Società e politica
Ultimi post
Società e politicaTemi e principiPolitica
25/05/2018 Marina Della Croce.
il manifesto, 25 maggio 2018.Una ferma risposta negativa a quei governanti che vorrebbero addossare ai più poveri e agli esclusi il prezzo delle politiche di destra delle formazioni giallo-verde-nero che si sono impossessate del Parlamento. con commento (e.s.)
Società e politicaTemi e principiPolitica
25/05/2018 Tomaso Montanari
Huffington Post, 24 maggio 2018. E' vero che dire che Tizio o Caio non farà peggio di Renzi è un motivo sufficiente per sceglierlo come leader del governo? Con commento (e.s.)
Società e politicaTemi e principiItaliani brava gente
21/05/2018 Stefano Feltri
Il Fatto quotidiano, 19 maggio 2018. Un asciutto resoconto di un'ammirevole manifestazione di uomini e donne dalla pelle nera che si è svolta a Napoli per rivendicare i diritti della democrazia. Con commento (e.s.)
Società e politicaTemi e principiDifendere la Costituzione
21/05/2018 Liana Milella
la Repubblica, 21 maggio 2018. Il durissimo giudizio di un sommo giurista, sempre in prima linea nella difesa dell’uguaglianza e nella democrazia come declinate dalla Costituzione, intervistato da Liana Milella. Lo ascolterà Mattarella?
Società e politicaTemi e principiSinistra
19/05/2018 Sandro Roggio
il manifesto sardo, La Sardegna la regione italiane nelle quali è più facilmente leggibile il contrasto tra momenti di buongoverno e di malgoverno del territorio, entrambi nell'ambito di amministrazioni di uguale colore politico. Questione di persone, di culture, di eventi? Dieci punti su cui riflettere
Società e politicaTemi e principiPolitica
17/05/2018 Eddyburg
il Fatto Quotidiano, la Stampa, 17 maggio 2018. Brutte notizie dal fronte della politica. Si consolida il risultato devastante del Rosatellum. Articoli di Amedeo La Mattina e Ilario Lombardo, e di Michele Prospero. Commento di e.s.
Società e politicaTemi e principiPolitica
17/05/2018 Nicola Mirenzi
Huffington Post, 15 maggio 2018. Intervista di Nicola Mirenzi a Luciano Canfora. Splendida testimonianza del fatto che l'essere nutriti da una conoscenza profonda e aperta del passato della civiltà di cui siamo sciagurati eredi rende lucidi sulla visione presente e sul futuro
Società e politicaTemi e principiItaliani brava gente
16/05/2018 Carlo Lania
il manifesto 16 maggio 2018. Per fortuna che a Bruxelles c'è un giudice con gli occhi attenti alle inclinazioni razziste che emergono prepotenti anche a casa nostra, non solo dai fascisti patentati ma anche dai pentastellati
Società e politicaTemi e principiDifendere la Costituzione
16/05/2018 Tomaso Montanari
il Fatto Quotidiano, 16 maggio 2018. L'opportuno riepilogo delle affermazioni di Matteo Salvini, leader della destra razzista italiana, espressione di una visione politica che il presidente della Repubblica non può accettare
Società e politicaTemi e principiPolitica
15/05/2018 Carlo Di Foggia
Il Fatto Quotidiano, 15 maggio 2018. Nel teatrino nel quale i semi-vincitori delle elezioni del 4 marzo litigano qualche ragione seria di conflitto appare. Magari è un buon segno (e.s.)
Società e politicaTemi e principiSinistra
13/05/2018 Peter Nonnenmacher
Internazionale,11 maggio 2018. Ripreso da Republik, Svizzera. La favola d'un paese nel quale , inaspettatamente, una sinistra c'è. Almeno una vecchia sinistra, come da noi c'era una volta
Società e politicaTemi e principiLavoro
11/05/2018 Lorenzo Cini e Nicolò Bertuzzi
Sbilanciamoci.info, newsletter 551, 11 maggio 2018. Un'inchiesta ampia e accurata che testimonia non solo la delusione per la vecchia politica politicante, ma anche la rassegnazione a una situazione che non si spera di poter cambiare
Società e politicaTemi e principiPolitica
08/05/2018 Alex Zanotelli
Nigrizia, 7 maggio 2018. L'offerta di lavoro c'è. E ancora di più è la domanda, se solo si pensa alle opere socialmente utili. Dicono che mancano i soldi pubblici. Ma spendiamo 64 milioni di euro al giorno per gli armamenti!
