In questa sezione, dedicata alla Città e territorio, trovate materiali relativi a luoghi specifici, città, comuni, regioni, a problemi che affliggono i luoghi in cui abitiamo, nonché all’ambiente e alle risorse naturali come suolo, aria, acqua. Articoli, relazioni, analisi e storie per comprendere lo stato di fatto, e l’evoluzione storica, le trasformazioni che le decisioni umane hanno apportato al pianeta terra e agli insediamenti.
Ultimi post
Città e territorioComitati, Movimenti e RetiComitati e movimenti
Eddyburg
La Terra non ce la fa più: ha bisogno di un anno e mezzo per recuperare quello che le viene sottratto in un anno. “Il clima impazzito sconvolgerà il pianeta. Siamo vicini al punto di non ritorno” (Ipcc-Onu 2013). E il Veneto è una delle regioni più inquinanti e inquinate d’Europa.
Urbanistica e pianificazioneTemi e problemiFirenze
Alberto Ziparo
Troppo costoso e tempi lunghi, meglio non scavare, tanto più che il bucone è marcio e l'alternativa c'è. Ma dopo le inchieste giudiziarie Renzi, il facondo sindaco di Firenze e aspirante al trono d'Italia tace,
Città e territorioTerritorio nei giornaliPost 2012
Mario Sensini
Dalle pagine economiche di un grande quotidiano italiano, la notizia ufficiale dello sprawl Doc all'americana nel nostro paese passa per tutt'altro.
Società e politicaGiornali del giornoArticoli del 2013
Manlio Dinucci e Tommaso di Francesco
Difficile pensare che con un governo di destra qualche governante avrebbe osato avviare una simile impresa. Forse neppure il fascista Almirante ci avrebbe provato. Ci volevano le larghe intese
Città e territorioSOSSardegna
Giovanni Valentini
Riuscirà uno Stato che non riesce a ottenere dai concessionari delle spiagge la quota di rendita che gli spetterebbe a tirar fuori i soldi necessari per riscattare un bene pubblico?
Urbanistica e pianificazioneTemi e problemiGuermandi
Maria Pia Guermandi
Nei prossimi giorni, forse ore, Pompei sarà dotata di un nuovo assetto dirigenziale>>>
Città e territorioVenezia e la Laguna
Lidia Fersuoch
Perché la decisione del Consiglio dei ministri in merito alle Grandi navi a Venezia e' un ultoriore, poderoso contributo dei governanti nazionali, regionali e locali alla distruzione di un monumento per costruire il quali natura e storia hanno collaborato per mille anni. Stralci da un libretto tutto da leggere
Società e politicaTemi e principiMilano
Alessandra Corica
Ritorna sotto non troppo mentite spoglie, il progettone di Ligresti/Veronesi, fiore avvelenato all'occhiello del centrodestra ereditato dal centrosinistra.
Scritti per eddyburgOpinionistiNebbia
Giorgio Nebbia
“L’uomo ha perso la capacità di prevedere e prevenire; finirà per distruggere la Terra”: queste parole furono pronunciate da Albert Schweitzer... >>>
Città e territorio
Michele Serra
Era una piazza, «oggi appartiene solo ai suoi padroni economici (le società) e ai suoi padroni militari (gli ultras). Complici gli uni degli altri».
Città e territorioNotizie dal mondo
Zhang Ming
La strategia di sviluppo economico nazionale cinese basata sulla migrazione dei contadini verso le grandi città non tiene conto di fattori essenziali, allineandosi a una vulgata manualistica globalizzata evidentemente fallimentare.
Città e territorioSOSBeni culturali
Città e territorioLibri da leggere
Tomaso Montanari
Sintetica recensione di un episodio tipico de"patrimonio all'Italiana", puntualmente raccontato da Stefano Boato nel recente libretto della collana "Occhi aperti su Venezia" Corte del Fòntego editore.
