responsive_m

Cambiamenti climatici: nessun cambiamento di rotta!

Cambiamenti climatici: nessun cambiamento di rotta!
Negli ultimi 250 anni abbiamo vissuto secondo un modello socio-economico che ha cambiato il pianeta a tal punto da mettere in crisi l’ecosistema stesso, ma non c’è la volontà di cambiare rotta. La Conferenza Onu sul clima di Katowice ha offerto il solito triste spettacolo: da una parte le nazioni che difendono i loro interessi economici e industriali e dall’altra quelle più vulnerabili che si giocano la sopravvivenza. La loro si congratula per le norme approvate (i.b.)

INVERTIRE LA ROTTA

FARE SPAZIO ALLE ATTIVITA CULTURALI

DAI MEDIA

venerdì 31 ottobre 2014

La Spagna vuole quartieri premium con più servizi ma privatizzati

La frammentazione dell’insediamento dell’uomo in un insieme di recinti privatizzati, di moda in tutto il mondo,  è oggi per la città l’equivalente di ciò che per Pompei ed Ercolano fu l’eruzione del Vesuvio nel 79 d.C. La Repubblica, 31 ottobre 2014

Rottamare la Legge Lupi

Approvato il Rottama  Italia da un Parlamento utile solo a chi comanda (a sua volta comandato dai padroni del vapore) si apre una nuova battaglia: evitare che il rullo compressore del territorio e della democrazia riprenda il suo cammino e renda definitivo ciò finora è stato giustificato col pretesto dell'emergenza: occorre riprendere ed estendere la battaglio per rottamare la legge urbanistica nazionale presentata da Maurizio Lupi. Aderite scrivendo in calce all'appello di eddyburg, oppure mandando una e-mail a questo indirizzo

Per papa Bergoglio una dottrina al settimo cielo

«Le parole del papa sono un distil­lato di saperi, espe­rienze e rifles­sioni sedi­men­tato in anni di lotte sociali, soprat­tutto dell’America Latina. Ma se a ispi­rarlo fosse stato invece dio, e se dio la pen­sasse così, ben venga anche lui tra di noi». Il Manifesto, 31 ottobre 2014 (m.p.r.)

Il premier è figlio (legittimo) di D’Alema e Bersani

Critiche sensate ai padri di Renzi, ma significativa  elusione di un nodo centrale: qual'è il giudizio sul sistema capitalistico, e quale la conseguente strategia? e quali i principi e valori da assumere a fondamento della societa'? Il manifesto, 30 ottobre 2014, con postilla

giovedì 30 ottobre 2014

Pd, chi aspetta obbedendo

Sinistra Pd. Se Renzi vince la sinistra interna farà testimonianza, se Renzi perde verrà travolta dalle macerie. E’ preferibile un disegno esplicito di rottura, con una guerriglia aperta sulle riforme. Il manifesto, 30 ottobre 2014

ITALIA, 2014

La repressione e' l'anima della nuova democrazia

Economia e politica, lobby all'assalto. Ecco chi sono i nuovi potenti

Tutti i nomi (per ora) della rete del potere occulto che avvolge quanto resta della democrazia italiana.  L'Espresso online, 23 ottobre 2014

Sardegna: il ddl urbanistica della Giunta Pigliaru risponde alla necessità abitativa?

Domandiamo ancora: come fa una giunta regionale ad approvar insieme la sacrosanta conferma del Piano paesaggistico di Reato Soru e gli strumenti del suo smantellamento con i “piani casa” di Cappellacci? Gli psichiatri parlerebbero di schizofrenia. Il Fatto Quotidiano, 28 ottobre 2014

mercoledì 29 ottobre 2014

La differenza visibile tra destra e sinistra

«Vi sono due condizioni che fanno, oggi come ieri, la differenza tra destra e sinistra. Una è la scelta della parte sociale da cui stare: in politica, nell’economia, nella cultura...».  La Repubblica, 29 ottobre 2014

Stare al fianco dei poveri è Vangelo non comunismo

Qui si vola un po' piu' in alto rispetto alla politica politicante.  E' il testo dell'intervento di papa  Francesco all''Incontro mondiale dei movimenti popolari.  «Terra, casa e lavoro, quello per cui voi lottate, sono diritti sacri». L'Avvenire, 28 ottobre 2014

Acqua e beni comuni, il secondo scalpo di Renzi

«Sblocca Italia. Tra decreti e legge di stabilità l’uno-due che può disintegrare i servizi pubblici locali. Si chiede ai sin­daci di met­tere in ven­dita i beni comuni, per con­sen­tire loro di man­te­nere uno strac­cio di fun­zio­na­mento ordi­na­rio dell’ente locale». Il manifesto, 29 ottobre 2014 (m.p.r.)