Società e politicaTemi e principiPolitica
07/05/2018 Grazia Naletto
Sbilanciamoci, 7 maggio 2018. Il bilancio dell'Unione europea dettato dai mercanti di armamenti. Non si spiega altrimenti che l'Ue spenda mille miliardi € all'anno per rafforzare le barriere eretto per sterminarede gli "sfrattati dello sviluppo". L'Italia di Gentiloni acconsente?
Società e politicaTemi e principide homine
07/05/2018 Elena Molinari
Avvenire, 7 maggio 2018. Negli Usa di Donald Trump, che invita i professori ad amarsi, la gioventù pacifista cresce di giorno in giorno e, soprattutto, si organizza in una rete contro gli armamenti e i Signori della morte
Società e politicaTemi e principide homine
07/05/2018 Liliana Segre
la Repubblica, 5 maggio 2018. Un fermo e sereno invito a contrastare l'odio in tutte le sue forme, da parte di una donna - giustamente nominata Senatrice a vita - che ne ha conosciuto gli effetti sui suoi cari e sul suo stesso corpo da bambina
Società e politicaTemi e principiSinistra
07/05/2018 Viola Carofalo
il manifesto, 6 maggio 2018. Daniela Preziosi intervista Viola Carofalo, protagonista dell'ultima novità politica di questi anni e di una delle pochissime speranze per un futuro in cui si possa vivere una politica non "politicante"
Società e politicaTemi e principiPolitica
06/05/2018 Michele Ainis
la Repubblica, 6 maggio 2018. Quattro cose sono ormai chiare a tutti. 1) Il Rosatellum è uno schifo: lo avevamo scritto subito. 2) I gruppi politici che hanno partecipato alla gara credendoci hanno leader e seguaci dementi. 3)il PD non c'è più. 4) Se rivotiamo con quella legge siamo fottuti.
Società e politicaTemi e principiDemocrazia
05/05/2018 Francesco Gesualdi
Comune.info-net, 2 maggio 2018 Contravvenendo alla Costituzionale il fisco in Italia toglie ai poveri e regala ai ricchi. Ma di introdurre la patrimoniale nessuno parla. Il parlamento tace e i ricchi stanno in pace
Società e politicaTemi e principiItaliani brava gente
04/05/2018 Nello Scavo
Avvenire, 4 maggio 2018. Chiacchierano per fare un governo. Ma quanto tempo sarà ancora necessario per averne uno che elimini lo schiavismo dei "datori di lavoro" italiani che imperversano in ogni angolo della Penisola?
Società e politicaTemi e principiLavoro
03/05/2018 Laura Pennacchi
il manifesto, 3 maggio 2018. 
Tentativi generosi di trasformare il capitalismo rimanendo nel suo ventre e utilizzando "a buon fine" le innovazioni tecnologiche non sembrano suscettibili di interrompere la sua discesa verso il baratro
Società e politicaTemi e principiDemocrazia
03/05/2018 Gianluca Gabrielli
Comune-info, 2 maggio 2018. Che cos'è, la trasformazione degli insegnanti da educatori a somministratori, la schedatura degli alunni a cominciare dalle elementari. E perché dire di no. (m.p.r.)
Società e politicaTemi e principiLavoro
01/05/2018 Adriana Pollice
il manifesto, 1° maggio 2018. Per la "Buona scuola" il lavoro diventa "esperienze di vita" e come tale non va retribuito. I ricatti per chi denuncia e l'evidenza della trasformazione della scuola. (m.p.r.) con riferimenti.
