Società e politica
Ultimi post
Società e politicaTemi e principiPolitica
29/04/2018 Giacomo Grison
Nigrizia, 26 aprile 2018. L'Africa continua a essere terra di conquista, colonizzazione e sfruttamento. All'imperialismo nordatlantica si aggiunge adesso quella della Cina, che ha imparato a usare le armi della cultura e quelle dell'economia meglio dei suoi concorrenti
Società e politicaTemi e principiLavoro
29/04/2018 Andrea Mastrangelo
la Nuova Venezia, 29 aprile 2018. Ecco un esempio di come, per ottenere un po' di pagnotta, chi ha la pelle nera deve fingere di fare cose che non si fanno. La legge è rispettata, i suoi diritti no. Nell'Italia di oggi questo è il volto della schiavitù
Società e politicaTemi e principiPolitica
28/04/2018 Christian Raimo
Internazionale, 23aprile 2018. Viaggio nell’universo dei giovani, al liceo Parini di Milano, a Roma, Napoli, Macerata, Palermo. Fascismo eantifascismo, Politica e no, discussioni, testimonianze e impegno personale dei giovani con gli occhi aperti nei luoghi caldidella crisi mondiale
Società e politicaTemi e principiDemocrazia
27/04/2018 Anna Angelucci e Rossella Latempa
il manifesto, 27 aprile 2018. Ecco una delle macchinette con cui i padroni del "pensiero unico" stanno formando i loro "intellettuali". Si tratta del sistema Invalsi; lo spieghiamo nella postilla
Società e politicaTemi e principiResistenza
25/04/2018 Alessandro Robecchi
il Fatto quotidiano, 25 aprile 2018. Non è facile far comprendere chi non ha vissuto quegli anni come la nostra libertà di oggi e la tensione verso l'uguaglianza vivono ancora in noi grazie a ciò che allora si riuscì a fare. È ben più facile dimenticare che molti uomini e donne, chiamati "partigiani" morirono per noi
In evidenzaIl fatto del giorno
25/04/2018 Eddyburg
Sono bastati davvero solo 72 anni per dimenticare che la nostra Repubblica è fondata, oltre che sul lavoro, anche sull'Antifascismo.Al Lavoro oggi si preferisce il capitale
Società e politicaTemi e principiSinistra
24/04/2018 Guido Crainz
la Repubblica, 22 aprile 2018. Più che mai dobbiamo ricordare che in Italia libertà e democrazia hanno vinto per tutti grazie alla lotta dell'antifascismo e della Resistenza, non del magma di populismo, nazionalismo e razzismo che connota i "vincitori" Di Maio e Salvini
Società e politicaTemi e principide homine
21/04/2018 Piero Bevilacqua
il manifesto, 21 aprile 2018. il dio Mercato comincia a rielaborare la testa delle persone già da quando sono bambini per esere sicuri che diventino consumisti. Tecniche Usa in via d'espansione, per ora nei paesi del benessere
Società e politicaTemi e principiItaliani brava gente
21/04/2018 Marco Travaglio
il Fatto quotidiano, 21 aprile 2018. La sentenza del Tribunale di Palermo conferma autorevolmente ciò di cui l'opinione pubblica era già consapevole: la sostanziale collaborazione tra il gruppo di potere del Cavaliere e la criminalità organizzata
Società e politicaTemi e principide homine
20/04/2018 Antonio Polito
il manifesto, Corriere della sera, 20 aprile 2018. La crisi della scuola è il riflesso della crisi di una società nella quale il "titolo" vale mille, mentre i contenuti dell'apprendimento valgono zero. Articoli di Alessandra Pigliaru, Alba Sasso e Antonio Polito
Società e politicaTemi e principiDifendere la Costituzione
19/04/2018 Salvatore Settis
il Fatto quotidiano, 19 aprile 2018. Nel confuso battibecco politico in corso si dimentica che nella Costituzione il concetto di uguaglianza non galleggia nel vuoto , ma rappresenta il cardine e il traguardo della democrazia, e impone di rimuovere tutti gli ostacoli che ne ostacolano il raggiungimento
Società e politicaTemi e principiSinistra
18/04/2018 Alessandro Santagata
il manifesto, 18 aprile 2018. Stupore del giornale per il dibattito di due personalità, l'una della sinistra comunista, s, l'altra del clero cattolico. Della serie I miracoli di papa Bergoglio
Società e politicaTemi e principiDonna
17/04/2018 Eddyburg
NENAnews, 17 aprile20. Pensavano che i campi per rifugiati servissero per dare un riparo alle loro persone invece Amnesty International ha scoperto e rivelato che le donne vi sono maltrattate come e più di prima, dai loro presunti "salvatori"
Società e politicaTemi e principiPolitica
17/04/2018 Africa Bianchi
Il cambiamento necessario: dalle lotte per le paci alla lotta per la Pace, e per lo smantellamento del complesso industrial-finanziario degli armamenti.
