responsive_m

8 dicembre: L'Italia che lotta per la giustizia ambientale

8 dicembre: L'Italia che lotta per la giustizia ambientale
In migliaia contro questo modello di sviluppo che sta devastando l'habitat in cui viviamo. Contro le grandi opere inutili e dannose; l'inquinamento dell'aria; la contaminazione di acque e suolo da processi industriali; gli inceneritori, le politiche sui rifiuti e l'ecomafia che ci specula; il consumo di suolo; le grandi navi; i gasdotti e la dipendenza dai fossili; la sottrazione di beni comuni; le antenne militari; l'erosione della democrazia; il prevalere del profitto di pochi sul benessere di tutti. Non solo per la difesa dell'ambiente, della salute, dei territori, ma per un inversione di rotta (i.b.)

INVERTIRE LA ROTTA

FARE SPAZIO ALLE ATTIVITA CULTURALI

DAI MEDIA

giovedì 31 ottobre 2013

Ragioniamo insieme su eddyburg

La relazione sulla cui base, in coda al Se/Ed 2, si è svolta  una discussione sul futuro di eddyburg a partire da un breve exursus sul sito, dalla sua nascita a oggi, e concludendo  con alcune riflessioni e proposte per l’oggi e il domani. In calce i commenti pervenuti via e-mail prima dell'incontro del 19 ottobre 2013. domani, il resoconto

La mobilità italiana ai tempi dell'Urban Sprawl

Un rapporto Eurispes presentato a CityTech fotografa la dipendenza del nostro sistema territoriale e sociale dal trasporto individuabile (il dominio del dio Automobile), Le ricette sono individuate da decenni, ma  non sono praticate vere strategie alternative. Dal sito Omniauto, 28 ottobre 2013

«Intellettuali dimenticati nella fiction su Olivetti»

Una grave omissione nella bella fiction sull'ingegner Adriano Olivetti, protagonista d'un progetto culturale che contribuì a far emergere l'Italia dalla palude del fascismo. Corriere della Sera, 31 ottobre 2013, con postilla e barzelletta

La fine della società

Intervista al sociologo francese Alain Touraine: “siamo tutti soli come attori in un teatro vuoto”con il tramonto del capitalismo industriale cadono anche le sue istituzioni: Stato, classe, famiglia Intervista al sociologo francese. La Repubblica, 31 ottobre 2013

Una fioca luce gettata sulla triste scienza

Il recente saggio dell'economista francese, "Il teorema del lampione" getta una vivida luce sul carattere prettamente politico  del predominio dell'economia neoliberista e dei suoi mantra, ma  trascura il carattere classista di cui la "triste scienza" è portatrice.  Il manifesto, 31 ottobre 2013

mercoledì 30 ottobre 2013

Scali ferroviari, «rivoluzione» urbanistica

Aree ex pubbliche e plusvalore fondiario per la città dei cittadini  o per la città della rendita (privata). La decisione è aperta, ed è affidata alla politica: quella buona o quella cattiva? Corriere della sera, ed. Milano. 30 ottobre 2013

Mattone, linea dura in Spagna:"Abbattere le case invendute"

Che fa il Mercato (la divinità che, secondo i suoi sacerdoti, ha come fine il raggiungimento dell’interesse collettivo) quando vuole aumentare il prezzo di una bene? Ne distrugge una parte. E’ il capitalismo, baby. La Repubblica, “Economia e finanze”, 23 ottobre 2013

Piano territoriale e ente di governo: idee e ideologie dal fascismo alle regioni


Intervento al secondo Seminario di Eddyburg (Sezano (VR) dal 17 al 19 ottobre 2013, sul tema introduttivo delle riflessioni originarie riguardanti il rapporto fra circoscrizioni amministrative e pianificazione sovracomunale, dall'emergere del problema al varo delle regioni a statuto ordinario

Augusto straniero a Roma

Un’occasione perduta. Questo, in estrema sintesi, il giudizio che può essere dato sulla mostra dedicata ad Augusto alle Scuderie del Quirinale>>>

