responsive_m


La Galleria di Milano requisita per una cena benefica. Per non turbare il senso estetico dei lussuosi ospiti, le barriere che bloccano gli ingressi sono state dipinte d'oro. Il nudo cemento va bene solo in periferia. (p.s.)

scritta dai media

DAI MEDIA

scritta Altri post

martedì 20 ottobre 2015

Unesco, ora Venezia rischia come Firenze

Sarebbe ora che l'Unesco assumesse le sue responsabilità. Ma: 1) Mose e grandi navi hanno amici all'Unesco. 2) a Brugnaro non glie ne può fregà di meno. La Nuova Venezia, 18 ottobre 2015

Lascia oggi Venezia la delegazione dei commissari dell’Unesco con esperti del Centro del patrimonio mondiale, dell’Icomos e della Convenzione Ramsar, che per cinque giorni è stata impegnata in un intenso programma di sopralluoghi e incontri, per valutare lo stato di salute della città dal punto di vista ambientale e monumentale, ai fini del suo mantenimento tra i siti Patrimonio mondiale dell’umanità. La missione terminerà nella redazione di un report che contribuirà alle successive valutazioni degli organismi Unesco.

Il prossimo appuntamento in cui, presumibilmente, si discuterà del caso, sarà infatti l’annuale riunione del Comitato del patrimonio mondiale che si svolgerà in Turchia nell’estate 2016. Sarà in quella sede - dopo il preoccupato documento dello scorso anno, sui problemi ambientali, turistici e legati alle grande navi - che l’Unesco prenderà le sue decisioni sul caso Venezia, e c’è da temere. 

L’area Unesco di Firenze ad esempio è stata appena messa “sotto osservazione”, per la mancata piena applicazione del piano di gestione del sito. Una decisione che è già stata presa per Venezia. La messa sotto osservazione è il primo dei tre livelli di “attenzione” previsti dall’Unesco». Il secondo step è la messa in mora, il terzo, l’espulsione dai luoghi sotto tutela. Uno degli ultimi incontri della delegazione Unesco è stato quello all’Archivio di Stato di Venezia su “Pressione turistica, conservazione e tutela”. promosso dal segretariato generale dei Beni culturali.










Show Comments: OR

copy 2

COPYRIGHT
I materiali pubblicati in questa colonna sono ripresi da altri strumenti d’informazione precisamente indicati in apertura di ogni articolo.

La redazione non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda i siti ai quali è possibile accedere tramite eventuali collegamenti, forniti come semplice servizio a coloro che visitano eddyburg.it. Lo stesso dicasi per i siti che eventualmente forniscano dei link alle risorse qui contenute. Il semplice fatto che eddyburg.it fornisca eventuali collegamenti, non implica una tacita approvazione dei contenuti dei siti stessi, sulla cui qualità, affidabilità e grafica è declinata ogni responsabilità.

I documenti e le immagini pubblicate in questa colonna del sito sono quasi tutti tratti da Internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; inoltre sono pubblicati senza alcun fine di lucro. In ogni caso, qualora qualcuno di detti documenti o immagini violasse specifici diritti di autore, si prega di comunicarcelo per la relativa rimozione.