responsive_m

8 dicembre: L'Italia che lotta per la giustizia ambientale

8 dicembre: L'Italia che lotta per la giustizia ambientale
In migliaia contro questo modello di sviluppo che sta devastando l'habitat in cui viviamo. Contro le grandi opere inutili e dannose; l'inquinamento dell'aria; la contaminazione di acque e suolo da processi industriali; gli inceneritori, le politiche sui rifiuti e l'ecomafia che ci specula; il consumo di suolo; le grandi navi; i gasdotti e la dipendenza dai fossili; la sottrazione di beni comuni; le antenne militari; l'erosione della democrazia; il prevalere del profitto di pochi sul benessere di tutti. Non solo per la difesa dell'ambiente, della salute, dei territori, ma per un inversione di rotta (i.b.)

INVERTIRE LA ROTTA

FARE SPAZIO ALLE ATTIVITA CULTURALI

DAI MEDIA

martedì 31 marzo 2015

La Storia di Pietro, il numero speciale del manifesto per Ingrao

Per raccontare Pietro Ingrao,  il manifesto presenta nel giornale di oggi (31 maggio 2015)a un libro su di lui, con numerosi contributi e suoi scritti. Inseriamo la nota editoriale e  il contributo di Luciana Castellina,

"Gli errori dell'Assessore Marson. Non è stata capace di dialogare e trovare sintesi con il Consiglio Regionale"

A illustrazione dell'articolo di Paolo Baldeschi inseriamo la commovente  lamentazione di un autorevole rappresentante del PD toscano. Questa critica da destra dell'operato di Marson ci sembra interessante perché esprime bene l'ideologia (post-berlusconiana, si potrebbe dire) di quella parte politica. Il Tirreno, 31 marzo 2015

Francia e Stati Uniti. Bicameralismo ed elezione Enti Locali: perché in Italia no?

«Peccato che nessuno abbia fatto notare che da noi l'equivalente istituzione delle Province si è vista sottrarre questa possibilità».

L'intelligenza politica del PD Toscano

L'approvazione del Piano paesaggistico della Toscana è stata subita dal Pd, stretto tra l'intervento del Ministro Franceschini e dal Mibact ...>>>

Interregno, lo spazio liquido dell’esistenza

«Stato di crisi» di Carlo Bordoni e Zygmunt Bauman, per Einaudi. L’impoverimento e le disuguaglianze sociali hanno evidenziato l’implosione di un modello economico. L'Ue è il laboratorio dove sperimentare, in più occasioni, le varie politiche legate all’austerity». Il manifesto, 31 marzo 2015

La studiosa Nancy Fraser: il movimento delle donne ha fallito

Una seria autocritica della fase recente del femminismo. «Di femminismo e di un’alleanza per la democrazia c’è bisogno più che mai: ma perché siano i popoli e non i mercati a dettare la linea ai governi, dobbiamo abbandonare l’ossessione individualista. E recuperare la solidarietà». La Repubblica, 31 marzo 2015

Cavallerizza all’asta. Con mistero

Succubi di una politica europea e nazionale volta sistematicamente ad arricchire i già ricchi impoverendo gli altri (e i posteri), insistono nel tentativo di far cassa liquidando il prezioso patrimonio collettivo e abbandonando al degrado della privatizzazione un bene culturale prezioso. Il manifesto, 31 marzo 2015

La parola sinistra e la bussola dei diritti

Quando Renzi pretende (proprio lui!) di essere l'unico a poter rivendicare l'uso di quella parola esprime il più arcaico dei modelli della vecchia sinistra. Che la nuova sinistra trovi la bussola per non ricadere nell'errore. La Repubblica, 31 marzo 2015

lunedì 30 marzo 2015

Leggere la città, rassegna a Pistoia

Da giovedì 9 a domenica 12 aprile, torna a Pistoia la rassegna Leggere la Città,  organizzata dal Comune di Pistoia. Quest’anno ha per tema lo spazio pubblico. Interverranno, tra gli altri, Edoardo Salzano, Vezio De Lucia, Ilaria Boniburini, Paolo Maddalena, Antonietta Mazzette (segue qui)