Il progetto che soffoca le Logge di Gubbio

Perverse idee dell'edilizia storica e dello spzio pubblico. Proprio nella città della "carta fondamentale del restauro e con l'avallo di chi dovrebbe "sovraintendere" ai beni culturali in nome e per conto dell'intera comunità nazionale. Il manifesto, 30 ottobre 2013

Gli spifferai magici e i cani di guardia

«Apparentemente sono tutti molto offesi, i governanti europei, per come Barack Obama li ha fatti spiare da anni. ci si chiede: ha senso affastellare dati su tutti e su tutto, su fidati e non fidati, su amici e nemici da abbattere e gabellare questa maniacale compilazione di liste per lotta al terrorismo?». La Repubblica, 30 ottobre 2013

Un passo oltre la palude

Un sogno a occhi aperti, che condividiamo: «Capopartito,capo corrente o capopolo: potrebbero dire basta e muoversi
per innescare un cambiamento.
Ma bisognerebbe mettere da parte calcoli di bottega e cure personali per fare quello che è chiaro a tutti, scommettere sull’enorme patrimonio di forze della società». Il manifesto, 30 ottobre 2013

martedì 29 ottobre 2013

Il pensiero unico del Gattopardo

Se qualcuno non avesse ancora capito che navighiamo tra Scilla e Scilla,  (o tra Cariddi e Cariddi), e  magari pensasse che scegliere il PD di Renzi  significa combattere Berlusconi, non possiamo che consigliargli una visita oculistica. Il manifesto, 29 ottobre 2013

lunedì 28 ottobre 2013

Le risorse per la città pubblica in una dimensione d'area vasta

Un intervento al secondo Seminario di Eddyburg  (Sezano (VR) dal 17 al 19 ottobre 2013, sul tema cruciale del finanziamento della città pubblica nell'ottica della "città metropolitana" Una sintesi e il testo scaricabile

domenica 27 ottobre 2013

Disastro nelle Cinque Terre. Commemorare non basta

C'è molto da ricordare in Italia, a proposito di "calamità naturali" provocate dall'imbecillità criminale degli uomini che"contano". Facile fare l'elenco dei disastri, più difficile quello delle buone opere. La Stampa, 25 ottobre 2013

Il Pinocchio dei sardi fa ancora il misterioso

Adducendo pretesti tecnici ma confermando l’illegittimità del suo “piano paesaggistico dei sardi" Cappellacci rifiuta di rendere pubbliche le carte di cui ormai tutti conoscono il contenuto. La protesta diventa intanto più forte e determinata. Almeno, nell’Isola. Il resto del mondo tace. Articoli di Alfredo Franchini e Sandro Roggio. la Nuova Sardegna, 27 ottobre 2013

20110500 Fiorentino Sullo e la rendita immobiliare. che cosa è cambiato

Un articolo che riemerge dai cambi d'indirizzo postale. Ma  purtroppo è ancora d'attualità. Foedus. Culture economie e territori, rivista quadrimestrale, n 29, 2011

Ecco le norme che svelano il bluff del Pps

Alcune delle ragioni per le quali il piano paesaggistico di Cappellacci è solo un tentativo di truffa  (del quale, peraltro si trascurano gli effetti immediati, sugli elettori e sul territori). Sardinia post, 26 ottobre 2013

sabato 26 ottobre 2013

PPR, si cambia.Alt del Ministero

«Cappellacci annuncia il nuovo Ppr ma il Ministero gli dà subito l’altolà» Proteste e critiche delle associazioni; dichiarazioni di E Salzano, M. Bruno e R. Soru. La Nuova Sardegna, 26 ottobre 2013.  

Sardegna. Un piano illegittimo per sanare le leggi illegittime

La nostra Giunta regionale, verniciata di sovranismo, ha annunciato la nascita del nuovo “Piano paesaggistico dei sardi” che si chiamerà Pps. Però il nuovo Piano sardo ... >>>

Ma i colpevoli sono due

L'ipocrisia di chi  s'indigna oggi fingendo di non aver capito  quale lesione dei diritti sia nata  dalle decisioni degli USA di Bush all'indomani dell'11 settembre 2001, accettate da tutti i potenti ed elevato a mantra della "sicurtà". La Repubblica, 26 ottobre 2013

venerdì 25 ottobre 2013

Abolite dal “Piano paesaggistico” della giunta Cappellacci le tutele sulla costa sarda


