responsive_m


Gli aguzzini si incontrano sui confini. La barriera costruita nel 2015 sul confine tra l'Ungheria, la Croazia e la Serbia, di cui si vanta oggi il presidente ungherese Viktor Orban. Il sindaco di estrema destra Laszlo Toroczkai si era visto inizialmente rifiutare la richiesta di costruire un muro sullo stile di quello USA-Mexico, ma con l'avvicinarsi delle elezioni ungheresi il presidente nazionalista ordinò infine la costruzione della recinzione. (i.b.)

scritta dai media

DAI MEDIA

sabato 11 febbraio 2017

Pelle d'agnello

Bella doppietta quella del gentiluomo incaricato di sparare i colpi che il suo principale avrebbe voluto esplodere ma non può. Due provvedimenti, uno verso l'esterno, l'altro all'interno; l'uno per ridurre il livello d'accoglienza nei confronti dei forestieri poveri usandoli come schiavi se entrano e l'altro per rendere più difficile la vita ai poveri che stanno nelle nostre città, introducendo un'apartheid sociale. Gentiloni Silveri si è collocato proprio bene nel Museo degli uomini di governo: sta tra Donald D. Trump. Imperatore e Luigi Brugnaro, sindaco di Venezia. Sembra che ci stia bene.
Show Comments: OR