responsive_m

Cambiamenti climatici: nessun cambiamento di rotta!

Cambiamenti climatici: nessun cambiamento di rotta!
Negli ultimi 250 anni abbiamo vissuto secondo un modello socio-economico che ha cambiato il pianeta a tal punto da mettere in crisi l’ecosistema stesso, ma non c’è la volontà di cambiare rotta. La Conferenza Onu sul clima di Katowice ha offerto il solito triste spettacolo: da una parte le nazioni che difendono i loro interessi economici e industriali e dall’altra quelle più vulnerabili che si giocano la sopravvivenza. La loro si congratula per le norme approvate (i.b.)

INVERTIRE LA ROTTA

FARE SPAZIO ALLE ATTIVITA CULTURALI

DAI MEDIA

martedì 31 dicembre 2013

Cemento. Così la Sardegna ha abbandonato il suo territorio

La seconda parte dell'inchiesta sull'attuazione del Codice del paesaggio. Una questione sulla quale sarà utile approfondire la conoscenza e diradare gli equivoci. L'Unità, 30 dicembre 2013, con postilla

lunedì 30 dicembre 2013

Eguaglianza e merito

L’eguaglianza delle condizioni di partenza è il requisito essenziale di ogni scelta basata sul merito: una verità della quale in Italia i “moderni” alla moda tengono poco conto, anche a sinistra. La Repubblica, 30 dicembre 2013

Gli ascari del ministro Mauro

Ipocrisia  nelle parole,   smemoratezza nella testa,  e infine  - nei fatti -  persistenza nel reiterare lgli errori: ecco ciò che caratterizza la politica italiana dell'affrontare il dramma dei migranti. Il manifesto, 29 dicembre 2013

I padroni dell’universo riconquistano Wall Street

«Il 5% delle famiglie più ricche sta accumulando troppi risparmi e in questo modo deprime i consumi; mentre il 95% rimanente è costretto a dilapidare lentamente i propri patrimoni per contrastare il peggioramento del tenore di vita». Questo solo negli USA. Poi c’è il resto del mondo. La Repubblica, 30 dicembre 2013

domenica 29 dicembre 2013

La scommessa vincente della democrazia contro la crisi

«Le ragioni dell'attuale crisi consistono nel capovolgimento del rapporto fra democrazia ed economia, frutto degli ultimi trent'anni di politiche neoliberiste dettate dall'ideologia che, secondo il suo rappresentante più rigoroso Robert Nozick, lo Stato si può giustificare solo se "minimale e limitato a far rispettare i contratti fra i privati"». Il Sole 24 ore (proprio così), 29 dicembre 2013

L’ecomostro d’autore bocciato a metà

Una follia, più volte denunciata su queste pagine. Tollerata da troppi, contestata da pochi. Un classico esempio dell'oggettistica architetturonica adoperata dal demagogo locale come pedana per lanciarsi al livello nazionale, e riuscire. Un esempio dell'Italia da rottamare.  Il manifesto, 29 dicembre 2013

Senza difesa. L’Italia dimezza le aree sotto tutela.

Secondo fonti ufficiali (Ministero dei beni e delle attività culturali) nel 2008 la percentuale del territorio vincolato era del 48%. In tre anni è scesa al 20%. Ecco come hanno fatto: "semplificando" e "sburocratizzando". L’Unità, 29 dicembre 2013

Viva viva la terra dei fuochi

« Il vero problema, cioè, è che in Italia ci sono troppi territori ormai sottratti alla sovranità dello Stato. E non saranno le nuove pene per la combustione di rifiuti a restituirceli Occorre, quindi, in primo luogo riaffermare in questi territori la sovranità dello Stato con le sue leggi ed i suoi controlli». Lexambiente, 27 dicembre 2013

Cuore e mente

Anche tra gli amici degli animali ci sono i fanatici. Non c’è da sorprendersi, ce ne sono dovunque e sono in crescita. Rara, e perciò ancora più preziosa, la saggezza, che si rivela in quest’articolo su un fatto del giorno. La Repubblica, 29 dicembre 2013