Auguri, Ingrao

Oggi Pietro Ingrao compie cento anni. Meriterebbe di viverne altri cento. Gli auguriamo (e auguriamo a noi stessi) di viverne ancora quanti bastano per vedere il nostro mondo un po' piu vicino a quello che lui (e noi) desideremmo per i nostri figli e nipoti. Rinviamo chi voglia conoscerlo meglio alla cartella di eddyburg  in cui raccogliemmo alcuni scritti su di lui.

Perché il popolo tradisce la sinistra

Un'analisi riferita alla situazione francese, ma perfettamente calzante per l'Italia e l'Europa. In estrema sintesi,  la risposta al titolo è questa: il popolo tradisce la "sinistra" perché la sinistra non c'è. La Repubblica, 30 marzo 2015

«La Laguna va vincolata contro lo scavo del canale Contorta»

Venezia: il candidato sindaco che voglia i nostri voti si impegni formalmente a difendere la Laguna, adoperando gli strumenti e le persone adeguate a questo compito. La richieste di una importante rete di  associazioni veneziane. Il Gazzettino, 30 marzo 2015

Per la morte degli ulivi del Salento

Quella prima della Pasqua è celebrata dalla chiesa cattolica come “la domenica delle palme”. In questa festa viene ricordato il giorno...>>>

Lo spirito nuovo del ceto medio

Interessante analisi delle diverse forme, ragioni e dinamiche dei movimenti di protesta. «Se i movimenti del 2012 erano quelli dei precari, negli anni seguenti a scendere in piazza è stata la classe impoverita. Le ampie ondate di protesta hanno un carattere costitutivo, e sospendendo vecchie regole ne creano di nuove. In questo modo la democrazia si è evoluta nelle strade». sbilanciamoci.info, 25 marzo 2015

domenica 29 marzo 2015

New York-Pechino, 2h,30

Prosegue indefessa la ricerca per rafforzare la "infrastruttura globale" rete di siti d'eccellenza e connessioni veloci materiali e immateriali, costruita per i pochi che detengono potere e ricchezza, e i loro servi più prossimi. Servizio di Sergio Pennacchini e commento di Michele Smargiassi, la Repubblica, 29 marzo 2015

Incidenti stradali e ora legale

L'attenzione alla vita quotidiana e lo spirito critico sono due buoni punti di partenza per scoprire le magagne della città e della società, e intravedere  i modi per la loro neutralizzazione. La Città Conquistatrice, 29 marzo 2015

Bisogna aiutare Matteo a difendersi da se stesso

Come ha fatto a non capire subito che Matteo Renzi era così? Anche i più intelligenti sbagliano.  Peccato. Forse se capiva in tempo Matteo non vinceva.  La Repubblica, 29 marzo 2015

La meritocrazia è giusta? Il dibattito che manca a sinistra

«Realizzare riforme meritocratiche è sopratutto un complesso esercizio di ingegneria sociale che non può dimenticare la stella polare della giustizia sociale. Esiste oggi per la sinistra una sfida politica più accattivante di questa?». Glistatigenerali.com, 27 marzo 2015 , con postilla

La misura della piazza

«Ritro­vare una sog­get­ti­vità poli­tica diventa un biso­gno natu­rale e l’alleanza con tutte le realtà asso­cia­tive che non si ras­se­gnano è una via mae­stra per raf­for­zare l’opposizione a un governo ricco di slo­gan almeno quanto è povero di un inno­va­tivo pro­getto di svi­luppo». Il manifesto, 29 marzo 2015

Una luce in fondo al tunnel?

