responsive_m

8 dicembre: L'Italia che lotta per la giustizia ambientale

8 dicembre: L'Italia che lotta per la giustizia ambientale
In migliaia contro questo modello di sviluppo che sta devastando l'habitat in cui viviamo. Contro le grandi opere inutili e dannose; l'inquinamento dell'aria; la contaminazione di acque e suolo da processi industriali; gli inceneritori, le politiche sui rifiuti e l'ecomafia che ci specula; il consumo di suolo; le grandi navi; i gasdotti e la dipendenza dai fossili; la sottrazione di beni comuni; le antenne militari; l'erosione della democrazia; il prevalere del profitto di pochi sul benessere di tutti. Non solo per la difesa dell'ambiente, della salute, dei territori, ma per un inversione di rotta (i.b.)

INVERTIRE LA ROTTA

FARE SPAZIO ALLE ATTIVITA CULTURALI

DAI MEDIA

sabato 31 maggio 2014

In Italia la sinistra ricomincia da quattro

«Inter­rom­pere l'espe­rienza  lista Tsipras un sui­ci­dio senza resur­re­zioni. Aprire una fase costi­tuente di una forza di sini­stra, dal basso e dall’alto, nella produzione cul­tu­rale, nell’elaborazione poli­tica, nella prassi nei movi­menti, il com­pito che ci spetta.». Il manifesto, 31 maggio 2014

Jürgen Habermas:«Una partita a poker per i posti di potere ma così l’Europa sarà colpita al cuore»

Il filosofo lancia l’allarme: «Si mostra troppo disprezzo verso gli elettori Nessuno dei capi di governo sembra in grado di dare risposte all’avanzata populista». Intervista di Nils Minkmar. La Repubblica, 31 maggio 2014

Berlinguer ricordato sul serio

In edicola martedì prossimo a 2 €. Un libro da leggere, una riflessione da proseguire, molti  insegnamenti da riprendere Il manifesto, 31 maggio 2014,  con postilla

La Cavallerizza di Torino, occupata e salvata

Come per l'isola di Poveglia nella Laguna di Venezia, anche a Torino i cittadini si associano per impedire che un bene comune (e pubblico) venga privatizzato e trattato come una merce, Corriere della sera, 31 maggio 2014 (m.p.r.)

Costituzione per la rete

Interessanti affermazioni della giurisprudenza internazionale sul primato dei diritti della persona sulle convenienze delle economie aziendali. Avranno un effetto sulle logiche economicistiche degli accordi transatlantici per gli investimenti (TTIP)?  La Repubblica, 31 maggio 2014

venerdì 30 maggio 2014

Il revisionismo storico investe il Sessantotto

 "May '68 and its afterlives", un saggio dello storico statunitense Kritin Ross per University Of Chicago Press. Il manifesto, 29 maggio 2014

L'Arsenale è più di Pompei, non dobbiamo perderlo

Rigenerazione urbana a Venezia. La costruzione dell'Arzanà dei vinissiani" iniziò mille anni fa. Dante ne scrisse 7 secoli fa nella Commedia. Oggi sembra che abbia inizio la distruzione di un complesso il cui valore culturale non è inferiore a quello del Colosseo romano o dell'Acropoli ateniese, ma forse ancora più importante di quei monumenti per la storia della città e del territorio di cui è parte. La Nuova Venezia, 29 maggio 2014 

giovedì 29 maggio 2014

Nell'Italia dove la cultura vale zero euro

Un'analisi documentata e una ricetta facile, facile: "Basterebbe recuperare un decimo dei 154 miliardi di euro l'anno di tasse non pagate, e come per incanto la scuola, i beni culturali, i servizi sociali potrebbero rifiorire". Ma, chissà perchè, nessuno al Governo parla più di lotta all'evasione fiscale. La Repubblica, 28 maggio 2014 (m.p.g.)

mercoledì 28 maggio 2014

Riforma urbanistica: una proposta preoccupante

Se faceva male quando lavorava con Silvio, con Matteo è diventato ancora peggio. Il Ministro Lupi propone un nuovo disegno di legge sull'urbanistica: un coacervo di disposizioni con un esplicito beneficiario: la proprietà immobiliare. Chiamarlo un progetto mostruoso è un complimento

Dietro il populismo

«Perché si affermano i partiti populisti? Basta guardare al profilo per età del voto, giovane al Sud e vecchio al Nord. La soluzione passa per politiche europee che sappiano affrontare il problema della disoccupazione giovanile nei paesi più periferici». Lavoce.info, 27 maggio 2014 (m.p.r.)

