Città e territorioNostro pianeta
Il pianeta ha sempre più fame di energia: le città crescono, i consumi anche. E crescono spreco, stress, rifiuti, catastrofi. C’è chi sostiene che bisogna puntare sulle tecnologie, non importa con quali conseguenze sul territorio, e chi sostiene che bisogna cambiare il modello di sviluppo
Ultimi post
Città e territorioNostro pianetaLa questione energetica
Maurizio Rovini
Non è la prima volta che assistiamo all' entusiasmo, sostenuto da soldi pubblici, per fonti di energia etichettate come rinnovabili e pulite. Si scopre poi che inquinano, sottraggono risorse, arricchiscono qualche azienda, impoveriscono la popolazione, ma gli investimenti continuano e neanche la scusa occupazionale è rilevante. Sempre vilipesi sono gli interessi collettivi! (i.b.)
Città e territorioNostro pianetaLa questione energetica
Diego Motta
Avvenire, 18 gennaio 2018. Prosegue la lottacontro un attentato al paesaggio e alla stabilito geologica dell'intera dorsale appenninica. vedi riferimenti in calce
Città e territorioNostro pianetaLa questione energetica
Sergio Rizzo
«Défilé di politici, ricchi buffet e vecchie glorie in mostra, da Leonardo a Enrico Fermi. Eppure alla fiera internazionale in Kazakistan siamo l’unico Paese senza un progetto».
Città e territorioNostro pianetaLa questione energetica
Sandro Roggio
La Sardegna terra di conquista: per ottenere contributi pubblici e produrre energia da vendere altrove si distruggono risorse dell'agricoltura locale con l'intimidazione e l'esproprio. Resisterà la Regione autonoma?
Città e territorioNostro pianetaLa questione energetica
Eddyburg
L'impianto verrà chiuso in quanto la società che lo gestisce afferma di essere in grado di offrire "la stessa quantità di energia, a prezzi inferiori agli attuali, utilizzando esclusivamente fonti rinnovabili, eolico e solare"
Città e territorioNostro pianetaLa questione energetica
Antonio Tricarico
«In attesa di una rivoluzione energetica il Mediterraneo rimane al centro dei grandi conflitti per il controllo del petrolio».
Città e territorioNostro pianetaLa questione energetica
Claudia Grisanti
Esperimenti disastrosi nell'ambiente di cui si ignoravano e continuano a ignorarsi le conseguenze.
Città e territorioNostro pianetaLa questione energetica
Norma Rangeri
Articoli di Norma Rangeri, Maria Rita D'Orsogna,
Città e territorioNostro pianetaLa questione energetica
Serena Giannico
Una prima vittoria contro un grave danno ambientale che è insieme deturpazione del patrimonio comune, omaggio a uno "sviluppo" insensato e violazione dei diritti dei poteri locali. Articoli di Serena Giannico ed Enzo Di Salvatore.
Città e territorioNostro pianetaLa questione energetica
Antonello Caporale
Un affare lucroso per pochi, che ha investito soprattutto il Sud e il suo paesaggio già degradato. Il Fatto Quotidiano, 16 settembre 2012 (m.p.g.)
Città e territorioNostro pianetaLa questione energetica
Andrea Marco; Di Stefano Atella
Dati preoccupanti da un rapporto di Greenpace sul monopolio italiano dell'energia: gli alti prezzi delle energie fossili. Il Fatto Quotidiano online, 29 aprile 2012
Città e territorioNostro pianetaLa questione energetica
Si continua a non fare abbastanza per evitare di bruciare combustibili fossili e riscaldare il pianeta. Nota Reuters dal New York Times, 16 marzo 2012, e postilla. (f.b.)
Città e territorioNostro pianetaLa questione energetica
Giorgio Nebbia
Il successo delle fonti energetiche rinnovabili in Italia è stato finora …
Città e territorioNostro pianetaLa questione energetica
Stefano Agnoli
Con l’ultima trovata del ministro indagato per mafia, i pannelli solari entrano finalmente di diritto nel magico mondo dell’edilizia abusiva. Corriere della Sera 15 ottobre 2011 (f.b.)
Città e territorioNostro pianetaLa questione energetica
La tecnologia è una cosa seria, quella energetica di più: diffidate dei cialtroni che piantano pannelli nei campi. Caso interessante da The Guardian, 4 ottobre 2011 (f.b.)
Città e territorioNostro pianetaLa questione energetica
Steve E. Wright
Contraddizione fra un’idea sempliciona di tutela ambientale e un approccio più complesso. L’energia eolica in un contesto molto “italiano”, da The New York Times, 29 settembre 2011 (f.b.)
Città e territorioNostro pianetaLa questione energetica
Patricia McArdle
L’Occidente riesce a fare anche peggio di quanto non si dica, esportando sé stesso in punta di baionetta. Uno sconcertante racconto ambientale-energetico-politico dal New York Times, 19 giugno 2011 (f.b.)
Città e territorioNostro pianetaLa questione energetica
Giovanni Carlo; Valentini Petrini
Un conflitto nel capitalismo dei nostri tempi: agricoltura per produrre beni o energia buona (per un consumo opulento)? La Repubblica, 28 luglio 2011, con postilla
Città e territorioNostro pianetaLa questione energetica
Maria Pia Guermandi
Una battaglia per la legalità e la qualità dell’ambiente a Porto Tolle, nel Parco del Delta del Po. Da www.italianostra.org, 11 luglio 2011 (m.p.g.)
Città e territorioNostro pianetaLa questione energetica
Giorgio Nebbia
Dopo gli incidenti alle centrali nucleari giapponesi...
Città e territorioNostro pianetaLa questione energetica
Giuseppe Massimo; Onufrio Scalia
«Sconfitta l'Enel. Centrale a gas? Una centrale da duemila Mw in un ecosistema delicato è un progetto di disastro. Meglio, in ogni caso, a gas che a carbone» Il manifesto, 22 maggio 2011
Città e territorioNostro pianetaLa questione energetica
Giorgio Nebbia
Storia del nostro uso e abuso del petrolio. Da La Gazzetta del Mezzogiorno, 15 maggio 2011 (m.p.g.)
Città e territorioNostro pianetaLa questione energetica
Giorgio Nebbia
Per superare davvero quell’incubo basta il buonsenso, o bisogna sopprimere il ventre da cui quell’incubo è nato? La Gazzetta del Mezzogiorno, 26 aprile 2011
Società e politicaGiornali del giornoArticoli del 2011
Un commento di Stefano Rodotà e un servizio de la Repubblica (27 aprile 2011, articoli di S. Buzzanca, V. Polchi e F. Mimmo) sull’ultima bastonata alla democrazia
Città e territorioNostro pianetaLa questione energetica
Adriano Sofri
«Non è del solo nucleare che si tratta, ma di un intero modo di avere a che fare con la natura, e fra gli umani». La Repubblica, 13 aprile 2011
12345Next
CopyrightMappa del sito
© 2020 Eddyburg