Giulianova ricorda l'urbanista Edoardo Salzano
Redazione Ekuonews
Ekuonews. L’associazione “Il Cittadino Governante ricorda l’urbanista Edoardo Salzano che fu anche l’autore del Piano Regolatore Generale di Giulianova.

Si è spento a Venezia Edoardo Salzano, un grande urbanista che ha teorizzato e insegnato a generazioni di allievi e di amministratori l’importanza dell’urbanistica pubblica, quella capace di guidare la costruzione di città vivibili con adeguati spazi pubblici e rispettose dell’ambiente. Noi del Cittadino Governante lo ricordiamo perché era un nostro amico e perché è l’autore del Piano Regolatore Generale di Giulianova che vide la luce nel 1974 e che poi lui stesso aggiornò nel 1994.

Noi crediamo che la bellezza che la natura e la storia hanno conferito a Giulianova sia in buona parte ancora apprezzabile adesso perché negli anni ’70 – quando ovunque col boom edilizio prese piede anche la speculazione edilizia che ha devastato città e territori anche a noi vicini – la nostra città ha avuto la fortuna di incontrare Edoardo Salzano.

Un giovane urbanista, docente universitario prima alla Sapienza a Roma poi a all’IUAV di Venezia, autore di testi importantissimi come Fondamenti di Urbanistica in cui scriveva: «il primato dell’interesse comune sull’interesse del singolo è il principio da assumere come stella polare dell’urbanistic». Egli ripeteva spesso che la città non è un ammasso di case ma la casa di tutti, un bene comune. Per lui la città è «Urbs, struttura fisica, Civitas, cioè società, ed è Polis, governo». Per Salzano il controllo pubblico delle trasformazioni urbanistiche era punto fermo.

Queste idee negli anni ’70 furono fruttuose nella nostra città: quando a Francavilla si costruivano case sull’arenile, a Giulianova davanti agli alberghi si tutelavano le pinete, quando a Pescara si foderavano i colli di cemento, a Giulianova si preservava buona parte della collina, grazie alle scelte urbanistiche suggerite da Salzano che insegnò anche ad utilizzare una legge nazionale la 167 del 1962 per far avere ai lavoratori alloggi a costi accessibili e vicino al mare. Giulianova da allora è cresciuta da 15.000 fino a 24.000 abitanti ma lo ha fatto, generalmente, in maniera armoniosa, almeno fino a che sono state seguite le indicazioni di Salzano.

Per questo ci sentiamo di dirgli grazie. E vogliamo ringraziarlo, anche, per averci invitato ad un convegno nazionale sugli spazi pubblici organizzato a Padova nel 2009, quando volle farci raccontare la battaglia che Il Cittadino Governante fece per evitare la vendita e la cementificazione di piazza Dalla Chiesa. Ed è con commozione che la nostra memoria va all’ottobre del 2009 quando Eddy -così lo chiamavano gli amici – volle onorarci della sua presenza e venne a parlarci del suo ultimo libro Ma dove vivi? in una iniziativa di POLIS. Chi vuole può ancora vedere il video di quel bellissimo incontro cercandolo sulla rete o sul nostro sito. Questa città, come tutto il Bel Paese, ha bisogno ancora oggi delle idee così moderne di Eddy Salzano nella gestione del suo territorio, perché nonostante la sensibilità e l’attenzione ai temi del paesaggio, degli spazi pubblici, del verde urbano, della sostenibilità, del rispetto dei beni culturali stiano diffondendosi sempre più tra i cittadini, la voracità della rendita fondiaria e della speculazione edilizia è sempre all’opera.

Negli ultimi 20 anni Salzano ha profuso il suo impegno intellettuale animando eddyburg il più importante sito europeo di urbanistica che ospita gli interventi dei più qualificati esperti di urbanistica, architettura, gestione del territorio, ambiente. Noi auspichiamo che eddyburg continui a vivere e così lì potremo continuare a trovare le idee, le proposte gli insegnamenti di Eddy.
Sullo stesso tema
Maria Cristina Gibelli
Archivio di studi urbani e regionali, 126/219. Un ricordo che è anche un ringraziamento a Eddy, per aver continuato a credere che una città diversa è possibile e a lottare per una urbanistica al servizio dei cittadini e non degli interessi forti.
Lodo Meneghetti
Arcipelagomilano.it. Ricordare Eddy è ritrovare la grandezza della sua sapienza, giacché affatto ristretta allo specialismo decantato da ritardati modernisti, e invece aperta all’interpretazione olistica delle capacità umane.
Mauro Baioni
Left, 44, 1 novembre 2019. L’attività tecnica è anche culturale e d’impegno civile per la collettività e l’ambiente. È la lezione, sempre più attuale, del grande urbanista Edoardo Salzano il quale ha saputo fondere la passione per il territorio e quella per le istituzioni.
Ultimi post
Redazione di Eddyburg
L'incontro ha come scopo la presentazione della versione italiana del toolkit anti-gentrification di Sandra Annunziata, e vedrá la partecipazione di esperti e rappresentanti dei movimenti di lotta per la casa che discuteranno assieme del manuale e della sua applicazione nel contesto italiano. Sarà possibile seguire l'evento in streaming live sulla pagina facebook di ETICity
Eddyburg
Nell’anniversario della scomparsa di Eddy Salzano il 23 settembre abbiamo organizzato un’iniziativa per ricordare l’importanza e l’attualità del suo pensiero e della sua attività. Qui le videoregistrazioni della II Sessione del convegno con testimonianze da "Una comunità di intenti" di Maria Cristina Gibelli, Marco Borghi, Federica Ruspio, Tomaso Montanari, Ilaria Agostini, Anna Maria Bianchi, Maria Paola Morittu, Elisabetta Forni, Piero Cavalcoli, Lidia Fersuoch, Oscar Mancini, Paolo Cacciari e Ilaria Boniburini.
Ilaria Boniburini
Sabato 3 ottobre scorso le paratie del Mose sono state azionate e Venezia è rimasta all’asciutto. Una rassegna di articoli per comprendere, al di là della propaganda ufficiale delle istituzioni, le criticità ancora tutte da risolvere e gli effetti negativi di questa mastodontica grande opera.Nell'immagine la spalla del Mose alla Bocca di Malomocco (immagine dell'autrice).
Comitato No Grandi Navi- Laguna Bene Com
In questo comunicato vengono riassunte le gravi criticità del MoSE e le rivendicazioni di una comunità di cittadini, scienziati ed esperti per una efficace salvaguardia della Laguna di Venezia e della sua città.
Redazione di eddyburg
Nell’anniversario della scomparsa di Eddy Salzano il 23 settembre abbiamo organizzato un’iniziativa per ricordare l’importanza e l’attualità del suo pensiero e della sua attività. Qui le videoregistrazioni della I sessione del convegno dedicato a "Le tappe di un percorso politico e culturale per una città più giusta". Interventi di Giulio Tamburini, Vezio De Lucia, Paolo Berdini, Roberto Camagni, Anna Marson, Maria Pia Guermandi, Giancarlo Storto, Giancarlo Consonni e Paolo Baldeschi.
CopyrightMappa del sito
© 2020 Eddyburg