Eddy Salzano
Ultimi post
Eddy SalzanoCose bellePoesie
Martin Niemöller
Dedichiamo questa poesia di Martin Niemöller a quanti, nell'Italia e nell'Europa del 2018, applaudono alla coppia Matteo Salvini-Luigi di Maio i quali, divenuti emuli dei nazisti, intendono avviare la Shoah del XXI secolo cominciando dai Rom.
Eddy SalzanoCose bellePoesie
Salvatore Di Giacomo e Roberto Murolo
13 marzo 2003: moriva Roberto Murolo. Lo ricordiamo con una bella canzone, "Marzo" su parole del poeta napoletano Salvatore Di Giacomo
Eddy SalzanoCose bellePoesie
Piero Bevilacqua
Eddy SalzanoCose bellePoesie
Henry Scott Holland
Una bella poesia per un evento, strettamente legato alla vita, che toccherà noi e tutti quelli che amiamo. Segnalata da Carlamaria Carlini
Eddy SalzanoCose bellePoesie
Adam Zagajewski
Una poesia scritta ieri per oggi. Forse anche per domani, e dopodomani, se non riusciamo a cambiare il mondo. Dalla raccolta "Tradimento", Adelphi 2008. Segnalato da Paola Somma
Eddy SalzanoCose belleAltre cose belle
Manuela De Leonardis
«L'approccio al mondo della fotografia del grande cineasta scomparso lunedì sera a Parigi».
Eddy SalzanoCose belleAltre cose belle
Costantino Cossu
«Addio a Pinuccio Sciola, l'artista che costruiva giardini musicali con le pietre sarde. Cresciuto alla scuola dei muralisti messicani, ha trasformato il suo paese, Sperate, in un museo a cielo aperto»
Eddy SalzanoCose bellePoesie
Serena D'Arbela
Ogni tanto, una poesia
Eddy SalzanoCose bellePoesie
Tito Lucrezio Caro
er iniziare l'anno nuovo riproponiamo a chi ci segue
Eddy SalzanoCose bellePoesie
Leonardo da Vinci
Non sapevo, o non ricordavo, che Leonardo fosse anche poeta. Questa l'ho trovata grazie al mio amico rwandese Simphorien Gasana
Eddy SalzanoCose bellePensieri
Pierpaolo Pasolini
Un poema di Pier Paolo Pasolini davvero profetico, pensato e scritto nel 1962. L'impagin
Eddy SalzanoCose bellePensieri
Coline de Senarclens
Uno sguardo acuto dall'altra metà del cielo sul genere ancora dominante.
Eddy SalzanoCose belleAltre cose belle
Gianfranco Capitta
Il regalo di una donna che è «uno straor­di­na­rio monu­mento musi­cale del nostro tempo e della vita quo­ti­diana, senza alcuna reto­rica, e senza per altro alcun rico­no­sci­mento dalla cul­tura «uffi­ciale», o tanto meno di governo».
Eddy SalzanoCose bellePoesie
Wis?awa Szymborska
Non è la prima poesia di Wislawa Szymborska (premio Nobel 1996) che riprendiamo su eddyburg. Questa,
Eddy SalzanoCose bellePoesie
Franco Busetto
Una poesia degli anni Cinquanta, scritta allora riflettendo sul passato. Utile ancora oggi per chi vuole lavorare, sperando, per un futuro migliore. Con postilla
Eddy SalzanoCose bellePoesie
Alfonso Chase
Una poesia del poeta portoricano, tratta dalla raccolta
Eddy SalzanoCose bellePoesie
Wis?awa Szymborska
Da "Vista con granello di sabbia. Poesie (1957-1993)" ripreso dal sito
Eddy SalzanoCose bellePoesie
Gianni D'Elia
Una poesia dalla serie "Una discesa al limbo", nella raccolta
Eddy SalzanoCose belleCanzoni e arie
Giovanna Marini
Amo moltissimo le canzoni di Giovanna Marini, ma questa forse rimane la più bella. Per me, ovviamente
Eddy SalzanoCose bellePoesie
Franco Busetto
Una poesia degli anni Cinquanta, che parla anche per oggi con postilla
Eddy SalzanoCose bellePoesie
Wislawa Szymborska
Dal sito scienzeumanegiudici.wordpress.com riprendiamo questa poesia del premio Nobel per la letteratura 1996
Eddy SalzanoCose belleCanzoni e arie
Scott Mac Davis
In una canzone resa famosa da Elvis Presley, tutti i presupposti delle rivolte urbane di cui si discute ancora oggi, Mp3 scaricabile (s.f.)
Eddy SalzanoCose bellePoesie
Nazim Hikmet
In ricordo di Riccardo Paoletti, che andò via la sera di Ferragosto, una poesia che amava
Eddy SalzanoCose bellePoesie
Piero Bevilacqua
Il noto storico dell’ambiente, autore di numerosi e fondamentali saggi, scrive poesie. La prima da “Il vento nella città”, Donzelli, 2010
Eddy SalzanoCose belleCinema
Ugo Gregoretti
Simonetta Fiori intervista il regista di cinema, teatro, lirica inventore di un genere tv, attore, scrittore, il suo sguardo è sempre ironico. La Repubblica, 19 luglio 2011
Cose belle
Qui trovate degli scritti che si raccomandano per il pensiero che esprimono e, naturalmente, per la forma mediante la quale è comunicato. È una raccolta un po’ casuale. Ci sono cose molto pregevoli e, ormai, rare (come il Manifesto dei comunisti), e cose un po’ occasionali. Si tratta comunque sempre di testi che mi sono piaciuti tanto da volerli comunicare. Non vi sfuggano i le piccolissime citazioni raccolte nelle Pillole, per le quali accetto consigli: se mi scrivete al solito indirizzo.