Urbanistica e pianificazioneTemi e problemiSpazio pubblico
Fabio Balocco
online, blog di Fabio Balocco, 11 novembre 2013
Società e politicaGiornali del giornoArticoli del 2013
Paul Krugman
«La Francia ha commesso l’errore imperdonabile di essere fiscalmente responsabile, senza infliggere sofferenze ai poveri e ai più sventurati. E quindi deve essere punita». L'obiettivo del potere globale non è insomma uscire dalla crisi, ma rendere più forti i forti e più deboli i deboli.
Città e territorioSOSSardegna
Arnaldo Cecchini e Edoardo Salzano
Ribadendo l’opposizione al “piano paaggistico dei sardi” varato dalla Giunta Cappellacci Arnaldo (Bibo) Cecchini argomenta le ragioni che hanno indotto lui e i suoi colleghi della Facoltà di architettura di Alghero a fornire il loro contributo alla Giunta Cappellacci. Edoardo Salzano precisa le sue perplessità e propone di proseguire il dialogo allargandolo
Urbanistica e pianificazioneTemi e problemiSpazio pubblico
Andrea Bonzi
Protesta e si oppone perfino il senatore Ermete Realacci. Ma se poi dovesse chiedercelo l'Europa?
Urbanistica e pianificazioneTemi e problemiMuoversi accedere spostare
Daniele Martini
Basterebbe questo per fermare il mostro. Ma c'è altro, più consistente che StopOr_Me da tempo denuncia.
Città e territorioSOSSardegna
Costantino Cossu
Finalmente parole di saggezza dal governo nazionale sul saccheggio della Sardegna, delle sue coste, avviato dal presidente Cappellacci già all’indomani della sua elezione e in corso di completamento con il “piano paesaggistico dei sardi”.
Urbanistica e pianificazioneTemi e problemiMuoversi accedere spostare
Matteo Marian
Applaudita dalle due ali del partito larghe intese, una delle più devastanti Grandi opere, tra le moltissime che si programmano e realizzano nell’Italia berlusconista, finanziandole coi debiti dei nostri posteri e con tagli sulla pelle degli abitanti, a partire dalle fasce più deboli.
Città e territorioSOSBeni culturali
Vittorio Emiliani
Ci vuole un po' di pazienza: per trasformare i beni in merci bisogna sminuzzarli, plasticarli, trasformarli in scenari per spettacoli in costume. Insomma, distruggerli. Per questi mestieri meglio un manager che un archeologo, o comunque un esperto di beni culturali.
Urbanistica e pianificazioneTemi e problemiTerritorio del commercio
Dario Di Vico
L'ennesimo scontro globale locale sull'insediamento della grande distribuzione, letto come misera baruffa di interessi di bottega, e probabilmente percepito come tale anche dai protagonisti.
Urbanistica e pianificazionePadri e fratelliAltri padri e fratelli
Aldo Garzia
«Bisogno per la sinistra di una grande politica filtrato dall'analisi della figura del dirigente comunista». Un convegno dedicato (finalmente) a un politico cui gli italiani devono molto. E non solo loro.-
Urbanistica e pianificazioneTemi e problemiSinistra
M. Barbaro e D. W. Chen
Sarà il primo democratico a guidare la città dopo vent’anni. Ha ottenuto una vittoria schiacciante grazie a una campagna elettorale contro le disuguaglianze e l’emarginazione.
Scritti per eddyburgOpinionistiNebbia
Giorgio Nebbia
50 anni fa a San Pietroburgo, nella Russia zarista, nasceva Vladimir Vernadskij, una delle persone più significative nella storia dell'ecologia... >>>
Città e territorio
QUi ci sono i post che riguardano comitati, movimenti e reti
Non pretendiamo di fornire informazioni sulle città e il territorio dagli altri paesi e regioni, come fa con maggiore sistematicità Mall, il sito di Fabrizio Bottini nato da eddyburg. Ma a volte ci capita, e allora inseriamo in questa cartella
Regina viarum, tale veniva designata in antico la via Appia, strada consolare...
