responsive_m

8 GIUGNO: MAI PIU'

8 GIUGNO: MAI PIU'
Dopo l'incidente di domenica mattina, nel quale una gigantesca nave da crociera ha investito un' imbarcazione e si è schiantata contro la riva, è stata indetta una manifestazione contro le grandi navi in Laguna. E' dal 2006 che A Venezia ci si oppone a questi mostri d'acciaio, pericolosi, inquinanti, devastanti. Non mancherebbero provvedimenti ai quali appellarsi per tenere fuori le navi, ma le istituzioni non esercitano i loro poteri, colluse come sono con gli interessi economici dominanti. Domani tutti alle Zattere, ore 16.00, anche se il prefetto ha negato il permesso di concludere il corteo a Piazza San Marco, luogo aperto a tutti i turisti e mercanti ma non a chi protesta! (a.b.)

INVERTIRE LA ROTTA

DAI MEDIA

VENEZIA

FARE SPAZIO ALLE ATTIVITA CULTURALI

domenica 18 novembre 2018

Copertina N°45, 19 novembre 2018


Solo una minoranza di stati europei accoglie i rifugiati, di fatto sottraendosi agli obblighi internazionali; mentre molti cittadini, al contrario dei politici, manifestanocompassione, solidarietà e impegno per la giustizia e i diritti umani. Ma le attività di supporto ai migranti di movimenti, organizzazioni, gruppi e persone vengono sempre più ostacolate e criminalizzate. Le intimidazioni sono diventate ampie e sistematiche; e sono in funzione della politica di "esternalizzazione" dell'UE, che vuole spostare i rifugiati dall'Europa meridionale alla Turchia e all'Africa settentrionale.
Si legga il rapporto di TNT e dell' Institute of Race Relations intitolato "The shrinking space for solidarity with migrants and refugees: how the European Union and Member States target and criminalize defenders of the rights of people on the move". (i.b.)
Fonte: Unframe di Mstyslav Chernov, tratto dalla copertina del rapporto.

Show Comments: OR