Ultima spiaggia

«Europee 2014. Il record elettorale del Pd non è una vittoria sul populismo, Renzi non è meno populista di Grillo. E i voti per Syriza sono una spinta per coltivare il nucleo nascente di un’alternativa». Il manifesto, 28 maggio 2014

Inchiesta Mose, indagato un ex ministro

«Quel «livello politico» evocato in questi mesi ora pare realtà. Trasmesso un fascicolo stralciato da quelli su Mose e Consorzio al tribunale dei ministri, l'organo «filtro» per le indagini su ministri o ex per reati commessi nell'esercizio di funzioni governative». Corriere del Veneto, 28 maggio 2014 (m.p.r.)

martedì 27 maggio 2014

Basta costruire gli architetti ora rigenerano

"Rigenerare". Una delle tante parole  alla moda che può assumere significati diversi, anche antitetici. E' utile cominciare a guardare che cosa può esserci dietro. La Repubblica, 27 maggio 2014

Una sfida per tutti

Il trionfo ren­ziano è una sfida per la sini­stra di Tsi­pras. Dopo aver vinto la scom­messa euro­pea con i par­la­men­tari ita­liani eletti a Stra­sburgo, ora le persone che in pochi mesi hanno creato que­sta espe­rienza poli­tica «dovranno capire come col­lo­carsi nell’inedito sce­na­rio ita­liano». Il manifesto, 27 maggio 2014, con postilla

lunedì 26 maggio 2014

Il terremoto europeo e la stabilità italiana

Il puzzle sconvolto che del quadro politico europeo ci consegnano le elezioni... >>>

L’Europa ferita e il partito-Stato italiano

«Due sinistre nuove e diverse se non opposte fra loro, emblematicamente raffigurate dal partito di Renzi in Italia e da Syriza in Grecia, che rappresentano due uscite diverse dalla crisi, due visioni diverse della società». Idominjanni.com, 26 maggio 2014, con postilla

Tsipras, sopra la soglia al fotofinish

 «I dati del mattino confermano che la lista ha superato lo sbarramento del 4 per cento, seppure per una manciata di voti: «È stata un’impresa, ora costruiamo la sinistra dell’alternativa»». L'Espresso, 26 maggio 2014

domenica 25 maggio 2014

per conto mio

Oggi, 25 maggio 2014, voto così

Le riforme secondo Matteo

Lavoro in prestito (Mauro Biani)

Gallino: «Da Tsipras un’idea seria sul debito»

Intervista al sociologo Gallino: Renzi è un grande spot, ma il voto può cambiare l’Europa. La precarietà, il trattato segreto con gli Usa, l’austerity: ecco di cosa non si è parlato in questa campagna elettorale. Il manifesto, 25 maggio 2014

Sinistra, un nuovo inizio oltre le sconfitte

La lista per l'altra Europa punta oggi al risultato elettorale che scaturirà dalle urne, ma le donne e gli uomini che hanno lavorato controcorrente nei mesi scorsi proiettano già il loro impegno al di là delle elezioni. Il manifesto, 25 maggio 2014

Democrazia a rischio con Internet

«Il web-party contesta alla radice i corpi intermedi sui quali si fonda la rappresentatività: il partito politico strutturato e il giornalismo professionale», La Repubblica, 25 maggio 2014

Fretta di governo. Cultura, decreto in chiaroscuro

Difficile commentare una legge che per la propaganda è già vigente ma non è ancora stata scritta. Eppure così lavora il governo/parlamento in Italia, ai tempi di Renzusconi. Il Fatto Quotidiano, 24 maggio 2014