Addio 2013

Altan, Repubblica, 29 dicembre 2013

sabato 28 dicembre 2013

Tutti i rischi del leader solo

Due ragioni di fondo della crisi della democrazia nella fase del neoliberismo: « l' esasperata e rozza ideologia dell'individualismo; la riduzione della politica a politicismo, a pura tecnica». l'Unità, 28 dicembre 2013

Democrazia impotente

«Dovremmo tutti pre­oc­cu­parci dello stato in cui versa il nostro Par­la­mento, da esso dipen­dono le sorti della nostra demo­cra­zia. Dinanzi a tanta con­fu­sione l’accusa delle disfun­zioni non basta. Sarebbe auspi­ca­bile che qual­cuno si ergesse a difen­sore dell’istituzione par­la­men­tare e richia­masse anche gli altri poteri al rispetto della cen­tra­lità dell’organo della rap­pre­sen­tanza politica». Il manifesto, 28 dicembre 2013

Rappresentanza e governabilità

Non si può continuare a privilegiare la governabilità sulla democrazia, soprattutto ora che il recente passato ha dimostrato che la riduzione della democrazia non assicura nemmeno una maggiore governabilità. La Repubblica, 28 dicembre 2013

venerdì 27 dicembre 2013

Foa e Natoli, la sinistra critica

«Dialogo sull’antifascismo il Pci e l’Italia repubblicana», per Editori Riuniti. Una conversazione che apre mille interrogativi e intreccia i fili di quarant'anni di storia». il manifesto, 27 dicembre 2013

La tutela del paesaggio in Sardegna. Buone nuove dalla Corte costituzionale

Dopo le elezioni del 2009 per il rinnovo del Presidente e del Consiglio, la Regione Sardegna ha assunto varie iniziative volte ad aggirare e attenuare le misure di tutela del paesaggio ...>>>

giovedì 26 dicembre 2013

La città. Un ecosistema di beni comuni

Perchè e come, e a che prezzo, i saperi e le prassi  urbani hanno dimenticato la natura, il fondamento materiale dell'esistenza dell'habitat della società. Un contributo al convegno  "ricostruire la città", Società dei territoriali sto/e, Roma, 17-18 gennaio 2014

martedì 24 dicembre 2013

Città antica e sobborghi moderni

Una pagina indimenticabile dal libro del fondatore dell’etologia scientifica, Gli otto peccati capitali della nostra civiltà, (Adelphi, Milano 1974). Con postilla

I legislatori del futuro

«I veri rivoluzionari vogliono scalzare il potere delle inette oligarchie che l’hanno guastata e crearne un altro, non oligarchico. La questione della sovranità sequestrata non viene affatto negata, ma posta in altro modo: esigendo accanto alle malridotte sovranità statali una sovranità europea effettiva, solidale e quindi federale». La Repubblica, 24 dicembre 2013

La casa e il furore

Da duemila anni, di questi giorni, ci viene ricordata la storia di una donna incinta ...>>> 

I nostri non auguri

Tutti i giorni, ma soprattutto a Natale è bene essere sinceri. Non è necessario aspettare la Befana per distribuire giocattoli ad alcuni, carbone ad altri, secondo meriti e demeriti. Il manifesto, 24 dicembre 2013

Barbara Spinelli: «Con Tsipras contro l’Europa dell’austerità»


Argiris Panagopoulos: impegnarsi  perché le correnti rosso-verdi europee si uniscano su Alexis Tsipras, leader della sinistra greca, per l'elezione del Parlamento europeo. Oltre «lo spazio classico dei partiti della sinistra radicale radunando forze più ampie»   www.avgi.gr, 22 dicembre 2013