Più case che abitanti

«Belpaese?. Il rapporto Svimez sullo spopolamento del Mezzogiorno e i dati Istat sull'abnorme quantità di case inutilizzate raccontano di un inarrestabile declino e di un modello sbagliato. Lo Sblocca Italia in realtà sblocca solo le speculazioni finanziarie e la cementificazione selvaggia». Il manifesto, 29 ottobre 2014 (m.p.r.)

L’assurdo assalto delle Ferrovie ai bus

«I Comuni auspicano che il gruppo guidato da Elia si occupi anche di trasporto urbano, sperando così di ricevere più fondi. Ma i cittadini alla fine ci rimetterebbero». Il Fatto Quotidiano, 29 ottobre 2014

Aiuto, è scomparsa la fontana

«Il vero capolavoro della storia dell'arte italiana  è lo spazio pubblico urbano. I centri delle nostre città sono infinitamente più importanti di tutti i quadri che riusciate a ricordare. Perché noi i nostri “capolavori” li possiamo attraversare, percorrere, 'camminare'». Il Fatto Quotidiano, 29 ottobre 2014

Nell’elogio della discordia l’anima kantiana di Bobbio

Una parola  «adoperata per indicare dottrine e attività diametralmente opposte» (Gaetano Salvemini)  esaminata in   fruttuoso dialogo tra una visione liberale ( Norberto Bobbio)  e una visione marxista (Pietro Ingrao). la Repubblica, 29 ottobre 2014

Regole (urgenti) per una città porosa

Il caso di un'anziana morta per un incidente stradale, battendo la testa urtata da un ciclista, scatena il partito degli automobilisti, tutti uniti al ministro Lupi nella richiesta di repressione e/o (improbabili) opere pubbliche. Ma basterebbe così poco. La Repubblica nazionale e Corriere della Sera Milano, 29 ottobre 2014, postilla (f.b.)

martedì 28 ottobre 2014

Come la corsa al cemento sta rovinando l'Italia

«Gran parte del nostro suolo è edificato, il doppio di venti anni fa. Da tempo non si costruisce per la domanda sociale: la rendita fondiaria, poi immobiliare, si è trasformata in finanziaria. I "nuovi vani" dovevano costituire le "basi concrete" per "costruzioni virtuali" di fondi d'investimento o risparmio gestito». La Repubblica, 27 ottobre 2014

Venezia, assenza di proposte per gestire il flusso turistico

«Il turismo di massa reca danni ingenti. La crescita del numero di visitatori e l’abbassamento della loro qualità sono intrinseche all’attuale sistema turistico veneziano. Solo con una politica turistica precisa e innovativa, questo circolo vizioso potrà essere interrotto». La Nuova Venezia, 28 ottobre 2014 (m.p.r.)

lunedì 27 ottobre 2014

Il capitale della sinistra

«Pos­siamo sba­gliarci, ma vedendo il cor­teo ci siamo con­vinti che una sini­stra di popolo, con­sa­pe­vole, for­ti­fi­cata dalla capa­cità di resi­stere alla duris­sima prova della crisi, ha ripreso pie­na­mente il suo diritto di cittadinanza». Il manifesto, 26 ottobre 2014

ll ri-partito della nazione

«Mi riesce difficile immaginare la costruzione del futuro senza coltivare il passato. Vanificando i valori e le narrazioni della storia comune e condivisa. Della quale, per il centrosinistra, fa parte il riferimento agli operai e allo stesso sindacato». La Repubblica, 27 ottobre 2014

Contorta, approvato il parere negativo

«Ieri a Ca’ Farsetti la delibera del consiglio comunale. Tre studi molto critici inviati a Roma. Quello elaborato dall’assessorato all’Ambiente e dai dirigenti del Comune, integrato dalle osservazioni - altrettanto critiche - dell’Università di Padova  e dal Corila». La Nuova Venezia, 25 ottobre 2015 (m.p.r.)

domenica 26 ottobre 2014

Lettera aperta sul Piano paesaggistico della Toscana al mio direttore di dipartimento

Una argomentata replica di Daniela Poli a un articolo di Saverio Mecca, direttore del dipartimento di Architettura dell'Università di Firenze (riportato in calce), a proposito del piano paesaggistico della Toscana. ancora una difesa del piano sottoposto alle bordate dei neoliberisti pratici della Toscana, cui si aggiunge qualche esponente dell'accademia