Alcuni frequentatori di Eddyburg mi mandono veri e propri articoli, che informano o commentano situazioni specifiche o generali. Li sistemavo a volte nella "posta ricevuta" (benchè fossero più di un rapido messaggio), a volte negli "Articoli dai giornali" (benchè nessun giornale li avesse mai pubblicati). Adesso dedico loro questa nuova cartella, salvo a collocarli anche nella cartella di luogo cui si riferiscono. Eventualmente
Le opinioni espresse dagli ospiti fissi di questa sezione possono provocare reazioni, di consenso o di dissenso, di commento o di sviluppo, da parte dei lettori di queste pagine. Se non si tratta di brevi messaggi ma di scritti più distesi li ospitiamo qui
Ogni volta che descrivo una città dico qualcosa di Venezia”, dice Marco Polo al Kublai Kan, nell’infinita favola sull’urbanistica di Italo Calvino di cui qui sotto riporto un frammento. “Per distinguere le qualità delle altre, devo partire da una prima città che resta implicita. Per me è Venezia”. Così è Venezia anche per me. Perciò ci vivo, e perciò sono amareggiato degli infiniti piccoli danni e grandi che su di lei si accumulano.
Notizie, commenti, discussioni, critiche, su ciò che succede nelle città italiane. Alcune seguite di più, altre di meno. L'icona è un disegno di Bibi Salzano
I documenti sulla legislazione urbanistica nazionale: i testi legislativi e la discussione su di essi, con un'articolazione interna di comodo. Tre cartelle sono dedicate alla legislazione urbanistica (testi legislativi, proposte, commenti) e uno per ciascuno alla legislazione (e relativa discussione) in materia di Beni culturali, ambiente e paesaggio e di Lavori pubblici, edilizia e altro.
Sta male, è moribondo, sta benissimo, sta male ma la tecnica lo guarirà, per guarirlo bisogna cambiare il modo in cui la società sta al mondo. I pareri sono diversi; guardate anche in Il capitalismo d'oggi. "Il nostro pianeta" e le sue articolazioni sono dedicate al ricordo di Laura Conti, autrice di "Terra a rendere": ci ha insegnato la nostra responsabilità
Materiali per comprendere che cosa la città sta diventando e che cosa essa minaccia di divenire. Le analisi non mancano, ma occorre frequentare anche altri saperi per individuare analisi adeguate e cenni di una nuova teoria e a una nuova politica della città. Ecco le nostre intenzioni. Vedi anche Il capitalismo d'oggi e Urbanistica, urbanisti, città.
Le questioni della città e del territorio appaiono spesso sui giornali: non così di frequente come gli urbanisti vorrebbero, e spesso con un taglio approssimativo e superficiale. Conviene però segnalarli: possono fornire informazioni comunque utili, o fornire spunti di discussione da proseguire in altri luoghi virtuali, magari in questo stesso sito. Come al solito sono in ordine cronologico nelle diverse cartelle per anno: i più recenti in alto.
Le tracce remote: due celebri versi di Dante Alighieri (la lingua: "del bel paese là dove ’l sì sona”, Inferno, c.XXXIII, v.80) e di Francesco Petrarca (il territorio: "il bel paese | Ch’Appennin parte e ’l mar circonda e l’Alpe", Canzoniere, s. CXLVI). Il primo libro: abate Antonio Stoppani, “Il Bel Paese”, 1881. Da allora,come si afferma nel sito della Regione Emilia-Romagna, “una definizione che sempre meno trova corrispondenza nella qualità dei paesaggi italiani per effetto d'indifferenza verso uno smantellamento a volte lento, altre rapidissimo nella qualità dei paesaggi italiani, che procede inesorabilmente". Peccato. Chi comprese tutto fu il cavalier Egidio Galbani di Melzo, il cui prodotto è illustrato qui a fianco da Savignac (1948): Bel paese da mangiare
Come si sta trasformando il paesaggio, in Italia e altrove? Non bene, di solito. Una volta "paesaggio" era sinonimo di "bel paesaggio", oggi sappiamo che esistono anche paesaggi brutti: In genere, li abbiamo fatti noi.
CopyrightMappa del sito
© 2020 Eddyburg