Naturalmente questa cartella ospita le poesie che mi piacciono di più. Alcuni autori mi piacciono troppo perché la selezione che ho fatto non sembri arbitraria (ma sarebbe stato peggio non mettere per niente Montale, per esempio) Altri li inserisco più volentieri degli altri, perché sono anche miei amici (ma non metto tutti gli amici che scrivono poesie). Se mi mandate qualche poesia che vi piace in modo particolare (se è in lingua diversa dall’italiano, con la traduzione e la citazione corretta), può essere anche che la inserisca; ma non dispiacetevi se non lo faccio.
Disegni e pitture che mi sono piaciuti e che mi piacciono. D’ogni genere: disegni e quadri d’autore noto o meno noto (da Monet a Vermeer, da Nathalie Du Pasquier a Paola Doglioni), e semplici immagini, sospiri di forma e di colore. Anche qualche immagine fotografica che vorrei ricordare per la sua bellezza o la sua singolarità. Una piccola galleria? Non tanto, semplicemente un luogo per raccogliere e comunicare ciò che mi è piaciuto, che ho avuto la fortuna di trovare in formato digitale, o la pazienza di scandire.
Comincio con le canzoni napoletane. Ho scoperto che posso inserire i link ai file musicali, in formato .mp3 o analoghi. Quindi, canzoni nella loro pienezza di parole e musica. Uno spazio particolare è dedicata alla bellissima canzone-ballata popolare napoletana, ‘O guarracino. Vi consiglio molto caldamente di studiarla. Tra l’altro, c’è un elenco cantato di oltre 70 pesci (di ciascuno dei quali, grazie al glossario, vi do il significato italiano). È una canzone che è uno spettacolo. Dedico questa cartella a Roberto Murolo (nella foto è con Totò), grandissimo, colto e sensibile cantante napoletano, ma prevedo che si allargherà in altre direzioni.
Il cinema insegna la storia e la geografia (quelle della Terra e quelle delle persone) ancora più del romanzo, se è possibile dirlo. Molti anni fa si discuteva se fosse Poesia, o solo Prosa (rimanemmo sconcertati da un articolo di Benedetto Croce, che negava al cinema il livello più alto). Oggi nessuno più si pone questa domanda. E tutti vanno al cinema, magari attraverso lo strumento imperfetto della televisione. Il cinema insegna in modo molto efficace: alle immagini, alle parole, alla musica, aggiunge infatti il movimento (lo dice la parola stessa). Tutto nella vita moderna è movimento, e la velocità è diventata più che un’unità di misura: un valore. Il movimento del cinema non è velocità, o non solo: è anche pausa, sospensione, lentezza, avvolgimento, sfocatura, avvicinamento, ingrandimento, commento, sottolineatura, fuga. Il movimento ritrova la pienezza delle sue dimensioni.
Non sono un appassionato dell’ architettura (il che stupisce quelli che mi credono architetto). Per me l’architettura è uno degli strumenti mediante i quali si costruisce la città: qui il suo valore, e qui il suo limite. Con la penna si fanno le relazioni e i conti, e qualche volta viene una poesia. Così è anche con l’ architettura. Qui inserisco alcune architetture che mi hanno emozionato così come può farlo un improvviso, o il ritratto della ragazza con l’orecchino di perle. Ne troverete poche: non perché siano tali in natura, ma perché è difficile renderle con una immagine piatta, e costruire una presentazione decente costa molta fatica.
Alcune delle opere più belle dell'uomo sono state create nei materiali freddi della pietra e dei metalli fusi. La prima che inserisco in questa cartella viene da 2400 anni fa, ed è stata ritrovata di recente nelle acque dell'Adriatico. Altre seguiranno. Forse
Questa sezione contiene una documentazione, soprattutto fotografica, di alcuni viaggi che ho fatto e di luoghi belli o interessanti che ho visitato. Ho inserito in questa sezione anche alcune immagini di Yann Arthus-Bertrand, che ha fotografato la Terra vista dall’alto. E una immagine della Terra vista dallo spazio, che ho preso dal sito della NASA.
Un sorriso è necessario sempre; ma soprattutto di questi tempi. In questa cartella raccolgo perciò qualche storiella, in italiano e in inglese, qualche immagine (molto divertente il cartone animato napoletano su ‘O Talebano), e qualche utilità minore. Cose altrettanto divertenti, ma più gravi, le trovate in Politica e Società, nella cartella dedicata alla Satira. Cose altrettanto dissetanti ma più serie le trovate in Poesia e non poesia.
12349Next
CopyrightMappa del sito
© 2020 Eddyburg