A tre mesi dal via i conti della Brebemi sono già a rischio

Prosegue il disastro economico apparente della discussa arteria padana per lo sviluppo del territorio, ma niente paura, probabilmente siamo solo a metà dell'opera. La Repubblica Milano, 26 ottobre 2014, postilla (f.b.)

sabato 25 ottobre 2014

Il partito-tenda della Leopolda

 Nasce alla Leopolda il "Partito della Nazione. I più vecchi, e quelli che conoscono la storia del secolo scorso, ricordano il Partito Nazionale Fascista di Mussolini e il Nazionalsocialismo di Hitler. La Repubblica, 23 ottobre 2014

Guernica

Nell'anniversario della nascita di Pablo Picasso (25 ottobre 1881) ricordiamo che la tragedia che aveva raffigurato non e' ancora finita

Su la testa

In piazza San Giovanni a Roma, alla Leopolda a Firenze, due Italie. Da una parte i governo e dall'altra l'opposizione; da una parte la destra  e dall'altra la sinistra.La linea che le divide e' la difesa del lavoro. Il manifesto, 25 ottobre 2013

venerdì 24 ottobre 2014

In autostrada corre la proroga (e la rendita)

«Gestire un’autostrada è attività molto semplice e senza rischi imprenditoriali. Tutti gli interventi sono stati finanziati a debito e i debiti ripagati con i pedaggi. Eppure, attraverso le proroghe si perpetuano le rendite per le società concessionarie. Investimenti pagati due volte dai cittadini». La voce info, 24 ottobre 2014

Le domande che vorrei fare a Napolitano

«Un’udienza che poteva e doveva essere indispensabile, ragion per cui la Corte d’Assise l’ha disposta quasi sfidando l’evidente riottosità del capo dello Stato, rischia di essere un’udienza inutile, perfino dannosa per l’accertamento della verità». Il Fatto Quotidiano, 24 ottobre 2014 (m.p.r.)

La Leopolda al Quirinale

«Nel giorno in cui il governo è ricorso due volte alla fidu­cia, una alla camera e un’altra al senato, era pos­si­bile spe­rare in un richiamo, un’osservazione, una per­ples­sità del Qui­ri­nale». Invece Re Giorgio ha ammonito chi si oppone al Rottamatore. Il manifesto, 24 ottobre 2014

Sblocca Italia in deroga, c’è la kermesse

«Passa in carrozza, insomma, lo Sblocca Italia. Il governo ottiene di votare subito la fiducia, senza aspettare le 24 ore regolamentari: "dobbiamo andare a Firenze..."». Il Fatto Quotidiano, 24 ottobre 2014

Vergogna Italia

La Camera dei deputati (dei partiti) ha concesso al Governo Renzi/Lupi di porre la fiducia sul decreto Rottama Italia. l'unico deputato del PD che non ha votato votato la fiducia e' Massimo Bray. La votazione del decreto legge e' prevista l'11 novembre. Pubblicheremo i nomi dei deputati che avranno votato a favore

Calabria, problema nazionale

Il cittadino italiano mediamente informato può farsi un'idea di quale sia lo stato dei partiti e della vita politica in Calabria grazie >>>

giovedì 23 ottobre 2014

La politica secondo Matteo

Mauro Biani, il manifesto, 23 ottobre 2014

Renzi, illusionista dei «poteri immobili»

Legge di stabilità. La manovra avrà conseguenze distributive inique e ulteriormente depressive sulla crescita. Renzi fa scelte economiche e sociali omogenee agli interessi dei settori del Paese funzionali ai suoi obiettivi di sfondamento nel centrodestra. Il manifesto, 23 ottobre 2014

Il suolo consumato dal centrodestra padano

Una legge per il contenimento del consumo di suolo, che (roba da matti) invece di stabilire cosa lo è e cosa no, prevede «criteri che definiranno di volta in volta il concetto di consumo di suolo». Articoli di Andrea Montanari e Ilaria Carra. La Repubblica, ed. Milano, 24 ottobre 2014 (f.b.)

Rottamiamo la legge Lupi. Adesioni al 21 ottobre

Ecco l'ulteriore aggiornamento delle adesioni alla nostra campagna  contro la proposta di legge di Maurizio Lupi, l'inemendabile legittimazione, finale e definitiva, della politica del territorio targata Craxi-Berlusconi-Renzi. Aiutateci, raccogliete  e inviate altre adesioni 

Basta il titolo per fare una buona legge?

