responsive_m

8 dicembre: L'Italia che lotta per la giustizia ambientale

8 dicembre: L'Italia che lotta per la giustizia ambientale
In migliaia contro questo modello di sviluppo che sta devastando l'habitat in cui viviamo. Contro le grandi opere inutili e dannose; l'inquinamento dell'aria; la contaminazione di acque e suolo da processi industriali; gli inceneritori, le politiche sui rifiuti e l'ecomafia che ci specula; il consumo di suolo; le grandi navi; i gasdotti e la dipendenza dai fossili; la sottrazione di beni comuni; le antenne militari; l'erosione della democrazia; il prevalere del profitto di pochi sul benessere di tutti. Non solo per la difesa dell'ambiente, della salute, dei territori, ma per un inversione di rotta (i.b.)

INVERTIRE LA ROTTA

FARE SPAZIO ALLE ATTIVITA CULTURALI

DAI MEDIA

lunedì 30 settembre 2013

Sacro GRA, ovvero la Grande Rinuncia all’Abitare?

Non ho visto il film, ma intanto giudico questa una efficace recensione al Grande Raccordo Anulare, maestro di scempi del territorio là dove questo non è governato dalla pianificazione, strumento di una visione olistica, ma dagli interessi e dalle visioni settoriali. Luigi Piccinato definiva gli autori di quel prodotto territoriale “gli ingegneri anali”, certo in riferimento alla azienda di appartenenza. Dinamopress, 30 settembre 2013

Indonesia. Storica sentenza dell’Alta Corte a Giakarta La proprietà della terra passa agli indigeni

Grazie all’iniziativa di Indiana Jones e alla tenacia della lotta della popolazione locale  restituite al popolo le foreste commercializzate dallo stato e trasformate da foreste tropicali disetanee in fabbriche d'olio di palma, con pesanti ricadute sul clima globale. La Repubblica, 30 settembre 2013

Confermato ancora una volta: i “diritti edificatori sono una balla, Le "compensazioni urbanistiche" un regalo alla proprietà fondiaria

Una nota di Paolo Berdini e Stefano Lanza illustra il contenuto della sentenza  del Consiglio di Stato che conferma quanto già i lettori di eddyburg sapevano da un pezzo, ma che i cattivi urbanisti e gli accecati amministratori continuano a praticare. 

Strage di studenti musulmani in Nigeria

Una cronaca di Giampaolo Cadalanu, un’intervista di Francesca Caferri alla scrittrice nigeriana Lola Shoneyin sul recente episodio della guerra globale in corso: distruzione e morte in una scuola di musulmani. La Repubblica, 30 settembre 2013, con postilla

sabato 28 settembre 2013

Telecom e non solo. Ideologie al capolinea

«Ora che l'ideologia liberista ha mostrato empiricamente la corda, gli eredi della tradizione del movimento operaio e del cattolicesimo democratico avrebbero il dovere politico-intellettuale di ripensare l'esperienza e la lezione dei antecessori, e rinnovare la lotta per un intervento pubblico in economia». Il manifesto, 28 settembre 2013

L'Italia è nuda di fronte al cemento

Intervista a Francesco Vallerani, autore de L'Italia desnuda (Unicopli) «L'Italia sarà sempre più desnuda se, dopo i picchi emotivi di rabbia indignata, il disagio di vivere tra i cannibali del paesaggio si tramuterà in rassegnazione». Altreconomia.info, 28 settembre 2013

La democrazia blindata della corazzata bipartisan


«Identificare tout court la democrazia con le decisioni contingenti della maggioranza è un pericoloso errore. Una scelta ingiusta non cessa di essere tale sol perché adottata dalla maggioranza» Non dimentichiamo gli insegnamenti dei maestri, da Toqueville a Zagrebelsky. Il manifesto, 28 settembre 2013

2100, città sommerse e caldo record “Il clima impazzito sconvolgerà la Terra”

