responsive_m

Cambiamenti climatici: nessun cambiamento di rotta!

Cambiamenti climatici: nessun cambiamento di rotta!
Negli ultimi 250 anni abbiamo vissuto secondo un modello socio-economico che ha cambiato il pianeta a tal punto da mettere in crisi l’ecosistema stesso, ma non c’è la volontà di cambiare rotta. La Conferenza Onu sul clima di Katowice ha offerto il solito triste spettacolo: da una parte le nazioni che difendono i loro interessi economici e industriali e dall’altra quelle più vulnerabili che si giocano la sopravvivenza. La loro si congratula per le norme approvate (i.b.)

INVERTIRE LA ROTTA

FARE SPAZIO ALLE ATTIVITA CULTURALI

DAI MEDIA

venerdì 28 febbraio 2014

Cinque donne alla Difesa Nato, la carica delle ministre

Così il titolo dellaRepubblica. Analoghi gli altri giornali. Una speranza, per chi crede al legame donna-pace: ridurranno le spese per gli armamenti per aumentare quelle per il rilancio del welfare, gli asili nido, le scuole e l'abitazione a buon mercato, la difesa del territorio e la vivibilità delle città, la tutela della bellezza e la ricerca orientata alla creazione di un mondo migliore? Per restare con i piedi per terra (e la testa per aria) la ministra Pinotti convincerà il padroncino d'Italia e i suoi potenti supporters  ad abbandonare il progetto F35?

Laboratorio Roma

La partita che si gioca a Roma è un episodio del lavorio dei neoliberisti per strozzare progressivamente i possessori dei patrimoni collettivi per privatizzarli e ridurli a strumenti del capitale finanziario.   Attivissimi in questa impresa gli esponenti della politica delle "larghe intese", annidati nelle istituzioni e nel nuovo parastato. Il manifesto, 28 febbraio 2014

Assidua ricerca

Una poesia degli anni Cinquanta, scritta  allora riflettendo sul passato. Utile ancora oggi per chi vuole lavorare, sperando, per un futuro migliore. Con postilla 

Due "sindaci", una faccia

Il pensiero unico dell'ex sindaco di Firenze, oggi "Sindaco d'Italia": la cultura come gadget e moneta di scambio, il dissenso come male da estirpare. E tutti gli vanno dietro.

L’ecomostro sul lago di Garda e il miracolo dei sotterranei emersi

Giochetti edilizi strapaesani e truffaldini attorno a uno dei tanti gioielli sparsi e misconosciuti del nostro patrimonio culturale. Corriere della Sera, 28 febbraio 2014

Risorse forestali

“Tua per sempre”. E’ il messaggio che ci arriva da ciascuna delle conseguenze negative, durature, di tante violenze ambientali cui sono esposte ...>>>

Il dogma dell’austerità in una parola

«Un libro assai utile quello di Ales­san­dro Arienzo su La gover­nance (Ediesse, pp. 205, euro 12). Nell’ultimo decen­nio è uscita scon­fitta l’ipotesi di una «gover­nance poli­tica dell’economia». Questo studio per­mette di inda­gare una for­mula con­fusa ed abu­sata, nell’oramai qua­ran­ten­nale domi­nio neo-liberista del capi­ta­li­smo finanziario». Il manifesto, 28 febbraio 2014

giovedì 27 febbraio 2014

Napoli e non più Napoli

Trent'anni di storia napoletana. Dal Rinascimento del primo Bassolino, via via fino alla decadenza e al degrado dei nostri anni. Il manifesto, 27 febbraio 2014. Alcuni riferimenti in calce

mercoledì 26 febbraio 2014

Gli invisibili dell’Europa

Misera e morte per i popoli d’Europa, cominciando dai bambini, le donne, gli anziani,  se non cambia la politica che comanda le scelte., Se l’Europa non cambia, in fondo all’abisso andiamo tutti. La Repubblica, 26 febbraio 2014

"Innovazione e uguaglianza, la mia idea di destra e sinistra nell'Europa della crisi"

L’ideologia del nuovo nècentro-nèsinistra. Da inserire nello stupidario, se l’autore non avesse un peso smisurato nel presente. Lo scritto rivela che non certo dalle sue idee nasce il peso che si è conquistato.  Grazie alle debolezze altrui, o anche da più forti e oscuri poteri? La Repubblica, 23 febbraio 2014