Società e politicaTemi e principiSinistra
17/04/2018 Tomaso Montanari
il Fatto quotidiano, 17 aprile 2018. Una valutazione ottimistica delle affinità tra il M5s e la Lega: entrambi rappresentano, a differenza del PD, le classi subalterne, entrambi esprimono istanze e volontà pacifiste, sebbene a volte le contraddicano
Società e politicaTemi e principiLavoro
17/04/2018 Niccolò Zancan
la Stampa, 17 aprile 2018. Non c'è bisogno di attraversare il Mediterraneo per trovare gli schiavisti, basta frequentare con gli occhi aperti la campagna laziale, come ha fatto il sociologo Marco Omizzolo. Correndo qualche rischio
Società e politicaTemi e principiDemocrazia
16/04/2018 Michele Ainis
la Repubblica, 16 aprile 2018. Esistono, nel nostro sistema istituzionale, luoghi che possono decidere finché il governo non c'è. Ma oggi, di fronte alla crisi internazionale scatenata da TRump e al-Assad, nessuno agisce. Forse in Italia il potere reale è fuori dal Parlamento e dalla democrazia?
Società e politicaTemi e principiLavoro
12/04/2018 Francesco Gesualdi
Comune-info, 8 aprile 2018. Si scoprono sempre forme nuove, e più devastanti di sfruttamento del lavoro, soprattutto dei più fragili e indifesi
Società e politicaTemi e principide homine
11/04/2018 Raniero La Valle
In u
Società e politicaTemi e principiDemocrazia
10/04/2018 Dàrio Bossi
Nigrizia, 10 aprile 2018. Dário Bossi (Provinciale dei missionari comboniani) in Brasile, getta un grido d'allarme per la vasta operazione giudiziaria e militare che si sta manifestando in Brasile per contrastare la politica di promozione dei più deboli messa in atto da Lula e da Dialma Rousseff
Società e politicaTemi e principiSinistra
08/04/2018 Luciana Castellina
il manifesto, 8 aprile 2018. Temtano di eliminarlo in via giudiziaria, poiché è troppo forte nel popolo di sfruttati per fare come fecero per Salvador Allende. In Sudamerica una sinistra c'è, e fa paura ai potenti. Qui da noi, invece...
Società e politicaTemi e principiSinistra
07/04/2018 Alberto Asor Rosa
la Repubblica, 6 aprile 2018. La crisi della sinistra è rivelata anche dalla sua incapacità a comprendere l'evento sociale della dissoluzione del "popolo" in "massa" compiendo così il proprio suicidio.
Società e politicaTemi e principiLavoro
07/04/2018 Marco Ruffolo
la Repubblica, 6 aprile 2018. Diminuisce il riconoscimento sociale del lavoro, aumenta la precarietà, aumenta l'età pensionabile, aumenta l'affaticamento, vuoi che non aumentino i morti sul lavoro? É il neoliberismo, baby, la fase attuale del capitalismo. Anche finale? dipende da noi
Società e politicaTemi e principiItaliani brava gente
06/04/2018 Rachele Gonnella
il manifesto, 6 aprile 2018. A dispetto dell'articolo 11 della Costituzione l'Italia è amica della guerra e, se proprio non ce la a combatterla direttamente, è ben lieta di produrre strumenti di morte per favorire le guerre altrui
Società e politicaTemi e principiItaliani brava gente
05/04/2018 Annalisa Camilli
Internazionale, 6 giugno 2018. La storia della strage tentata dal nazifascista di Macerata (Ancona, Italy) Luca Traini, furioso per la presenza di persone dalla pelle più scura della sua. Profili delle vittime innocenti
Temi e principi
Hanno cominciato a sgretolarla da tempo. Non tutti quelli che dovevano difenderla lo hanno fatto con intelligenza. Eppure, rappresenta il punto più alto cui è giunta la coscienza democratica della nazione: quando le "parti" hanno saputo rinunciare alla difesa del proprio particulare per trovare l'unità comune.
