Concorso fotografico e laboratorio progettuale
Eddyburg e Zoneonlus
Il concorso «Venezia verde nascosto» invita i fotoamatori a svelare il verde celato o misconosciuto della città. Il laboratorio «Campoverde» offre l'opportunità di progettare insieme ad associazioni, storici, architetti, botanici e giardinieri alcuni spazi verdi e di realizzarne uno. Qui maggiori informazioni.






«Abitare il verde a Venezia» è un progetto a cura dell'Associazione eddyburg e Zone ONLUS con la collaborazione di: Associazione Ambiente Venezia, Circolo Culturale Peroni, Microclima, ReBiennale, Laboratorio Occupato Morion, Geografia di genere,  e Cooperativa Limosa, beneficiario dell’iniziativa«100.000 EURO PER LA SOSTENIBILITÀ» promossa da NOPLANETB.


CONCORSO FOTOGRAFICO
VENEZIA VERDE NASCOSTO


L’idea del concorso è di aprire idealmente le porte del verde inaccessibile, svelare il verde nascosto o misconosciuto di Venezia attraverso l’obiettivo della macchina fotografica e condividerlo con gli abitati mediante una mostra multimediale. Sollecitiamo i partecipanti a cogliere, ciascuno con la propria sensibilità, un aspetto inedito della città che abitiamo.

Scadenza invio delle fotografie: 27 aprile 2019

Qui trovi il regolamento e il modulo di iscrizione.


LABORATORIO DI PROGETTAZIONE
CAMPO VERDE

Una serie di laboratori e un incontro pubblico con gli abitanti per progettare tre spazi verdi per Venezia, insieme a associazioni locali, storici, architetti, botanici, artigiani e giardinieri. Aperto alla cittadinanza e gratuito. Per partecipare al laboratorio non servono competenze specifiche, solo passione e l’impegno a seguire l’intero percorso.


Le aree di progetto
  • Striscia di verde incolto tra Calle S.Domenico e Viale Garibaldi 
  • Aiuola vuota in Campo Santa Margherita 
  • Il Campasso o Campo Rotto Fondamenta Pescheria 

Programma di massima
  • 16 febbraio (14.00-18.00): primo laboratorio. Impostazione del lavoro; suddivisione in sottogruppi per condivisione conoscenze, analisi dei materiali e programmazione attività specifiche; lezione sul verde a Venezia.
  • 9 marzo (14.30-18.00): secondo laboratorio. Lezione e passeggiata urbana alla scoperta della natura a Venezia a cura di Luana Castelli (Limosa). Revisione del lavoro svolto. Organizzazione degli incontri pubblici.
  • 30 marzo (14.00-18.00): terzo laboratorio. Condivisione dei risultati e definizione delle scelte progettuali per le tre aree.
  • Aprile (data, luoghi e ora da definirsi). Incontri pubblici con gli abitanti delle aree di progetto per scambio di idee e contaminazione.
  • 13 aprile (14.00-18.00): quarto laboratorio. Elaborazione delle idee progettuali, definizione di materiali e piante.
  • Aprile-Maggio: realizzazione di uno o più progetti da scegliere insieme.
  • Giugno: mostra multimediale nella quale saranno esposti i progetti e le foto selezionate del concorso fotografico.
Per partecipare e informazioni: scrivere a ilaboniburini@gmail.com










Sullo stesso tema
Ilaria Boniburini
con Edoardo Salzano | eddyburg
Ilaria Boniburini
Scadenza invio delle fotografie: 27 aprile 2019.
Ultimi post
Redazione di Eddyburg
L'incontro ha come scopo la presentazione della versione italiana del toolkit anti-gentrification di Sandra Annunziata, e vedrá la partecipazione di esperti e rappresentanti dei movimenti di lotta per la casa che discuteranno assieme del manuale e della sua applicazione nel contesto italiano. Sarà possibile seguire l'evento in streaming live sulla pagina facebook di ETICity
Eddyburg
Nell’anniversario della scomparsa di Eddy Salzano il 23 settembre abbiamo organizzato un’iniziativa per ricordare l’importanza e l’attualità del suo pensiero e della sua attività. Qui le videoregistrazioni della II Sessione del convegno "Una comunità di intenti" con testimonianze di Maria Cristina Gibelli, Marco Borghi, Federica Ruspio, Tomaso Montanari, Ilaria Agostini, Anna Maria Bianchi, Maria Paola Morittu, Elisabetta Forni, Piero Cavalcoli, Lidia Fersuoch, Oscar Mancini, Paolo Cacciari e Ilaria Boniburini.
Ilaria Boniburini
Sabato 3 ottobre scorso le paratie del Mose sono state azionate e Venezia è rimasta all’asciutto. Una rassegna di articoli per comprendere, al di là della propaganda ufficiale delle istituzioni, le criticità ancora tutte da risolvere e gli effetti negativi di questa mastodontica grande opera.Nell'immagine la spalla del Mose alla Bocca di Malomocco (immagine dell'autrice).
Comitato No Grandi Navi- Laguna Bene Com
In questo comunicato vengono riassunte le gravi criticità del MoSE e le rivendicazioni di una comunità di cittadini, scienziati ed esperti per una efficace salvaguardia della Laguna di Venezia e della sua città.
Redazione di eddyburg
Nell’anniversario della scomparsa di Eddy Salzano il 23 settembre abbiamo organizzato un’iniziativa per ricordare l’importanza e l’attualità del suo pensiero e della sua attività. Qui le videoregistrazioni della I sessione del convegno dedicato a "Le tappe di un percorso politico e culturale per una città più giusta". Interventi di Giulio Tamburini, Vezio De Lucia, Paolo Berdini, Roberto Camagni, Anna Marson, Maria Pia Guermandi, Giancarlo Storto, Giancarlo Consonni e Paolo Baldeschi.
CopyrightMappa del sito
© 2020 Eddyburg