Musei e turismo. Il “tafazzismo” dell’Italia

Non è una novità: perfino nei settori più illuminati e accattivanti dei mass media,  che formano l'opinione pubblica e determinano il senso comune domina l'ignoranza di che cosa la città sia e di come funzioni. L'Unità, 24 dicembre 2013

lunedì 23 dicembre 2013

È urgente un’inversione di ten­denza

Una lettera aperta a chi decide, per nostro improvvido mandato, il nostro destino. «La crisi dura ormai da sei anni. Inne­scata dalla povertà di massa figlia di trent’anni di neo­li­be­ri­smo, esa­spera a sua volta povertà e disu­gua­glianza». il manifesto, 22 dicembre 2013

domenica 22 dicembre 2013

Tutti muti per l’orrore

Come facciamo a non vergognarci di essere cittadini ed elettori di questo paese, d’una nazione e uno stato che si dichiarano eredi di antiche civiltà, e portatori di un futuro migliore del presente, e dispensatore di libertà e giustizia al mondo intero? Io mi vergogno. La Repubblica, 22 dicembre 2013

I rottamatori dell'articolo 18

Mario Melloni (l'indimenticabile "Fortebraccio") li avrebbe chiamati "lorsignori". Oggi guidano il più grande partito della "sinistra" italiana. Il manifesto, 22 dicembre 2013

La scienza aCerba fa male alla salute

Qualche breve considerazione generale sul fallimento del progetto Cerba di Umberto Veronesi a Milano, e sulle prospettive future di una città metropolitana al passo coi tempi, e non con le esigenze di qualche gruppo finanziario speculativo 

Sud corrotto, nazione infetta

«Mezzogiorno. Il meridione affonda inesorabilmente, vittima dei suoi mali, mentre il resto del paese rimane indifferente. «Se muore il Sud» di Sergio Rizzo e Gian Antonio Stella pone l’accento sulle responsabilità della «peggiore classe dirigente occidentale». Ora siamo di fronte a un bivio: o si cambia o muore tutta l’Italia». Il manifesto, 19 dicembre 2013

sabato 21 dicembre 2013

La crisi e la disuguaglianza

«Dietro a una parte delle reazioni eccessive contro il dibattito sulla disuguaglianza c’è il desiderio di alcuni grossi esperti di depoliticizzare il nostro discorso economico, di renderlo tecnocratico, non di parte. Ma questo è un sogno impossibile». La Repubblica, 21 dicembre 2013

Nella notte spunta un condono per gli stabilimenti balneari

Per le feste ognuno regala ciò che vuole. L'attuale maggioranza parlamentare ha preparato un pacco  che fa rimpiangere i peggiori sostenitori dell'abusivismo della Prima repubblica. Ringraziamo l'autore che con un'e-mail del 21 dicembre ci ha trasmesso  questa squallida notizia, che pubblichiamo nella speranza di poterla smentire domani

giovedì 19 dicembre 2013

E se invece di (de)crescita cominciassimo a riparlare di progresso?

«Se la crescita non ridiventa progresso, cioè ridistribuzione dei redditi, salute, istruzione, casa, salario e pensione dignitosi, ambiente sano, allora sarà solo un altro episodio effimero dell’accumulazione della ricchezza nelle mani di pochi». Greenreport, 19 dicembre 2013

“Scelta strana del sindaco. Ma noi andremo avanti lo stesso”

Intervistato da Giampiero Rossi sul fallimento del Cerba nel Parco Sud, il professore da par suo si lancia in una serie di considerazioni paradossali: che saranno mai un po' sterpaglie (sic) paragonate alla ricerca, fatta dove dico io? Corriere della Sera Milano, 19 dicembre 2013 (f.b.)