La Giunta regionale ha approvato un nuovo “piano paesaggistico dei sardi”  le cui “norme di salvaguardia”, immediatamente operative, consentono di violare le norme di tutela del piano della Giunta Soru, vigente fin dal 2006,  costruendo  nella fascia costiera. Il Mibac si dissocia. Domani informazioni più precise. Qui una nostra dichiarazione >>>

Due scandali della democrazia

Da Obama a Giorgio I: «Se le larghe intese devono silenziare la libera coscienza delle istituzioni e dei partiti, allora la stabilità diventa una ragnatela, non una risorsa ». La Repubblica, 25 ottobre 2013

La riforma dei falchi scassa il 138

«Sconcerta l'impermeabilità del partito democratico. Nonostante l'evidente divisione del suo popolo e lo smarrimento nelle parole di alcuni suoi impegnati dirigenti, solo una minoranza - ahimè - irrilevante ha dato seguito con coerenza al disagio». Il manifesto, 25 ottobre 2013, con postilla

Ministro, fermi questo scempio

I due presidenti onorari di Fai e WWF fanno appello al responsabile dell'Ambiente, Orlando, contro la surreale Autostrada della Lomellina, veicolo dichiarato di smantellamento dell'agricoltura padana. Corriere della Sera Lombardia, 25 ottobre 2013, postilla (f.b.)

La Metropoli Autogrill


La città contemporanea e i cittadini che la pensano e la vivono sono succubi della logica automobilistica, : fermiamoci a riflettere su alcuni portati della cultura razionalista novecentesca, e ad alcuni sviluppi perversi della separazione fra ambiti e funzioni diverse. Postilla di e.s.

Il grande intenditore

Altan (La Repubblica)

giovedì 24 ottobre 2013

Porte aperte

Accogliamoli tutti, un pamphlet di Manconi e Brinis è  «un viaggio senza retorica nelle politiche dell’immigrazione», ma induce a porre qualche domanda. La Repubblica, 24 ottobre 2013, con postilla

Un'opposizione per la nostra Europa

«Diritti civili e sociali, revisione dei vincoli finanziari, riconversione ambientale della produzione, una nuova classe dirigente. E il filo rosso dei beni comuni. Il programma c’è, manca la forza che lo realizza». Il manifesto, 24 ottobre 2013

Una domanda sull'

Inizia oggi a Salerno, col saluto del sindaco-sottosegretario Vincenzo De Luca, il 28° congresso dell’Istituto nazionale di urbanistica. Il tema è: “la città motore dello sviluppo? Quale città, per quale sviluppo? La città della rendita (diritti edificatori, perequazione generalizzata, premi di cubatura) o quella dei cittadini? Lo sviluppo misurato dalla crescita del PIL e dall’aumento della ricchezza dei patrimoni privati o quello derivante dall’uso parsimonioso del patrimonio collettivo?

Un corruttore come alleato

«Il rinvio a giudizio di Napoli segna un possibile punto di svolta. Non tanto giudiziario, quanto politico». Ma in quali palazzi giace la politica, quella vera? La Repubblica, 24 ottobre 2013

mercoledì 23 ottobre 2013

Riforma costituzionale, voce ai cittadini

«Quel che si sta discutendo è l’assetto futuro della Repubblica, l’equilibrio tra i poteri, lo spazio stesso della politica, dunque il rapporto tra istituzioni e società delineato dalla Costituzione, il patto al quale sono consegnate le ragioni del nostro stare insieme». La Repubblica, 23 ottobre 2013

Abitazioni asociali

Proprio nel momento in cui i movimenti sociali italiani per la casa incontrano un ministro da sempre sostenitore del ruolo  dominante dei privati, una rassegna di problemi dalle esperienze in corso a Londra: recinti nei recinti per dividere chi ha da chi non ha. The Guardian, 22 ottobre 2013 (f.b.)

