Società e politica
Ultimi post
Società e politicaMaestriGiorgio Nebbia
09/07/2019 Mario Agostinelli
Per tributare un riconoscimento che non potrebbe certo ripagare il debito incommensurabile che la mia generazione ha nei confronti di Giorgio Nebbia (segue)
Società e politicaMaestriAltre persone
05/07/2019 Diego Novelli
Per noi giovani era rimasto “il Grigia”, il nome di battaglia che aveva scelto, poco più che ventenne, “da che parte stare” quando l’allora capo di governo, il generale Badoglio «con il suo degno compare Vittorio» (il Re che aveva firmato le leggi razziali di Mussolini) l’8 settembre del 1943, fuggì da Roma per mettersi al sicuro al Sud già liberato dagli anglo-americani. (segue)
In evidenzaOggi
05/07/2019 Edoardo Salzano
Il dolore e il rimpianto per la scomparsa di due compagni, due fratelli e maestri, che hanno contribuito, in tempi e modi diversi, ma convergenti, a creare e fecondare il terreno nel quale affondano le radici, le ragioni, le lotte e le speranze della piccola comunità di eddyburg. Mi riferisco a Franco Berlanda e a Giorgio Nebbia, al vuoto che la loro scomparsa ha lasciato e all'impegno che l'eredità di ciascuno di loro richiede in quanti si propongono di proseguire il lavoro al quale essi hanno dedicato le loro vite.
Società e politicaMaestriAltre persone
02/03/2019 Luigi Saraceni
Dal libro «Un secolo e poco più» (Sellerio, 2019) una cronaca emozionante di un'Italia tra fascismo e rinascita, in cui il sindaco di Castrovillari (CS) con coraggio e determinazione amministra un paese distrutto dalla guerra. (a.b)
Società e politicaMaestriEnrico Berlinguer
03/04/2018 Enrico Berlinguer
La riflessione su un momento fondamentale della marcia verso il disastro effettuata dall'imperialismo neoliberista e la proposta del leader comunista che avrebbe potuto, se raccolta, evitare che l'umanità scivolasse nel baratro
Società e politicaMaestriAltre persone
17/11/2017 Giovanna Ricoveri
il manifesto, 17 novembre 2017. È scomparso uno dei primi intellettuali che abbia riconosciuto e analizzato il nesso profondo tra lo sfruttamenti che il capitalismo compie sulle diverse risorse della societò e della Terra, dal lavoro alla persona umana alla natura
Società e politicaMaestriGiuseppe Di Vittorio
04/11/2017 Giuseppe Di Vittorio
conques online, 4 novembre 2017. Il 1948 è l'anno in cui comincia ad allargarsi la forbice tra salari e profitti. Lo segnala l'ultimo discorso del grande sindacalista
Società e politicaMaestriGiuseppe Di Vittorio
02/11/2017 Genoroso Bruno
il manifesto, 2 novembre 2017 «Il murale realizzato da Ettore de Conciliis nel 1974 e vandalizzato dai neofasciti, lasciato per trent'anni in pezzi in un magazzino, torna domani nella piazza della cittadina dove è nato il grande sindacalista Giuseppe Di Vittorio. Nel sessantesimo anniversario della sua scomparsa», con riferimenti(c.m.c.)
Società e politicaMaestriAltre persone
30/10/2017 Elisabetta Forni
È andata via Amalia Signorelli, l'antropologa che «si è inoltrata nel mondo "altro da noi" nel quale siamo tuttavia immersi e che quasi mai siamo in grado di comprendere e spiegare: gli immigrati, i subalterni (gramscianamente intesi) i discriminati nei rapporti di genere»
Società e politicaMaestriRaffaele Radicioni
18/10/2017 Diego Novelli
Nuova Società, 17 ottobre 2017. Le parole del Sindaco (il migliore che Torino abbia avuto) che seppe collaborare con l'uomo di cultura e il compagno anche negli anni in cui non governavano più.
Società e politicaMaestriRaffaele Radicioni
17/10/2017 Edoardo Salzano
Per ricordare all’indomani della sua scomparsa le posizionidi Raffaele Radicioni e la forza dei suoi argomenti riprendiamo il raccontodella polemica che si aprì all’interno del Pci e sulla sua stampa negli anni incui Raffo diede il meglio di sé.
Società e politicaMaestriStefano Rodotà
27/07/2017 Stefano Rodotà
«I migranti. Le identità. Il razzismo. Un articolo di 27 anni fa anticipava i problemi di oggi. Pubblichiamo ampi stralci di un suo articolo uscito sull'Espresso del 1990». L'Espresso, 23 luglio 2017 (c.m.c.)
