“Scelta strana del sindaco. Ma noi andremo avanti lo stesso”
Umberto Veronesi
Intervistato da Giampiero Rossi sul fallimento del Cerba nel Parco Sud, il professore da par suo si lancia in una serie di considerazioni paradossali: che saranno mai un po' sterpaglie (sic) paragonate alla ricerca, fatta dove dico io? Corriere della Sera Milano, 19 dicembre 2013 (f.b.)

«È strano, davvero strano, avere un sindaco contrario a un’opera di scienza, di civiltà, di avanzamento culturale... Ma noi andremo avanti, troveremo il modo per realizzare comunque il Cerba».

Il professor Umberto Veronesi, il “padre” del progetto Cerba, assicura di non essere arrabbiato. Anzi di essere «tranquillissimo». Ma le sue parole lasciano intendere chiaramente il disappunto nei confronti della decisione del Comune di Milano.
Lei non trova che le motivazioni per congelare il progetto del Cerba abbiano fondamento?

«Se devo dire la verità, io non riesco proprio a capire. Anche perché è una posizione che il Comune ha assunto soltanto di recente. Tutti i sindaci precedenti sono stati favorevoli. E anche lo stesso Pisapia lo era fino a sei mesi fa... No, proprio non capisco».

Ma oltre alle implicazioni giudiziarie, i terreni interessati dal progetto sorgono nel Parco Sud...
«Sulla carta. Ma andiamo a vederlo: quello non è davvero un parco. Si tratta di terreni brulli, pieni di sterpaglie e immondizie. Noi, piuttosto, abbiamo in progetto di trasformarlo in un vero parco, piantando 20 mila alberi nella tradizione dei cosiddetti green hospital».

Ma secondo lei che lo ha pensato, se non si fa il Cerba cosa perde Milano?
«Perde uno dei più grandi progetti di questo inizio secolo. Un punto di riferimento per l’intera ricerca europea, perché nel nostro continente la scienza medica è ancora molto frammentata, diffusa, non ha un coordinamento e armonizzazione, come negli Stati Uniti. In futuro quel ruolo di spinta e regia toccherà al Cerba».

Professore, lei continua a essere certo di realizzarlo?
«Noi siamo pronti a partire, siamo arrivati fin qui e andremo avanti».

E come?
«Certo, ora è un problema, ma se convinciamo il Parco Sud a darci un pezzo di terreno...».

Nota: in questa cartella dedicata a Milano, sono decine e decine i contributi che raccontano le vicende del CERBA di Veronesi; ho provato su Millennio Urbano a circostanziare un po' di più, e anche contestualizzare in un quadro internazionale, questo disprezzo per l'ambiente, e in fondo la salute (f.b.)
Sullo stesso tema
Lodo Meneghetti
I contrafforti dell’urbanistica hanno ceduto, sembianti dell’architettura si sono sfigurati, spazi umanizzati si sono imbestiati, ragione e sentimento del bello si sono anestetizzati, corpo-anima del brutto si è impinguato. (segue)
Maria Cristina Gibelli
Continua senza pudore a Milano la farsa della consultazione dei cittadini sui ‘grandi progetti’ di rigenerazione urbana.
Vincenzo Robustelli e Mario Vitiello e A
Giovedì 28 febbraio, ore 18.00, a Milano presso l’auditorium Stefano Cerri di via Valvassori Peroni si tiene un importante incontro pubblico per discutere dell’inaccettabile progetto di svuotamento di Città Studi: con Salvatore Settis, Paolo Berdini e Serena Vicari Haddock.
Ultimi post
Eddyburg
Cliccando nella barra in alto potete accedere a tutti gli articoli inseriti in oltre diciotto anni di attività e impegno per una cultura dell'abitare fruire e governare il territorio che sia suscettibile di assicurare condizioni di vita soddisfacenti sotto il profilo dell'equità e della libertà di accesso ai beni comuni, della capacità e possibilità di partecipare al governo della cosa pubblica. E' ancora una versione provvisoria del sito, perciò alcune cose funzionano male o presentano degli errori. Ci stiamo adoperando per sistemare tutto nel più breve tempo possibile.
Eddyburg
Il programma definitivo della prima edizione dei seminari di eddyburg
Redazione di eddyburg
Nell’anniversario della scomparsa di Eddy Salzano il 23 settembre abbiamo organizzato un’iniziativa per ricordare l’importanza e l’attualità del suo pensiero e della sua attività. Qui le videoregistrazioni della I Sessione del convegno “Eddy Salzano: le tappe di un percorso politico e culturale per una città più giusta” con gli interventi di Mauro Baioni, Giulio Tamburini, Vezio De Lucia, Paolo Berdini, Roberto Camagni, Anna Marson, Maria Pia Guermandi, Giancarlo Storto, Giancarlo Consonni, Paolo Baldeschi.
Redazione di Eddyburg
L'incontro ha come scopo la presentazione della versione italiana del toolkit anti-gentrification di Sandra Annunziata, e vedrá la partecipazione di esperti e rappresentanti dei movimenti di lotta per la casa che discuteranno assieme del manuale e della sua applicazione nel contesto italiano. Sarà possibile seguire l'evento in streaming live sulla pagina facebook di ETICity
Redazione di eddyburg
Nell’anniversario della scomparsa di Eddy Salzano il 23 settembre abbiamo organizzato un’iniziativa per ricordare l’importanza e l’attualità del suo pensiero e della sua attività. Qui le videoregistrazioni della II Sessione del convegno "Una comunità di intenti" con testimonianze di Maria Cristina Gibelli, Marco Borghi, Federica Ruspio, Tomaso Montanari, Ilaria Agostini, Anna Maria Bianchi, Maria Paola Morittu, Elisabetta Forni, Piero Cavalcoli, Lidia Fersuoch, Oscar Mancini, Paolo Cacciari e Ilaria Boniburini.
CopyrightMappa del sito
© 2021 Eddyburg