responsive_m


Gli aguzzini si incontrano sui confini. La barriera costruita nel 2015 sul confine tra l'Ungheria, la Croazia e la Serbia, di cui si vanta oggi il presidente ungherese Viktor Orban. Il sindaco di estrema destra Laszlo Toroczkai si era visto inizialmente rifiutare la richiesta di costruire un muro sullo stile di quello USA-Mexico, ma con l'avvicinarsi delle elezioni ungheresi il presidente nazionalista ordinò infine la costruzione della recinzione. (i.b.)

scritta dai media

DAI MEDIA

lunedì 28 maggio 2018

Povero Mattarella, poveri noi

L'Italia sembra proprio in fondo al pozzo. Non si riesce a comporre un governo. Se lo facessero con il "contratto" su cui concordano andremmo tutti in miseria. Avremmo un razzista fascista a gestire i profughi e i migranti. L'unica soluzione sarebbe un nuovo Parlamento: ma quella legge elettorale può solo generare mostri. A meno che...
Show Comments: OR