Società e politicaMaestri
15/07/2017 Arlette et André-Yves Portnoff
Un contributo da Parigi al ricordo di Marina, «donna di grande cultura, coraggiosa resistente che sfidava consistenti poteri politici ed economici», inviato a
Società e politicaMaestriAltre persone
13/07/2017 Alberto Vitucci
«Sorriso e determinazione. E una voglia generosa di fare qualcosa per la sua città».
Società e politicaMaestriStefano Rodotà
26/06/2017 Daniela Ranieri
Oggi tutti inneggiano a Stefano Rodotà. Ieri, invece. Ricordiamo anche questo.
Società e politicaMaestriStefano Rodotà
25/06/2017 Stefano Rodotà
«Dai diritti al web una grande eredità di analisi e riflessioni».
Società e politicaMaestriStefano Rodotà
24/06/2017 Tomaso Montanari
«Il modo migliore per ricordare questo nostro grande amico, per provare ad essergli grati, è continuare a lottare per costruire, con le sue parole e le sue idee, "una società diversa».
Società e politicaMaestriStefano Rodotà
24/06/2017 Stefano Rodotà
Una intervista di Simona Maggiorelli del 2011
Società e politicaMaestriStefano Rodotà
24/06/2017 Stefano Rodotà
«Un uomo di una statura morale e culturale fuori dal comune, che sarebbe stato un grande presidente della Repubblica. Lo ricordiamo qui ripubblicando uno dei suoi ultimi articoli».
Società e politicaMaestriStefano Rodotà
24/06/2017 Eddyburg
Articoli di Maurizio Caprara, di Luciana Castellina, di Andrea Fabozzi, di Norma Rangeri, Gaetano Azzariti, Marco Travaglio, da
Società e politicaMaestriStefano Rodotà
24/06/2017 Eddyburg
«Addio Stefano Rodotà combattente galantuomo». Articoli di Massimo Giannini, Simonetta Fiori, Antonio Gnolo. Le interviste di Liana Milella a Gustavo Zagrebelsky e Giovanna Casadio a Emma Bonino.
Società e politicaMaestriStefano Rodotà
24/06/2017 Eddyburg
Abbiamo ripreso su questo sito ciascuna delle sue lezioni. Lo ricordiamo nell'apertura di eddyburg di oggi con alcune delle sue parole che abbiamo condiviso di più (i.b.)
Società e politicaMaestriAltre persone
18/06/2017 Francesco Erbani
«Al Maxxi i progetti e le idee di Yona Friedman, il guru che ha realizzato poco ma ha pensato molto sui doveri della sua professione
Società e politicaMaestriAltre persone
05/06/2017 Manfredi De Leo
Il grande pensatore liberale il quale «aprì un varco nella storia del pensiero economico attraverso cui passeranno prima le utopie dei cosiddetti socialisti ricardiani, poi la lucida anatomia del Capitale di Karl Marx, ed infine la critica di Piero Sraffa che scoprirà proprio in Ricardo le radici di un approccio all’economia radicalmente alternativo al pensiero unico liberista».
Società e politicaMaestriAltre persone
02/06/2017 Franco Lorenzoni
«È possibile e ha senso raccontare ai ragazzi di oggi Barbiana? In che misura è lecito educare alla trasgressione di leggi ritenute ingiuste? E in che modo?».
Maestri
L’ultimo grande tentativo di costruire una nuova politica in Italia fu quello compiuto da Enrico Berlinguer, segretario generale del Partito comunista italiano dal 1972 alla sua morte improvvisa, l’11 giugno 1984. Il “compromesso storico”, la “austerità”, la necessaria moralità della politica, sono state tre intuizioni fondamentali della sua vicenda politica. Oggi Berlinguer è rimpianto non solo a sinistra: lo testimoniano gli scritti che sono comparsi sui giornali d’ogni orientamento quando un giudizio ingeneroso su di lui è stato pronunciato con leggerezza, a metà del 2003. Ma i tempi sono oggi molto lontani dallo stile che lo caratterizzava, come dai contenuti della politica che Berlinguer propose, ma non riuscì a realizzare se non in piccola parte. È anche questo che mi sembra utile, oltre che giusto, dedicargli una cartella, in questo spazio dedicato al ricordo e alla conoscenza delle persone.
Non per tutte le persone che vorrei ricordare ai lettori di eddyburg.it ho materiale che giustifichi una cartella.Le raccolgo tutte qui, certo che non si disturberanno l'uno con l'altro
12348Next
CopyrightMappa del sito
© 2021 Eddyburg