responsive_m

8 dicembre: L'Italia che lotta per la giustizia ambientale

8 dicembre: L'Italia che lotta per la giustizia ambientale
In migliaia contro questo modello di sviluppo che sta devastando l'habitat in cui viviamo. Contro le grandi opere inutili e dannose; l'inquinamento dell'aria; la contaminazione di acque e suolo da processi industriali; gli inceneritori, le politiche sui rifiuti e l'ecomafia che ci specula; il consumo di suolo; le grandi navi; i gasdotti e la dipendenza dai fossili; la sottrazione di beni comuni; le antenne militari; l'erosione della democrazia; il prevalere del profitto di pochi sul benessere di tutti. Non solo per la difesa dell'ambiente, della salute, dei territori, ma per un inversione di rotta (i.b.)

INVERTIRE LA ROTTA

FARE SPAZIO ALLE ATTIVITA CULTURALI

DAI MEDIA

sabato 31 dicembre 2016

Populismo, il vero e il falso

Una riflessione del premio Nobel per l’economia Paul Krugman su ciò che chiamano populismo: semplice, ma quanto mai inquietante per noi Europei. Newyorktimes.com, "The opinion  page", 23 dicembre 2016. Tradotto per eddyburg da Maria Cristina Gibelli

Alla fine della fiera

La nostra reporter ha seguito con particolare diligenza critica la Biennale architettura Venezia 2016 per l'interesse del tema e del programma. Concludiamo con una riflessione che introduce un tema cui continueremo a dedicare molta attenzione: il rapporto tra intellettuali e realtà.

I bilanci dei Comuni dipendono ancora dall’edilizia

«La spesa nel sociale, è appesa al filo del ciclo edilizio, e questo è un dato preoccupante -dice Paolo Pileri, nel libro “Che cosa c’è sotto”,che affronta le problematiche legate al suolo». Altreconomia online, 30 dicembre 2016 (c.m.c.)

Tanta voglia di censura in Europa (e in Italia)

«Ultimo arriva il capo dell’Antitrust Pitruzzella: un’agenzia statale bonifichi il web. L’Europarlamento ha approvato una risoluzione che definisce sospetta ogni critica all’Ue». Il Fatto Quotidiano, 31 dicembre 2016 (p.d.)

Basta con il piano casa della Polverini

Appello urgente contro le proroghe del Piano casa della regione Lazio. Carteinregola, online 30 dicembre 2016 (m.c.g.)

Una speranza per il 2017. Che sia l’anno in cui abbatteremo i muri

«Bruciando denaro abbiamo elevato i moderni monumenti delle nostre fobie, espressione architettonica di comunità sterili incapaci di confronto con l’alterità». Il Fatto Quotidiano online, 31 dicembre 2016 (c.m.c.)

venerdì 30 dicembre 2016

Accoglienza Veneta

Ci avviamo a lasciare il 2016 , senza rimpianti. Con questa immagine (tratta dal Gazzettino online) vogliamo sintetizzarne uno degli aspetti più infamanti. La folla plaudente che si esprime con l'ignobile cartellone è composta da manifestanti che protestano contro quei pochi sfrattati dalla terra che approdano tra le miti colline del Montello, provincia di Treviso.

La Terza Via cancella la società e rottama l’idea di sinistra

«Capitalismi. Con la vittoria del No abbiamo preservato, insieme alla Carta, il concetto aristotelico di uomo come animale sociale. Una linea di resistenza da difendere». il manifesto, 30 dicembre 2016 (c.m.c.)

Cos’è cambiato nel 2016 per i migranti in Italia e in Europa

«L’Europa politica disgregata e in crisi, è stata messa di fronte alla propria inadeguatezza». Internazionale online, 29 dicembre 2016 (p.d.)

La difesa dell’ambiente è l’altra faccia della lotta alla globalizzazione

«L’economia globale capitalistica prende le cose buone dai paesi poveri a cui restituisce la nocività. Il socialismo riconosce i bisogni essenziali alla vita». il manifesto, 30 dicembre 2016 (c.m.c.)

Tradito, catturato, torturato: l’abisso egiziano di Regeni

«Delitto di Stato. Tanto clamore per le parole di Abdallah, quando, alla prova dei fatti, il suo ruolo nella vicenda era chiaro e la Procura di Roma ne era a conoscenza dal 9 settembre scorso». Il Fatto Quotidiano, 30 dicembre 2016 (p.d.)

