responsive_m


Gli aguzzini si incontrano sui confini. La barriera costruita nel 2015 sul confine tra l'Ungheria, la Croazia e la Serbia, di cui si vanta oggi il presidente ungherese Viktor Orban. Il sindaco di estrema destra Laszlo Toroczkai si era visto inizialmente rifiutare la richiesta di costruire un muro sullo stile di quello USA-Mexico, ma con l'avvicinarsi delle elezioni ungheresi il presidente nazionalista ordinò infine la costruzione della recinzione. (i.b.)

scritta dai media

DAI MEDIA

giovedì 8 febbraio 2018

Copertina N° 19, 8 febbraio 2018


Il fascismo e il razzismo sono più che mai presenti e la strage di Traini ne è conferma: la matrice neofascista è appurata, il leader di Forza nuova lo conforta e la maggior parte dei politici esprimono commenti tiepidi, in un paese dove il ministro dell’interno di centro-sinistra chiude la rotta dei migranti per paura sulla “tenuta democratica del paese”.(a.b.)
Fonte: immagine tratta dal sito hiveminer.
Show Comments: OR