Grande manifestazione a Roma. Una nuova coalizione sociale, che non comprende solo i lavoratori ma tutti gli sfruttati. Dalla fabbrica alla città, dalla città al mondo

Unions in piazza, Landini sfida il governo “Basta spot, Renzi peggio di Berlusconi”

«In migliaia a piazza del Popolo per il lancio di Coalizione sociale “Abbiamo più consensi del premier ogni mezzo per cancellare il jobs act” Nel corteo i pd Bindi, Civati, Fassina». La Repubblica, 29 marzo 2015

sabato 28 marzo 2015

Meno cave, meno cemento il paesaggio toscano adesso ha la sua legge

«Il Consiglio regionale approva dopo una seduta rovente il provvedimento che regola spiagge, vigneti e territorio. L’accordo raggiunto grazie al ministero dei Beni culturali». La Repubblica, 28 marzo 2015

Paesaggio toscano salvato

«Via libera del consiglio regionale al piano elaborato dall'assessora e urbanista Anna Marson, che insieme al Mibac e allo stesso Enrico Rossi ha cancellato gli emendamenti cementificatori inseriti dal Pd locale. Ok anche di Sel e Rifondazione: "E' stato sconfitto il partito renziano"». Il manifesto, 28 marzo 2015

Landini in piazza sfida governo e Cgil

Oggi a Roma la prima prova di “Coalizione sociale”. Minoranza dem in ordine sparso: ci saranno Fassina e Rosy Bindi, i bersaniani si defilano. Colonna sonora di canti operai, sul palco i colori della prima campagna di Obama. La Repubblica, 28 marzo 2015

Che ne sai tu di un campo di grano?

Tra i grattacieli fortemente voluti da Maurizio Lupi, venduti alla famiglia reale del Qatar, un progetto di landscape per Expo calato dall'iper-uranio della globalizzazione, e del tutto surreale in una città a cui si vorrebbe far perdere la memoria. Corriere della Sera Milano, 28 marzo 2015, postilla (f.b.)

Toscana. approvato il piano paesaggistico

Approvato il piano, proposto dall'assessore Anna Marson (nella foto) e guastato degli eletti dal popolo ma  rappresentanti di pesanti interessi privato. Come il racconto dei fatti rivela. Onore all'assessore e a chi ha lavorato con lei. Ma la storia non è finita

Toscana. Lo scontro tra interesse pubblico e interessi privati non è finito

Intervento al Consiglio Regionale DOPO il voto di approvazione del Piano Paesaggistico della Regione Toscana, il 27 marzo 2015. Senza peli sulla lingua.

venerdì 27 marzo 2015

Arrivano regali al Comune: il Demanio cede immobili

Sono 48 i beni per i quali l'Agenzia ha dato il via libera per il trasferimento. Vicenda da seguire con attenzione per capire chi sono destinatari dei regali. La Nuova Venezia, 27 marzo 2015

Come arricchirsi con l'uno per cento

«Grazie a sponsor politici e protezioni aziendali, le grandi opere sono sempre un affare. Così funziona il meccanismo che assegna le direzioni dei lavori. A spese dei cittadini». L'Espresso, 2 aprile 2015 (m.p.r.)

L'ottimizzazione della biblioteca della Gam di Torino

«Quel patrimonio non è ormai più “della città”, ma della “Fondazione Torino Musei”». Repubblica.it, 27 marzo 2015

Il paradosso democratico di Colin Crouch

«Un’intervista con lo studioso inglese, ospite della 'Biennale Democrazia' di Torino. La necessità di una puntuale critica al potere dei giganti e di una complementare capacità innovativa della sinistra europea». Il manifesto, 26 marzo 2015

Alterita' e geografie umane

Un breve dialogo per spiegare perchè l'antropologia serve oggi più di ieri. Intervista di Andrea Staid a Marc Augé e Marco Aime. Comune.info, newsletter, 26 marzo 2015