Da Rottamatore a gran Cerimoniere

Il vero genio si fa riconoscere subito. Poi dicono che non è vero che il nuovo leader del maggior partito della "sinistra" italiana si chiami Renzusconi. La Repubblica, 19 dicembre 2013

mercoledì 18 dicembre 2013

Serve una nuova emancipazione

A proposito di "città resiliente". La soluzione  non è nell'imparare a resistere al danno, ma nell'impedirlo. Partiamo dal "diritto alla salute" per risanare il territorio. Così evitiamo anche che il "fare" si traduca  nell'"affare". Il manifesto, 18 dicembre 2013

Nelle nebbie della seconda Repubblica: Diario di un naufrago

A proposito dell’ultimo libro dello storico Guido Crainz, Diario di un naufragio (Donzelli). Con la limpida  narrazione di  «un ventennio tra i fallimenti 
della sinistra e l’avanzata del populismo» arriva fino ai nostri giorni il  ritratto dell’Italia dal dopoguerra ad oggi. L’Unità, 18 dicembre 2013

La Sinistra europea si affida a Tsipras

La Sinistra europea,l’organizzazione che rag­gruppa la mag­gio­ranza delle forze comu­ni­ste e rosso-verdi del Vec­chio con­ti­nente, ha un candidato per le elezioni del presidente della Commissione europea. Il manifesto, 18 dicembre 2013

Troika sotto accusa: consulenze, insensibilità, errori

Per giustificare il degrado del territorio, della società e della politica proclamano: "E' l'Europa che lo chiede". Guardate un po' quale Europa. Ne vogliamo un'altra. L'Unità, 18 dicembre 2013

Il ruggito degli affamati

Da quando è stato eletto Papa, Francesco ha parlato almeno tre volte dello scandalo e della violenza della fame... >>>

Progetto Cerba sempre più a rischio il Pm preleva gli atti del Comune

Si avvicina, almeno così pare e speriamo, il definitivo accantonamento – anche se per motivi che avremmo preferito diversi - del progettone Ligresti-Veronesi in mezzo al Parco Sud. La Repubblica Milano, 18 dicembre 2013, postilla (f.b.)

Grandi opere al buio: i misteri del Terzo Valico

Mentre si tagliano risorse  per i bisogni di tutti (pendolari e altri) si arricchiscono i ricchi coi soldi di tutti. «Tra Genova e Milano si costruisce una linea ad Alta velocità, ma nessuno ha mai calcolato se è utile e se vale il costo previsto di 6 miliardi. Tanto paga lo Stato». Il Fatto Quotidiano, 18 dicembre 2013

martedì 17 dicembre 2013

Rifiuti hi-tech

No imballaggi: «Gli scarti sono in costante aumento: da 49 milioni di tonnellate nel 2012 saliranno a 65 nel 2017 Per molti un peso di cui liberarsi, seminando veleni da Nord a Sud. Come rivela un rapporto Onu». La Repubblica, 17 dicembre 2013

L'eclissi del Parlamento

«Si assi­ste allo svuo­ta­mento pro­gres­sivo delle forme rap­pre­sen­ta­tive della nostra demo­cra­zia costi­tu­zio­nale. Ma quanto può soprav­vi­vere una demo­cra­zia senza un Par­la­mento?». Il manifesto, 16 dicembre 2013

domenica 15 dicembre 2013

Pompei: la luce in fondo al tunnel

Lunedì scorso sono arrivate le nomine del nuovo Direttore e vicedirettore incaricati di coordinare il progetto "Grande Pompei".>>>

sabato 14 dicembre 2013

Renzi e i comunisti

«Renzi è il prodotto del fallimento di una classe dirigente proveniente dal Pci e in parte dalla Dc, che non è stata in grado di praticare un progetto per l’Italia e per l’Europa nella fase della globalizzazione capitalistica, e nel pieno di una crisi che scuote dai fondamenti la civiltà occidentale modellata sul paradigma del liberismo finanziario». FondazionePintor.net, dicembre 2013

