responsive_m


Il 23 settembre Edoardo Salzano ci ha lasciato. La commemorazione laica si è tenuta mercoledì 25, alle ore 15, presso la sede di Ca' Tron dell'Università IUAV di Venezia, Santa Croce 1957. Dalle 12 alle 14 abbiamo dato l'ultimo saluto a Eddy, presso la camera ardente dell'ospedale civile di Venezia.

PER EDDY

INVERTIRE LA ROTTA

CONTRORIFORMA URBANISTICA

DAI MEDIA

VENEZIA

lunedì 23 settembre 2019

Una affettuosa bugia

Il 18 marzo dello scorso anno, al margine di un'assemblea nazionale di Potere al Popolo! mi si è avvicinata una compagna gentile e grintosa e mi ha consegnato un pacchetto di libri legati con un nastrino di raso. Si trattava dei libri di un grande urbanista, Edoardo Salzano.



Il 18 marzo dello scorso anno, al margine di un'assemblea nazionale di Potere al Popolo! mi si è avvicinata una compagna gentile e grintosa e mi ha consegnato un pacchetto di libri legati con un nastrino di raso. Si trattava dei libri di un grande urbanista, Edoardo Salzano. Su uno c'era una dedica, che era chiaramente una affettuosa bugia, ma che in quel momento mi fece molto bene al cuore (era una assemblea molto difficile per me quella, politicamente ma soprattutto emotivamente). C'era scritto: «Alla mia compaesana, molto più brava di me, con amicizia. Eddy».

L'ho conosciuto poco dopo a Mestre. Nessuno ha mai fatto un intervento più divertente a un'iniziativa politica. Sì, era divertente e gentile e accogliente. Per me è stato questo, non il "nostro Lefebvre", il mostro sacro, non il politico o l'accademico autorevole, ma un compagno speciale.

L'ho conosciuto molto meno di quanto sperassi, mi sarebbe piaciuto tanto fargli vedere l'opg, che potesse tornare nella sua Napoli ancora una volta per raccontargli e soprattutto farci raccontare tante cose. Grazie di tutto Eddy, cercheremo di fare del nostro meglio per ricordarti continuando le nostre battaglie con creatività e allegria.

A Ilaria va l'abbraccio fortissimo mio e di tutti i compagni napoletani.
Show Comments: OR