Società e politicaTemi e principiLavoro
01/05/2018 Fabio Butera
la Repubblica, 1° maggio 2018. La ricaduta. Dal 1866 i diritti dei lavoratori erano cresciuti, con dure lotte e alterne vittorie e sconfitte. Grazie al neoliberismo siamo tornati sotto il livello di 150 anni fa. Un diario significativo. La speranza è nelle ultime parole
Società e politicaTemi e principiDemocrazia
30/04/2018 Benedetto Vecchi
Il manifesto, 29 aprile 2018. Un po' di chiarezza dissacratoria su un termine usato in modo spesso spregiudicato, espressione di una visione aziendalistica della democrazia
Temi e principi
Hanno cominciato a sgretolarla da tempo. Non tutti quelli che dovevano difenderla lo hanno fatto con intelligenza. Eppure, rappresenta il punto più alto cui è giunta la coscienza democratica della nazione: quando le "parti" hanno saputo rinunciare alla difesa del proprio particulare per trovare l'unità comune.
Una quota consistente di elettori appartiene all'area del centro sinistra ma non si sente rappresentata dalla componente maggioritaria di quell'area: quella "riformista". Si tratta di un elettorato disperso in molte formazioni. Si discute sul "che fare" per ricostituire una identità della sinistra italiana "radicale" che non si contrapponga al centrosinistra "riformista" ma sappia costruire con esso una reale alternativa ai governi di destra.
Il Novecento è stato ricco di speranze e delusioni, ferocie e magnanimità, eroismi ed efferatezze, martiri e carnefici, aguzzini e vittime. Qualche regime fu diabolico, qualche altro fu truce, ma i popoli furono dovunque impastati di terra e di cielo: nessuno interamente colpevole, nessuno interamente innocente. A differenza che altrove, in Italia si pensa invece che “noi siamo buoni". Questa cartella vuole documentare che gli italiani non furono buoni sempre, né dappertutto.
Tra le cose da non dimenticare c’è la Resistenza. Fu il nuovo atto di nascita per il nostro paese, e l’evento attraverso il quale la società italiana passò, tra lagrime e sangue, per diventare democratica. Fu un momento pienamente europeo, nel quale il mondo evitò lo sterminio definitivo grazie a due tensioni feconde: quella dell’alleanza tra le democrazie occidentali e l’Unione delle Repubbliche Socialiste Sovietiche, e quella della Resistenza nei paesi dominati dal nazismo.
Materiali del convegno: “A che serve la storia? I saperi umanistici alla prova della modernità”, Roma, La Sapienza, 24-25 novembre 2009
È aperta da tempo una polemica politica sugli anni di Tangentopoli, su Mani pulite e sull'epoca che ha preceduto i fatti esplosi nel 1992. Una polemica, non una riflessione. Una polemica, come hanno rilevato molti osservatori, ispirata più alle esigenze congiunturali della lotta per il potere che a quelle della verità e della giustizia. D'altra parte, alcuni rilevano da tempo, con maggiore o minore amarezza, che "Tangentopoli non è finita". I meccanismi di corruzione consolidati allora perseguono, magari sottotraccia. E gli strumenti inventati in quel clima continuano a essere perfezionati: tendono anzi alla generalizzazione. Infine, la sinistra ha sempre rivelato una certa titubanza, un certo imbarazzo a ripercorrere la storia di quegli anni, a fare i conti con le proprie responsabilità, suscitando così il sospetto, ingeneroso e ingiusto, che nella notte di Tangentopoli "tutti i gatti erano grigi". Anche come contributo alla riflessione riporto qui alcuni un mio articolo, uscito nel 1992 sulla rivista Democrazia e diritto, e alcuni capitoli di un libro (da tempo esaurito) che, a caldo, abbiamo scritto su quei fatti Piero Della Seta ed io: "L'Italia a sacco" (devo dire che né il titolo né la copertina mi sono piaciuti molto). Del libro questa cartella contiene la premessa, alcuni paragrafi dell'interpretazione di taglio "urbanistico", e il capitolo conclusivo, nonché il file in formato acrobat del libro.
Il grande poeta ed editorialista Francesco Tullio Altan ha inventato (dopo Pimpa e Cipputi, dopo Camillo Cromo e Barigazzi, dopo gli orribili commendatori dal naso adunco e le formose e italianissime signore acutamente buonsensaie) il personaggio del Cavalier Banana. Qui veramente Altan non ha avuto bisogno di fantasia: la satira era già nel personaggio che le sue vignette raffigurano. È al Cavalier Banana e alla sua Repubblica che dedico questa cartella.
CopyrightMappa del sito
© 2021 Eddyburg