Società e politicaEventi
Ultimi post
Società e politicaEventi2016 Giulio Regeni assassinio di stato
Eddyburg
NENAnews, 25 gennaio 2018. Due anni dopo la cattura e il massacro del ricercatore italiano in Egitto, non scompaiono i ragionevoli sospetti sul coinvolgimento della maggiore potenza energetica italiana, l'Eni, nei silenzi del governo egiziano
Società e politicaEventi2016 Giulio Regeni assassinio di stato
Giuliano Foschini
Nel silenzio del governo italiano prosegue il depistaggio sul rapimento, la tortura e l'assassinio di Giulio Regeni. Una complicità basata su interessi petroliferi? Non c'è bisogno di essere maligni per sospettarlo.
Società e politicaEventi2016 Giulio Regeni assassinio di stato
Enzo Scandurra
«Giulio Regeni. Il sacrificio di un giovane vale assai meno delle esportazioni egiziane in aumento verso l’Italia: 29% in più, (761 milioni di dollari). Ben altro che un "banale" omicidio!».
Società e politicaEventi2016 Giulio Regeni assassinio di stato
Luigi Manconi
«Chi ne ha patito i danni si è ritrovato oggetto, nel corso dell’inchiesta e del dibattimento, di una vera e propria deformazione della sua identità. Alla morte fisica segue un processo di degradazione della persona, della sua biografia e della sua vicenda umana».
Società e politicaEventi2016 Giulio Regeni assassinio di stato
Armando Spataro
Ancora troppe ombre sul caso Regeni e molte domande che necessitano una risposta.
Società e politicaEventi2016 Giulio Regeni assassinio di stato
Tommaso Rodano
I ministri degli esteri che si sono succeduti nei governi ENI-Renzi continuano a smentire le reiterate dichiarazioni del
Società e politicaEventi2016 Giulio Regeni assassinio di stato
Goffredo De Marchis
Dopo le documentate denunce della stampa d'Oltreoceano anche i media italiani più vicini ai governi ENI grondano indignazione. Meglio tardi che mai. Articoli di Goffredo De Marchis e Francesca Caferri.
Società e politicaEventi2016 Giulio Regeni assassinio di stato
Società e politicaEventi2016 Giulio Regeni assassinio di stato
Michele Giorgio
Egitto e Libia: importantissime pedine per gli affari e il potere di chi comanda in Italia. Quindi si rinuncia volentieri a ottenere verità e giustizia: questa è la morale della Repubblica italiana, nelle sue supreme autorità Articoli di Michele Giorgio e Luigi Manconi.
Società e politicaEventi2016 Giulio Regeni assassinio di stato
Carlo Bonini e Giuliano Foschini
Nessuno si chiami fuori da questo atroce delitto. Meno che meno i governanti della nazione di cui Giulio pensava di essere cittadino, i quali hanno continuato a fare affari con i mandanti dei colpevoli e gli occultatori dei fatti. Forse per obbedire alla Trilateral Cmmission?
Società e politicaEventi2016 Giulio Regeni assassinio di stato
Società e politicaEventi2016 Giulio Regeni assassinio di stato
Pierfrancesco Curzi
«Delitto di Stato. Tanto clamore per le parole di Abdallah, quando, alla prova dei fatti, il suo ruolo nella vicenda era chiaro e la Procura di Roma ne era a conoscenza dal 9 settembre scorso».
Società e politicaEventi2016 Giulio Regeni assassinio di stato
Eddyburg
«Lo scopo? Archiviare il dossier sulla morte di Giulio Regeni che - per gli anonimi politici egiziani - sarebbero costati al Cairo diversi incidenti diplomatici non solo con Roma, ma anche con altri paesi europei».
Società e politicaEventi2016 Giulio Regeni assassinio di stato
Carlo Bonini e Giuliano Foschini
Era già strumento del governo egiziano l'uomo che vendette Giulio Regeni. Una ragione di più per rompere ogni rapporto con quel governo che adopera sistematicamente gli arnesi più infami della violenza contro chiunque compia l'abominevole reato di "mettersi di traverso".