La crisi degli eurocrati


«Il costo della coesione dell’élite,è una distanza sempre maggiore tra chi governa e chi è governato. Serrando i ranghi, l’élite ha garantito che non ci fossero voci moderate di dissenso dall’ortodossia politica. La mancanza di un dissenso moderato ha dato vigore a gruppi come il gruppo lepinista». La Repubblica, 25 maggio 2014

Tsipras e 5 Stelle, obiettivi comuni

 «Al parlamento di Strasburgo, tra grillini e l’Altra Europa, necessarie intese costituenti per rispondere alla catastrofe ecologica e sociale».  Il manifesto, 24 maggio 2014, con postilla

L'Europa di Berlinguer

Nelle ultime ore convulse di una campagna elettorale mediamente pessima per contenuti e toni>>>

sabato 24 maggio 2014

L'altra piazza di Firenze, per L'Altra Europa

L'appello dell'autore per Tsipras e L'Altra Europa da Firenze, dalla piazza della solidarietà e dell'accoglienza. 23 maggio 2014 (m.p.g.)

Multato per uno striscione contro il cemento

«In Valpolicella, alla vigilia del voto, il comune di Negrar sanziona uno scrittore che protesta contro le speculazioni edilizie. Ma in sua difesa insorgono le nobili famiglie proprietarie delle più belle dimore storiche tra i vigneti dell'Amarone». L'Espresso,  23 maggio 2014

Due risposte ad Alberto Asor Rosa

Due interventi  (di Massimo Torelli e di Edoardo Salzano)a proposito di un articolo di Alberto Asor Rosa sulle elezioni del 25 maggio. Il manifesto, 24 maggio 2014

Il patto tradito tra padri e figli

«Non si può fare tabula rasa e ricominciare senza pregiudizi. È un’illusione infantile». Giovani e vecchi, passato presente e futuro, conservazione innovazione, in una magistrale lezione. La Repubblica, 24 maggio 2014

Allarme! L’Ailanto ci invade. Colpa della nostra incuria

Una essenza vegetale non autoctona che si insinua ovunque nelle nostre città: come reagire o adeguarsi? Di norma evitando eccessi. Corriere della Sera, 24 maggio 2014, postilla (f.b.)

I veri antieuropeisti di casa nostra


Il giornale la Repubblica, come tantissimi altri, vorrebbe che si votasse per questo, non per il Par
lamento europeo

Il quarto potere, in Italia

Una sintesi della campagna elettorale. A questo ci ci hanno ridotti i mass media

venerdì 23 maggio 2014

Il colonialismo non è mai morto

L'Europa non è nata secondo il progetto disegnato a Ventotene, ma come strumento  degli USA nella guerra fredda.Lo testimonia il ruolo svolto dall'UE ieri in Kossovo, oggi in Ucraina Oggi l'affermazionne di un'autonoma identità europea è minacciata a morte dalla volontà dei governi di approvare il Trat­tato di libero scam­bio tran­sa­tlan­tico, che solo la lista Tsipras denuncia . Il manifesto, 23 maggio 2014

giovedì 22 maggio 2014

C’era una volta San Gimignano

Un problema che diventa sempre più drammatico il richiamo della bellezza provoca onde che la distruggono. Come risolverlo? Vent'anni fa, a Venezia, qualcuno proponeva il "razionamento programmato dell'offerta turistica. Il Fatto quotidiano, 22 maggio 2014, con postilla

Europei, alzate la testa e non fatevi distruggere dal neoliberismo

«Con l’austerity è in corso una "pulizia etnica" di quella parte di popolazione più fragile. E i paesi in crisi sono presentati come casi unici. Così si lacera il tessuto sociale». Il manifesto, 22 maggio 2014

Viaggio con la folla dentro il cuore

«Que­sta splen­dida e quasi clan­de­stina cam­pa­gna elet­to­rale è stata una grande scuola, prima di tutto per me. Girando per le città, ho incon­trato una vita par­te­ci­pa­tiva sot­ter­ra­nea, non rap­pre­sen­tata dai media eppure capace di costi­tuire un reti­colo di scambi, spe­ranze, lotte, inven­zioni, pra­ti­che di soli­da­rietà». Il manifesto, 23 maggio 2014 (m.p.r.)

