Clini:«Ora serve una nuova legge urbanistica»
Erika Della casa
Magari è una sparata qualsiasi, magari no: se non altro positivo che si parta da una questione ambientale anziché economica. Corriere della Sera, 25 novembre 2011 (f.b.)
GENOVA – Un fondo alimentato da forme di fiscalità per finanziare gli interventi di emergenza, ma soprattutto quelli di prevenzione e le opere infrastrutturali: questo proporrà oggi al Consiglio dei Ministri Corradi Clini, responsabile del dicastero dell’Ambiente.

Da Genova (colpita dall’alluvione il 4 novembre) il ministro ha tracciato il suo programma: la costituzione del fondo da sostenere «non con una tassa di scopo propriamente detta» ma con risorse che potrebbero derivare «anche dalla patrimoniale se si deciderà di vararla».

Intanto oggi si prorogherà probabilmente l’aumento delle accise sul carburante. Clini ha dichiarato l’intenzione di rivedere la legge urbanistica nazionale in riferimento alle autorizzazioni edilizie: «In Italia sono state e sono autorizzate costruzioni – ha detto – che mai avrebbero dovuto essere approvate». Occorreranno sei mesi per tracciare «le nuove linee guida» e mettere in cantiere una mappatura del territorio.

Il principio ribadito dal ministro è stato: spendere in prevenzione è meno costoso che rincorrere i danni in emergenza. In riferimento all’outlet che dovrebbe essere costruito a Brugnato, un comune alluvionato, Clini ha detto, «mi sembra difficile che qualcuno abbia la fantasia di autorizzare costruzioni nuove in zone che sono esposte a rischi».

Sullo stesso tema
Guido Viale
Un’analisi del disastro che ci stanno preparando, in Italia e in Europa, e l’indicazione dell’alternativa possibile. Il manifesto, 4 gennaio 2012
Paolo Berdini
Non è chiaro se l’obiettivo del governo Monti è quello di colpire le rendite urbane oppure quello di consentire agli investitori di cacciare gli abitanti dai centri urbani. Il contesto sembra accreditare la seconda ipotesi. il manifesto, 30 dicembre 2011
Ugo Mattei
«Non si può essere di sinistra auspicando un mondo in cui ogni spazio di vita si piega alle esigenze del mercato». Il manifesto, 30 dicembre 2011
Ultimi post
Eddyburg
Sono passati due anni dalla scomparsa di Edoardo Salzano. Un urbanista che non ha mai smesso di analizzare le trasformazioni urbane. Un intellettuale libero e coraggioso che con determinazione guardava avanti e non si arrendeva davanti alle ingiustizie. Un maestro. Lo ricordiamo ripubblicando uno dei suoi scritti, ancora profondamente attuale, sul mestiere dell'urbanista.
Eddyburg
Un iniziativa per ragionare sulla questione della casa a cinquant’anni dall’approvazione della prima legge per l’edilizia residenziale pubblica. Il progressivo abbandono delle politiche di edilizia residenziale ha determinato nuove disuguaglianze, aggravato i problemi pregressi, amplificato i divari territoriali, che il Covid ha accentuato e reso ancora più evidenti. Vogliamo discuterne in questo seminario organizzato in due sessioni, che riprende le vertenze che portarono all’approvazione della legge, racconta la parabola inversa delle politiche pubbliche fino al loro sostanziale azzeramento, per poi ricollegarsi all’attualità toccando attraverso alcuni casi emblematici della questione della casa in Italia.
Eddyburg
Cliccando nella barra in alto potete accedere a tutti gli articoli inseriti in oltre diciotto anni di attività e impegno per una cultura dell'abitare fruire e governare il territorio che sia suscettibile di assicurare condizioni di vita soddisfacenti sotto il profilo dell'equità e della libertà di accesso ai beni comuni, della capacità e possibilità di partecipare al governo della cosa pubblica. E' ancora una versione provvisoria del sito, perciò alcune cose funzionano male o presentano degli errori. Ci stiamo adoperando per sistemare tutto nel più breve tempo possibile.
Eddyburg
Il programma definitivo della prima edizione dei seminari di eddyburg
Redazione di eddyburg
Nell’anniversario della scomparsa di Eddy Salzano il 23 settembre abbiamo organizzato un’iniziativa per ricordare l’importanza e l’attualità del suo pensiero e della sua attività. Qui le videoregistrazioni della I Sessione del convegno “Eddy Salzano: le tappe di un percorso politico e culturale per una città più giusta” con gli interventi di Mauro Baioni, Giulio Tamburini, Vezio De Lucia, Paolo Berdini, Roberto Camagni, Anna Marson, Maria Pia Guermandi, Giancarlo Storto, Giancarlo Consonni, Paolo Baldeschi.
CopyrightMappa del sito
© 2021 Eddyburg