I virus che causano la morte del pianeta Terra, l’attuale habitat dell’umanità, «sono stati identificati con una probabilità del 95 per cento: si chiamano combustibili fossili e deforestazione ».Catastrofisti gli scienziati dell'ONU? Intanto chi può compra un’astronave per raggiungere un altro pianeta. La Repubblica, 28 settembre 2013, con una nota di Maurizio Ricci dallo stesso giornale

Cambiamo i trattati UE

Non si può continuare nel tentativo di uscire dalla crisi applicando i dispositivi che l'hanno provocata e continuano ad aggravarla. Cambiare strada (cominciando coll'attribuire al Parlamento europeo poteri reali) è difficile ma è indispensabile. La Repubblica, 27 settembre 2013

Il paesaggio appartiene al popolo

La lucidità e la lungimiranza del pensiero dei Padri costituenti è inimmaginabile in una società come la nostra  nella quale i beni culturali  e il paesaggio «violando la legge, sono diventati soltanto merce; dove trionfa la religione del privato.  Costituzione incompiuta, un libro di Alice Leone, Paolo Maddalena,  Tomaso Montanari,  Salvatore Settis. Corriere della Sera, 28 settembre 2013

La rabbia del fronte del porto contro il trasloco delle crociere

In centinaia davanti a Ca’ Farsetti, fischietti, slogan e cartelli: “Giù le mani dal nostro lavoro”. E sullo sfondo un grido inespresso: “Le Grandi navi vengano a flotte, della Laguna chi se ne fotte” . La Nuova Venezia, 28 settembre 2013, con postilla

venerdì 27 settembre 2013

Il capitalismo non ha nazione


Inutile nascondersi dietro un dito: il capitale è  diventato internazionale mentre i lavoratori sono restati nel bozzolo dei nazionalismi. Occorre che oggi anche le controparti si sforzino di  "internazionaliste",  magari a partire dalle università. I
l manifesto, 27 settembre

Chi non si oppone a Sansone ne è complice

Due commenti al caos provocato dal novello Sansone, e due appelli contro i guasti minacciati negli spasmi dell'agonia del guitto che, per l'ignavia e la complicità degli altri in scena, è rimasto il potere vent'anni. Ezio Mauro (la Repubblica) e Norma Rangeri (manifesto), 27 settembre 2013 

Sansone

L'ultima del Caimano: tutti giù con me, sotto le macerie

giovedì 26 settembre 2013

L'autonomia perduta della sinistra

«Nell'ultimo libro di Mario Tronti, Per la critica del presente il lessico politico del Novecento è messo alla prova per definire una sinistra non subalterna. Da qui la critica dell'autore ai movimenti sociali, ritenuti "un'istanza simbolica". Ma così facendo l'obiettivo di una "potenza politica organizzata" rimane una visione». Il manifesto, 26 settembre 2013

Politica e nichilismo. Quel mostro antico e nuovo che uccide la democrazia

Denaro crea denaro crea potere crea denaro... è l’uroboro, serpente mitologico che si morde la coda e soffoca la Polis. Azione suicida tra pratiche oscene nel rapporto tra politica ed economia, dominato da religione del Mercato e mito della crescita. La Repubblica, 26 settembre 2013

Occhio alle parole

Ciò che in gioco nella vicenda della resistenza della Val di Susa e del linguaggio, rivelatore  di«una curvatura inquietante del nostro assetto politico e comunicativo». Il manifesto, 26 settembre 2013

L'inferno è qui

Leggete ancora una volta, magari qui in eddyburg, le conclusioni del libro "Le città invisibili", di Italo Calvino. L'immagine qui sopra è di Marco Minghetti

Anche Galileo li condannerebbe

In attesa del processo di appello alla Commissione Grandi Rischi a L’Aquila, la recensione del volume di Antonello Ciccozzi che ha redatto la perizia su cui si è basata la condanna: l’analisi dell’operazione di falsificazione e rimozione della Protezione Civile di Bertolaso a copertura di interessi economici e corporativi (m.p.g.)  

mercoledì 25 settembre 2013

La svendita da Prodi a Letta

Il capitalismo italiano ha preferito la speculazione immobiliare, e poi quella finanziaria, all'attività produttiva, la rendita al profitto Chi governava, dagli anni Ottanta in poi ha lasciato fare, per non dover contrastare il "blocco edilizio". Eccone gli effetti . Il manifesto, 25 settembre 2013