Il manuale dell’Europa che vogliamo

 «28 Paesi alle urne per eleggere i 751 rappresentanti di oltre 500 milioni di persone. Il nuovo Parlamento, schiacciato dai governi e dall'antipolitica, dovrà costruire una democrazia europea, uno Stato europeo a tutto tondo». La Repubblica, 22 maggio 2014 (m.p.r.)

Caro Viale, l’Expo sarà verde e sostenibile

«Ogni opi­nione, natu­ral­mente, è lecita; però dire che Expò sarà una colata di cemento, men­tre l’eredità di Expo sarà un parco di quasi 50 ettari, uno dei più grandi d’Europa, non ha niente a che vedere con il legit­timo dissenso». Il manifesto, 22 maggio 2014 (m.p.r.)

mercoledì 21 maggio 2014

Prigionieri dei trattati, ma questo Schulz non lo dice

«La norma fon­da­men­tale dell’Unione con­trad­dice radi­cal­mente  valori, prin­cipi, fini. È un po’ nasco­sta, in verità. È scritta nel Trat­tato sul fun­zio­na­mento dell’Unione, agli arti­coli 119 e 120, secondo i quali «l’azione degli Stati mem­bri e dell’Unione com­prende …l’adozione di una poli­tica eco­no­mica …. con­dotta con­for­me­mente al prin­ci­pio di un’economia di mer­cato aperta ed in libera con con­cor­renza»». Il manifesto, 22 maggio 2014 (m.p.r.)

Il guazzabuglio universale

«Verso il voto. Grillo è peggio dei fascisti. Il governo Renzi è il peggiore della storia. E la lista Tsipras sembra guardare alle «larghe intese» con i cinque stelle. Non c’è da stupirsi che il non voto sia di gran lunga il primo partito». Il manifesto, 21 maggio 2014, con postilla

Vespa, pifferaio d’arte renziana

«Maniliberismo, ecco il nome del renzismo da grande. E il giovane e vergine Bruno Vespa è proprio il più indicato menestrello di questo stilnovo».Il Fatto Quotidiano, 21 maggio 2014

Expo, l’occasione (persa) di Pisapia

«Expo e corruzione. Sfilarsi dal progetto, scegliere il modello "fuori salone", decidere di seguire l’idea di Petrini sulla trasformazione del parco agricolo di Milano. Invece ha vinto la colata di cemento.Il manifesto, 20 maggio 2014

martedì 20 maggio 2014

Per un'Europa sociale

Le proposte delle associazioni e delle organizzazioni del volontariato. Campagna promossaa dal Gruppo Abele e da Libera Associazioni nomi e numeri contro le mafie

Oltre la trappola del territorio

«Recinti urbani. Roma e i luoghi dell’abitare», è il titolo del libro di  Carlo Cel­la­mare, Roberto De Ange­lis, Mas­simo Ilardi ed Enzo Scan­durra per manifestolibri. «Un ter­ri­to­rio è dove si sta insieme tra esseri viventi e tra que­sti e la natura». Il manifesto, 20 maggio 2014

Svalutare in un mondo globalizzato

«La tesi di chi sostiene un’uscita dell’Italia dall’euro è che in questo modo le aziende italiane potrebbero esportare di più grazie a una svalutazione della nuova lira. Ma è un’analisi che guarda al mondo di oggi con strumenti analitici del secolo scorso». Lavoce.info, 20 maggio 2014 (m.p.r.)

Pugni chiusi e toni soft il tour in treno di Tsipras “Renzi imita la destra”

Eccezionale! Il giornale fondato da Eugenio Scalfari scopre che alle elezioni europee partecipa anche Alexis Tsipras, e non solo Renzi e Grillo. E si accorge perfino che il leader della lista europea "L'altra Europa" non è trinariciuto. La Repubblica, 20 maggio 2014

Moratoria alla cementificazione delle aree fragili. I "diritti edificatori" sono intoccabili ed eterni?

