responsive_m

8 dicembre: L'Italia che lotta per la giustizia ambientale

8 dicembre: L'Italia che lotta per la giustizia ambientale
In migliaia contro questo modello di sviluppo che sta devastando l'habitat in cui viviamo. Contro le grandi opere inutili e dannose; l'inquinamento dell'aria; la contaminazione di acque e suolo da processi industriali; gli inceneritori, le politiche sui rifiuti e l'ecomafia che ci specula; il consumo di suolo; le grandi navi; i gasdotti e la dipendenza dai fossili; la sottrazione di beni comuni; le antenne militari; l'erosione della democrazia; il prevalere del profitto di pochi sul benessere di tutti. Non solo per la difesa dell'ambiente, della salute, dei territori, ma per un inversione di rotta (i.b.)

INVERTIRE LA ROTTA

FARE SPAZIO ALLE ATTIVITA CULTURALI

DAI MEDIA

martedì 2 ottobre 2018

Mimmo Lucano agli arresti domiciliari

Un'altra indecente iniziativa di “tolleranza zero” del Ministro dell’Interno e dei suoi zelanti reggicoda: la Guardia di finanza ha arrestato e posto ai domiciliari il sindaco dell'accoglienza di Riace.  Segue (m.c.g.)
L'accusa é di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina ed illeciti nell’affidamento diretto del servizio di raccolta dei rifiuti. L’arresto è stato fatto in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal Gip di Locri su richiesta della Procura della Repubblica. Mimmo Lucano è un amministratore lungimirante che ha ridato vita a un comune della Locride grazie a una fertile esperienza di integrazione fra la popolazione e i migranti ormai nota in tutto il mondo. Contro di lui, definito “uno zero assoluto” da Salvini, è in atto una feroce campagna denigratoria: è stata censurata la fiction prodotta dalla RAI, ad evitare che la sua innovativa esperienza di accoglienza e integrazione circolasse nelle case degli italiani; si sono avviate indagini da parte di Procure zelanti (vi ricordate le iniziative, finite nello ‘zero assoluto’, del Procuratore di Agrigento Patronaggio contro le ONG?). 

Ma non finisce qui. In attesa di una grande mobilitazione in difesa di un sindaco davvero visionario, continuiamo a sostenerlo, anche con il nostro contributo economico! 
Ecco le coordinate della raccolta fondi per Riace organizzata dalla Rete di Comitati per la Solidarietà
Destinatario: Recosol. Iban: IT92R0501801000000000179515
Causale: Riace.
Codice Bic ( per bonifici bancari internazionali): CCRTIT2T84A.
Show Comments: OR