A proposito del commento entusiastico sulla Legge Lupi del neo direttore di Urbanistica, Federico Oliva, vorrei a mia volta osservare…>>>

Sblocca Italia, autostrade nel mirino dell’Ue: rischio infrazione

«RottamaItalia. Il governo rischia una procedura d'infrazione europea per l'articolo 5 del decreto che regola le concessioni autostradali. La denuncia di Altreconomia: "L'obiettivo dell'articolo pare solo uno: fare in modo che il rinnovo delle concessioni non sia mai messo a gara, una gara europea"». Il manifesto, 21 ottobre 2014 (m.p.r.)

martedì 21 ottobre 2014

I treni perduti di Matera capitale della cultura senza la stazione

«La città dei Sassi è l’unico capoluogo tagliato fuori dalla rete Fs Dal 1986, data di inizio dei lavori, si sono sprecati 270 milioni. Un progetto nato male e finito peggio». La Repubblica, 21 ottobre 2014 (m.p.r.)

Provvedimenti «anticemento» nel cassetto

«Una delle prime cose che abbiamo dovuto imparare quando siamo entrati in Parlamento è che in politica bisogna distinguere quello che si dichiara di voler fare da quello che si intende fare davvero». Corriere della Sera, 19 Ottobre, 2014

Grandi navi e lobby. La soluzione può nascere solo dalla conoscenza

«Suona offensiva l'offerta dell'Autorità Portuale per barene in altre zone della laguna, «a compensazione» delle negatività dell'intervento: si avalla il principio che per fare interventi di ripristino della laguna è necessario demolirne una parte». Corriere del Veneto, 21 settembre 2014 (m.p.r.)

Meno alluvioni e più posti di lavoro

«E' più urgente costruire un’autostrada o mettere in sicurezza una regione e la vita di quasi due milioni di persone? Questo è il grande compito della politica: decidere, scegliere le priorità, guardare al futuro». Il Fatto Quotidiano, 20 ottobre 2014

Contorta: note sulla valutazione di impatto ambientale (Via)

Ecco cosa direbbe il Piano morfologico della Laguna di Venezia se avesse concluso il suo iter approvativo e se fosse corredato di una struttura adeguata di tecnici ed esperti per la sua gestione e monitoraggio.  16 ottobre 2014, con postilla (m.p.r.)

lunedì 20 ottobre 2014

Perché i diritti non sono un lusso in tempo di crisi

«Quando si restringono i diritti di lavoro, salute e istruzione, si incide sulle precondizioni di una democrazia non riducibile a un insieme di procedure. Non sono i diritti a essere insaziabili, ma la pretesa dell'economia di stabilire i diritti compatibili». La Repubblica, 20 ottobre 2014

Pisapia difende San Vittore: il carcere resti dentro la città

Una scelta politica e sociale dell'amministrazione di Milano, molto in linea con tante altre strategie, territoriali e ambientali, compreso il contenimento del consumo di suolo. Corriere della Sera, 20 ottobre 2014, postilla (f.b.)

sabato 18 ottobre 2014

Lo “Sblocca Italia” contro Bagnoli. Due profili di illegittimità costituzionale

Un ulteriore commento all'art. 33 dello Sblocca Italia su Bagnoli che espropria la funzione amministrativa comunale di pianificazione territoriale.

Una guerra dentro il ceto medio

«Nella colonna sociale che non mar­cia più in avanti, si guarda al vicino con invi­dia. E se non si rie­sce più a vedere in chi sta avanti il sog­getto al quale togliere per dare a chi sta sof­frendo, viene natu­rale guar­dare chi sta accanto. Dalla lotta di classe si scade nell’invidia». Il manifesto, 18 ottobre 2014

venerdì 17 ottobre 2014

Quei “poteri forti” nei trasporti: le ferrovie come le autostrade

«Ferrovie e autostrade sono monopoli naturali regolati. Con molte similitudini. A partire dal fatto che manca la volontà di intaccarne il potere. Permettendo così a Fsi di bloccare qualsiasi apertura alla concorrenza o riduzione dei sussidi pubblici». Lavoce.info, 17 ottobre 2014

Contorta: Mira,l'Unesco, i pescatori, il Piano del Porto, l'analisi di D'Alpaos, le osservazioni al piano

Una rassegna stampa sui fatti della settimana don articoli di Vitucci, Pirani e Erbani, e l'intervista a Luigi D'Alpaos.  La Nuova Venezia e la Repubblica, 11-17 ottobre (m.p.r.)