L'autore é  segretario Nazionale Fillea-Cgil. sindacato dei lavoratori dell'edilizia. Il suo intervento è pervenuto il 19 maggio 2014. Con postilla

Le quattro sfide di sinistra e movimenti

Le sfide, in Europa e in Italia: «l'allargamento della democrazia, la fine delle politiche di austerità, la regolamentazione dei mercati finanziari, la promozione di un New Deal sociale ed ecologico». Sbilanciamoci.info, newsletter n. 330, 19 maggio 2014

“Casetta libera” per tutti: Renzi peggio di Silvio

A proposito dell'emendamento del PD al d.l. n. 47/2014 recepito da Palazzo Chigi, che consente di installare “case mobili dovunque senza permessi. Prosegue instancabile la politica renzusconista di devastazione di quel che resta del Belpaese, per agevolare gli interessi della speculazione. Il Fatto Quotidiano, 20 maggio 2014

lunedì 19 maggio 2014

Così i fondi stranieri hanno conquistato il capitalismo italiano

Ecco i nuovi padroni, ecco il Mercato: è il finanzcapitalismo, baby. Lui è globale, noi ci guardiamo piangere da un recinto all’altro. La Repubblica, 19 maggio 2014

Un progetto per l'altra Europa

«Domenica 25 si vota per il futuro dell'Ue. Tra euroscettici ed europeisti neoliberali, esiste una terza via: la proposta di un progetto europeo che offra un'alternativa al modello egemone, in preda a una gramsciana «crisi organica». Syriza può essere il collante dell'antagonismo». Sbilanciamoci.info, newsletter n. 330, 19 maggio 2014

Dal NO al liberismo all'anti-austerity

«Dai social forum agli Indignados, la protesta si è spostata nelle piazze. Ma i movimenti soffrono la mancanza di un coordinamento europeo». Non solo di questo soffrono, ma ne riparleremo: la discussione è già aperta. Sbilanciamoci.info, newsletter n. 330, 19 maggio 2014

Domande inascoltate

«Que­stioni con­crete, ambien­tali e sociali, che inci­dono diret­ta­mente sulle vite delle per­sone e coin­vol­gono ter­ri­tori già deva­stati da decenni di incu­ria e spe­cu­la­zioni, ma fuori da un’agenda poli­tica che ormai da anni non tiene conto degli umori delle piazze e delle richie­ste dei movi­menti, per­sino le più ragio­ne­voli». Il manifesto, 18 maggio 2014 (m.p.r.)

Autogol

Dice Matteo Renzi: «non votate i buffoni» (dai giornali di oggi). Ha ragione.

Alexis Tsipras vince in Grecia

Il partito greco della sinistra radicale Syriza è in testa ai sondaggi per le prossime elezioni europee. L’istituto Kapa Research lo dà infatti al 23% dei consensi, primo partito in Grecia, seguito da quello di centro-destra Nea Dimokratia, del premier Antonis Samaras, che viene dato al 21,7%.
Syriza è il principale partito d’opposizione greco, salito a grande velocità nei consensi degli elettori per via della grave crisi che ha colpito il Paese, a cui hanno fatto seguito le pesantissime riforme e misure di austerity imposte dalla troika. Il partito è guidato dal giovane e carismatico leader Alexis Tsipras che si è presentato anche come candidato alla presidenza della Commissione europea.
Vedremo in Italia. Dipende anche da noi.

domenica 18 maggio 2014

Il movimento fa bene. A Roma sfilano in 50 mila per i beni comuni

«Bell'ambiente. La molteplicità dell’opposizione sociale: lotte ambientali, teatri occupati, studenti, centri sociali, Cobas, Usb e la Fiom, il diritto all’abitare. ma è necessario  un salto di qua­lità nella costru­zione di una rete tra i movi­menti che si bat­tono per i beni comuni utile a raf­for­zare anche le sin­gole ver­tenze sui territori». Il manifesto, 18 maggio 2014

A Roma, 17 e 18 maggio

La gioiosa manifestazione per la difesa dei beni comuni, e contro le pratiche dei governi che favoriscono le privatizzazioni,  tagliano le spese per il lavoro, la salute, la formazione,  la cuktura, arricchiscono i già ricchi, favoriscono la distruzione dei territori,  premiano le speculazioni, demoliscono la democrazia.In piazza il popolo che vuole l'altraEuropa

Europee, vogliamo un’altra Europa. Ripeta!