La truffa delle Grandi opere

«La corruzione è furto di bene comune, furto di diritti e di speranze, di opportunità e di lavoro. Per sconfiggerla occorrono innanzitutto leggi all’altezza. Serve anche l'impegno di tutti  a farle vivere attraverso le scelte e i comportamenti quotidiani». Sbilanciamoci.info, 25 marzo 2015

giovedì 26 marzo 2015

Coalizione sociale, con un altro sindacato

«La crisi della forma par­tito ha tro­vato una sua solu­zione a destra: partiti-azienda, partiti-ditta, par­titi della nazione, mono­cra­tici, media­tici, ora­co­lari, tra­sfor­mi­sti, post­par­la­men­tari. C’è da dubi­tare che da qual­che costola, mira­co­lo­sa­mente sana, di que­ste for­ma­zioni possa pren­der avvio una diversa dire­zione di mar­cia». Il manifesto, 26 marzo 2015

L'anatema contro la teoria di genere

«Alcune studiose femministe hanno proposto il concetto di genere, per indicare quanto di costruzione sociale - per lo più entro rapporti di potere asimmetrici - ci fosse e ci sia tuttora in ciò che viene definito maschile e femminile». La Repubblica, 26 marzo 2015

Gli ogm europei alla prova del Ttip

Le trat­ta­tive per il Ttip sono com­pli­cate. Si stanno con­fron­tando due mondi diversi. Da una parte ci sono gli Usa che tute­lano il mer­cato e i loro pro­dotti e dall’altra c’è l’Europa che, sulla carta, dovrebbe pre­di­li­gere la tutela dei con­su­ma­tori e la qua­lità dei pro­dotti. Il manifesto, 26 marzo 2015 (m.p.r.)

Bye Bye Pisapia

Per i molti cittadini che avevano votato Pisapia, attendendosi anche una svolta radicale rispetto al modello neoliberista e mercatistico...>>>


Una risposta finanziaria ad una svolta culturale

«In gran parte del mondo, Stati Uniti in testa, le persone si orientano ogni giorno di più verso consumi alimentari attenti alle produzioni locali di piccola scala, stagionali, organiche. A fronte di questo processo è significativo che la grande industria, che si vede minacciata da un radicale cambio di mentalità, risponda andando esattamente nella direzione opposta». La Repubblica, 26 marzo 2015 (m.p.r.)

mercoledì 25 marzo 2015

Perché l’Italia non è un paese per whistleblower

«Se il whistleblowing manca di una traduzione idonea forse dipende anche dal fatto che, pure giuridicamente, in Italia è ancora un significante privo di significato: sostanziarlo gioverebbe alla legalità, oltre che al  lessico». Lavoce.info, 24 marzo 2015 (m.p.r.)

L’insegnamento di Platone: il politico sia senza famiglia

«Proprio per questa propensione allo status vantaggioso per sé e la propria famiglia, non ci si deve stancare di denunciare, condannare e rimuovere le forme anche blande o “innocenti” (?) di aiuto ai figli, mariti, nipoti, e amici loro. La ragione di questa severità non è moralistica, ma di prudenza politica». La Repubblica, 25 marzo 2015

Fermate la mattanza degli ulivi secolari

«Lettera al Commissario Europeo alla Salute Vytenis Andriukaitis in merito alla vicenda della Xylella Fastidiosa e al paventato abbattimento di centinaia di migliaia di ulivi del Salento. Una misura che la Commissione ha indicato come necessaria per il contenimento del contagio del batterio». Comune-info, 25 marzo 2015 (m.p.r.)

Hanif Kureishi:“Conosco quei ragazzi sedotti dal Califfato”

«Medio Oriente, Nord Africa: i musulmani sono molto esposti a tensioni. Il caos non aiuta la moderazione. Siamo in un mondo multiculturale. Esistono tante forme di islamismo, quante di capitalismo. Solo proteggendo democrazia e società libera, la Jihad apparirà ai giovani come una chimera». La Repubblica, 24 marzo 2015