L'invisibile popolo dei nuovi poveri

«Sarebbe una scia­gura – peg­gio, un delitto – rega­lare ai cen­tu­rioni delle destre sociali il mono­po­lio della comu­ni­ca­zione con que­sto mondo e la pos­si­bi­lità di quo­tarne i (cat­tivi) sen­ti­menti alla pro­pria borsa». Il manifesto, 13 dicembre 2013

venerdì 13 dicembre 2013

I forconi e la politica dei diritti

«E' inaccettabile qualsiasi sottovalutazione dei diritti, ma pure la debolezza d’ogni posizione che ritenga possibile separarli dalla democrazia. È vero, i diritti sono deboli se la politica li abbandona. Ma quale destino possiamo assegnare ad una politica svuotata di diritti e perduta per i principi?». La Repubblica, 13 dicembre 2013

giovedì 12 dicembre 2013

Luciano Gallino: «Tutti i limiti del sindacato»

«Con­trap­porsi alle pri­va­tiz­za­zioni signi­fica bat­tersi con­tro una lotta poli­tica che la classe diri­gente con­duce con­tro beni pub­blici, beni comuni, pos­si­bi­lità di par­te­ci­pare alle deci­sioni poli­ti­che. In que­ste lotte, non pare che la Cgil abbia bat­tuto con forza il pugno sul tavolo». Il manifesto, 12 dicembre 2013

Renzi, il Pieraccioni della politica

«A chi mi accuserà di rimpiangere il bel tempo antico, replicherò, come la mitica Edith Piaf: “No, non rimpiango nulla”. Invece, constato l'ennesimo atto di una catastrofe. Ma come ci insegna la tragedia greca dalla catastrofe si può rinascere».Micromega, 10 dicembre 2013

Forconi e roghi di libri

A
Angosciose memorie rievocate dalle cronache italiane. Chi ha seminato vento raccoglie tempesta. Ma è una tempesta che minaccia tutti noi

Perché serve una riforma su misura

Le condizioni virtuose per una buona legge elettorale. La Repubblica, 12 dicembre 2013 

mercoledì 11 dicembre 2013

Guerra ai migranti e alle migrazioni

Prosegue infaticabile l'impiego di risorse e d'ingegno italiani, avanguardia tricolore del Primo mondo, a far crescere la rabbia negli altri mondi  respingendo chi tenta di evadere da miseria e repressione. e-mail dell'11 dicembre 2013

Agricoltura, territorio, diritti

Due articoli in due sezioni diverse dello stesso giornale, apparentemente senza alcun rapporto tra loro salvo il medesimo autore, toccano due aspetti del medesimo problema: sostenibilità e cittadinanza. La Repubblica, 11 dicembre 2013, postilla (f.b.)

La vita e l'economia dipendono dal mare

Stiamo appena risanando alla meglio le ferite apportate al nostro paese da alcune settimane di tempeste fuori dell’ordinario... >>>

Vendita dell’Isola di Budelli, l’acquisto da parte dello Stato sarebbe un danno

«Conservazione della natura: sì ai privati all’interno di regole dello Stato»: e' un'opinione ragionevole, ma noi crediamo che, in una società in cui  (ahimè) la proprietà è più tutelata dell'interesse comune, la proprietà pubblica sia la garanzia maggiore. Greenreport, 11 dicembre 2013

Il vizio dell’8 settembre

Che cosa c’è sotto la schiuma della vittoria di Matteo Renzi. La Repubblica, 11 dicembre 2013

martedì 10 dicembre 2013

Sacrificati i fontanili

In una lettera testimonianza dalle ultime sacche agricole metropolitane devastate dall'Expo, gli impatti reali dell'evento mediatico, e qualche seria questione. Corriere della Sera Milano, 10 dicembre 2013, postilla (f.b.)

