Quarta giornata. Come concludere, come proseguire
Edoardo Salzano
Nella giornata conclusiva (introdotta da Edoardo Salzano), tireremo le fila delle riflessioni compiute non solo nelle due edizioni della scuola dedicate al tema “urbanistica ed economia”, ma nell’intero ciclo delle sette edizioni, il cui svolgimento è collegato da un filo rosso che oggi possiamo riconoscere. Ci soffermeremo in particolare sulla nuova domanda di pianificazione che emerge dalle tensioni della società civile riguardanti l’ambiente e la salute, l’equità e la possibilità di accesso ai beni comuni, la vivibilità della città e la difesa degli spazi pubblici, il riconoscimento del paesaggio come “eredità da preservare” e come “componente essenziale del contesto di vita”, la ricerca di nuovi stili di vita solidali.

La nostra tesi, che è emersa dal lavoro preparatorio e che lo svolgimento della scuola potrà confermare o smentire, è che emerga dalla società una nuova domanda di pianificazione: emerge cioè la sollecitazione a superare la frammentazione e la separatezza tra le iniziative di resistenza al saccheggio del bene comune territorio e a dara coerenza e sistematicità non solo all’azione di contrasto, ma anche – e forse soprattutto – a quella di proposta.

Una nuova domanda DI pianificazione, ma anche nuove domande ALLA pianificazione. Questa infatti deve essere qualificata. Anche la strategia di saccheggio, la strategia di creazione della “città della rendita” è una pianificazione. Occorre perciò precisare quale è la pianificazione necessaria se si vuole costruire invece la “città dei cittadini”.

Una risposta può venire solo se, uscendo dal guscio dei tecnicismi e dei linguaggi per addetti ai lavori, riusciamo a comprendere e a comunicare quali siano i connotati della nuova città, alternativa rispetto a quella che abbiamo finora cercato di comprendere, denunciare e contrastare, quali siano gli attori che devono partecipare alla sua costruzione e gestione. Ci proponiamo in quella conclusiva di individuare, se non le caratteristiche di un nuovo progetto di città, almeno i principi ai quali la ricerca deve essere orientata. Li troveremo sia nel bagaglio della migliore cultura urbanistica e delle esperienze recenti che ad essa si ispirano, sia nei tentativi che emergono da sponde appartenenti ad altri saperi, esperienze, storie, che condividono con noi una visione della città come sintesi di spazi fisici, società e governo: urbs, civitas, polis.

Al termine dell’intervento introduttivo si aprirà la discussione con un gruppo di amici e collaboratori di eddyburg (tra i quali Giovanni Caudo, Vezio De Lucia, Chiara Sebastiani, Walter Tocci), e con i docenti e studenti della scuola che vorranno intervenire.

A conclusione della giornata ci proponiamo infine di scambiare qualche idea con chi sarà rimasto per proporre nuove modalità di organizzazione e svolgimento delle attività di eddyburg.

Programma

09,30 Intervento introduttivo di Edoardo Salzano
10,30 Interventi di Giovanni Caudo, Vezio De Lucia, Chiara Sebastiani, Walter Tocci
11,30 pausa caffè
12,00 Interventi dei docenti e degli studenti
13,30 Conclusioni del dibattito, e idee per il futuro della scuola
14,00 buffet sul prato del Castello

Sullo stesso tema
Mauro Baioni
La traccia e il programma della seconda e della terza giornata della scuola, 15 e 16 settembre 2011
ilaria Boniburini
La traccia e il programma della prima giornata dalla Scuola di eddyburg, VII edizione (“Oltre la crescita, dopo lo sviluppo. Nuove domande alla pianificazione”)
Ilaria Baioni Mauro; Boniburini
Percorsi di lettura suggeriti prima, durante e dopo la VII edizione della Scuola di eddyburg, sul tema: «Oltre la crescita, dopo lo "sviluppo"»
Ultimi post
Redazione di Eddyburg
L'incontro ha come scopo la presentazione della versione italiana del toolkit anti-gentrification di Sandra Annunziata, e vedrá la partecipazione di esperti e rappresentanti dei movimenti di lotta per la casa che discuteranno assieme del manuale e della sua applicazione nel contesto italiano. Sarà possibile seguire l'evento in streaming live sulla pagina facebook di ETICity
Eddyburg
Nell’anniversario della scomparsa di Eddy Salzano il 23 settembre abbiamo organizzato un’iniziativa per ricordare l’importanza e l’attualità del suo pensiero e della sua attività. Qui le videoregistrazioni della II Sessione del convegno "Una comunità di intenti" con testimonianze di Maria Cristina Gibelli, Marco Borghi, Federica Ruspio, Tomaso Montanari, Ilaria Agostini, Anna Maria Bianchi, Maria Paola Morittu, Elisabetta Forni, Piero Cavalcoli, Lidia Fersuoch, Oscar Mancini, Paolo Cacciari e Ilaria Boniburini.
Ilaria Boniburini
Sabato 3 ottobre scorso le paratie del Mose sono state azionate e Venezia è rimasta all’asciutto. Una rassegna di articoli per comprendere, al di là della propaganda ufficiale delle istituzioni, le criticità ancora tutte da risolvere e gli effetti negativi di questa mastodontica grande opera.Nell'immagine la spalla del Mose alla Bocca di Malomocco (immagine dell'autrice).
Comitato No Grandi Navi- Laguna Bene Com
In questo comunicato vengono riassunte le gravi criticità del MoSE e le rivendicazioni di una comunità di cittadini, scienziati ed esperti per una efficace salvaguardia della Laguna di Venezia e della sua città.
Redazione di eddyburg
Nell’anniversario della scomparsa di Eddy Salzano il 23 settembre abbiamo organizzato un’iniziativa per ricordare l’importanza e l’attualità del suo pensiero e della sua attività. Qui le videoregistrazioni della I sessione del convegno dedicato a "Le tappe di un percorso politico e culturale per una città più giusta". Interventi di Giulio Tamburini, Vezio De Lucia, Paolo Berdini, Roberto Camagni, Anna Marson, Maria Pia Guermandi, Giancarlo Storto, Giancarlo Consonni e Paolo Baldeschi.
CopyrightMappa del sito
© 2020 Eddyburg