Urbanistica e pianificazione
Ci sono stati momenti decisivi per l'urbanistica italiana. Momenti in cui i temi dell'urbanistica sono diventati popolari, e magari politicamante centrali. E momenti in cui la pratica della pianificazione ha ricevuto e praticato nuovi strumenti. Ma anche momenti particolarmente bui. Qui se ne raccolgono cronache e documenti
Ultimi post
Urbanistica e pianificazionePagine di storia1942, la Legge Urbanistica
Virgilio Testa
Dal "padre" giuridico della prima proposta di legge urbanistica (1933) una rassegna nazionale e internazionale di questioni riassume i termini del dibattito. Urbanistica n. 1 1935 (f.b.)
Urbanistica e pianificazionePagine di storia1942, la Legge Urbanistica
Vezio De Lucia
La formazione nell'esperienza delle città. Da: Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Ufficio Studi, Istituzioni e politiche culturali in Italia negli anni Trenta, a cura di Vincenzo Cazzato, Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato, Roma 2001 (f.b.)
Urbanistica e pianificazionePagine di storia1942, la Legge Urbanistica
Fabrizio Bottini
Pagine di Storia: la Legge del 1942. Introduzione, il percorso disciplinare e culturale che conduce alla legge urbanistica. Da Storia dell'Architettura Italiana - Il Primo Novecento, a cura di G. Ciucci e G. Muratore, Electa 2004
AttivitàLe paroleTesti per un glossarioRendita, suolo urbano
Ministero dei Lavori Pubblici Italia
La storica circolare con cui, dodici anni dopo l'approvazione della legge urbanistica, si stimolano i Comuni ad attuarla (f.b.)
AttivitàLe paroleTesti per un glossarioUrbanisti Urbanistica Città
Giovanni Ortolani
Nei commenti e critiche costruttive alla futura legge urbanistica italiana, uno dei suoi più autorevoli commentatori ne individua alcune (modernissime) potenzialità inespresse, di governo non solo spaziale del territorio e di rapporto fra aree urbanizzate e spazi aperti. Da Il Rinnovamento Amministrativo, n. 9, 1942 (f.b.)
Urbanistica e pianificazionePagine di storia1885, Il colera a Napoli
Fabrizio Bottini
Una guida al contenuto del dossier "1885, Il colera a Napoli"
Urbanistica e pianificazionePagine di storia1885, Il colera a Napoli
Giuseppe Russo
Una descrizione puntuale e alcune critiche al Piano di risanamento, stralci da: Il risanamento e l’ampliamento della città di Napoli, Società per il risanamento, Napoli 1960
Urbanistica e pianificazionePagine di storia1885, Il colera a Napoli
Pietro Ferrigni
Una descrizione del "ventre di Napoli" prima del colera, scritta dal giornalista Yorik nel 1877
Urbanistica e pianificazionePagine di storia1885, Il colera a Napoli
Giancarlo Alisio
I contenuti di disegno urbano nel piano di risanamento, in alcuni estratti dal libro dello storico di napoletano Napoli nell’Ottocento, Electa Napoli, 1992
Urbanistica e pianificazionePagine di storia1885, Il colera a Napoli
Guido Zucconi
“Avanti, avanti colla fiaccola in mano e colla scure a sventrare le città, a regolarizzarle, ad ampliarle, a fognarle convenientemente, a dotarle di buona acqua potabile”.Da: La città contesa. Dagli ingegneri sanitari agli urbanisti (1885-1942), Jaca Book, Milano 1989
Urbanistica e pianificazionePagine di storia1966, La frana ad Agrigento
Urbanistica e pianificazionePagine di storia1885, Il colera a Napoli
Cesare De Seta
La politica, le scelte urbanistiche e le critiche all'intervento di risanamento, in alcune pagine del volume Napoli, Laterza, Bari 1981
Urbanistica e pianificazionePagine di storia1885, Il colera a Napoli
Alberto Carlo; Mioni Carozzi
Le due facce dell'intervento straordinario per Napoli (1885) nel libro L’Italia in formazione. Lo sviluppo urbanistico del territorio nazionale: antologia critica, De Donato, Bari 1980
Urbanistica e pianificazionePagine di storia1885, Il colera a Napoli
Matilde Serao
