Città e territorioSOS
Ultimi post
Città e territorioSOSBeni culturali
16/02/2017 Tomaso Montanari
Se riteniamo la qualità più importante della quantità. la cultura più importante dei soldi, il futuro non meno importante del presente. allora gli ateniesi hanno vinto di gran lunga sugli agrigentini di oggi
Città e territorioSOSBeni culturali
15/02/2017 Ettore Livini
Dicono i greci che "il valore e il carattere dell'Acropoli è incompatibile con eventi di questo tipo". Forse hanno meno denaro di noi, ma sono più ricchi.
Città e territorioSOSBeni culturali
09/02/2017 Sandro Roggio
«La dimostrazione che le riforme non sempre portano fortuna, specie nelle realtà di cui si trascurano la storia e la geografia».
Città e territorioSOSBeni culturali
05/02/2017 Paolo Berdini
«Post sisma. Semplificazioni e norme che saltano la tutela: un colpo all'architettura dello Stato
Città e territorioSOSBeni culturali
04/02/2017 Tomaso Montanari
«Il nostro Paese è tanto ricco di arte non solo grazie alla capacità di crearla, ma anche alla lucidità con cui, lungo i secoli, si è dato leggi che l’hanno sottratta agli interessi privati e al
Città e territorioSOSBeni culturali
24/01/2017 Tomaso Montanari
«Firenze diventa ancor più diseguale; il suo patrimonio pubblico viene privatizzato e messo al servizio del piacere esclusivo di pochi super ricchi; La Pira si rivolta nella tomba». la Repubblica online, blog "articolo 9", 23 gennaio 2017 (c.m.c.)
Città e territorioSOSBeni culturali
21/01/2017 Costantino Cossu
Basta poco per distruggere un bel paesaggio: ridurre il personale e il potere degli organi di tutela e insieme ridurre i tempi entro i quali devono esprimersi. I governi rottamatori dell'ex Belpaese lo hanno compreso bene.
Città e territorioSOSBeni culturali
18/01/2017 Marco Preve
Una buona notizia per chi difende il territorio. Ma la difformità dei pareri dei vari organi della magistratura rendono necessaria una sentenza della Corte costituzionale, a meno che il Parlamento non faccio il proprio dovere in proposito.
Città e territorioSOSBeni culturali
13/01/2017 Tomaso Montanari
Due posizioni sulla nuova proposta da Mercante in fiera del ministro Franceschini. Tomaso Montanari e Corrado Augias. Poi vi diciamo la nostra
Città e territorioSOSBeni culturali
11/01/2017 Francesco Erbani
«Franceschini sgancia il monumento dalla Soprintendenza romana Montanari: “Così si fa a pezzi la città”. Volpe: “È una riforma coerente
Città e territorioSOSBeni culturali
08/01/2017 Salvatore Settis
«La parte del leone la gioca senza dubbio il nostro patrimonio archeologico e questo è un forte indizio rispetto al quale bisognerebbe guardare le cose da un’ottica più lungimirante: perché archeologia vuol dire contesto territoriale
Città e territorioSOSBeni culturali
04/01/2017 Silvia Truzzi
«Cominciamo con la cultura: come sta il nostro patrimonio artistico e monumentale? Lo abbiamo chiesto a Salvatore Settis, archeologo e storico dell'arte».
Città e territorioSOSBeni culturali
30/12/2016 Vittorio Emiliani
«Soprintendenze distrutte. Anche al Sud sono devastanti gli effetti della riforma dei Beni culturali e paesaggistici».
Città e territorioSOSBeni culturali
29/12/2016 Giulia Destefanis
«L'Archeologico di Savona premiato a livello nazionale. Il Comune ha tagliato tutti i fondi, serve uno sponsor».
Città e territorioSOSBeni culturali
16/12/2016 Patrizia Maiorca Beatrice Basile Sebasti
Riceviamo e pubblichiamo un appello che affronta un tema scabroso: carenze legislative e perversioni soggettive alleate per rendere impossibili i tentativi di denunciare gli scempi ai patrimoni dell'umanità
Città e territorioSOSBeni culturali
26/11/2016 Tomaso Montanari
«Non solo non si scrive che l'interesse strategico degli italiani è non morire affogati nelle alluvioni da cemento. Ma si scrive, al contrario, che l'interesse strategico nazionale è ancora cemento, sempre cemento, solo cemento. Un cemento sul quale deciderà solo il governo centrale
Città e territorioSOSBeni culturali
25/11/2016 Tomaso Montanari
«Dario Franceschini ha smantellato la tutela pubblica del patrimonio: attuando così il programma di un governo che, simultaneamente, smantella la scuola pubblica, i diritti dei lavoratori, la Costituzione stessa
Città e territorioSOSBeni culturali
24/11/2016 Manlio Lilli
«Il ministro Franceschini aveva più volte dichiarato finita “l’epoca dei tagli”. Ma nei conti nel Mibact l’inversione di tendenza non c’è. I fondi per i lavori pubblici crescono del 3% rispetto allo scorso anno, ma sono il 13% in meno del 2014 e il 24% in meno rispetto al 2013».
Città e territorioSOSBeni culturali
15/11/2016 Tomaso Montanari
«Sarebbe davvero paradossale che fosse una democrazia moderna a sequestrare ciò che un monarca dell’antico regime volle pubblico. Dobbiamo prendere atto che la bellezza dell’arte è fragile, e che la sua unica difesa è la conoscenza
Città e territorioSOSBeni culturali
Città e territorioSOSBeni culturali
05/11/2016 Vittorio Emiliani
«Competenze in soffitta e prevenzione zero. Lo storico dell’arte Bruno Toscano: “Bisognava puntellarle come ad Assisi nel 97”».
Città e territorioSOSBeni culturali
03/11/2016 Tomaso Montanari
L'ennesima testimonianza di una politica che, nell'illusione di "modernizzare" e privilegiando il "fare" (comunque sia) al "pensare", sta distruggendo l'Italia. Ma non è solo colpa di Renzi:è almeno un quarto di secolo che si lavora in questa direzione.
Città e territorioSOSBeni culturali
31/10/2016 Vittorio Emiliani
I media tacciono i numerosi esempi di ricostruzioni virtuose e i meriti delle soprintendenze quando i governi le facevano funzionare, e si lascia trionfare l'odio per la tutela di Matteo Renzi, l'inconsistenza del suo ministro, l'utilizzazione strumentale della disgregazione d'una parte significativa e del patrimonio comune. Articolo 21, online 30 ottobre 2016
Città e territorioSOSBeni culturali
30/10/2016 Vittorio Emiliani
A Torino «uno scontro fra turbo-cultura in salsa renziana (Asproni) e cultura-cultura (Appendino)?»I nostri più vivi auguri alla sindaca Appendino e alla sua assessora Francesca Leon.
Città e territorioSOSBeni culturali
29/10/2016 Tomaso Montanari
«Il terremoto è una calamità naturale, ma l'immobilità del Ministero dei Beni culturali e del suo titolare sono una calamità politica. Che l'Italia non merita». Ma gli italiani forse si.
CopyrightMappa del sito
© 2021 Eddyburg