Società e politica
Ci sono persone che hanno segnato profondamente la storia, ma che non sono ancora entrate nei libri dove la storia si sedimenta: la storia nella quale hanno inciso è ancora la nostra storia, quella che abbiamo vissuto e che ancora stiamo vivendo.
Ultimi post
Società e politicaPersoneJohn Kenneth Galbraith
06/07/2007 Massimo Lo Cicero
Su il Mattino del 1° maggio 2006 un articolo su Galbraith con riferimenti ad alcuni echi italiani delle sue opere
Società e politicaPersone
10/05/2007 Francesco Erbani
Nei quarant’anni di "Lettera a una professoressa", un libro ancora vivo. La Repubblica del 10 maggio 2007
Società e politicaPersoneFabrizio Giovenale
20/01/2007 Vezio De Lucia
Un ritratto dell'urbanista, ambientalista, giornalista e maestro di battaglie civili. Da Liberazione, 21 gennaio 2007 (m.p.g.)
Società e politicaPersoneFabrizio Giovenale
20/01/2007 Fabrizio Giovenale
Liberazione (27 dicembre 2006) ha pubblicato l’ultimo scritto dell’urbanista scomparso, e i ricordi del direttore del giornale, Piero Sansonetti e di Sabina Morandi, Roberto Musacchio, Franco Russo, che inseriamo in calce
Società e politicaPersoneFabrizio Giovenale
20/01/2007 Fabrizio Giovenale
L’ultimo articolo scritto per La Nuova Ecologia del 22 dicembre 2006. L’immagine è un ironico autoritratto di Fabrizio, disegnato per la rivista
Società e politicaPersoneFabrizio Giovenale
20/01/2007 Carla Ravaioli
In memoria di un compagno di strada che non c'è più. Ma è ancora con noi. Da il manifesto, 23 dicembre 2006 (m.p.g.)
Società e politicaPersoneFabrizio Giovenale
20/01/2007 Vezio De Lucia
Un ricordo di Fabrizio Giovenale urbanista, scrittore, ambientalista, scritto per eddyburg all'indomani della sua scomparsa.
Società e politicaPersonePietro Ingrao
08/09/2006 Simonetta Fiori
Intervista a Pietro Ingrao, amatissimo dirigente dei comunisti italiani in anni difficil e belli, tragici e ricchi di speranza. Da la Repubblica dell’8 settembre 2006
Società e politicaPersonePietro Ingrao
05/04/2005 Oscar Luigi Scalfaro
A Pietro Ingrao dedicheremo una cartella, nella quale raccogliere le testimonianze e i documenti più significativi, Per ora questo omaggio di un democristiano a un comunista, che testimonia il livello degli uomini e della politica, in tempi lontani da quelli di oggi. Da l'Unità del 30 marzo 2005
Società e politicaPersonePietro Ingrao
05/04/2005 Mario Tronti
La prolusione di Mario Tronti letta il 31 marzo 2005 al Centro per la Riforma dello Stato, in occasione della celebrazione per i novant’anni di Pietro Ingrao.
Società e politicaPersonePietro Ingrao
05/04/2005 Ida Dominijanni
Da il manifesto del 30 marzo 2005, una testimonianza sulla festa e sulla persona: l'umano eccede il politico
Società e politicaPersonePietro Ingrao
01/04/2005 Valentino Parlato
Da il manifesto del 29 marzo 2005, una testimonianza per i 90 anni di Pietro Ingrao
Società e politicaPersonePietro Ingrao
01/04/2005 Rossana Rossanda
In occasione del novantesimo compleanno di Pietro Ingrao è stata allestita una mostra di disegni di Alberto Olivetti. Il manifesto del 28 marzo ha pubblicato uno stralcio della presentazione
Società e politicaPersonePietro Ingrao
01/04/2005 Mario Sesti
L’umanità del grande dirigente comunista, mai vincitore e mai vinto, emerge da questa intervista, da la Repubblica del 30 marzo 2005
Società e politicaPersoneNorberto Bobbio
26/03/2004 Norberto Bobbio
Un discorso inedito di Norberto Bobbio del 1955, pubblicato da la Repubblica, 11 gennaio 2004.
Società e politicaPersoneNorberto Bobbio
26/03/2004
Le date rilevanti, le amicizie, gli eventi e i libri
Società e politicaPersoneNorberto Bobbio
22/03/2004
Da la Repubblica del 10 gennaio 2004 la cronaca del funerale di Bobbio e il suo testamento.
Società e politicaPersoneNorberto Bobbio
22/03/2004 Nello Ajello
Da la Repubblica del 10 gennaio 2004. Nella foto Bobbio con Natalia Ginsburg e Vittorio Foa.
Società e politicaPersoneNorberto Bobbio
22/03/2004 Vittorio Foa
Intervista di Vittorio Foa a l’Unità del 10 gennaio 2004, ricordando la sua amicizia con Norberto Bobbio.
Persone
Un politico pieno, perciò anche un uomo pieno: nella pianezza dei suoi dubbi e delle sue certezze, delle sue speranze e delle sue angosce, delle sue passioni e delle sue ragioni. Che non riguardano solo l'arte del governo, ma anche le dimensioni che rendono bella e profonda la vita dell'uomo. Questa cartella si apre con scritti provocati dal suo novantesimo compleanno, proseguirà con altre cose
È morto Norberto Bobbio, il 9 gennaio 2004. Ha contato molto per l’Italia e per la sinistra. È stato un maestro e una vigile coscienza critica: ben più che “un buon professore universitario”, come qualche sprovveduto ha voluto definirlo. Apro in suo ricordo questa cartella, dove inserisco per ora alcuni scritti motivati dalla triste, sebbene non inaspettata. La prima cosa sulla quale Bobbio sollecita a riflettere è la morte: il modo di viverla, il modo di aspettarla: poiché – egli ci insegna – è possibile viverla solo se, con la vecchiaia, si sa aspettarla.
Michele Martuscelli è stato uno dei non molti funzionari pubblici del nostro paese nei quali alle capacità di gestire con efficacia una strutture dello Stato si accompagna un acuto senso della responsabilità nei confronti dell’interesse collettivo.
Prima di tutto un urbanista, un militante, e insieme un educatore: non degli studenti, di tutti. Da urbanista, comprese l'ambientalismo quando ancora non era di moda. Polemizzò sempre con le idee sbagliate senza odiare mai le persone che le sostenevano. Capace d'ironia: l'autoritratto qui è suo
Un uomo tipico, con le sue grandezze e i suoi limiti, dell'Italia degli anni Settanta e Ottanta del XX secolo. Il miglior sindaco della Roma del dopoguerra, il sindaco che si propose di trasformare la città delle diseguaglianze nella città di tutti.
CopyrightMappa del sito
© 2021 Eddyburg