Renzi, giro di boa per il Pd

Ancora qualche riflessione sulle squallide briciole quotidiane dei pensieri e delle azioni del leader di ciò che rimane del PCI e della DC.Gnocco o burattino? se burattino, di chi? Solo del Caimano? Dubito. Sbilanciamoci.info, 25 febbraio, 35 aprile 2014

martedì 25 febbraio 2014

Bobbio 20 anni dopo. Cosa rimane oggi di destra e sinistra

La postfazione alla riedizione di un libro sul quale è utile ricominciare a riflettere, prima che il “pensiero unico” del neoliberalismo si sia impadronito di tutte le teste. La Repubblica, 24 febbraio 2014

Sardegna e Toscana: per una buona urbanistica

Ogni tanto  accade qualcosa di buono. L'Unità, 25 febbraio 2014

Franceschini alla Cultura sulle orme di De Michelis

Anche per quanto riguarda il nostro patrimonio culturale, un esordio poco felice del neo-governo, che ci riporta di peso al peggio degli anni ottanta. Il Fatto Quotidiano, 25 febbraio 2014 (m.p.g.)

lunedì 24 febbraio 2014

L’economia politica del Renzismo

Un'analisi acuta del cuore del renzismo. «Meno attenzione per Parigi e le periferie europee e più legami con la City di Londra. Il sostegno dall'alto di un blocco di interessi che va dalla rendita finanziaria e immobiliare alla Confindustria fino alle piccole imprese con l'acqua alla gola».  Sbilanciamoci.info, 24 febbraio 2014

I due volti della sinistra europea

Un confronto tra due leader europei molto diversi per più aspetti ma molto simili per uno, che per noi è fondamentale: entrambi sono lontani dalla sinistra. Lo comprenderanno quelli che voteranno, il 25 maggio per il Parlamento europeo? La Repubblica, 24 febbraio 2014

Renzi nel (bel)paese delle meraviglie e il nuovo ministro dell’Ambiente

Un commercialista all'Ambiente, favorevole al nucleare. Una tenace sostenitrice degli F35 alla Difesa, il solito Maurizio Lupi alle infrastrutture, una nuclearista esponente diretta del Caimano allo Eviluppo economico.  E poi..e poi...e poi...Siamo proprio ben messi. Greenreport, 24 febbraio 2014

Oltre le celebrazioni

8 marzo, riprende la discussione sulle donne. L’articolo di Maria Novella Oppo e il commento di Chiara Saraceno (la Repubblica, 24 febbraio 2014) offrono elementi interessanti, in relazione ad aspetti della crisi che attraversiamo: ambiente, lavoro, welfare, trasformazione dei beni in merci.

Renzi: La velocità è tutto


Vauro

venerdì 21 febbraio 2014

F35: sono ancora una priorità?

Una domanda al giovane portavoce fiorentino del  neocostituito governo Renzusconi: rinuncerete alle spese di guerra per dare agli italiani lavoro, salute, formazione, sicurezza sociale? Sbilanciamoci.info, 21 febbraio 2014

Elogio della frugalità

Un’anticipazione del nuovo libro (Frugalità, Il Mulino pp. 144, euro 12) l'autore, con la sua consueta lucidità e chiarezza, aiuta a riflettere sulla natura di una parola che ha risvolti psicologici ed economici, ed è parente stretta di parole. Sarebbe utile, seguendo un analogo schema, interrogarsi su parole la cui deformazione ha assunto un ruolo centrale nel discorso politico attuale, come “austerità". La Repubblica, 21 febbraio 2014

Lista Tsipras, conto alla rovescia sulle candidature

Col fiato sul collo (la scadenza è vicinissima) avviata la formazione delle liste di candidati alle elezioni del Parlamento europeo: per un'Europa dei popoli, non dei governi. Il manifesto, 21 febbraio 2014

L’amaca: in streaming

Una fulminante invettiva contro le nuove modalità e procedure della cosiddetta politica. La Repubblica, 21 febbraio 2013

verso il governo Renzusconi

Colloqui più a meno riservati, secondo Altan (la Repubblica)

L’Italia frana e il parlamento condona

Denuncia di Legambiente. «Men­tre l’Italia sta fra­nando, il par­la­mento cerca di con­do­nare gli abusi edi­lizi, sem­pre riman­dando l’abbattimento degli immo­bili costruiti ille­gal­mente». Realacci promette opposizione dura. Vedremo. Il manifesto, 20 febbraio 2014

giovedì 20 febbraio 2014

La scadente etica civile della TV

Ma Silvio Berusconi non era stato condannato in via definitiva per frode fiscale l'1 agosto del 2013 , vale a dire ben 6 mesi fa? Non era stato dichiarato...>>> 

