Città e territorio
Ultimi post
Città e territorioTerritorio nei giornaliPost 2012
Enzo Scandurra
«Terremoto. La natura non si addomestica, e la modernità del secolo "superbo e sciocco" usa il verbo sbagliato: dominare anziché convivere. Nel pastore che non vuole lasciare la terra del terremoto c’è una saggezza che noi moderni chiamiamo ignoranza. E’ la saggezza di chi non vuole morire orfano
Città e territorioTerritorio nei giornaliPost 2012
Tommaso di Francesco
«Il sisma è un evento naturale che, certo, è difficile prevedere ma si può e si deve fare prevenzione per salvare vite umane; la guerra invece è un "terremoto" ma voluto e prodotto dagli uomini
Città e territorioTerritorio nei giornaliPost 2012
Giuliano Pisapia
«Un patrimonio immateriale è l’“anima” dei nostri luoghi, del nostro territorio. L’unica incommensurabile ricchezza che il terremoto non ha potuto abbattere
Città e territorioTerritorio nei giornaliPost 2012
Giorgio Boatti
«Il precedente dell’abbazia di Montecassino, di nuovo in piedi in soli dodici anni dopo essere stata rasa al suolo.Una sfida, per certi versi, analoga a quella che ora, dopo il terremoto, ci troviamo ad affrontare nell’Appennino, cuore e spina dell’intero Paese»
Città e territorioTerritorio nei giornaliPost 2012
Paolo Griseri
Paolo Griseri intervista
Città e territorioSOSSardegna
Sandro Roggio
Commentando un recente articolo sulla privatizzazione dei fari costiere abbiamo citato una buona pratica di segno opposto, quello delle distinzioni dei demani pubblici: la Conservatoria delle coste sarde. Abbiamo chiesto al nostro corrispondente di informarci. Ecco le news: non siamo sereni
Città e territorioTerritorio nei giornaliPost 2012
Benedetta Tobagi
«La presenza degli stranieri, e dei rifugiati in particolare, in questi borghi tra gli Appennini si è rivelata negli anni una risorsa preziosa per ridare vita a territori spopolati».
Città e territorioTerritorio nei giornaliPost 2012
Tomaso Montanari
«È una sfida vitale, perché riavere i nostri borghi com’erano e dov’erano non serve a difendere il passato: ma a permettere che esista un futuro».
Città e territorioTerritorio nei giornaliPost 2012
Francesco Erbani
«Discutendo con rappresentanti dei cittadini a diversi livelli, durante incontri e assemblee, abbiamo capito che la sicurezza era certo una priorità. Accanto alla quale, però, emergevano altri problemi, più antichi».
Città e territorioTerritorio nei giornaliPost 2012
Angelo Ferracuti
«Un’altra Italia, interna e provvisoria come quella appena ferita dal sisma, al centro del festival animato dal poeta della paesologia Franco Arminio. "
Città e territorioTerritorio nei giornaliPost 2012
Dario del Porto e Fabio Tonacci
Dai sopralluoghi i primi atti di un'inchiesta. Magra consolazione affermare: «chi ha sbagliato pagherà».
Città e territorioTerritorio nei giornaliPost 2012
Norma Rangeri
«Non c’è altro evento più del terremoto capace di mettere a nudo lo sgoverno del nostro paese, l’incapacità delle classi dirigenti di mettere in campo l’unica grande opera necessaria alla salvaguardia di un territorio nazionale abbandonato all’incuria, alla speculazione, alle ruberie».
Città e territorioTerritorio nei giornaliPost 2012
Piero Bevilacqua
«Questo terremoto, disvela anche altro. E’ un grande e sinistro fascio di luce gettato su quelle estese aree del nostro territorio che per convenzione ormai chiamiamo “aree interne”».
Città e territorioSOSToscana
Tomaso Montanari
Enrico Rossi e Dario Nardella non discutono nel merito le decisioni del Tar che ha bocciato l'aeroporto nella piana, si sono limitati a dire: il potere lo abbiamo noi. Prima o poi pagheranno un prezzo.
Città e territorioTerritorio nei giornaliPost 2012
Domenico Palminotti
Un ramoscello d'olivo agitato dal comune di Melegnano, simbolo della resistenza contro l'avanzare di uno "sviluppo"sempre pù basato sul consumo di energia e sullo svuotamento delle residue risorse naturali. Gli adoratori del PIL scalpitano impazienti.
