Società e politicaEventi
È aperta da tempo una polemica politica sugli anni di Tangentopoli, su Mani pulite e sull'epoca che ha preceduto i fatti esplosi nel 1992. Una polemica, non una riflessione. Una polemica, come hanno rilevato molti osservatori, ispirata più alle esigenze congiunturali della lotta per il potere che a quelle della verità e della giustizia. D'altra parte, alcuni rilevano da tempo, con maggiore o minore amarezza, che "Tangentopoli non è finita". I meccanismi di corruzione consolidati allora perseguono, magari sottotraccia. E gli strumenti inventati in quel clima continuano a essere perfezionati: tendono anzi alla generalizzazione. Infine, la sinistra ha sempre rivelato una certa titubanza, un certo imbarazzo a ripercorrere la storia di quegli anni, a fare i conti con le proprie responsabilità, suscitando così il sospetto, ingeneroso e ingiusto, che nella notte di Tangentopoli "tutti i gatti erano grigi". Anche come contributo alla riflessione riporto qui alcuni un mio articolo, uscito nel 1992 sulla rivista Democrazia e diritto, e alcuni capitoli di un libro (da tempo esaurito) che, a caldo, abbiamo scritto su quei fatti Piero Della Seta ed io: "L'Italia a sacco" (devo dire che né il titolo né la copertina mi sono piaciuti molto). Del libro questa cartella contiene la premessa, alcuni paragrafi dell'interpretazione di taglio "urbanistico", e il capitolo conclusivo, nonché il file in formato acrobat del libro.
Ultimi post
Società e politicaEventiTangentopoli
Si discute di Craxi e dei suoi meriti. Se ne sentono di tutti i colori, da tutte le parti. Riproponiamo la lettura di uno scritto del 1993, da “L’Italia a sacco”: doroteismo, craxismo, i responsabili della morte della politica
Eddy SalzanoScrittiArticoli e saggi
Edoardo Salzano
trasmesso a l'Unità il 1 novembre 1989, pubblicato il 26 novembre 1989
Eddy SalzanoScrittiArticoli e saggi
Edoardo Salzano
Pubblicato sul n.3, 1992 di Democrazia e diritto.
Società e politicaGiornali del giornoArticoli del 2007
Sebastiano Messina
Rivelazioni utili per chi non sapeva, o sapeva e non si ricordava, o copriva e si nascondeva (e ancora comanda). Si perdona tutto ai potenti? Da la Repubblica, 6 dicembre 2007
Società e politicaEventiTangentopoli
Italo Calvino
Racconta Tangentopoli meglio di un saggio. E' tratto da Romanzi e racconti volume 3°, Racconti e apologhi sparsi, i Meridiani, Arnoldo Mondadori editore. Era uscito su la Repubblica, 15 marzo 1980, col titolo "Apologo sull'onestà nel paese dei corrotti". Lo scandalo di Tangentopoli scoppiò, grazie al bemerito pool Mani pulite, dodici anni dopo.
CopyrightMappa del sito
© 2020 Eddyburg