mercoledì 15 ottobre 2014

In nome del principio di realtà

«L’irrisione del pensiero rivoluzionario spesso nasconde l’adesione «al senso comune degli idioti». Dopo il fallimento del socialismo reale, il gradualismo rappresentatato dall’esperienza socialdemocratica costituisce un buon viatico per una politica della trasformazione. Un’intervista a Luciano Canfora, autore del recente saggio "La crisi dell’utopia" per Laterza». Il manifesto, 28 marzo 2014

Il capitalismo predatorio, un rischio per l’Europa

«Intervista a Kees van der Pijl: "Siamo passati da una forma di capitalismo ancora interessato ai processi di accumulazione reali ad uno puramente speculativo"». Newsletter di Sbilanciamo.info, 3 ottobre 2014

Sblocca Italia: non ci fidiamo

«Ora si tratta di bloccare in aula lo Sblocca Italia, e la colata di corruzione e cemento che sta per rovesciare sulle nostre vite. Oggi e domani le associazioni organizzano un presidio davanti alla Camera dei Deputati». Il Fatto Quotidiano, 15 ottobre 2014

Chi ha paura di Vandana Shiva?

«E' forse un caso che que­sta pole­mica viene inne­scata durante le con­sul­ta­zioni segrete per l’approvazione del Ttip, il trat­tato com­mer­ciale fra Usa e Ue che, guarda caso, ha fra i suoi obiet­tivi pro­prio quello di sba­raz­zarsi del prin­ci­pio di pre­cau­zione euro­peo?». Il manifesto, 14 ottobre 2014 (m.p.r.)

La tutela del territorio può attendere

«Per cam­biare verso, il governo, stanzi dav­vero cifre pari a quelle che regala alle grandi opere. Con i 4 miliardi pre­vi­sti per i tanti inu­tili Mose, si potrebbe ripor­tare in pochi anni la sicu­rezza nel ter­ri­to­rio ita­liano. È l’ultima occa­sione per sal­vare l’Italia dal fango che la sta sommergendo». Il manifesto, 14 ottobre 2014 (m.p.r.)

martedì 14 ottobre 2014

L’archistar giapponese Kuma per la nuova facoltà di veterinaria

Consumo di suolo in pratica: al giorno d'oggi per fortuna esiste Google Earth, che consente al volo di paragonare a colpo d'occhio la vecchia sede con quella nuova, e suggerire un paio di osservazioni. La Repubblica Milano, 13 ottobre 2014, postilla (f.b.)

Stop T-tip dilaga in Europa

«Da Helsinki a Granada, da Brest a Bucharest, migliaia di persone hanno protestato contro le liberalizzazioni selvagge previste dal T-tip ma anche dai suoi omologhi Ceta, TiSA». Comune.info, 7 ottobre 2014

Sardegna. I dubbi degli ambientalisti: «Stessi effetti del Piano casa»

Chi legge il testo del disegno di legge approvato dalla giunta Pigliaru dubbi non ne ha: è un provvedimento peggiore del mostruoso "piano casa" del berlusconiano Cappellacci. Il dubbio è: che relazione c'è tra questo ddl e la decisione di seppellire il c.d. "piano paesaggistico dei sardi"?La Nuova Sardegna, 12 ottobre 2014, con postilla

La questione giovanile e la sinistra

Dobbiamo a un valente demografo, Massimo Livi Bacci, una circostanziata analisi della questione giovanile in Italia alla vigilia >>>

lunedì 13 ottobre 2014

Quei “comitatini“ che disturbano Renzi

«Il decreto Sblocca Italia è munito di una splendida e meravigliosa “arma letale” un specie di jolly spazza comitatini: la dichiarazione di pubblica utilità, indifferibilità e urgenza dell’opera prevista. I Comitatini, intanto, si sono dati appuntamento per il 15 e 16 ottobre a Montecitorio“. Il Fatto Quotidiano, 13 ottobre 2014

A mezzo secolo dagli articoli che hanno fatto pensare a “Spaceship Earth”

E’ passato mezzo secolo da quando l’economista Kenneth Building (1910-1993) ha scritto dei contributi fondamentali destinati a sollevare una ondata >>>

L’onda di piena che travolge una classe politica senza coraggio

«Altro che Sbloccaitalia, e magari si potessero addossare alla non meglio precisata burocrazia tutte le colpe, come ha scritto ieri Renzi sparando la cifra stratosferica di due miliardi (certo non tutti per Genova)». La Repubblica, 13 ottobre 2014 (m.p.r.)