In Campania favori alla camorra. Abbandonati i tesori sardi

«Soprintendenze distrutte. Anche al Sud sono devastanti gli effetti della riforma dei Beni culturali e paesaggistici». Il Fatto Quotidiano, 30 dicembre 2016 (p.d.)

giovedì 29 dicembre 2016

Onu: disarmo nucleare. Risoluzione approvata

Il 24 dicembre, vigilia di Natale, all’assemblea generale delle Nazioni Unite a New York è stata approvata la risoluzione L.41 ... (segue)

Cassazione: licenziamento legittimo se l'azienda vuole aumentare i profitti

«La Corte ribalta il giudizio di appello dove il licenziamento era stato bocciato perché "motivato soltanto dalla riduzione dei costi e quindi dal mero incremento" dei guadagni, mentre è legittimo anche nel caso di una "più efficente organizzazione aziendale"». La Repubblica,  "Economia e finanza"29 dicembre 2016

Mobilità agrodolce

Pochi giorni fa, un tizio sul social network mi impartiva una sua personale lezioncina declinando il classico tema «è il mercato, baby!» (segue

Aiuto, stanno sparendo i geografi

Vengono messe in soffitta, una e una, tutto le scienze del territorio, quando non possono essere impiegate (distorcendole) per l'unico uso del territorio che al capitalismo d'oggi interessa: sfruttarlo nel modo più conveniente alla minoranza che ci domina. La Repubblica, 27 dicembre 2016

Pensare, fare e mettere in comune

«L’idea delle guida è che ogni impresa può svolgere al meglio la propria specifica attività se vive la dimensione sociale e politica in cui è inserita, a contatto con i problemi socio-economici in cui si trova ad operare e ben radicata nel territorio». Comune-info online, 28 dicembre 2016 (c.m.c.)

Israele, la condanna dell’Onu per gli insediamenti nei territori palestinesi. Dopo 37 anni

«La risoluzione, sottolinea che gli insediamenti israeliani costituiscono “una flagrante violazione del diritto internazionale e stanno mettendo in pericolo la praticabilità della soluzione a due stati nonché una pace giusta, duratura e completa”». Il Fatto Quotidiano online, 27 dicembre 2016
(c.m.c.)

Museo con scadenza. Aperto da una onlus: "A gennaio si chiude"

«L'Archeologico di Savona premiato a livello nazionale. Il Comune ha tagliato tutti i fondi, serve uno sponsor». la Repubblica/Genova online  , 26 dicembre 2016 (c.m.c.)

Il Parlamento approva il Tav: non ha capito il trionfo dei No

«La questione non sono le “opere” ma la democrazia. La riforma di Renzi era (anche) un esproprio dei poteri di autogestione dei territori». Il Fatto Quotidiano, 29 dicembre 2016 (p.d.)

Le banche da salvare e la povertà dimenticata

«È  nella persistente presbiopia di governo e Parlamento che si annidano le cause sia del populismo e del disinteresse per un bene comune che appare troppo spesso il privilegio di altri». la Repubblica, 29 dicembre 2016 (c.m.c.)

Nelle terre socialiste di Rosarno, dove nasce la borghesia mafiosa


Un libro che racconta la drammatica dialettica che si è sviluppata nel microcosmo di un comune dilaniato tra lotte popolari, volontà di riscatto, dominio della mafia e Grandi opere. il manifesto, 29 dicembre 2016 (c.m.c.)

mercoledì 28 dicembre 2016

Problemi irrisolti a Venezia, nel 2017 un futuro mediocre

L'intervento del Vicepresidente di Italia Nostra Venezia sul delicato momento che Venezia sta vivendo con gli annosi problemi: Mose, navi, turismo. La Nuova Venezia, 28 gennaio 2016 (m.p.r.)

L’Onu: “Ora basta uccidere”. Ma questo è l’anno record

«Votata la moratoria sulla pena di morte nonostante i numeri in crescita delle esecuzioni capitali dalla Cina all’Arabia Saudita». Il Fatto Quotidiano, 27 dicembre 2016 (p.d.)