Città e territorioSOSVeneto
Giorgio Meletti e Davide Vecchi
I danni (ben calcolati) del project financing: «Emergenza Veneto a Palazzo Chigi. Il privato che dovrebbe finanziare la superstrada sbaglia i conti. E la Regione deve pagare».
Città e territorioSOSToscana
Anna Marson
I ratti del PD toscano proseguono nel rosicchiare la migliore delle leggi di contrasto al consumo di suolo emanata in Italia. La rottamazione del territorio e del ruolo delle istituzioni sembra l'impegno maggiore del partito di Renzi.
Città e territorioSOSSardegna
Maddalena Brunetti
«Senza speranza. A Portoscuso l’area è così inquinata che non si può stabilire dove costruire. L’arsenico si potrà smaltire solo in 300 anni».
Città e territorioTerritorio nei giornaliPost 2012
Alessandro De Nicola
La proposta: «la candidatura deve prevedere obbligatoriamente un equilibrio tra costi e ricavi (diretti e indiretti). Se alla fine le previsioni si riveleranno sbagliate, la differenza la metteranno coloro i quali saranno chiamati a votare».
Città e territorioSOSSardegna
Gian Antonio Stella
«C’è un dettaglio che, dopo gli assalti sventati di chi voleva costruire una centrale eolica off-shore, fare ricerche petrolifere o riesumare il penitenziario, sfugge evidentemente a qualcuno: la legge parla, per l’Asinara, di tutela "integrale". E integrale vuol dire integrale».
Città e territorioTerritorio nei giornaliPost 2012
Guido Crainz
Un impegno corale, a cui architetti e urbanisti contribuirono con intelligenza e passione. A molti aspetti l’esperienza del Friuli rinvia, e su tutti è necessario riflettere».
Città e territorioTerritorio nei giornaliPost 2012
Paolo Rumiz
Il terremoto nel Friuli. Il racconto di quegli istanti, di quel luogo e la scomparsa di un mondo antico.
Urbanistica e pianificazioneTemi e problemiTerremoto all'Aquila
Serena Giannico
«Ad una cosa non ci siamo abituati: a non poter avere le prerogative di una normale comunità, a cominciare dalla possibilità di incontrarsi senza essersi dati appuntamento. Mancano i luoghi per questo; non luoghi costruiti ad hoc, ma i luoghi del quotidiano. E per gli aquilani questi luoghi si trovavano nel centro storico».
Città e territorioSOSToscana
Eddyburg
Vendita dei beni immobiliari pubblici: la Regione Toscana inverta la rotta. Appello a Enrico Rossi presidente della Regione, del Nodo toscano della Società dei Territorialisti/e.
Città e territorioSOSSardegna
Manlio Lilli
«La fruizione, come in molti altri casi. Il nodo è quello. Perché il timore che la questione si risolva con chiusure fuori programma appare fondato».
Territorio nei giornali
Demagogia e distruzione edilizia della città saldamente legate in un unico pogetto politico e personale
Un caso di degrado del paesaggio provocato dalla miopia culturale e dalla rincorsa allo "sviluppo", il caso di Monticchiello,ha avuto il merito di aprire un dibattito ampio, che ha investito le responsabilità delle regioni e dei comuni, la debolezza dello Stato, l'inerzia nell'impiegare gli strumenti disponibili.
Troppo bella per restare intatta la grande isola mediterranea, dove popoli antichi si sono mescolati e hanno collaborato con la natura per costruire splendidi paesaggi. I moderni venuti dal Continente divorano, e non sempre gli isolani ricordano che "il turismo non è vendere la terra", come dice il Presidente Renato Soru (vedi anche Pratiche di buongoverno
Il terremoto e il dopoterremoto in Abruzzo sono una sintesi del disastro italiano. Sulla ricostruzione (fisica, sociale, istituzionale) agiscono da un lato il bulldozer del Signore di Arcore e del suo proconsole, e dall'altro la resisistenza degli abruzzesi e delle loro istituzioni. Eddyburg è di parte, e si affida alla speranza
CopyrightMappa del sito
© 2020 Eddyburg