Urbanistica e pianificazione
Ci sono stati momenti decisivi per l'urbanistica italiana. Momenti in cui i temi dell'urbanistica sono diventati popolari, e magari politicamante centrali. E momenti in cui la pratica della pianificazione ha ricevuto e praticato nuovi strumenti. Ma anche momenti particolarmente bui. Qui se ne raccolgono cronache e documenti
Ultimi post
Urbanistica e pianificazionePagine di storia1963, La proposta Sullo
Fiorentino Sullo
(estratto), Edilizia Popolare, maggio-giugno 1962
AttivitàLe paroleTesti per un glossarioRendita, suolo urbano
Fiorentino Sullo
Un (relativamente) breve estratto dal noto Lo scandalo urbanistico: storia di un progetto di legge, Vallecchi 1964, propone alcuni temi piuttosto attuali, a partire dal titolo (f.b.)
Urbanistica e pianificazionePagine di storia1951, il Piano Intercomunale Milanese
Giancarlo De Carlo
Rassegna degli obiettivi socioeconomici, dell'organizzazione, e del quadro territoriale dell'area metropolitana, da parte di uno dei principali protagonisti, 1963 (f.b.)
Urbanistica e pianificazionePagine di storia1951, il Piano Intercomunale Milanese
Rossana Rossanda
Attorno alle decisioni sull'uso dello spazio metropolitano, ruotano idee di carattere più generale sulla politica, la società, lo sviluppo e l'esercizio del potere. Rinascita n.10, 1960
Urbanistica e pianificazionePagine di storia1951, il Piano Intercomunale Milanese
Mario Gola
Al centro, l'efficienza economica dell'area regionale trainante dell'economia nazionale, e la necessità di una regia centralizzata per la programmazione e i servizi. Rivista di Politica Economica, marzo 1956
Urbanistica e pianificazionePagine di storia1951, il Piano Intercomunale Milanese
Ezio Cerutti
Una radicale riorganizzazione delle circoscrizioni comunali e delle competenze, nella prospettiva di una "razionale" pianificazione metropolitana. Congresso nazionale INU sulla Pianificazione Intercomunale, Torino 1956
Urbanistica e pianificazionePagine di storia1951, il Piano Intercomunale Milanese
Adriano Olivetti
Il discorso inaugurale del Presidente INU al Congresso di Torino del 1956 sui piani intercomunali: riferimenti internazionali, culture, obiettivi sociali e politici
Urbanistica e pianificazionePagine di storia1951, il Piano Intercomunale Milanese
Amos Edallo
Uno schema di massima spaziale e strategico per la pianificazione uintercomunale dell'area milanese, soprattutto nella prospettiva dei problemi del Capoluogo. Da Urbanistica 18-19, 1956, dedicato al PRG di Milano
Urbanistica e pianificazionePagine di storia1951, il Piano Intercomunale Milanese
Marco Romano
Una ricostruzione dei presupposti storici, e dell'evoluzione del dibattito tecnico-amministrativo sul Piano Intercomunale Milanese. Estratti, da Urbanistica n. 50-51, 1967
Urbanistica e pianificazionePagine di storia1951, il Piano Intercomunale Milanese
Domenico Rodella
Esiste un consenso diffuso, di carattere sociale, di carattere culturale e amministrativo, al salto concettuale necessario per la pianificazione intercomunale? Città di Milano, marzo 1957
Urbanistica e pianificazionePagine di storia1951, il Piano Intercomunale Milanese
Giovanni Francesco Malagodi
L'authority metropolitana del Partito Liberale Italiano, di fatto alternativa al PIM della sinistra. Ma con ruolo ancora centrale della pianificazione territoriale (f.b.)
Urbanistica e pianificazionePagine di storia1966, La frana ad Agrigento
Mario Alicata
Il famoso discorso che il deputato comunista tenne alla Camera il 5 dicembre 1966. Un estratto e, in allegato, l’intero intervento nei formati .doc e .pdf (d.v.)
Società e politicaScritti su cui riflettereScritti 2005
Luciano Canfora
Da la Repubblica del 13 maggio 2005 uno stralcio dell’intervento letto nell’Aula Magna dell’università di Bologna, per il ciclo di conferenze "Nomos Basileus".
Urbanistica e pianificazionePagine di storia1968, il Parco della Valle del Ticino
Parco Lombardo della Valle del Ticino
1980-1997 - Urbanistica, tutela delle aree protette, agricoltura, opere pubbliche, divulgazione e animazione sociale ... : quasi vent'anni di vita del Parco nei rapporti annuali dell'Ente di gestione (f.b.)
Urbanistica e pianificazionePagine di storia1968, il Parco della Valle del Ticino
1982-2002 - Una cronologia (molto) ragionata della complessa evoluzione e processo decisionale relativo all'HUB aeroportuale, a cura dei Comitati per i diritti delle popolazioni locali (f.b.)
Urbanistica e pianificazionePagine di storia1968, il Parco della Valle del Ticino
Italia Nostra
1973 - Emerge, già dall'epoca dell'istituzione del Parco, la contraddittoria presenza dei grandiosi progetti di sviluppo per il futuro HUB. Una lettera aperta su "Italia Nostra", n. 107-108, 1973 (f.b.)