Generosi e intelligenti sforzi per rimediare, almeno in parte, all'inaudito oscuramento mediatico subìto dalla lista "L'altra Europa con Tsipras.  Il Fatto quotidiano online, 18 maggio 2014

Lettera aperta ad Alexis Tsipras

Lettera al leader de "l'altra Europa con Tsipras", un gruppo di intellettuali «convinti dell'importanza immensa di cultura e conoscenza come strumenti fondamentali per la formazione dei livelli di coscienza degli individui e di analisi della realtà, così come siamo convinti che tra le disuguaglianze c'è l'accesso ai saperi». 18 maggio 2014

sabato 17 maggio 2014

Il populismo come confine estremo della democrazia rappresentativa

«Il populismo è il confine estremo della democrazia rappresentativa. Quando il populismo diventa potere di governo si corre il rischio di un’uscita dalla democrazia e dall’ordine costituzionale. Il populismo mette a rischio l’uguaglianza formale che le regole costituzionali hanno il compito di proteggere».  Micromega, 16 maggio 2014

Expo Milano 2015: una “zona franca” prima e anche dopo?

Serviranno i drammatici eventi degli ultimi giorni non solo a riavviare il progetto Expo ... >>>

L’enclosures dell’innovazione

«Tempi presenti. I successi di Apple, Google e Big Pharma non sarebbero stati possibili senza i finanziamenti di Washington elargiti a università e imprese. Un sentiero di lettura a partire dal saggio dell’economista Mariana Mazzucato per Laterza editore». Il manifesto, 17 maggio 2014

Alexis torna in Italia. E Camilleri annuncia: lo voto

Mentre i massmedia continuano a oscurare l'unica lista schiettamente europeista che vuole tutelare e promuovere i beni comuni, a partire dal lavoro e dall'ambiente, prosegue la campagna elettorale dei rosso-verdi italiani  Lunedì il candidato alla presidenza della Commissione europea, Alexis Tsipras,  sarà a Milano, Torino. E Bologna per il gran finale. L'attesa per il voto amministrativo in Grecia. L'appello della cultura. Il manifesto, 17 maggio 2014

Proteggere acqua e terra dagli accaparratori. Per una nuova etica dell’acqua

L'accaparramento dei beni comuni essenziali, dall'acqua alla terra,  è una terribile realtà in tutto il mondo. Un'analisi e la proposta dei principi essenziali da assumere al più presto.  Pressenza, International Press agency, 17 maggio 2014 (i.b.)

Paola D'Amico, Milano 2 e la nutria della discordia

In un quartiere simbolo una vicenda emblematica di nuovi possibili atteggiamenti ed equilibri fra città e natura. Corriere della Sera Milano, 17 maggio 2014, postilla (f.b.)

venerdì 16 maggio 2014

Case mobili, 4 senatori PD ci riprovano

La solita manina si è infilata di nuovo dentro un decreto legge in conversione.  Un gruppo di senatori PD interviene sul decreto Expo (d.l. n. 47/2014) e modifica la parolina incriminata in "salvo che", e la magia è fatta, a suon di fiducia. 16 maggio 2014

Quelle stazioni lastricate d’oro

«In un viaggio da Nord a Sud Italia le nuove stazioni ferroviarie. Spesso progettate da archistar, ma funzionalità e utilità suscitano più di un dubbio. Mentre mancano del tutto controlli e sanzioni per eventuali costi impropri. Cosa farà l’Autorità dei trasporti?». Lavoce.info, 16 maggio 2014 (m.p.r.)