Cartoline da Venezia, città «vetrina»

Il cambiamento è iniziato nel corso degli anni Ottanta con l’affidamento a un consorzio di imprese private del complesso di interventi sulla struttura fisica ed economica. È proseguito con Cacciari e negli anni successivi, cedendo sempre più potere ai compratori. Nel nome del turismo senza tregua.Il manifesto, 20 febbraio 2014

L'ideologia della Grande Opera a Pedali

Un articolo descrittivo dei progettoni ciclabili (di qualche utilità?) tanto di moda in Italia, e soprattutto un fulminante commento di Paolo Rumiz che ne svela il senso reale. La Repubblica, 20 febbraio 2013

Venezia, Italia Nostra e il diritto di critica

Secondo la soprintendente di Venezia Renata Codello, funzionaria Mibac,  nella Repubblica delle cui istituzioni lei è esponente, la critica è vietata. Per punire chi si permette di criticarla usa i legali dei poteri forti che dominano sulla città. Pensare che la volevano Sindaco. Corriere della Sera 19 febbraio 2014

mercoledì 19 febbraio 2014

Le debolezze della legge Delrio sulle Città Metropolitane

Né chiarezza né coerenza né risorse nel pasticcio della Città metropolitana in salsa Delrio, Lavoce.info, 18 febbraio 2014

La lezione del caso Electrolux

Perché l’ortodossia classica (liberista e keynesiana) che suggerisce di passare a produzioni ad alto valore aggiunto non risolve più, oggi, la crisi industriale italiana. Che chiede un’altra riconversione possibile. I contenuti di un possibile nuovo "piano del lavoro". Il manifesto, 18 febbraio 2014. In calce qualche riferimento

Gli autodafé dei democratici

«Quel che sconcerta, nella presunta ansia modernista di Renzi, è la formidabile vecchiezza dei modelli prescelti: rifarsi oggi a Tony Blair vuol dire correre a ritroso nel tempo, mettere i piedi su orme che sette anni di crisi hanno coperto di sabbia.». La Repubblica, 18 febbraio 2014

Pigliaru: «La nostra forza è stata l’unità della coalizione»

Buone notizia dalla Sardegna. In un'intervista del presidente Pìgliaru la conferma che, dopo gli anni infausti della "giunta del mattone" del vicerè di Berlusconi, riprenderà il cammino giusto all'insegna della difesa del lavoro e dell'ambiente. Il manifesto, 19 febbraio 2014

martedì 18 febbraio 2014

risorse per lo sviluppo

Chissà se qualcuno di quelli che sproloquiano sulla spending review e sulle risorse necessarie per ricostruire l'Italia pensa a rendere il bilancio dello stato coerente con l'articolo 11 della Costituzione

Lista Tsipras, è polemica sulla parola “sinistra”

Si discute sul rosso della lista Tsipras per l'Europa. Per fortuna idee e persone disposte a lottare per una alternativa al neoliberismo ci sono. Il manifesto, 18 febbraio 2014

Le città insensibili

La città dei flussi e del movimento nel suo processo storico e critico divergente da quella degli spazi della società e dell'identità: considerazioni e riflessioni che coinvolgono sia le prospettive urbanistiche, che quelle di percezione collettiva. La Repubblica, 18 febbraio 2014

Così si vince

Dalla vittoria di Pìgliaru in Sardegna una speranza non solo per la difesa del territorio e del paesaggio (beni di cui nessuno sembra preoccuparsi) ma anche per una nuova sinistra unita per il dopo-Renzi. Il manifesto, 18 febbraio 2014

La sconfitta di Cappellacci

Con la vittoria di Francesco Pìgliaru, eletto presidente (non "governatore") della Sardegna gli elettori dell'Isola hanno sconfitto il progetto di cementificazione delle coste  illegalmente promosso dal vicerè di Berlusconi. Il lavoro del nuovo Presidente sarà difficile ma potrà contare sul sostegno che gli daranno quanti amano, in Sardegna, in tutt'Italia e nel mondo intero, la ricchezza del patrimonio culturale e paesaggistico che l'Isola custodisce

Contraddizioni toscane. Il Parco Regionale delle Alpi Apuane e il Piano Paesaggistico: un passo avanti verso la civiltà?