La breccia romana

«I selvaggi che dovevano devastare il centro di Roma hanno dunque compiuto il capolavoro di svelare l'esistenza di un mondo sempre più numeroso prodotto dalle politiche antipopolari dell'Europa e del mondo della finanza». Il manifesto, 23 ottobre 2013

Un progetto unitario per i Fori imperiali

Il racconto di un segmento importante della storia del Progetto Fori: come si passò dall'intenzione al progetto. Dal sindaco Marino  e dalla sua giunta i primi segnali di una ripresa del cammino interrotto dopo la scomparsa del sindaco Luigi Petroselli. La speranza è che su quella strada si cammini con coerenza. Corriere della sera, 23 ottobre 2013

Il finto Termidoro di Berlusconi

«Berlusconi magari finisce ma non il suo sistema di potere, non le televisioni che controlla e usa, non il suo progetto di scardinare Costituzione e giustizia. La tarantella delle menzogne ricomincia». La Repubblica, 23 ottobre 2013

martedì 22 ottobre 2013

Un anniversario per il Sud

Com'era prevedibile, l'ultimo Rapporto Svimez sullo stato del nostro Mezzogiorno ha, giusto per un paio di giorni, prodotto la consueta rassegna di denunce e di pianti...>>>

Città: coraggio, fatti ammazzare!

Pareva superata, la faccenda delle vittime collettivamente accettate da pagare ahimè al progresso, invece con le reazioni all'incidente di via Famagosta a Milano ci siamo ancora dentro fino al collo, grazie all'invasione concettuale del modello di autostrada urbana, contro lo spazio condiviso

Giù le mani dalla sanità

Bloccato per ora un passo ulteriore nello smantellamento del Welfare state, ma non è finita. Obama vuole innovare, avevamo già conquistato il diritto alla salute smantellano un pezzo per volta. La Repubblica, 22 ottobre 2013

Le città italiane? Che delusione

Il cliente ha sempre ragione, e gli utenti privilegiati delle nostre città, ovvero i cittadini stessi, le bocciano senza appello anche in un confronto europeo.  Peccato che siano ancora pochi quelle che si attivano per migliorarla. Salvo poche eccezioni "antagoniste", prevale lo sterile mugugno. Il Sole 24 Ore, 21 ottobre 2013

Governo tombarolo

Dietro la facciata accattivante della Politica spettacolo il volto preoccupante di una politica nella quale le larghe intese e io"sviluppo" affidato ai produttori di morte rende l’Italia complice dei tiranni. comune_info, 21 ottobre 2013

lunedì 21 ottobre 2013

Chi assedia chi?

Una nota sulla manifestazione di sabato 19 ottobre scorso,  per la casa e il lavoro, il diritto alla città e contro le Grandi opere inutili, nel ricordo di un’altra  manifestazione che tentò di cambiare la nostra storia ma fu arrestata dal terrorismo dei “servizi deviati” dello Stato

domenica 20 ottobre 2013

Gli "antagonisti" a Roma

La manifestazione del 20 settembre a Roma. Un'opposizione c'è. Anzi più d'una. Se marciassero insieme ci sarebbe anche qualche speranza

Lo avrai, camerata Kesserling

Liberate finalmente le pagine dei giornali dai resti di Priebke pubblichiamo un testo che forse molti giovani non conoscono, e molti anziani hanno dimenticato. Non ci sembra che in questi giorni sia stato ripreso, ma forse si. Comunque, è anche un bel testo: ed era uno dei tanti buchi negli archivi di eddyburg

Ecco perchè

Matteo Renzi: «Se vinco io mai più "larghe intese"».(l'Unità, 20 ottobre). Ovvio, starà tutto dentro il suo partito

Invisibili. Il corteo dei movimenti a Roma

«Un fiume di ragazzi, migliaia di senza casa, i movimenti contro le grandi opere, le associazioni dei beni comuni sfilano pacificamente per le strade di una città blindata e si accampano nella piazza di Porta Pia. Pochi incidenti isolati contro il ministero dell'Economia. E per le tv sono tutti «"antagonisti"». Il manifesto, 20 ottobre 2013

Perché Letta deve andar via

A ogni osservatore ragionevole, pensoso delle sorti del paese, le ragioni perché Letta, compiuta la riforma elettorale, mandi a casa il governo, dovrebbero.. >>>

Quei 52 miliardi persi nell’Italia che frana. E il governo al territorio dà solo 30 milioni