Una piazza, tre città

Vista  da un satellite, piazza S. Marco potrebbe apparire immutata, perché le dimensioni del contenitore e la densità del contenuto sono le stesse,  ma  le tre immagini, >>>

mentre volano gli avvoltoi

Un pezzo per volta, all'ombra della "pacificazione" e delle "grandi intese" procede la svendita dei patrimoni nazionali

Assisi, scongiuri da cemento

Verso la rottura il miracoloso equilibrio tra città e campagna che il PRG di Giovanni Astengo (1965-72) aveva tentato di tutelare? Sembra di si. Occhi aperti su Assisi. Il Fatto Quotidiano, 25 settembre2013

martedì 24 settembre 2013

La Svizzera dice no al carbone in Calabria

Grazie, Svizzeri del Cantone dei Grigioni. «Democrazia dal basso: per 124 voti il gruppo Repower sarà costretto ad abbandonare il progetto. Anche se la società, a partecipazione pubblica, ha già dichiarato che non cambierà strategia». Il manifesto, 24 settembre 2013

Ora liberamente scaricate e leggete “E le chiamano navi”


Il libro di Silvio Testa pubblicato da Corte del fòntego editore, è esaurito, ma la questione documentata  in quelle pagine merita una conoscenza diffusa e tempestiva. In attesa della ristampa aggiornata, qui  in eddyburg il testo è scaricabile liberamente: entrate nell'articolo e vedrete come

Conflitti globali

Da tre giorni infuria lo scontro al lussuoso shopping center il Westland Center di Nairobi, nel cuore del "pianeta degli slums". Corrispondenza di Rita Plantera e commento di  Luciano Del Sette. Il manifesto, 24 settembre 2013

lunedì 23 settembre 2013

"Farsi" una crociera a Veneza

Partecipando con Paolo alla manifestazione contro le Grandi navi mi ha interessato molto una sua riflessione  che andsva oltre oltre l’evento e il tema. Gli ho chiesto di scrivere un pezzo. Eccolo.  Per sconfiggere i mostri è necessario un lavoro di lunga lena, a partire dalle teste.

Storia di un compromesso

«Rilette oggi, le “Riflessioni sull’Italia dopo i fatti del Cile” colpiscono per l’intuizione di un leader che guardava molto in là.  il compromesso storico era una proposta politica ragionevole, però al tempo stesso una via di palingenesi. Si presentava come il massimo della continuità, ma insieme innescava una novità esplosiva». La Repubblica, 23 settembre 2013

Città d’arte in vendita. Via i residenti, dentro i turisti. Il modello dell’emporio Italia,

Poteva (potrebbe) essere la città modello per un equilibrato rapporto tra storia e natura, tra sapere e potere, tra conservazione e trasformazione. Invece è diventata il modello della mercificazione di un patrimonio universale. Il Fatto quotidiano, 22 settembre 2013

Quel cammino in comune alla ricerca del vero bene

«La premessa è che il vero, il bene, il giusto esistono, che dunque non è insensato cercarli e cercarli insieme, ma che nessuno li possiede da solo, unilateralmente, onde possa imporli agli altri». La Repubblica, 23 settembre 2013

domenica 22 settembre 2013

L’ambientalismo della “sosteniblablablà”

Commentando le sagge parole del  presidente del Worldwatch Institute l'autore  sostiene che sarebbe bello, se esistesse un “ambientalismo maturo capace di distinguere, capace di criticare caso per caso. Non sa che c’è già. La Repubblica, 22 settembre 2013, con postilla

Lo stupro della laguna e il ricatto infinito

In questo week end 36 imbarcazioni di grandi dimensioni entreranno nel bacino di San Marco>>>

La protesta in acqua e sulle rive. A nuoto per fermare i “mostri”