Le piccole utopie contemporanee degli ecovillaggi

«Un ecovillaggio non è solo un posto dove si vive insieme, ma è, o dovrebbe essere, un centro di sperimentazione». Internazionale online, 26 dicembre 2016 (c.m.c.)

lunedì 26 dicembre 2016

tutto è diviso


Nel presepe di don Vitaliano un bambinello a pezzi (Agenzia Italia, 26 dicembre 2016)
Un altro presepe 'provocatorio' di don Vitaliano della Sala a Mercogliano, in provincia di Avellino. Nella chiesa di Capocastello, per il Natale è stato esposto sull'altare un bambinello in frantumi, a simboleggiare un Paese diviso nell'accoglienza e di un mondo lacerato dai conflitti, che Papa Francesco ha definito una guerra mondiale "a pezzi". "Se insieme scorgeremo i tanti semi di speranza, i tanti mondi del mondo", ha scritto don Vitaliano sul suo blog, "e se ciascuno recuperera' il coraggio per fare la sua minuscola parte nel ricomporre i pezzi di un'umanita' in frantumi, allora la disperazione di tanti comincera' a trasformarsi in avvento di liberazione e di speranza per tutti: allora sara' veramente un buon Natale".

Alla vigilia di Trump. Movimenti, conflitti, sciopero e la democrazia come crisi

«Il 20 gennaio Trump assumerà i pieni poteri come presidente degli Stati Uniti e si annunciano per quel giorno e i successivi varie manifestazioni che contesteranno l’evento». connessioniprecarie online, 24 dicembre 2016 (c.m.c.)

No tav. Fuori dal tunnel

«Secondo la logica che fa più rumore un albero che cade, di una foresta che cresce, ciò che è venuto a mancare, sul piano dell’informazione è una più corretta analisi dei profondi cambiamenti che stanno avvenendo in val di Susa». M. Aime, Fuori dal tunnel. doppiozero online, 26 dicembre 2016 (c.m.c.)

Le due mosse di Berdini per ricostruire la città.

«Un resoconto di Maurizio Geusa dell’incontro Abitare l’incompiuto in cui è intervenuto l’Assessore all’Urbanistica e Lavori Pubblici Paolo Berdini». carteinregola online, 24 dicembre 2016 (c.m.c.)

domenica 25 dicembre 2016

Passaporti

Per dimostrare di esistere, oggi come duemila anni fa. Altrimenti non ti credono

Cassette degli attrezzi per comprendere il mutare del mondo

«Il multiculturalismo e i suoi critici, dello scrittore britannico di origini indiane Kenan Malik, per Nessun Dogma - un progetto editoriale dell'Uaar». il manifesto, 24 dicembre 2016 (c.m.c.)

La prevenzione dai rischi naturali: una questione (geo)etica e culturale

«Una prospettiva reale al nostro paese non può non includere l’obbligo etico di investire sempre di più nella sicurezza del nostro territorio. La stretta relazione tra dissesto geologico e dissesto sociale sottolinea una disattenzione collettiva verso il territorio». MicroMega online, 23 dicembre 2016 (c.m.c.)

Natale per non arrenderci al presente

Buon Natale a chi non si fa abbattere da un presente difficile e continua a lottare per cambiarlo. articolo21 online, 23 dicembre 2016 (c.m.c.)

Queste 11 mega infrastrutture stanno per cambiare il volto dell’Africa

Peccato che l'unica cifra che viene fornita è quella del costo (non importa in quale valuta) delle Grandi opere avviate in Africa. Nessuno conta quante centinaia di migliaia di persone saranno sfrattati dalle loro terre per gli effetti secondari di quelle opere. Business insider Italia online, 25 dicembre 2016

Equivoco

In cielo e in terra ( Mauro Biani, il manifesto)

Un presepe per i nostri tempi alla Casa di carità di Milano

La Casa della Carità di Milano si prepara a celebrare il Natale con un Presepe che ci ricorda che le migrazioni forzate hanno sempre accompagnato la storia delle donne e degli uomini; anche di una coppia di genitori, Maria e Giuseppe, che, per i cristiani, sono stati i principali attori della Natività». casadellacarità.org, 9 dicembre 2016 (m.c.g.)

sabato 24 dicembre 2016

Storica astensione degli Usa, approvata la risoluzione Onu contro le colonie israeliane

Astensione "storica" perché fino a ieri gli Usa non avevano mai votato "contro" Israele. Ma Netanyahu va avanti come una Panzerdivision. E l'ingiustizia in Terrasanta continua, contro la Palestina. il manifesto, 24 dicembre 2016

Benvenuti nel deserto della postinformazione

«Codici aperti. In un video aziendale di Facebook, Mark Zuckeberg denuncia il dilagare della post-verità nella Rete». il manifesto, 24 dicembre 2016 (c.m.c.)

Populismo e post-verità

«Donald Trump è stato eletto alla presidenza Usa perché ha saputo intercettare l’insofferenza della classe media bianca verso le minoranze, dalle donne agli immigrati.  I parametri della politica a cui eravamo abituati sono stravolti. Il teorico dello storytelling ne discute con la filosofa americana Judith Butler». La Repubblica, 24 dicembre 2016 (c.m.c.)