«La messa in sicurezza del territorio è la sola Grande opera assolutamente indispensabile al Paese» ma si continua a ignorarla, salvo generiche dichiarazioni. Corriere della Sera, 20 ottobre 2013

Quando la pista ciclabile passerà dal cielo

Era quasi prevedibile, anche se naturalmente per nulla auspicabile: la mobilità dolce rivendica centralità urbana? Arrivano archimedi conformisti e elettrotecnici vari a tentare di levargliela subito, perché mai e poi mai si deve mettere in dubbio il dogma di una città organizzata attorno all'automobile. La Repubblica 20 ottobre 2013, postilla (f.b.)

sabato 19 ottobre 2013

Italia si, Italia no

Uno stralcio del libro postumo «Italia sì Italia no» di Margherita Hack che esce martedì in libreria, a testimonianza dell'impegno civile della scienziata recentemente scomparsa. L'Unità, 19 ottobre 2013

L’autostrada che rischia di asfaltare i paesaggi di Piero della Francesca

«La storia della Sgc (Strada di grande comunicazione) E78 Grosseto- Fano fa impallidire quella della Salerno-Reggio Calabria. “Inventata” da Amintore Fanfani alla fine degli anni 60, è diventata un’eterna Incompiuta». La Repubblica, 19 ottobre 2013

La storia riaffiora oltre l'asfalto

Intervistato da Federico Gurgone, il soprintendente romano dal 1976 al 2004, analizza anche storicamente il caso di via dei Fori Imperiali. «L'aspirazione a creare una zona monumentale nel cuore di Roma è sempre esistita». Il manifesto, 18 ottobre 2013

venerdì 18 ottobre 2013

La città dolente: urbanistica e infrastrutture nella crisi

La presentazione dell'ultimo libro di Vezio De Lucia, occasione per riflettere sul passato il presente e il destino del capoluogo emiliano. Il Fatto quotidiano, 18 ottobre 2013

giovedì 17 ottobre 2013

Orti sospesi sopra Mumbai

Un'esperienza ambientale, economica, soprattutto sociale e con forte caratterizzazione di genere, che lascia un solo dubbio: si tratta di un prodotto collaterale dello slum, o di una vera alternativa, per quanto settoriale, alla metropoli globalizzata? Il manifesto, 17 ottobre 2013 (f.b.)

mercoledì 16 ottobre 2013

Ricordiamo le Fosse Ardeatine

La nostra storia è ricominciata quando abbiamo cacciato gli assassini

Senza pianto

«Sotterrare non è lo stesso che seppellire: di mezzo, scrive Ernesto de Martino, c'è il pianto e c'è il rito, che servono a far passare la perdita in valore». Il manifesto, 16 ottobre 2013

Un "esercito del lavoro" contro le cosiddette calamità naturali

Francamente sono stufo di scrivere due volte all'anno un articolo sul dissesto idrogeologico...>>>

martedì 15 ottobre 2013

Un paese ostaggio delle politiche coloniali

«Un punto di equilibrio dell'Africa cancellato dall'Occidente al fine di esercitare il controllo sulle sue ricchezze Dopo l'indipendenza, si sono succeduti colpi di stato e il «regno» di Mobutu imposti dalle multinazionali». La tenebra di Conrad sta nelle ossessioni dei visitatori bianchi. Il manifesto, 15 ottobre 2013

Città in vendita: copie e originali

Mentre si susseguono riunioni di ministri che fan finta di trovare soluzioni alternative...>>>

Sovracomunalita e Città Metropolitane

Bozza dell'intervento al Secondo Seminario di eddyburg sul tema"Le città metropolitane. Tassello importante del governo pubblico del territorio", Sezano, 17-19 ottobre 2013

lunedì 14 ottobre 2013

Italia (s)vendesi. Come sempre

«L’endemica assenza di consapevolezza che “lo Stato siamo noi” rischia di farci dimenticare che vendendo una riserva pubblica impoveriamo noi stessi e le generazioni future, che non hanno voce in capitolo». Tornano le vecchie ricette di sempre: svendere il patrimonio, anche quello culturale, per non intaccare le rendite private. Il Fatto Quotidiano, 12 Ottobre 2013 (m.p.g.)