Urbanistica e pianificazionePagine di storia1968, il Parco della Valle del Ticino
AA.VV.
1972 - Indicazioni di massima degli Enti territoriali responsabili. Estratto da: Consiglio Regionale Lombardo, I parchi della Lombardia. Lavori della Commissione speciale di studio e ricerca, Milano, 26 ottobre 1972 – 8 novembre 1973
Urbanistica e pianificazionePagine di storia1968, il Parco della Valle del Ticino
Regione Lombardia
1974 - Estratti dalla legge istitutiva del parco Ticino del 1974: elenco dei Comuni e prime norme di salvaguardia in attesa del Piano territoriale di Coordinamento (f.b.)
Urbanistica e pianificazionePagine di storia1968, il Parco della Valle del Ticino
Italia Nostra
1972 - Cronologia, proposte di legge e dichiarazioni ufficiali della principale Associazione proponente, sul tema del nuovo parco, dal suo bollettino "Italia Nostra", n. 102-103, 1972 (f.b.)
Urbanistica e pianificazionePagine di storia1968, il Parco della Valle del Ticino
Aberto Ferrari
1972 - I primi interventi, anche di carattere tecnico-normativo, sui meccanismi di tutela dell'stituendo nuovo parco regionale. Casabella n. 366, giugno 1972 (f.b.)
Urbanistica e pianificazionePagine di storia1968, il Parco della Valle del Ticino
Giancarlo De Carlo
Estratto dall'opuscolo "La difesa del Ticino" a cura della sezione di Pavia di Italia Nostra, 1968. Allegate anche le prime proposte e risoluzioni per l'istituzione del Parco (f.b.)
Urbanistica e pianificazionePagine di storia1942, la Legge Urbanistica
Fabrizio Bottini
Una guida al contenuto del Dossier: 1942, la Legge Urbanistica
Urbanistica e pianificazionePagine di storia1942, la Legge Urbanistica
Alcuni spunti dalla discussione politica della Legge urbanistica, estratti dalla ricerca della Camera dei Deputati (1965)
Urbanistica e pianificazionePagine di storia1942, la Legge Urbanistica
Vincenzo Civico
Ruolo socioeconomico dei nuovi piani territoriali in prospettiva parallela a quella della (quasi contemporanea) Commissione Barlow. Critica Fascista, 15 maggio 1942 (f.b.)
Urbanistica e pianificazionePagine di storia1942, la Legge Urbanistica
Alberto Calza Bini
Un commento "a caldo" sulla legge urbanistica appena approvata, e le sue potenzialità. Da Urbanistica, monografico sull'argomento, n. 5, 1942
Pagine di storia
L'epidemia di colera, la cultura politica e igienista, uno degli sviluppi fondativi dell'urbanistica moderna italiana. Scriveva Matilde Serao: "Vi lusingate che basteranno tre, quattro strade, attraverso i quartieri popolari, per salvarli? Vedrete, vedrete, quando gli studi, per questa santa opera di redenzione, saranno compiuti, quale verità fulgidissima risulterà: bisogna rifare". Aveva ragione, molto più di quanto non immaginasse (a cura di F. Bottini)
Virgilio Testa ancora nel 1935 scrive: "All'epoca delle automobili-razzo e degli aeroplani capaci di attraversare in poche ore gli oceani, lo sviluppo degli abitati è regolato ancora con norme pensate, discusse e approvate quando non esisteva nemmeno la bicicletta!". Nel 1942, dopo quasi vent'anni di dibattito teorico e politico, l'Italia negli anni di guerra si dà (in grave ritardo sui paesi europei) una legge urbanistica generale. E' una buona legge per l'epoca, ma come è stato osservato: "una legge che si ponga al di là dei traguardi già conseguiti nei conflitti sociali .. è destinata a rimanere sulla carta".
Nell'Italia del boom economico, esplode anche la sua principale area metropolitana: nelle contraddizioni e nelle idee di intervento e piano. L'intercomunalità, nell'ampio dibattito interdisciplinare, diventa un contenitore di idee sociali, economiche, ambientali e politiche (a cura di Fabrizio Bottini)
La vicenda del disegno di legge urbanistica presentato dal ministro Fiorentino Sullo è decisiva per valutare gli sforzi che sono stati compiuti per introdurre in Italia criteri moderni di governo del territorio applicati da decenni in altri paesi europei e le ragioni del loro insuccesso.
Il crollo che rivelò agli italiani le conseguenze dell'uso dissennato del territorio e indusse il Parlamento a legiferare perchè la pianificazione urbanistica diventasse il metodo generalizzato per governare le trasformazioni del suolo. Pochissimi mesi dopo, le alluvioni a Firenze e a Venezia ribadirono la denuncia e l'allarme
Un'esperienza nel profondo Mezzogiorno d'Italia, che si avvia nell'anno del crollo di Agrigento e prima della "Legge ponte". Una delle più interessanti e compiute iniziative di pianificazione urbanistica, nella quale si anticipano le pratiche di partecipazione e si rivela grande lucidità sui diversi aspetti della pianificazione e dei suoi rapporti con la società.
CopyrightMappa del sito
© 2020 Eddyburg