responsive_m

Occorre vedere e non guardare in aria

Occorre vedere e non guardare in aria
Il 25 Aprile 1945 l'Italia si riscattò dall'asservimento al nazismo. Oggi più che mai è necessario il monito di Bertold Brecht: «E voi, imparate che occorre vedere e non guardare in aria; occorre agire e non parlare. Questo mostro stava una volta per governare il mondo! I popoli lo spensero, ma ora non cantiam vittoria troppo presto il grembo da cui nacque è ancora fecondo». Con queste parole si apre il Museo Monumento al Deportato di Carpi, dedicato alla deportazione e ai campi di concentramento. (a.b.)

INVERTIRE LA ROTTA

DAI MEDIA

VENEZIA

FARE SPAZIO ALLE ATTIVITA CULTURALI

giovedì 14 febbraio 2019

Concorso fotografico e laboratorio progettuale

Il concorso «Venezia verde nascosto» invita i fotoamatori a svelare il verde celato o misconosciuto della città. Il laboratorio «Campoverde» offre l'opportunità di progettare insieme ad associazioni, storici, architetti, botanici e giardinieri alcuni spazi verdi e di realizzarne uno. Qui maggiori informazioni.






«Abitare il verde a Venezia» è un progetto a cura dell'Associazione eddyburg e Zone ONLUS con la collaborazione di: Associazione Ambiente Venezia, Circolo Culturale Peroni, Microclima, ReBiennale, Laboratorio Occupato Morion, Geografia di genere,  e Cooperativa Limosa, beneficiario dell’iniziativa«100.000 EURO PER LA SOSTENIBILITÀ» promossa da NOPLANETB.


CONCORSO FOTOGRAFICO
VENEZIA VERDE NASCOSTO


L’idea del concorso è di aprire idealmente le porte del verde inaccessibile, svelare il verde nascosto o misconosciuto di Venezia attraverso l’obiettivo della macchina fotografica e condividerlo con gli abitati mediante una mostra multimediale. Sollecitiamo i partecipanti a cogliere, ciascuno con la propria sensibilità, un aspetto inedito della città che abitiamo.

Scadenza invio delle fotografie: 27 aprile 2019

Qui trovi il regolamento e il modulo di iscrizione.


LABORATORIO DI PROGETTAZIONE
CAMPO VERDE

Una serie di laboratori e un incontro pubblico con gli abitanti per progettare tre spazi verdi per Venezia, insieme a associazioni locali, storici, architetti, botanici, artigiani e giardinieri. Aperto alla cittadinanza e gratuito. Per partecipare al laboratorio non servono competenze specifiche, solo passione e l’impegno a seguire l’intero percorso.


Le aree di progetto
  • Striscia di verde incolto tra Calle S.Domenico e Viale Garibaldi 
  • Aiuola vuota in Campo Santa Margherita 
  • Il Campasso o Campo Rotto Fondamenta Pescheria 

Programma di massima
  • 16 febbraio (14.00-18.00): primo laboratorio. Impostazione del lavoro; suddivisione in sottogruppi per condivisione conoscenze, analisi dei materiali e programmazione attività specifiche; lezione sul verde a Venezia.
  • 9 marzo (14.30-18.00): secondo laboratorio. Lezione e passeggiata urbana alla scoperta della natura a Venezia a cura di Luana Castelli (Limosa). Revisione del lavoro svolto. Organizzazione degli incontri pubblici.
  • 30 marzo (14.00-18.00): terzo laboratorio. Condivisione dei risultati e definizione delle scelte progettuali per le tre aree.
  • Aprile (data, luoghi e ora da definirsi). Incontri pubblici con gli abitanti delle aree di progetto per scambio di idee e contaminazione.
  • 13 aprile (14.00-18.00): quarto laboratorio. Elaborazione delle idee progettuali, definizione di materiali e piante.
  • Aprile-Maggio: realizzazione di uno o più progetti da scegliere insieme.
  • Giugno: mostra multimediale nella quale saranno esposti i progetti e le foto selezionate del concorso fotografico.
Per partecipare e informazioni: scrivere a ilaboniburini@gmail.com










Show Comments: OR