Quel che può il sindacato

Il gruppo dirigente della CGIL che critica e dissente da Maurizio Landini per la costituzione di una Coalizione sociale - ancorché lo faccia per comprensibili ragioni...>>>

martedì 24 marzo 2015

L'elmetto contro l'IS

La questione non è l'elmetto, è domandarsi se il fenomeno dell'estremismo islamistico  è tale da poter essere sconfitto con l'impiego della forza militare. In calce la risposta di Gad Lerner a Guido Viale. La Repubblica, 24 marzo 2015

Acqua privata, Bruxelles ci prova

«Ma la rete dei cittadini ha raccolto 1,8 milioni di firme per proporre alla Commissione Ue una legge che riconosca le risorse idriche come bene dell’umanità, dunque da escludere dal mercato interno e dai trattati internazionali». Il manifesto, 24 marzo 2014 (m.p.r.)

Per le opere cura di democrazia, tecnologia e servizi

«La chiave per valutare un’infrastruttura deve essere il servizio che garantisce ai cittadini» Ma si tratta di capire quali servizi sono prioritari, se per poche persone avere un Milano-Roma ogni 15 minuti, o per centinaia di migliaia arrivare presto in fabbrica, ufficio o scuola. Il Sole 24 Ore, 22 marzo 2015

Un varco tedesco per Tsipras

«Il bilan­cio del ver­tice è, stando alle dichia­ra­zioni, posi­tivo per entrambi. Ma chi ha segnato un punto è cer­ta­mente il pre­mier greco». Il manifesto, 24 marzo 2015 (m.p.r.)

lunedì 23 marzo 2015

Mecenati d’assalto

«Se il Mose funziona lo venderemo ai cinesi». Non è una battuta di Crozza. Lo ha detto Luigi Brugnaro, già presidente della Confindustria di Venezia...>>>

Broni-Mortara inutile e dannosa: Autostrada bocciata dal ministero

Prosegue la tardiva ma coerente demolizione del progetto infrastrutturale padano del centrodestra (e non solo) da parte del principale quotidiano. Corriere della Sera Lombardia, 22 marzo 2015

Renzi studia l’interim alle Infrastrutture “Vado per cambiare”

Una notizia agghiacciante. Il rimedio peggio del male. Comunque ci siamo abituati. La stessa politica del territorio, ma in più a Napoli di direbbe: "a pazziella 'mmano a' creatura". La Repubblica, 23 marzo 2015

Catanzaro. Dall’espansione alla manutenzione

Una testimonianza dal Mezzogiorno. I problemi urbanistici di Catanzaro e l’indicazione di soluzioni ragionevoli per una migliore condizione urbana, non solo in un'area di una parte dell'Italia troppo spesso dimenticata

Quel campo patacca non è il vero grano

La vera agricoltura che fa bene al pianeta Terra non si fa all'Expo2015, ma là dove vogliono cancellarla con cemento e asfalto. Ma resiste ancora. Il Fatto Quotidiano, 23 marzo 2015

domenica 22 marzo 2015

“La Terra è di Dio”

Il 13 marzo scorso Papa Francesco ha annunciato l’indizione di un Giubileo straordinario per il 2015-2016, un anno “santo” per ricordare al popolo di Dio...>>>

Il Fondo Monetario Internazionale: «Senza sindacati, ricchi più ricchi»

«Il Fondo Monetario Internazionale riscuote consenso tra le sue vittime: i sindacati."Il potere contrattuale dei lavoratori riequilibra la redistribuzione dei redditi". La ricetta: generalizzare il salario minimo». Il manifesto, 22 marzo 2015

Come battere la corruzione e come costruire la nuova Europa

Due temi importanti, maltrattati dal governo (e trascurati dal Parlamento): il rapporto tra politica e struttura burocratica dello Stato e dimensione politica dell'Unione europea. La Repubblica, 22 marzo 2015

Salviamo l'Umbria!

Ancora una denuncia per un ennesimo episodio di distruzione del paesaggio, della legalità, promosso dalle "Grande intesa"che si pasce con le Grandi opere inutili e dannose. Speriamo anche noi che nel PD umbro non tutti siano uguali. La Repubblica online, blog "Articolo 9", 22 marzo 2015