Un migliaio alle Zattere con fischietti, trombe, pentole e coperchi. «Via dalla laguna». I giganti del mare partono in ritardo. Ieri il record di presenze. Contestazione pacifica e festa alle Zattere. Le navi procedono in colonna. Blitz no global in aeroporto. La Nuova Venezia, 22 settembre 2013

teste di paglia a Venezia

Bella, intensa, gioiosa e coraggiosa manifestazione al passaggio dei 13 ecomostri  galleggianti tra i canali della Laguna. Ma nel vedere i crocieristi che - interpretando  gli slogan urlati dalle Zattere e i manifesti sventolanti  per allegri saluti -  rispondevano agitando le mani  in segno di saluto, venivano in mente i versi di Eliot: «Siamo gli uomini vuoti Siamo gli uomini impagliati /Che appoggiano l'un l'altro / La testa piena di paglia». Siamo cattivi, lo sappiamo: ma leggete  qui il poema del grande poeta anglosassone

sabato 21 settembre 2013

Sull'Imu ha vinto il blocco edilizio

Il provvedimento del governo rappresenta una nuova vittoria del “blocco edilizio”, una formazione sociale  descritta limpidamente da Valentino Parlato nel 1970, che da 50 anni condiziona la politica economica del nostro paese: una vera "rete" di interessi complessivamente nefasta. Sbilanciamoci.info, 20 settembre 2013

via dalla Laguna tutte le grandi navi

La Laguna di Venezia, l'unica laguna al mondo rimasta tale dopo più di 1000 anni, e' uccisa giorno per giorno dalle grandi navi, che portino turisti o petrolio, rinfuse o granaglie. In più, quelle che arrivano con   decine di migliaia crocieristi  mordi e fuggi distruggono la città unica al mondo per la sua bellezza.

Le buone ragioni della popolazione schiacciata dall’avanguardismo estremista

Per far esplodere la guerra civile bisogna essere in due. Da soli non bastano né i terroristi né i fanatici della Grande opera inutile e dannosa. La Repubblica, 20 settembre 2013

Stabilità, tutti contenti

Secondo i sondaggi,  le azioni dell'uno scendono, le azioni dell'altro salgono. Qualcosa cambia, ma non tanto

venerdì 20 settembre 2013

Fine del cesarismo criminale

Per gli storici e per la storia bastava la sentenza della Cassazione del 1° agosto 2013 a certificare ufficialmente, oggi e per le generazioni future, che Berlusconi è un criminale…>>>

Il Grande Minimizzatore e il massacro delle donne

No, Berlusconi questa volta non c’entra: ma c’entriamo tutti noi, portatori e vittime del pensiero corrente. La forza delle parole a volte è assassina. La Repubblica, 20 settembre 2013

Caudo: «Un patto civico con i costruttori ma no al ricatto dei metri cubi in più»

Non è aumentando la “moneta urbanistica” (i metri cubi edificabili), magari con la conferma di atti illegittimi della Giunta Alemanno,  che si rigenerano la periferie, ma eliminando la stretta creditizia. La Repubblica, ed. Roma, 20 settembre 2013

La montagna nell'immaginario d'Italia

Basta il titolo (Le montagne della patria. Natura e nazione nella storia d'Italia) per comprendere quant'è interessante e utile. «L'originalità del saggio di Armiero consiste essenzialmente nel progetto di fare la storia di un vasto ambito di natura “selvaggia”, la montagna, di un paese come l'Italia nel quale, da millenni, la natura è inseparabile dalla cultura»

Un piano per una Puglia diversa

Quando i piani che  vogliono arrestare «il bulimico consumo di territorio» pongono argini al saccheggio, ecco levarsi l'ululato dei lupi affamati: dopo il Piano paesaggistico della Sardegna, ora quello della Puglia.  Una volta, almeno, tra destra e sinistra c'era qualche differenza: adesso l'unica divinità è quella che chiamano Mercato.  1l manifesto, 19 settembre 2013. Con postilla

giovedì 19 settembre 2013

Indipendentismo paesaggistico

Impossibile, in Sardegna, entrare nella questione dei tanti separatismi, sovranismi, indipendentismi, autonomismi, autodeterminazioni e autarchie senza suscitare reazioni... >>>

la voce dell'innocenza

Dice Barbara Berlusconi:«Se papà è un criminale, perché ci governano insieme?» (dai giornali di oggi)

mercoledì 18 settembre 2013

Tav Firenze, materiali dannosi e costi gonfiati

Incredibili i nomi delle persone indagate. Speriamo che non sia vero. «Coinvolte le coop rosse. Reati ipotizzati: truffa allo stato, corruzione, frode e associazione a delinquere. 31 indagati». Il Fatto Quotidiano, 18 settembre 2013