Perchè il "come non era" è eversivo

L'ntervento all'iniziativa di Mirandola 4 maggio 2014 sulla ricostruzione post-terremoto e le ragioni, di merito e di diritto, per cui non si può parlare di restauro se non è "come era"(m.p.g.)

Barbara Spinelli: «Schulz rifarà le larghe intese»

Daniela Preziosi ntervista Barbara Spinelli: «giusto imporre il voto su Genovese, rischiavamo di essere complici dei rinvii del Pd. Su molti temi siamo vicini al M5S. Ma senza alleati nel parlamento europeo loro si condannano al limbo della testimonianza». «La provocazione del bikini? Si è trasformata in sberleffo che ha oscurato il progetto». Il manifesto, 16 maggio 2014

Diritti vs profitti

Un'ulteriore stretta di vite del Finanzcapitalismo contro gli abitanti del pianeta Terra.  Il TTIP (Tran­sa­tlan­tic Trade and Invest­ment Part­ner­ship), l'accordo intercommerciale, in discussione tra Usa e Ue, comporterà l'istituzione di un tribunale che tutela solo i privati nelle dispute tra investitore estero e Stato. Il manifesto, 16 maggio 2014

Milano e Firenze, chiese a uso privato

Prosegue indisturbata la "politica culturale" del renzismo.  Cena di lusso a Santa Maria novella. E Farinetti si porta il duomo inUSA. Il Fatto Quotidiano, 16 maggio2014

In piazza per riaprire lo spazio pubblico

Roma, 17 maggio, manifestazione contro la privatizzazione dei beni comuni. A coinvolgere l'Italia che soffre il disagio e vuole cambiare «Con l’allegria di chi vede l’orizzonte e la determinazione di chi conosce l’insopportabilità del presente». Comune-info.net, 16 maggio 2014

La Terra Verde sotto assedio

Qualunque cosa diventa potenziale elemento di degrado quando è di massa, e quindi quella demografica è per forza una tematica centrale per il futuro. Le prospettive della prossima enciclica ecologica di Papa Francesco. Corriere della Sera, 16 maggio 2014, postilla (f.b.)

Al primo dibattito tv della storia europea, vince la verde Keller, bene Tsipras, Schulz delude, disastro Juncker

«Per la prima volta i candidati in pectore alla guida dell'eurocommissione si sfidano in un dibattito televisivo continentale. Un format da definire meglio ma che va sulla strada giusta. Tra i temi toccati, l'austerità, la crisi ucraina, il caso Snowden, l'intreccio tra mafia e politica in Italia e la stretta sull'aborto in Spagna». Il manifesto, 16 maggio 2014

giovedì 15 maggio 2014

Menzogne e affari sulla Laguna. Non è solo scandalo, è molto peggio

Rivelazioni sulle menzogne a nascondere la decisione di distruggere la Laguna di Venezia. Ma c'è chi resiste. Informazioni e commenti di R. De Rossi, la Nuova Venezia, S. Testa, il Gazzettino, e Corriere del Veneto, 15 maggio 2014. Intervenga l'Europa, almeno il nuovo Parlamento. Con postilla

Colosseo: il simbolo dell’Impero e la provincia italiana

E così, in extremis, l’ennesimo “caso” Colosseo ha trovato una soluzione>>>

"Fast food workers protesta mondiale in 33 paesi"

La cronaca della protesta da New York  a Milano e la lotta  per portare la paga oraria a 15 dollari, di  Antonio Sciotto e Joseph Giles. Il manifesto, 15 maggio 2014

L’improbabile meraviglia sulla corruzione di stato

«Regole giu­ri­di­che per gli appalti. La legge appro­vata nel 1994 che prese il nome dall’allora mini­stro Mer­loni era un prov­ve­di­mento rigo­roso e si trat­tava solo di spe­ri­men­tarla e miglio­rarla. Si scelse la strada oppo­sta. Fu subito accu­sata di rigi­dità e fu variata, emen­data e stra­volta: oggi siamo alla sua quarta ste­sura». Il manifesto, 15 maggio 2014