Migranti, non si deve sparare nel mucchio

«Dopo Berlino. Restituire agli europei i diritti sociali e politici e garantire ai profughi i diritti umani è un’unica battaglia. L’unico modo di prosciugare lo stagno del terrorismo islamista». il manifesto, 24 dicembre 2016 (c.m.c.)

Grillo: "Adesso è il momento di proteggerci, rimpatriare subito tutti gli immigrati irregolari"

Difficile riuscire a giovare, al tempo stesso, a Matteo Salvini, raggiungendolo nel suo inferno razzista e xenofobo, e  a Matteo Renzi, al quale si toglie l'unico antagonista numericamente significativo. Grillo sembra esserci riuscito. A meno che il movimento che ha creato riesca a liberarsi di lui. La Repubblica, 24 dicembre 2016

Beni comuni, un progetto ambiguo

«La nozione di beni comuni, riscoperta negli anni 1980, conosce una popolarità crescente fra i militanti di sinistra. Dall’acqua pubblica ai software liberi, la gestione collettiva invalida il mito della privatizzazione come garanzia di efficienza».il manifesto Le Monde diplomatique n. 12, anno XXIII, dicembre 2016 (c.m.c.)

venerdì 23 dicembre 2016

Una bussola puntata sulle vie di fuga dal regime dell’austerità

«La crisi del capitalismo nel saggio di Sergio Cesaratto "Sei lezioni di economia" per Imprimatur editore. Dopo anni di egemonia del neoliberismo, sono molti gli economisti che chiedono un’inversione di rotta. Sfuggire alla nostalgia e alla demonizzazione. Il primo degli appuntamenti sul ’17 è a Roma». il manifesto, 22 dicembre 2016 (c.m.c.)

Abitare i territori metropolitani

Il libro Fuori raccordo. Abitare l’altra Roma  è il frutto di un gruppo di lavoro interdisciplinare e  prova a mettere al centro il punto di vista dell’abitare, inteso come casa e abitazione e come organizzazione spaziale e temporale nella vita di ogni giorno, come forma di appropriazione dei territori. comune-info, 22 dicembre 2016 (c.m.c.)

Tra cittadini e Palazzo un abisso sempre più grande

«La politica richiede capacità di guardare lontano, la politica impone di interrogarsi sulle conseguenze degli atti compiuti, e trarne le conclusioni».  E invece, questi che hanno occupato il Palazzo...MicroMega online, 23 dicembre 2016 (c.m.c.)

giovedì 22 dicembre 2016

Trivelle nell’Artico, sgambetto perenne di Obama a Trump

«No Drill president. Reazioni indispettite dalla lobby dei petrolieri che sta per fare il suo ingresso sul tappeto rosso della Casa bianca. Mentre il Canada di Trudeau aderisce alla norma di salvaguardia». il manifesto, 22 dicembre 2016 (c.m.c.)

MappaNapoli la magnifica ossessione del Professore

«La storia straordinaria di Italo Ferraro, che da trent’anni, armato di matita, lavora a un atlante completo della città. Atlante della città storica che ora si arricchisce del decimo tomo, dedicato a Posillipo». La Repubblica, 22 dicembre 2016 (c.m.c.)

Il sindaco dei migranti si dimette per protesta “Vittima di complotto”

«Riace, dalla ribalta su Fortune ai sospetti per un video “Non voglio ombre”. E dà l’ultima parola ai cittadini». La Repubblica, 22 dicembre 2016 (c.m.c.)

mercoledì 21 dicembre 2016

Il Passante di Bologna, terza puntata: pettinare il verde, dipingere l’azzurro

«“Green infrastructure”: l’infrastructure è l’autostrada/tangenziale e il green è quello che c’è già, va solo pettinato meglio per attenuare il grigio e i rumori. È la versione emiliana della dialettica di Hegel: il simulacro di tesi, antitesi e sintesi in un unico partito e blocco di interessi». Internazionale online, 21 dicembre 2016 (p.d.)

Una prassi visionaria per vite precarie

«Le forme di alternatività al capitalismo sono destinate a diventare canali di innovazione del capitale se non si dotano di un’autonomia economica. Un’intervista a Andrea Fumagalli in occasione dell'uscita del suo nuovo libro Grateful dead economy». il manifesto, 21 dicembre 2016 (c.m.c.)