Società e politicaEventi2016 Giulio Regeni assassinio di stato
Società e politicaEventi2016 Giulio Regeni assassinio di stato
Giuliano Foschini
Un gesto rivelatore dell'animus del renzismo: dovrebbe aiutare gli italiani ad aprire gli occhi. Si fa finta di minacciare chi ha torturato e assassinato Giulio Regeni, ma non si rinuncia affatto ad armare il governo torturatore ed assassino, per non turbare il business dei mercanti di morte.
Società e politicaEventi2016 Giulio Regeni assassinio di stato
Giuliano Foschini
I Regeni hanno presentato all'europarlamento un elenco di misure che i paesi potrebbero prendere: il richiamo degli ambasciatori degli Stati membri, la dichiarazione dell’Egitto come Paese non sicuro; la sospensione degli accordi di fornitura di armi, apparati bellici o per lo spionaggio e la repressione interna; la sospensione degli accordi economici, ... .
Società e politicaEventi2016 Giulio Regeni assassinio di stato
Francesca Borri
«Amr Darrag. Il leader in esilio dei Fratelli Musulmani torna sul caso del ricercatore ucciso e aggiunge: “Lo Stato in Egitto è già crollato”».
Società e politicaEventi2016 Giulio Regeni assassinio di stato
Tommaso di Francesco
«La nomina del pur stimato ex console di Gerusalemme, Giampaolo Cantini sortisce l’effetto di una nuova, tranquillizzante disponibilità al compromesso e apertura di credito ad Al Sisi. Con risvolti, temiamo, anche sulle pur limitate indagini».
Società e politicaEventi2016 Giulio Regeni assassinio di stato
Chiara Cruciati
«Inviata per "errore" una mail contenenti le strategie del Ministero degli Interni per difendersi dalle proteste dei giornalisti.
Società e politicaEventi2016 Giulio Regeni assassinio di stato
Luigi Manconi
Mentre da una parte si tortura e si uccide, dall'altre si balbetta e si accetta ogni inominia per non perdere affari d'oro. Forse perché Giulio era un ricercatore innocente e non un assassino in uniforme. Articoli di Eleonora Martini e Luigi Manconi.
Società e politicaEventi2016 Giulio Regeni assassinio di stato
Giuliano Foschini
Gli alleati dell'Italia di Renzi, dell'Eni e dei fabbricanti di armi continuano la loro truce opera. Il popolo si ribella . E continuano le tremule rimostranze dei nostro governo. Articoli di Fabio Scuto e Giuliano Foschini.
Società e politicaEventi2016 Giulio Regeni assassinio di stato
Carlo Bonini
«L’agenzia Reuters: Giulio fermato il giorno della sua scomparsa, condotto in caserma e poi trasferito “Le informazioni sono confermate da sei fonti dell’intelligence e degli apparati di sicurezza egiziani”».
Società e politicaEventi2016 Giulio Regeni assassinio di stato
Anais Ginori
«Voglio chiarire qualcosa di importante alla comunità europea ed anche agli egiziani: il nostro lavoro è proteggere una nazione di 90 milioni di persone. Non potete immaginare cosa succederebbe al mondo intero se questo Paese crollasse». Lo stato di polizia con conosce eccezioni: Italia, Egitto, ... .
Società e politicaEventi2016 Giulio Regeni assassinio di stato
Francesca Caferri
Grazie alle esitazioni del governo Renzi (più della verità sull'assassinio di un italiano contano gli affari dell'Eni e dei mercanti d'armi), all'inerzia dell'Unione europea, all'esplicito appoggio della Francia di Hollande e dell'Arabia saudita, ecco che il tiranno egiziano vince un altro round. Articoli di Carlo Bonini e di Francesca Caferri. L
CopyrightMappa del sito
© 2020 Eddyburg