Europa 2020, la strategia dimenticata

«Il PNR (Programma nazionale di riforme)  propone un set di obiettivi da raggiungere riguardo temi rispetto ai quali i cittadini sono molto più sensibili: occupazione, povertà, istruzione terziaria e abbandoni scolastici, spesa in ricerca e sviluppo, emissioni, efficienza energetica ed energie rinnovabili. Si tratta della strategia per una crescita intelligente, sostenibile ed inclusiva, in arte "Europa2020"». Sbilanciamoci.info, 13 maggio 2014 (m.p.r.)

Illuminiamo il futuro dei bambini

«Non c’è solo la povertà economica a rendere problematico il presente e il futuro di molti bambini in Italia. Esiste anche una più subdola povertà educativa. Un piano di Save the Children per migliorare l’offerta di servizi e la partecipazione dei minori alle attività culturali ed educative». Lavoce.info, 13 maggio 2014 (m.p.r)

Il sigillo sulla continuità del malaffare

«Corruzione. La sentenza definitiva per Dell’Utri, dopo quelle di Berlusconi e Previti, chiude il cerchio ma non interrompe la continuità tra ventennio berlusconiano e nuova fase politica, siglata dalla sintonia tra il governo Renzi e il capo di Forza Italia». Il manifesto, 15 maggio 2014

Taranto, la bella avvelenata

Tutti piangono la città, la società e l'ambiente feriti a morte, insieme a lavoro e operai. Quarant'anni fa si prevedevano le conseguenze, nessuno ascoltava, Cederna considerato una Cassandra: ma le visioni della sacerdotessa di Apollo erano sempre giuste. Il manifesto, 15 maggio 2014

mercoledì 14 maggio 2014

Poveglia in bilico

Nella partita sul futuro dell'isola la palla passa alle Istituzioni. Commento e scheda dell'isola di Roberta de Rossi, cronaca dell'asta e presentazione dell'acquirente Luigi Brugnaro di Vera Mantegoli. La Nuova Venezia, 14 maggio 2014 con postilla

Il 17 maggio dei beni comuni

«Siamo di fronte alla crisi siste­mica di un modello che, per poter pro­se­guire, è neces­si­tato ad aggre­dire i diritti sociali e del lavoro e ad impos­ses­sarsi dei beni comuni. Il Forum dei movimenti per l’acqua torna in piazza contro le politiche europee fondate su fiscal compact, pareggio di bilancio, svendita del patrimonio pubblico». Il manifesto, 13 maggio 2014 (m.p.r.)

martedì 13 maggio 2014

La politica oltre la magia del mercato

«Che cosa intendiamo per politiche tecnologiche e industriali? Sono le politiche che generano e stimolano innovazione tecnologica, che stimolano e favoriscono l'apprendimento e la produzione da parte di imprese private, e che creano e sostengono attività produttive pubbliche in settori e localizzazioni particolari. Oggi in Europa servono programmi pubblici finalizzati a precisi obiettivi tecnologici soprattutto nel campo dell'ambiente e della salute». Sbilanciamoci. infonewsletter n. 328, 12 maggio 2014  (m.p.r.)

La grande colletta dei veneziani per l’isola dei tesori

«Ci sentiamo dentro a un assurdo paradosso: dovremmo svenarci per poter comprare un bene demaniale, cioè statale, cioè nostro. I veneziani, quelli nati qui e quelli che lo sono diventati, adesso vogliono contare davvero». La Repubblica, 13 maggio 2014 (m.p.r.)

lunedì 12 maggio 2014

Che cosa produciamo?

«Made in Italy Rispetto al 2008, l'Italia ha perso un quarto della produzione. Spagna, Grecia e Portogallo sono cadute ancora più in basso». Ecco le proposte concrete per uscire dalla crisi promuovendo il lavoro attraverso un forte intervento pubblico liberato dai "lacci e lacciuoli" del Mercato. Sbilanciamoci. info newsletter n. 328, 12 maggio 2014  con postilla