Se la Regione Toscana vuole guidare la rinascita di un diverso concetto di governo territoriale, fondato sul rispetto ambientale e sulla qualità della pianificazione, non può avallare compromessi e accettare che le Alpi Apuane vengano distrutte in aperta violazione della normativa vigente.

lunedì 17 febbraio 2014

Il consumo di suolo e la mistificazione del ius aedificandi

Per combattere il consumo di suolo è indispensabile eliminare gli equivoci sull’edificabilità e ribadire legislativamente, come suggerì la Corte costituzionale, che lo jus aedificandi non è tra i contenuti della proprietà privata dei suoli, come invece vorrebbe la proposta di legge Realacci

Il Consiglio di Stato stronca la perequazione alla veneta con opere fuori ambito

Non si può adoperare il grimaldello della “perequazione” estendola al di là degli ambiti individuati dai piani urbanistici e smantellando così il sistema della pianificazione. Venetoius online, 13  febbraio 2014

domenica 16 febbraio 2014

Musei, Roma non è Londra. Purtropp

«Assegnare un prezzo alle cose buone può corromperle. Se trasformate in merci, alcune delle cose buone della vita vengono corrotte e degradate». Il Fatto Quotidiano, 15 febbraio 2014

Citta’ della scienza non puo’ occupare l’ultima spiaggia di Napoli

Quale alibi migliore della Scienza per derogare un piano urbanistico a privatizzare un pezzo di litorale? Ecco un ulteriore colpo di piccone volto distruggere un progetto urbanistico odiato dal “blocco edilizio”, dai fanatici dello sviluppismo e tenacemente difeso degli ambientalisti e, soprattutto, dei comitati cittadini. L’ennesimo episodio di malgoverno urbanistico di una giunta molto discussa. Riferimenti in calce

Una scossa per la democrazia

Le ragioni profonde e i fondamenti del programma della lista della sinistra europea per le prossime elezioni nell'intervista di Jacopo Rosatelli all'autorevole sostenitore della lista Tsipras. Il manifesto, 16 febbraio 2014 

sabato 15 febbraio 2014

Quando la finanza investiva nella produzione

«Nel miracolo italiano la finanza, che allora non puramente speculativa investiva nelle imprese, ricoprì un ruolo decisivo». Il problema si chiama "capitalismo". www.sbilanciamoci.info 14 febbraio 2014

Caro Fassina, alle idee seguano i fatti

Con Civati e Fassina, e altri che stanno ancora nel PD, siamo d'accordo sull'Europa: ma «il pro­blema sorge quando dalle dichia­ra­zioni ideali si passa al com­por­ta­mento pra­tico». Il manifesto, 15 febbraio 2014

Alla vigilia del voto, il blitz illegale di Cappellacci

Il viceré sardo dell'ex senatore condannato per evasione fiscale spera due risultati in un solo colpo: essere eletto di nuovo distruttore del paesaggio sardo e dare via libera ai cementificatori, con atto palesemente illegittimo. Chissà se con appoggio oggettivo della Murgia. Il manifesto, 15 febbraio 2014

Berlinguer e l’austerità come strumento di trasformazione


Per respirare un po', riflettiamo su una concezione di "austerità" agli antipodi di quella che oggi, nell'età renzusconiana,  i più sembrano avere. Un intervento al  convegno sul tema "Berlinguer e la serietà della politica",Roma 11 febbraio 2014. Futura umanità, 14 febbraio 2014

Civati sempre più anti-Renzi: «Nuovo gruppo con 12 senatori»

Verso la rottura del pasticciaccio brutto. targato PD?. Vedremo che cosa faranno  domani, e poi alle elezioni per il Consiglio europeo. L’Unità, 15 febbraio 2014

Se il governo del paese lo decidono le primarie del Pd

Parole chiare, conclusione ineccepibile: «Chi vota Renzi in Par­la­mento vota espli­ci­ta­mente per la deca­denza della demo­cra­zia rap­pre­sen­ta­tiva in que­sto paese: cioè vota con­tro gli orga­ni­smi stessi in cui vive ed opera» L'unico lumicino è fuori dal PD. Il manifesto, 15 febbraio 2014

Musei, Roma non è Londra. Purtroppo

Che c’è di male a far quattrini riservando a banchetti privati qualche museo? Moltissimo, un museo è uno spazio pubblico per antonomasia: ecco perchè. Il Fatto Quotidiano, 15 febbraio 2014

venerdì 14 febbraio 2014

La giunta vara il Pps

Detto e fatto: una veloce seduta mattutina e il nuovo piano paesaggistico regionale fortemente voluto da Ugo Cappellacci ha passato il vaglio della giunta regionale a due giorni dalla consultazione elettorale. Ma è palesemente illeggittimo. La Nuova Venezia, 15 febbraio 2014

Regionali Sardegna, Cappellacci a due giorni dalle elezioni approva il Piano paesaggistico

Un appello perché nelle elezioni in Sardegna  domenica prossima vinca la ragione e non prevalga lo spudorato calpestatore della legalità e del paesaggio, targato Berlusconi. Il Fatto quotidiano online, 14 febbraio 2014

Cappellacci porta il Pps in Giunta e lo approva?