Toscana. Approvare subito le nuove regole per il territorio

Un disegno di Sergio Staino per l'appello lanciato da eddyburg. Qui il testo e le prime 100 firme 

Renzi, il PD e il mio personalissimo “che fare"

«Il paradosso è questo: mentre diventa diverso da sé (rinnovandosi), il Pd diventa sempre più uguale agli altri, al pensiero unico corrente, alle ricette note, ai discorsi già sentiti, ed alcuni, addirittura, sentiti in Europa venti e più anni orsono – e in larga parte falliti». AR alessandro robecchi, blog, 9 dicembre 2013

domenica 8 dicembre 2013

Valore del paesaggio

Stralcio dalla relazione introduttiva alla presentazione del libro: Lezione di piano. L'esperienza pioniera del PPR della Sardegna raccontata per voci (Corte del fontego editore), Sassari, 9 dicembre 2013. La Nuova Sardegna, 8 dicembre 2013

Perché sia rapidamente approvata la nuova legge urbanistica della Toscana

Difendiamo una legge che impedisce lo spreco assurdo del consumo di suolo.  Il "blocco edilizio" vorrebbe rinviarla, moderarla, mitigarla, svuotarla. In una parola, proseguire la devastazione del patrimonio comune. Le prime adesioni  a un appello promosso da eddyburg, aggiornate al 17dicembre

L'ultima Bolognina

«Quella che arri­verà sta­notte nel Pd sarà un’altra "ultima svolta". Con Renzi nei panni del "nuo­vi­sta", Cuperlo in quelli del rinnovatore-conservatore, Civati che tenta la via di una sini­stra di con­fine con i movi­menti: no Tav, via Mae­stra, acqua pub­blica». Il manifesto, 8 dicembre 2013

Zagrebelsky “Schiaffo dalla Consulta ma lo Stato deve sopravvivere e il Parlamento è legittimo”

L'ignoranza della legge non è una scusa per i legislatori imcompetenti. Soprattutto se la legge ignorata è la Costituzione. Vadano a casa e ci facciano sostituirle con una lrggr costituzionalmente legittima. La Repubblica

evidentemente sono stupido...

... ma non riesco a capire perchè dovrei andare a votare per il leader di in partito la cui politica non approvo, al quale non sono iscritto nè lo sono mai stato, e al quale non so neppure se voterò (se vince Renzi certamente no)

sabato 7 dicembre 2013

«Travolta la società di mezzo, ora il Quinto Stato riscopra il conflitto»

In una serie di neologismi artigianali, l'intervista a Aldo Bonomi ripropone modelli di società/territorio suburbaneggianti e pure confusi. Il manifesto, 7 dicembre 2013, postilla (f.b.)

I rimproveri sbagliati della UE

L’Italia non può pensare nemmeno lontanamente di uscire dall’Europa, ossia dall’Unione Europea. Noi crediamo in una Europa unita, però non nella forma attuale. Dobbiamo continuare a credere in un’Europa dove l’immensa maggioranza di quelli che non contano niente possano contare qualcosa. La Repubblica, 6 dicembre 2013

venerdì 6 dicembre 2013

Rapporto Censis 2013, l’accusa a politici e banchieri: “Usano la crisi per legittimarsi”

Pesanti accuse del Censis sulla classe politica italiana nel rapporto annuale. Il Fatto quotidiano, 6 dicembre 2013

Le ragioni della corte

«La Corte ha rifiutato d’essere normalizzata, d’essere risucchiata nelle logica delle convenienze e dei rinvii, d’essere considerata parte di un sistema che sfugge regolarmente le proprie responsabilità. Ha così dato un buon esempio di autonomia, mostrando come ogni istituzione possa e debba fare correttamente la sua parte». La Repubblica, 6 dicembre 2013

E' andato via, ma ha lasciato qualcosa che prima non c'era

«Ho imparato che il coraggio non è l’assenza di paura, ma il trionfo su di essa. Coraggioso non è chi non prova paura, ma colui che vince questa paura»

Metropoli mutevoli


Tentativi, immagini e idee per  una possibile città del futuro, a partire dall'uso dello spazio pubblico, in una mostra al Gug­ge­n­heim Museum di New York.. Il manifesto, 6 dicembre 2013

giovedì 5 dicembre 2013

Premessa generazionale

Prologo a Sulle orme del gambero. Ragioni e passioni della sinistra (Donzelli) che è molto più di quanto promette. Non solo esperienza di vita, dalla giovinezza alla maturità, di un comunista attraverso le stagioni del suo partito, ma profonda riflessione sul mondo d'oggi, inganni e possibili destini.

