responsive_m


Meet Kikito: l’opera dell’artista JR collocata a Tecate, sulla barriera tra USA e Messico. L’immagine del bambino di un anno si sporge sopra la frontiera e, con le sue manine, sembra si appresti ad abbatterla, rimarrà esposta per un mese.

scritta dai media

DAI MEDIA

scritta Altri post

venerdì 20 maggio 2016

Mettiamoci la testa

I prossimi appuntamenti nelle piazze italiane con il Comitato per il No. Il Manifesto, 20 maggio 2016 (p.d.)



No uno, bensì dieci. Sono i No pronunciati da Gianfranco Pasquino, Carlo Galli, Marco Valbruzzi e Maurizio Viroli nel loro documento-appello che boccia la «deforma» costituzionale voluta dal governo e smaschera luoghi comuni e falsità della retorica renziana.

A partire dal fatto che «no, non ci sono riformatori da una parte e immobilisti dall’altra. Ci sono cattivi riformatori da mercato delle pulci, da una parte, e progettatori consapevoli e sistemici, dall’altra. Il No chiude la porta ai primi; la apre ai secondi e alle loro proposte da tempo scritte e disponibili».
O che «no, la riforma non interviene affatto sul governo e sulle cause della sua presunta «debolezza». O ancora che «no, non è credibile che con la cattiva trasformazione del Senato, il governo sarà più forte e funzionerà meglio non dovendo ricevere la fiducia dei Senatori e confrontarsi con loro». Argomenti proposti a «voi che ragionate e non plebiscitate», perché «c’è chi ci mette la faccia, noi ci mettiamo la testa».

Proprio per «metterci la testa», cioè per capire e informare, domani il Comitato per il No scende in piazza a Bologna e lo fa in grande stile con un importante momento pubblico di approfondimento ma anche di festa per la Costituzione.

A partire dalle ore 18, in piazza Santo Stefano, Francesco Di Matteo (Comitato Alessandro Baldini), Maurizio Landini (Fiom), Luigi Ferrajoli (Comitati Dossetti), Nadia Urbinati (Libertà e Giustizia) e Carlo Smuraglia (Anpi, quella stessa Anpi in questi giorni oggetto di feroci attacchi per essersi schierata «contro»), spiegheranno tutte le ragioni del no alla modifica del Senato e dei 47 articoli della Costituzione e alla legge elettorale Italicum.
Interventi che saranno intervallati da momenti di cultura e musica con Moni Ovadia (in video) che reciterà per la Costituzione, I Mulini a vento e il Quartetto Mozart. Un’occasione per fare il pieno di firme per i referendum, grazie alla presenza, per tutta la durata della manifestazione, di stand e banchetti.

Raccolta di firme che prosegue in tutta Italia con rinnovato entusiasmo, ora che dal Movimento 5 Stelle è arrivato un sostegno ufficiale, dopo un incontro dei parlamentari M5S con i rappresentanti del Comitato del No.

«Abbiamo avuto un proficuo scambio di idee e opinioni – hanno detto i parlamentari – Si converge sul fatto che in questa prima fase sia fondamentale spiegare ai cittadini cosa comprende la revisione costituzionale e la sua micidiale combinazione con la nuova legge elettorale». Per questo, nella reciproca autonomia, si organizzeranno iniziative comuni nei territori».

Prossime iniziative

Padova: oggi, banchetto di raccolta firme durante lo spettacolo di Dario Fo al Teatro Geox; domani ore 10-13 e 16-20 banchetti in Piazza delle Erbe e Canton del Gallo;

Milano: lunedì 23, dibattito con Gherardo Colombo, Antonio Lettieri, Antonio Pizzinato, Massimo Villone – ore 20,30, Salone Di Vittorio, Camera del Lavoro Cgil, Corso Porta Vittoria 43 (si potrà firmare per i referendum);

Cinisello Balsamo: domani, ore 10-12 banchetto al mercato di via Cilea; mercoledì 25, incontro pubblico con Marco Dal Toso (Giuristi Democratici), Luciano Belli Paci (avvocato), Silvia Truzzi (Fatto Quotidiano) – ore 20,45, Villa Ghirlanda Silva, via Frova 10;

Marzabotto: oggi, No e Sì a confronto, con Domenico Gallo e Stefano Ceccanti, ore 20,30, Casa della Cultura e della Memoria;

Cecina: oggi, ore 21, dibattito con Massimo Villone e raccolta firme, Comune Vecchio;

Opera: lunedì 23, serata di approfondimento con Vittorio Angiolini (costituzionalista), Aldo Giannuli (storico), Felice Besostri (avvocato costituzionalista) – ore 21, Centro Polifunzionale, via Cinque Giornate.


Tutti i futuri incontri pubblici organizzati dal Comitato per il No possono essere ricercati nei seguenti siti:
www.iovotono.it, cliccare la voce "iniziative" nel menu orizzontale riportato sotto la testata
www.referendumitalicum.it, cliccare sull'immagine del calendario nel menu verticale di sinistra
Show Comments: OR

copy 2

COPYRIGHT
I materiali pubblicati in questa colonna sono ripresi da altri strumenti d’informazione precisamente indicati in apertura di ogni articolo.

La redazione non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda i siti ai quali è possibile accedere tramite eventuali collegamenti, forniti come semplice servizio a coloro che visitano eddyburg.it. Lo stesso dicasi per i siti che eventualmente forniscano dei link alle risorse qui contenute. Il semplice fatto che eddyburg.it fornisca eventuali collegamenti, non implica una tacita approvazione dei contenuti dei siti stessi, sulla cui qualità, affidabilità e grafica è declinata ogni responsabilità.

I documenti e le immagini pubblicate in questa colonna del sito sono quasi tutti tratti da Internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; inoltre sono pubblicati senza alcun fine di lucro. In ogni caso, qualora qualcuno di detti documenti o immagini violasse specifici diritti di autore, si prega di comunicarcelo per la relativa rimozione.