Estratti dal famoso romanzo della grande giornalista napoletana: Il Ventre di Napoli, Treves, Milano 1884
Urbanistica e pianificazionePagine di storia1885, Il colera a Napoli
Aprono la nuova cartella alcuni estratti da: Camera dei Deputati, Ricerca sull’Urbanistica. Parte prima, Servizio studi legislazione e inchieste parlamentari, Roma 1961
Urbanistica e pianificazionePagine di storia1966, La frana ad Agrigento
Le parole indimenticabili con le quali fu consegnata al ministro Giacomo Mancini la corposa relazione sulle cause della frana di Agrigento. Tutto il dossier è sul n. 48, dicembre 1966, di Urbanistica
Urbanistica e pianificazionePagine di storia1966, La frana ad Agrigento
Edoardo Salzano
Stralcio del paragrafo “Gli anni di Agrigento” di Fondamenti di urbanistica, Laterza editori, Roma-Bari, 1998
Urbanistica e pianificazionePagine di storia1966, La frana ad Agrigento
Giovanni Astengo
L'editoriale di presentazione e commento dei fatti di Agrigento, Firenze e Laguna di Venezia, cui è dedicato il n. 48 di Urbanistica, dicembre 1966. Immagini in calce
Città e territorioIl territorio nei giornaliArticoli del 2006-2007
Francesco Erbani
Alla vigilia dell’anniversario dell’episodio che fece comprendere all’Italia il disastro prodotto dalla sfrenata corsa all’edificazione, una rievocazione della frana di Agrigento e delle iniziative che i politici di allora seppero assumere. Da la Repubblica del 14 luglio 2006.
Pagine di storia
L'epidemia di colera, la cultura politica e igienista, uno degli sviluppi fondativi dell'urbanistica moderna italiana. Scriveva Matilde Serao: "Vi lusingate che basteranno tre, quattro strade, attraverso i quartieri popolari, per salvarli? Vedrete, vedrete, quando gli studi, per questa santa opera di redenzione, saranno compiuti, quale verità fulgidissima risulterà: bisogna rifare". Aveva ragione, molto più di quanto non immaginasse (a cura di F. Bottini)
Virgilio Testa ancora nel 1935 scrive: "All'epoca delle automobili-razzo e degli aeroplani capaci di attraversare in poche ore gli oceani, lo sviluppo degli abitati è regolato ancora con norme pensate, discusse e approvate quando non esisteva nemmeno la bicicletta!". Nel 1942, dopo quasi vent'anni di dibattito teorico e politico, l'Italia negli anni di guerra si dà (in grave ritardo sui paesi europei) una legge urbanistica generale. E' una buona legge per l'epoca, ma come è stato osservato: "una legge che si ponga al di là dei traguardi già conseguiti nei conflitti sociali .. è destinata a rimanere sulla carta".
Nell'Italia del boom economico, esplode anche la sua principale area metropolitana: nelle contraddizioni e nelle idee di intervento e piano. L'intercomunalità, nell'ampio dibattito interdisciplinare, diventa un contenitore di idee sociali, economiche, ambientali e politiche (a cura di Fabrizio Bottini)
La vicenda del disegno di legge urbanistica presentato dal ministro Fiorentino Sullo è decisiva per valutare gli sforzi che sono stati compiuti per introdurre in Italia criteri moderni di governo del territorio applicati da decenni in altri paesi europei e le ragioni del loro insuccesso.
Il crollo che rivelò agli italiani le conseguenze dell'uso dissennato del territorio e indusse il Parlamento a legiferare perchè la pianificazione urbanistica diventasse il metodo generalizzato per governare le trasformazioni del suolo. Pochissimi mesi dopo, le alluvioni a Firenze e a Venezia ribadirono la denuncia e l'allarme
Un'esperienza nel profondo Mezzogiorno d'Italia, che si avvia nell'anno del crollo di Agrigento e prima della "Legge ponte". Una delle più interessanti e compiute iniziative di pianificazione urbanistica, nella quale si anticipano le pratiche di partecipazione e si rivela grande lucidità sui diversi aspetti della pianificazione e dei suoi rapporti con la società.
CopyrightMappa del sito
© 2020 Eddyburg