La città a cucù
Eddyburg
Un’animazione propone un modello di “città orologio” rotante per anelli concentrici, secondo il sito Planetizen l’autore la prende piuttosto sul serio. E voi? (f.b.)
Tutti si ricordano quelle barzellette sul carabiniere che per mungere la mucca la fa alzare e abbassare, restando immobile sullo sgabello; o per avvitare la lampadina manda decine e decine di colleghi a far ruotare la caserma. Ecco: adesso è arrivato l’americano geniale che applica le barzellette dei carabinieri all’urbanistica.

L’idea, se proprio vogliamo chiamarla così, parte dal concetto di movimento da un luogo e una funzione all’altra. Perché non ribaltare tutto e far sì che siano luoghi e funzioni ad avvicinarsi sin quasi a coincidere? Ecco Clockwork City, una città sincronizzata come un orologio svizzero, i cui cerchi concentrici ruotano in direzioni opposte, consentendo agli abitanti di “saltare” da uno all’altro quando passa l’angolino desiderato.

Dagli schemi proposti nel breve filmato visibile su Youtube, si scopre che almeno la howardiana greenbelt agricola, quella non si sposta. Memori dei danni che certi ingegneri svizzeri hanno già fatto in passato alle città, speriamo proprio che questa urbanistica a orologeria sia solo una scusa per farci un cartone animato. Che non venga in mente a nessuno di costruirci sopra delle teorie. Ce n’è già a bizzeffe, di urbanisti che le fanno girare.

Guardatevi comunque direttamente tutto il capolavoro su Youtube, e speriamo proprio che sia solo un gioco di animazione.

Sullo stesso tema
Maria Cristina Gibelli
arcipelagomilano.org, 19 giugno 2018. Tutto l’opposto della città metropolitana milanese e dell’Italia in genere, dove i governi metropolitani non hanno reali poteri né di regia, né di controllo.
Maria Letizia Morotti
Il superuovo. 8 giugno 2018. Un articolo di introduzione a Auroville. Tra l'esperimento sociale e il sogno, la città è stata fondata nel 1968. Virtuosa da molti punti di vista, l'insediamento è più vicino a una riserva che a una città. (i.b.)
Maria Cristina Gibelli
Negli ultimi 20 anni in Francia la pianificazione territoriale e urbanistica è stata oggetto di numerose riforme legislative: mai di ‘controriforme’, come invece è avvenuto in Italia.
Ultimi post
Eddyburg
Sono passati due anni dalla scomparsa di Edoardo Salzano. Un urbanista che non ha mai smesso di analizzare le trasformazioni urbane. Un intellettuale libero e coraggioso che con determinazione guardava avanti e non si arrendeva davanti alle ingiustizie. Un maestro. Lo ricordiamo ripubblicando uno dei suoi scritti, ancora profondamente attuale, sul mestiere dell'urbanista.
Eddyburg
Un iniziativa per ragionare sulla questione della casa a cinquant’anni dall’approvazione della prima legge per l’edilizia residenziale pubblica. Il progressivo abbandono delle politiche di edilizia residenziale ha determinato nuove disuguaglianze, aggravato i problemi pregressi, amplificato i divari territoriali, che il Covid ha accentuato e reso ancora più evidenti. Vogliamo discuterne in questo seminario organizzato in due sessioni, che riprende le vertenze che portarono all’approvazione della legge, racconta la parabola inversa delle politiche pubbliche fino al loro sostanziale azzeramento, per poi ricollegarsi all’attualità toccando attraverso alcuni casi emblematici della questione della casa in Italia.
Eddyburg
Cliccando nella barra in alto potete accedere a tutti gli articoli inseriti in oltre diciotto anni di attività e impegno per una cultura dell'abitare fruire e governare il territorio che sia suscettibile di assicurare condizioni di vita soddisfacenti sotto il profilo dell'equità e della libertà di accesso ai beni comuni, della capacità e possibilità di partecipare al governo della cosa pubblica. E' ancora una versione provvisoria del sito, perciò alcune cose funzionano male o presentano degli errori. Ci stiamo adoperando per sistemare tutto nel più breve tempo possibile.
Eddyburg
Il programma definitivo della prima edizione dei seminari di eddyburg
Redazione di eddyburg
Nell’anniversario della scomparsa di Eddy Salzano il 23 settembre abbiamo organizzato un’iniziativa per ricordare l’importanza e l’attualità del suo pensiero e della sua attività. Qui le videoregistrazioni della I Sessione del convegno “Eddy Salzano: le tappe di un percorso politico e culturale per una città più giusta” con gli interventi di Mauro Baioni, Giulio Tamburini, Vezio De Lucia, Paolo Berdini, Roberto Camagni, Anna Marson, Maria Pia Guermandi, Giancarlo Storto, Giancarlo Consonni, Paolo Baldeschi.
CopyrightMappa del sito
© 2021 Eddyburg