Benvenuti al Sud. Viaggio di ritorno nei luoghi comuni

«Sudici. Oziosi. Lenti. In un saggio di Vito Teti, Maledetto Sud (Einaudi) gli stereotipi attribuiti ai meridionali. I quali spesso li adottano a modelli». La Repubblica, 14 ottobre 2013

Note sul disegno di legge riguardante il contenimento del consumo di suolo agricolo

Ottime intenzioni, scarsissima efficacia. Che cosa invece si potrebbe fare se davvero si volesse arrestare il consumo di suolo, scritto per eddyburg il 10 ottobre 2013

domenica 13 ottobre 2013

La politica che spiazza

«Sarà difficile per il parlamento, per lo stesso Pd, ignorare la domanda di democrazia partecipata che una così larga parte del paese rivolge alle istituzioni, al governo, ai partiti. Respingere nel recinto di una minoranza identitaria chi chiede di cambiare le cose con l'arma della Costituzione». Il manifesto, 12 ottobre 2013

L’orrore e la tomba

A proposito dei resti, morali e materiali, dell’autore della strage delle Fosse ardeatine. La Repubblica, 12 ottobre 2013

Toscana felix

Finalmente una buona notizia per l’urbanistica italiana. Viene dalla Toscana ma dovrebbe avere riflessi ...>>>

sabato 12 ottobre 2013

Paratoie del Mose, prove in diretta

Ministro Lupi governatore Zaia e sindaco Orsoni presenti all’evento. Le paratie si alzeranno una alla volta.  Seguiamo col fiato sospeso, ma il danno a Laguna e bilancio dello Stato (cioè nostro) è già stato compiuto. E' ora di scrivere l'elenco dei colpevoli. La Nuova Venezia, 12 ottobre 2013 

Il significato di un premio Nobel

Hanno fatto bene ad assegnare il premio Nobel per la pace di quest'anno all'Organizzazione... >>>

Binomi

Mentre a Roma si manifesta per difendere la Costituzione, nel Mediterraneo prosegue la strage della globalizzazione capitalista. Il commento di Biani sul "manifesto lega i due eventi del giorno

L’Europa senza qualità

Riflessiamo sulla perdità di libertà e futuro  che pagheremmo se ci facessimo  davvero convincere che alternative non sono possibili. La Repubblica, 12 ottobre 2013

venerdì 11 ottobre 2013

La nuova destra

Dicono Grillo e Casaleggio, Capi dei grillini,  rinnovatori della politica e predicatori della "nuova democrazia":«se avessimo sostenuto l'abolizione del reato di clandestinità - in campagna elettorale avremmo avuto percentuali da prefisso telefonico». il manifesto, 11 ottobre 2013

Ispra, Rapporto Ambiente Urbano 2013

L'Istituto per la Protezione dell'Ambiente ha presentato oggi 11 ottobre a Roma il suo rapporto 2013, riportiamo per ora una breve presentazione proposta da la Repubblica online, e il documento integrale scaricabile

Il trucchetto della riqualificazione urbana per pochi

Come scoprono quasi tutte le amministrazioni (oneste) verso fine mandato, nelle città le mitiche promesse liberali di redistribuzione degli investimenti urbani variamente rigeneranti a partire dal mercato, non funzionano quasi mai, in nessuna parte del mondo. The Guardian, 10 ottobre 2013 (f.b.)

giovedì 10 ottobre 2013

Il lungo addio del berlusconismo

«Non è difficile vedere negli anni Ottanta la corposa incubazione della stagione successiva, con il radicale modificarsi dei rapporti di lavoro e il dominio di un sistema dei media sempre più invasivo e distorsivo». La Repubblica, 10 ottobre 2013

La politica strategica dei diritti

«È tempo di liberare la politica e la vita stessa delle persone dalle pesanti ipoteche, dell'ossessivo riferimento alle sole ragioni dell'economia con consapevolezza piena del fatto che la lotta per i diritti è parte integrante e irrinunciabile della costruzione di una democrazia costituzionale». Il manifesto, 9 ottobre 2013