Una quota consistente di elettori appartiene all'area del centro sinistra ma non si sente rappresentata dalla componente maggioritaria di quell'area: quella "riformista". Si tratta di un elettorato disperso in molte formazioni. Si discute sul "che fare" per ricostituire una identità della sinistra italiana "radicale" che non si contrapponga al centrosinistra "riformista" ma sappia costruire con esso una reale alternativa ai governi di destra.
Il Novecento è stato ricco di speranze e delusioni, ferocie e magnanimità, eroismi ed efferatezze, martiri e carnefici, aguzzini e vittime. Qualche regime fu diabolico, qualche altro fu truce, ma i popoli furono dovunque impastati di terra e di cielo: nessuno interamente colpevole, nessuno interamente innocente. A differenza che altrove, in Italia si pensa invece che “noi siamo buoni". Questa cartella vuole documentare che gli italiani non furono buoni sempre, né dappertutto.
Tra le cose da non dimenticare c’è la Resistenza. Fu il nuovo atto di nascita per il nostro paese, e l’evento attraverso il quale la società italiana passò, tra lagrime e sangue, per diventare democratica. Fu un momento pienamente europeo, nel quale il mondo evitò lo sterminio definitivo grazie a due tensioni feconde: quella dell’alleanza tra le democrazie occidentali e l’Unione delle Repubbliche Socialiste Sovietiche, e quella della Resistenza nei paesi dominati dal nazismo.
Materiali del convegno: “A che serve la storia? I saperi umanistici alla prova della modernità”, Roma, La Sapienza, 24-25 novembre 2009
È aperta da tempo una polemica politica sugli anni di Tangentopoli, su Mani pulite e sull'epoca che ha preceduto i fatti esplosi nel 1992. Una polemica, non una riflessione. Una polemica, come hanno rilevato molti osservatori, ispirata più alle esigenze congiunturali della lotta per il potere che a quelle della verità e della giustizia. D'altra parte, alcuni rilevano da tempo, con maggiore o minore amarezza, che "Tangentopoli non è finita". I meccanismi di corruzione consolidati allora perseguono, magari sottotraccia. E gli strumenti inventati in quel clima continuano a essere perfezionati: tendono anzi alla generalizzazione. Infine, la sinistra ha sempre rivelato una certa titubanza, un certo imbarazzo a ripercorrere la storia di quegli anni, a fare i conti con le proprie responsabilità, suscitando così il sospetto, ingeneroso e ingiusto, che nella notte di Tangentopoli "tutti i gatti erano grigi". Anche come contributo alla riflessione riporto qui alcuni un mio articolo, uscito nel 1992 sulla rivista Democrazia e diritto, e alcuni capitoli di un libro (da tempo esaurito) che, a caldo, abbiamo scritto su quei fatti Piero Della Seta ed io: "L'Italia a sacco" (devo dire che né il titolo né la copertina mi sono piaciuti molto). Del libro questa cartella contiene la premessa, alcuni paragrafi dell'interpretazione di taglio "urbanistico", e il capitolo conclusivo, nonché il file in formato acrobat del libro.
Il grande poeta ed editorialista Francesco Tullio Altan ha inventato (dopo Pimpa e Cipputi, dopo Camillo Cromo e Barigazzi, dopo gli orribili commendatori dal naso adunco e le formose e italianissime signore acutamente buonsensaie) il personaggio del Cavalier Banana. Qui veramente Altan non ha avuto bisogno di fantasia: la satira era già nel personaggio che le sue vignette raffigurano. È al Cavalier Banana e alla sua Repubblica che dedico questa cartella.
CopyrightMappa del sito
© 2021 Eddyburg