Esiste il machismo politico, una forma di esibizionismo che raggiunge i vertici in campagna elettorale. Un esempio di scuola è rappresentato dall’annuncio del Presidente della Regione Sardegna...>>> 

L'azzardo d'un uomo solo al comando

«Solo Civati (in sedici hanno votato con­tro) non si è unito al coro. Denun­ciando il rischio che tutto il Pd, e quel che più conta il paese, affondi defi­ni­ti­va­mente nella palude. Dove solo un ani­male può soprav­vi­vere: il caimano» . Il manifesto, 14 febbraio 2014

Italian hustle

Era facile prevedere ciò che è avvenuto. Il casino italiano (epicentro nel PD), esploso il 13 febbraio era già chiaro a chi, come Dominijanni, sa vedere i ciechi prima che finiscano nel burrone.  Idadominijanni.com, 13 febbraio 2014

Le guerre delle materie prime

Ogni volta che qualche paese meno noto si affaccia nelle pagine dei giornali e nelle cronache televisive  potete stare certi che “dietro” c’è qualche materia che i grandi paesi industriali ...>>>

Carlassare: “È stato un errore rilegittimare il Cavaliere”

Napolitano in imbarazzo perché obbligato a ricevere un «condannato definitivo per un reato infamante» Ma chi ha costretto  gli obbedienti parlamentare nominati dai capi-partito ad attuare il grande inciucio delle “larghe intese"? La Repubblica, 14 febbraio 2014

L'ultima vergogna

Il PPS di Cappellacci è «un vero e proprio far west nella parte più pregiata del territorio sardo. L’operazione spregiudicata e demagogica, effettuata a fini elettoralistici sotto le elezioni regionali, sarà giudicata sul piano giuridico»  Il manifesto sardo online, 13 febbraio  2014

Solo renziani

Un'analisi terribilmente acuta d'una inoppugnabile realtà terribile. Ma colpevole è chi non resiste e si oppone  il manifesto, 15 febbraio 2014

giovedì 13 febbraio 2014

Romano Prodi: “D’Alema mente. Siamo in una gabbia di matti, e la chiave è persa”

Il diagramma della crisi della sinistra in Italia non è stata lineare: ha avuto  molti picchi e molte valli. La cronaca di oggi  ne registra una, questo articolo, ne racconta un'altra. che fu l'alba delle "larghe intese". Il Fatto Quotidiano, 13 febbraio 2014

La vittoria di Renzi

Dalle speranza al timore. Speravo che la segreteria vinta da Renzi servisse per far esplodere il PD e offrire la possibilità di costruire così una nuova sinistra unita. Oggi temo che il premierato vinto da Renzi faccia esplodere la Repubblica democratica fondata sul lavoro

Sassari immersa nel suo blob

«Si è costruito molto e in modo mediocre negli ultimi 30 anni. Un ciclo edilizio perpetuo, che neanche la crisi ha fermato, dove città e campagna si sono confuse». La seconda  inchiesta sel manifesto sulle città d'oggi, 13 febbraio 3014

Le elezioni europee e i trattati da rifare

Alcune delle ragioni per cui è necessario votare per il Consiglio d'Europa, per mandarci qualcuno il quale non solo sappia che cosa è un Parlamento,  ma anche «non pensi che l’austerità e il resto siano una cura mentre sono il malanno». La Repubblica, 13 febbraio 2014

Piano paesaggistico, Cappellacci vende fumo

Incubo Sardegna: testa a testa tra Cappellacci e Pigliaru, in gioco la feroce cementificazione della costa, promessa  e avviata dal viceré del Caimano, contrastata dall'avversario erede della Giunta Soru. Il manifesto, 13 febbraio 2014

mercoledì 12 febbraio 2014

Come siamo arrivati al “fottiti Europa”

E’ inutile offendersi per le parolacce degli altri se ogni volta che mettiamo piede nella politica internazionale ci comportiamo da neocolonialisti: dall'Ucraina agli "eroici marò". La Repubblica, 12 febbraio 2014 La Repubblica, 12 febbraio 2014