La legge di Antigone e le colpe dell’Europa

Quattro considerazioni, acute e amare, sulle reazioni del Potere alla strage dei “clandestini” in cerca d’asilo. La Repubblica, 9 ottobre 2013

voci dal profondo

Qualche sovversivo vuole abolire l'ignominia di un reato inventato dagli xenofobi. Qualcuno protesta (Altan,"la Repubblica" del 10 ottobre 2013)

mercoledì 9 ottobre 2013

Se/Ed2 Le città metropolitane tassello essenziale del governo pubblico del territorio

Il programma  definitivo del secondo Seminario della Scuola di eddyburg, che si terrà a Sezano (VR) dal 17 al 19 ottobre 2013. in calce il link al file "come raggiungere il Monastero"

martedì 8 ottobre 2013

50 anni dal Vajont

Il 9 ottobre saranno cinquant’anni tondi dalla strage del Vajont. E tutto sembra essere stato detto...>>>

Cancellare subito lo scandalo della Bossi-Fini

«Contro una misura ragionevole e urgente si leveranno obiezioni per non turbare fragili equilibri, fare i conti con varie “sensibilità” all’interno della maggioranza. Miserie di una politica che rivelerebbe l'incapacità a cogliere i temi del nostro tempo». La Repubblica, 8 marzo 2013

lunedì 7 ottobre 2013

Degrado, il Comune usa la forza

Infiniti colpi di coda dell'urbanistica privatizzata inaugurata dall'attuale ministro Lupi tanti anni fa, i quartieri del Documento di Inquadramento sono una truffa e un disastro. La Repubblica Milano, 7 ottobre 2013

L’Italia resta prigioniera dei guasti del berlusconismo ma la Costituzione può guarirla

«In Italia esiste una messinscena della politica. Politica e' confronto tra idee e progetti. Oggi mancano le idee e i progetti, e a maggior ragione manca il confronto. Dunque, manca la politica». Un’intervista di Luana Milella a uno dei promotori del 12 ottobre prossimo. L’Unità, 6 ottobre 2013

domenica 6 ottobre 2013

Il Vajont di Tina Merlin

Due articoli  (di Toni De Marchi e di Tina Merlin) che ricordano, e raccontano a chi allora non c'era, alcune cose sulla strage del Vajont. Per comprendere meglio che la lotta per la verità e  perdifendere il territorio e i suoi abitanti non è finita. L'Unità, 11 ottobre 1963 e 6 ottobre 2013

sabato 5 ottobre 2013

Quante ipocrisie, cambino la legge

«Il governo piange i morti di Lampedusa, ma cancellerà il reato di immigrazione clandestina?». Al di là della strage, nell'intervista di Daniela Preziosi il leader di SEL denuncia i tentativi di demonizzare la sinistra e precisa le condizioni della collaborazione parlamentare col PD. Il manifesto, 5 ottobre 2013

Legge urbanistica regionale della Toscana: riforma

Dopo otto anni di legge urbanistica regionale, con luci ombre e aggiustamenti parziali, finalmente la Regione Toscana si appresta ad approvarne una riforma, promossa con grande impegno dall'assessore Anna Marson. Pubblichiamo per ora il suo comunicato stampa  e il link al testo della legge(m.b.)

Vajont, 50 anni dopo

Ricordando la tragedia del Vaiont, la logica perversa che la determinò (e ancor oggi è dominante), il coraggio della giornalista, Tina Merlin,  che la denunciò prima che accadesse,  e l'ipocrisia dei coccodrilli che  oggi ne celebrano l'anniversario. Rassegna sindacale,  ottobre 2013

Uccisi dalla legge (Bossi-Fini)

Che farà il governo berlusconizzato?

Buon senso clandestino

Tre articoli di Alessandro Dal Lago, Marco Rovelli e Monica Frassoni , dal manifesto del 5 ottobre 2013, svelano l'ipocrisia e la disinformazione delle proposte e dei commenti di chi malauguratamente ci governa a proposito dell'ennesima strage di migranti "clandestini"

Le tre cose da fare

Per fare queste tre cose, assumere consapevolezza piena di una realtà: la miseria delle popolazioni dell’Africa e il carattere repressivo di gran parte degli stati che le governano sono il risultato delle strategie messe in atto dal capitalismo nella fase dello sfruttamento colonialistico e in quella della globalizzazione neoliberista. La Repubblica, 5 ottobre 2013