We will keep up the fight!
Marvi Maggio
He has linked the aim to unveil the roots of inequity and the fight against them. His aims were equity, the free access to common goods and promotion of participation to the government of the public domain, together with the defense of natural resources and landscapes.

Edoardo Salzano, Eddy for friends and for everybody, has been a great comrades and intellectual, a key person in Italy for the territorial and urban issues from the fifties till now. He left us on 23 rd September 2019. It is an immense lost.

He was born in Napoli in 1930. He had a degree in Rome in 1957 and had served as municipal councilor in Rome for the Communist Party (1966-1975). He was professor in urban planning from 1967 and from 1972 he taught in the fist Degree course in Urban Planning in Italy at the IUAV (Istituto Universitario di Architettura di Venezia). He was mayor of city planning in Venice between 1975 and 1985 strongly supporting the safeguard of the city; in 2006 coordinates the landscape plan for the Sardinia Coast able to save this patrimony. He coordinated many urban plans. He was president of the INU (National Town planning Institute) in the period 1983-1991 and left it when the institute chose to support the bargaining with real estate interests instead of fighting against them. All his life he was constantly an actual political activist for social justice.

He has a strong link with the INURA principles, because he has linked the aim to unveil the roots of inequity and the fight against them. His aims were equity, the free access to common goods and promotion of participation to the government of the public domain, together with the defense of natural resources and landscapes. In 2003 he create eddyburg.it , a web site of discussion and action about territory and urban planning that become a reference point for urban activists and researcher on territorial issues. On Eddyburg.it you can find the scientific debate, the political debate and the voice of the people fighting to get the right to the city in all its manifold aspects. It is important to follow his path.

You can find on the web (società dei territorialisti) a wonderful photo of Eddy participating in the demonstration in Vicenza in 2007 against the Dal Molin enlargement of the USA base, holding the banner (together with Alberto Magnaghi) with the statement: “Urbanist against the USA base. Urban question? Zero land consumption”. What an actual link between theory and action!

Thank you Eddy for all what you have done.

We will keep up the fight!Marvi Maggio INURA Firenze
Sullo stesso tema
Maria Cristina Gibelli
Archivio di studi urbani e regionali, 126/219. Un ricordo che è anche un ringraziamento a Eddy, per aver continuato a credere che una città diversa è possibile e a lottare per una urbanistica al servizio dei cittadini e non degli interessi forti.
Lodo Meneghetti
Arcipelagomilano.it. Ricordare Eddy è ritrovare la grandezza della sua sapienza, giacché affatto ristretta allo specialismo decantato da ritardati modernisti, e invece aperta all’interpretazione olistica delle capacità umane.
Mauro Baioni
Left, 44, 1 novembre 2019. L’attività tecnica è anche culturale e d’impegno civile per la collettività e l’ambiente. È la lezione, sempre più attuale, del grande urbanista Edoardo Salzano il quale ha saputo fondere la passione per il territorio e quella per le istituzioni.
Ultimi post
Redazione di Eddyburg
L'incontro ha come scopo la presentazione della versione italiana del toolkit anti-gentrification di Sandra Annunziata, e vedrá la partecipazione di esperti e rappresentanti dei movimenti di lotta per la casa che discuteranno assieme del manuale e della sua applicazione nel contesto italiano. Sarà possibile seguire l'evento in streaming live sulla pagina facebook di ETICity
Eddyburg
Nell’anniversario della scomparsa di Eddy Salzano il 23 settembre abbiamo organizzato un’iniziativa per ricordare l’importanza e l’attualità del suo pensiero e della sua attività. Qui le videoregistrazioni della II Sessione del convegno "Una comunità di intenti" con testimonianze di Maria Cristina Gibelli, Marco Borghi, Federica Ruspio, Tomaso Montanari, Ilaria Agostini, Anna Maria Bianchi, Maria Paola Morittu, Elisabetta Forni, Piero Cavalcoli, Lidia Fersuoch, Oscar Mancini, Paolo Cacciari e Ilaria Boniburini.
Ilaria Boniburini
Sabato 3 ottobre scorso le paratie del Mose sono state azionate e Venezia è rimasta all’asciutto. Una rassegna di articoli per comprendere, al di là della propaganda ufficiale delle istituzioni, le criticità ancora tutte da risolvere e gli effetti negativi di questa mastodontica grande opera.Nell'immagine la spalla del Mose alla Bocca di Malomocco (immagine dell'autrice).
Comitato No Grandi Navi- Laguna Bene Com
In questo comunicato vengono riassunte le gravi criticità del MoSE e le rivendicazioni di una comunità di cittadini, scienziati ed esperti per una efficace salvaguardia della Laguna di Venezia e della sua città.
Redazione di eddyburg
Nell’anniversario della scomparsa di Eddy Salzano il 23 settembre abbiamo organizzato un’iniziativa per ricordare l’importanza e l’attualità del suo pensiero e della sua attività. Qui le videoregistrazioni della I sessione del convegno dedicato a "Le tappe di un percorso politico e culturale per una città più giusta". Interventi di Giulio Tamburini, Vezio De Lucia, Paolo Berdini, Roberto Camagni, Anna Marson, Maria Pia Guermandi, Giancarlo Storto, Giancarlo Consonni e Paolo Baldeschi.
CopyrightMappa del sito
© 2020 Eddyburg