responsive_m

8 dicembre: L'Italia che lotta per la giustizia ambientale

8 dicembre: L'Italia che lotta per la giustizia ambientale
In migliaia contro questo modello di sviluppo che sta devastando l'habitat in cui viviamo. Contro le grandi opere inutili e dannose; l'inquinamento dell'aria; la contaminazione di acque e suolo da processi industriali; gli inceneritori, le politiche sui rifiuti e l'ecomafia che ci specula; il consumo di suolo; le grandi navi; i gasdotti e la dipendenza dai fossili; la sottrazione di beni comuni; le antenne militari; l'erosione della democrazia; il prevalere del profitto di pochi sul benessere di tutti. Non solo per la difesa dell'ambiente, della salute, dei territori, ma per un inversione di rotta (i.b.)

INVERTIRE LA ROTTA

FARE SPAZIO ALLE ATTIVITA CULTURALI

DAI MEDIA

sabato 6 ottobre 2018

Copertina N°40, 5 ottobre 2018


Il cimitero della miniera di Winkelhaak, Sud Africa, conta circa 1000 tombe, tutte senza nome, risalenti a fine anni '50 del secolo scorso. Sono minatori che con il sangue e sudore hanno arricchito la BHP, un colosso minerario creato dalla fusione di una società mineraria australiana con una inglese. Sono più di 69.000 i minatori morti in Sud Africa in incidenti in miniera dal 1900 al 1993, e più di un milione gravemente feriti, per raccogliere oro e preziosi che hanno fatto la fortuna di olandesi, americani e australiani.
Fonte: immagine e notizia tratta dal sito sudafricano The Heritage Portal, nel quale sono riportati gli esiti di una commissione istituita per rivedere la storia del cimitero e se possibile individuare le responsabilità di quelle morti e i nomi delle persone seppellite. (i.b.)

Show Comments: OR