ecco una delle storie che spiegano in che modo le aziende del Primo mondo, ivi compresa l'italiana e stale ENI, sorregge governi la cui corruzione contribuisce a spegnere i vagiti della democrazia e ad aumentare miseria e rabbia.
Da non visualizzarePostilleArticoli del 2015
20/12/2015 Marina Turi e Massimo Serafini
«Elezioni spagnole. La grande maggioranza di spagnole e spagnoli continua a volere farla finita con l’austerità e i tagli alle prestazioni dello stato sociale, ma c’è anche la consapevolezza che perseguire questi obiettivi comporta sfidare chi oggi governa l’Europa».
Da non visualizzarePostilleArticoli del 2015
19/12/2015 Tommaso di Francesco
Dove non si comprende se loscandalo maggiore è la violazioni multipla alla Costituzione o l'intreccio trainteresse privato e potere pubblico. Il manifesto, 19 dicembre 2015
Da non visualizzarePostilleArticoli del 2015
18/12/2015 Rachele Gonnelli
Il Parlamento europeo approva una risoluzione sulla trasparenza nell’export bellico. potente contributo del mondo nordatlantico alle fortune militari del Daesc. Naturalmente l'Itslia è in buona posizione tra i mercanti di morte.
Da non visualizzarePostilleArticoli del 2015
18/12/2015 Giuliano Turone
Intervista di Emilio Randacio al giudice Giuliano Turone: «Bisogna ricordare cosa è stato questo paese nel dopoguerra. Dallo sbarco degli alleati in Italia, c’é stata una sorta di investitura da parte degli americani in Sicilia, di uomini di Cosa nostra».
Da non visualizzarePostilleArticoli del 2015
18/12/2015 Valeria Cirillo e Dario Guarascio
«Gli incentivi monetari forniti alle imprese non si sono concretizzati in nuova occupazione a tempo indeterminato, ma hanno piuttosto favorito la trasformazione di contratti temporanei in contratti ‘permanenti’».
Da non visualizzarePostilleArticoli del 2015
18/12/2015 Marco Bersani
Lo "scandalo Boschi-Renzi" ha rivelato che, più che una truffa e una rapina, si tratta di un sistema di un programma di saccheggio sistematico dei poveri, dei medi e dei poco ricchi a vantaggio dei più ricchi e potenti.
Da non visualizzarePostilleArticoli del 2015
18/12/2015 Elena Polidori
«Draghi duro con l’Italia “Occupazione al palo Grecia meglio di voi”. “Due nuovi posti su tre sono precari”. “I conti pubblici deviano troppo e la vigilanza europea non funziona”».
Da non visualizzarePostilleArticoli del 2015
16/12/2015 Sandra Bonsanti
Cronaca e commenti sulla Leopolda di Sandra Bonfanti (la Commissione potrebbe sevire se...) e Alessandro Robecchi (il rito renziano).
Da non visualizzarePostilleArticoli del 2015
16/12/2015 Roberto Saviano
«Ieri il premier è tornato ad attaccare i giornali. Sembra non capire che il confronto serve a crescere, a misurarsi, che è il sale della democrazia. Sembra non capire che non bastano i simulacri di confronto quali sono state le imbarazzanti domande concordate della Leopolda».
Da non visualizzarePostilleArticoli del 2015
15/12/2015 Gianni Ferrara
Articoli di Andrea Fabozzi, del deputato PD Franco Monaco e del giurista Gianni Ferrara sul vistoso strappo alla democrazia e alla dignità (residua) del Parlamento operato da Renzi.
Da non visualizzarePostilleArticoli del 2015
15/12/2015 Luana De Micco
Dopo queste elezioni, niente sarà più come prima. Il FN continua a tessere la sua rete sul territorio. In molti consigli regionali, dove i socialisti si sono ritirati, sarà la sola opposizione. Ha dimostrato di poter mobilitare nuovi elettori sui temi della crisi migratoria e della sicurezza».
Da non visualizzarePostilleArticoli del 2015
14/12/2015 Marek Halter
«Poco importa che le due Le Pen non siano state elette. Il dato sconvolgente è che in alcune regioni più del 40 per cento degli elettori ha votato Front National per la seconda volta. Saremo costretti a tener conto delle esigenze e dei desiderata del Front».
Da non visualizzarePostilleArticoli del 2015
13/12/2015 Riccardo Chiari
«Sul palco la squadra del governo al completo, i figuranti delle prime edizioni a fare da corona a un appuntamento fatto anche di metal detector, scorte e servizi d'ordine occhiuti e onnipresenti. Fuori, ci sono quelli che qualcosa non torna: “Scuola, jobs act e privatizzazioni, queste riforme sono da cialtroni"».Il manifesto, 13 dicembre 2015
Da non visualizzarePostilleArticoli del 2015
12/12/2015 Patrizio Gonnella
La denuncia del presidente di Antigone, l'associazione che si è costituita parte civile nel processo per le torture della scuola Diaz durante il G8 del 2001.
Da non visualizzarePostilleArticoli del 2015
09/12/2015 Guido Viale
La Seconda guerra mondiale non è finita se l'deologia e la prassi d'ispirazione nazista agiscono ancora. Aveva ragione Bertold Brecht: «il ventre da cui nacque è ancora fecondo».
Da non visualizzarePostilleArticoli del 2015
08/12/2015 Olivier Roy
Le interviste a Olivier Roy di Giuseppe Acconcia, a Jacques Séguéla di Anais Ginori, a Marin Le Pen di Olivier Mazerolle, Julien Absalon, Aymeric Parthonnaud.
Da non visualizzarePostilleArticoli del 2015
08/12/2015 Antonio Padellaro
«Non sarebbe meglio comprendere, finalmente, le ragioni che spingono milioni di cittadini europei ad abbracciare idee e programmi “sbagliati”, poiché quelli “giusti” stanno sostanzialmente fallendo?».
Da non visualizzarePostilleArticoli del 2015
07/12/2015 Yves Mény
Intervista di Anais Ginori al politologo Yves Mény. «Il sistema francese non ha corpi intermedi per esprimere il malcontento. I meccanismi istituzionali che garantiscono la governabilità mostrano oggi tutti i loro limiti, alimentando la diffidenza rispetto alla classe politica».
123427Next
CopyrightMappa del sito
© 2021 Eddyburg