Carlin Petrini: “Bisogna mettere in campo la qualità”

La lotta al consumo di suolo provocata dall'urbanizzazione sregolata (meglio: regolata dalle regole della privatizzazione della rendita) si combatte insieme alla lotta per un'agricoltura sana e legata al territorio. Il manifesto, 5 dicembre 2013

La Corte costituzionale vince ancora

Due commenti sulla sentenza della Consulta, che tenta ancora una volta a raddrizzare le gambe ai cani (con rispetto parlando).  Articoli di Piero Ignazi e di Andrea Fabozzi, rispettivamente su la Repubblica e il manifesto, 5 dicembre 2013

dopo il "porcellum

Pessimismo della ragione, secondo Mauro Biani

mercoledì 4 dicembre 2013

Bioregione versus megacity

Dalla lectio magistralis di Alberto Magnaghi all'Univerità di Firenze una alternativa ambientale e sociale all'urbanizzazione del pianeta nel segno del liberismo e della diseguaglianza. Presentazione di Alberto Ziparo. Il manifesto, 4 dicembre 2013

Ferrovie, è guerra tra Regione e Trenitalia

Finalmente qualche istituzione elettiva si oppone al progetto di finalizzare l’organizzazione del territorio e dell’accessibilità esclusivamente ai più ricchi, e di abbandonare i lavoratori, gli strudenti e gli altri pendolari al dominio dell’automobile. Greenreport, 4 dicembre 2023

Parte la Città della Salute

Trovato un equilibrio, imperfetto ma tutto sommato ragionevole, fra esigenze ambientali, urbanistiche, di equilibrio metropolitano e riorganizzazione aziendale, per un progetto controverso che si trascina da anni. Corriere della Sera Milano, 4 dicembre 2013, postilla (f.b.)

martedì 3 dicembre 2013

Lavoro e schiavitù. Il terzo mondo a domicilio

«I morti di Prato sono cinesi e non votano neppure alle primarie del Pd, ma come »Gli africani di Rosarno e i bufalari pontini sono indispensabili a far girare la ruota di un sistema economico che nessuno si sogna di mettere in discussione dalle fondamenta». il manifesto, 3 dicembre 2003

La partita dell’Europa

«Dietro l’appello diretto e demagogico al popolo in contrapposizione al sistema politico e istituzionale democratico c’è il fatto che il centro di gravità del potere risiede sempre meno nelle istituzioni rappresentative». L’Unità, 3 dicembre 2013

Il debito porta scompiglio nei fan di Monti e Letta

«Anche Scalfari si accorge che il debito è la nostra "spada di Brenno", ma di fronte a possibili default ci vuole una vera strategia alternativa che questa classe dirigente non ha». il manifesto, 3 dicembre 2013

Tra lobbying e rappresentanza politica. Il destino della legge toscana sul governo del territori

A proposito delle spinte perché la nova legge urbanistica della Toscana venga “ammorbidita”, eviti di tradurre in regole quello che deve – seconda una qualificata lobby - rimanere una chiacchiera Greenreport, 3 dicembre 2013, con postilla

il 30 novembre, il Veneto a Venezia

Per la prima volta uniti in un corteo gioioso oltre150 comitati, associazioni e altri gruppi di cittadinanza attiva. Un lungo corteo costellato da bandiere, striscioni,  cartelli, maschere e figure, testimonianza di centinaia di lotte locali, tutte all’insegna di un’unica volontà: il territorio, le sue città e le sue campagne, i suoi boschi e i suoi fiumi, le sue coste e i suoi monti, le sue acque e la sua aria, sono un patrimonio di tutti, da utilizzare con parsimonia. Sono un bene comune, non una merce. Per la prima volta uniti. Perciò anche qualche problema, da risolvere nella chiarezza e nella reciproca comprensione. Vedremo come