responsive_m


Gli aguzzini si incontrano sui confini. La barriera costruita nel 2015 sul confine tra l'Ungheria, la Croazia e la Serbia, di cui si vanta oggi il presidente ungherese Viktor Orban. Il sindaco di estrema destra Laszlo Toroczkai si era visto inizialmente rifiutare la richiesta di costruire un muro sullo stile di quello USA-Mexico, ma con l'avvicinarsi delle elezioni ungheresi il presidente nazionalista ordinò infine la costruzione della recinzione. (i.b.)

scritta dai media

DAI MEDIA

lunedì 19 marzo 2018

Afrin

La "copertina" che apriva la settimana scorsa di eddyburg ricordava la resistenza di Afrin; oggi apriamo con la cruenta vittoria della Nato. Il tiranno Erdogan, emulo di Hitler e Mussolini, fa parte della Nato, avamposto dell'Impero Usa. Anzi, è la punta della lancia con la quale l'Impero colpisce il Sud del mondo. Quindi, mano libera al tiranno
Show Comments: OR