Passa il decreto uccidi-ambiente

Condono ambientali, patto del diavolo con gli inquinatori, coperto  in extremis con la solita pelle d'agnello. Il manifesto, 12 febbraio 2014

Galleria Borghese la società dei mecenatoni

Il racconto (di Elisabetta Ambrosi e David Perluigi) e il commento (di Tomaso Montanari) a proposito di una scandalo dell'era Renzusconiana. Il Fatto Quotidiano, 12 feb. 2014

martedì 11 febbraio 2014

Napolitano affumicato

Sorie di Palazzo che, ove non si conoscevano, si intuivano. Le domande che si aprono sono numerose. la più inquietante è la seguente: se non fossero stati la magistratura o i "complotti", chi avrebbe detronizzato il Caimano? Il manifesto, 11 febbraio 2014

lunedì 10 febbraio 2014

Foibe, la dignità di un dolore corale

Riprendiamo dal nostro archivio e ripubblichiamo uno scritto sulla strumentale deformazione storica delle "foibe", stoltamente ripresa quest'anno dal presidente Mattarella. È un'intervista  di Tommaso di Francesco, fuori dal coro dei nazionalisti  nostrani dalla memoria dimezzata. Il manifesto, 9 febbraio 2014

Dissesto, Italia a pezzi in attesa di una firma

Ancora una denuncia dei risultati di decenni di malgoverno del territorio. Peccato che si cerchino le soluzioni nei pannicelli caldi, e  che nel proporre le risorse necessarie si dimentichino possibili cespiti come la riduzione delle spese militari e il prelievo dei plusvalori delle rendite finanziarie e immobiliari. l'Unità, 10 febbraio 2014

FOIBE:LA VERITA' DIMEZZATA

Ricordare solo la metà della storia  può aiutare la peggiore politica, ma non aiuta a cercare la verità. Eppure è ciò che accade anche quest'anno se gli italiani dimenticano, nel giorno della memoria, che le prime vittime sepolte nelle foibe furono i martiri sloveni uccisi dai fascisti italiani. Rinviamo all'ampia documentazione raccolta nella  nostra cartella Italiani brava gente, e in particolare agli articoli degli storici Enzo Collotti (11 febbraio 2007), Giacomo Scotti (13 febbraio 2007),  Claudia Cernigol (27 febbraio 2005) e dai giornalisti  Simonetta Fiori (3 maggio 2005) e Corrado Staiano (4 febbraio 2005)

sabato 8 febbraio 2014

Green New Deal, la soluzione

Una grande opera di manutenzione e tutela dell'ambiente e del territorio di iniziativa e gestione statale secondo il modello sperimentato tra le due guerre, per il rilancio dell'occupazione. L'ennesima voce autorevole che racconta invano ai decisori come si dovrebbe lavorare per uscire dalla crisi. Ma hanno le orecchie tappate, od occupate da tintinìi.. Il manifesto, 7 febbraio 2014

Giustizia a Porto Tolle

Dopo oltre trent'anni di veleni e morti «per far emergere verità inoppugnabili, c’è stato bisogno dell’intervento della magistratura che  ha riconosciuto colpevoli i massimi dirigenti dell’Enel.  Left, 8 febbraio 2014

La resistibile ascesa populista del ceto medio

Su Repubblica del 6 febbraio ( Il declino del ceto medio e la deriva populista), Pietro Ignazi, uno dei nostri più lucidi politoligi...>>>

Il cortile del Ministero

La schizofrenia che caratterizza questo tornante della vita politica >>>

Porto, tram e il gioco delle tre tavolette, pubblicato la nuova venezia il 09.02.2014

Tutti d'accordo, nel comune governato dal "centrosinistra", nel regalare all'Ente Porto e allo sviluppo insensato del turismo "mordi e fuggi" una vasta area di Venezia. Un'argomentata denuncia di Italia nostra, e non solo.

venerdì 7 febbraio 2014

Milano, cantiere verticale

«Dagli anni Novanta la città e l’hinterland stanno subendo un cambiamento epocale, spinto da deregulation e appetiti speculativi. Rispetto al quale l’attuale giunta non è riuscita a segnare una netta inversione di rotta. Il banco di prova sarà la gestione del post Expo nell’interesse collettivo».
 Il primo di una serie di articoli che il giornale ha programmato per comprendere qual'è il risultato d'un trentennio di neoliberalismo in salsa italiana nelle nostre città.  Il manifesto, 6 aprile 2014