Ilva, l'errore si ripete

Vogliono proseguire nella svendita di beni pubblici per far cassa e uscire dalla crisi. Non hanno imparato che il danno per i cittadini è certo, e i vantaggi solo per i ricchi che compreranno? «La realtà è che il debito pubblico è insostenibile, si può solo congelarlo». Il manifesto, 17 settembre 2013

PD l'ultima chance

A molti, non solo ad AAR «l'idea che a qualcuno venga in mente di candidare Matteo Renzi alla segreteria del partito o addirittura alla premiership ha un sapore comico e paradossale» Ma tant'è. A questo siamo arrivati. E scendere ancora più in basso, sembrerebbe incredibile, ma è ancora possibile. Il manifesto, 18 settembre 2013

Delibere pro-cemento di Alemanno a rischio pubblicazione con Marino

L’ignobile schifezza delle “compensazioni“ difesa da un accordo bipartisan nella maggioranza consiliare che dice di sostenere Ignazio Marino mentre difende il lascito del devastatore Alemanno. Poi dichiarano di voler contrastare il consumo di suolo e difendere la legalità. Il Fatto quotidiano online, 17 settembre 2013

Cubature edificabili in palio per chi ristruttura “green”

Incredibile: suolo edificatorio in città non ce n'è, e regaliamo a chi ristruttura metri cubi da costruire altrove, magari nelle lande del Carso. Contro il consumo di suolo, utilizzando anche l’area vasta. Il Piccolo, 17 settembre 2013, postilla

martedì 17 settembre 2013

In Italia il razzismo fa parte della cultura nazionale

Altro che mito degli italiani brava gente: basta guardare alla nostra storia coloniale, e alle cronache più recenti come le aggressioni al ministro Kyenge, per scoprire l'ovvio e immaginabile, radicato pregiudizio, anche nelle mancate reazioni politiche.  Verifica anche con i commenti a questo articolo. The Guardian, 10 settembre 2013 (f.b.) 

Sudafrica: la famiglia bianca che provò la vita black

«Gli Hewitt hanno passato un mese in uno slum ma il loro esperimento sociale ha spaccato il paese»: qualche coraggioso vuole verificare se davvero l’umanità è una, come sosteneva Einstein, e sperimentare le conseguenze delle differenze sociali. La Repubblica, 17 settembre 2013

lunedì 16 settembre 2013

La stupidaggine del giorno


"Credo che un modo per valorizzare le nostre opere d'arte chiuse nei depositi potrebbe essere concederle a titolo oneroso e temporaneo ai musei di paesi che non ne hanno. Lo ha fatto la Francia [...] che aprirà un Louvre nei paesi arabi utilizzando le opere d'arte che non vengono esposte a Parigi e noi potremmo seguire quella strada". (Ignazio Marino)

Se finisce la terra

Intervistato da Franco Marcoaldi  lo scienziato spiega l'illusione della crescita continua,  la razzia dell’ambiente accompagnata a rapporti sociali violenti, perché la natura non è una reliquia. Ma il tempo della politica non combacia con quello dell’ecologia. La Repubblica, 16 settembre 2013

Sindaci e periferie

L'autore replica da par suo a un'osservazione critica che, nella postilla a un suo articolo sulla manomissione di piazza  Verdi a La spezia avevamo mosso a una sua affermazione. Un chiarimento utile e condivisibile, con tre precisazioni in una ulteriore postilla

domenica 15 settembre 2013

Una cartolina dal Vaticano


Tante le chiamate e le lettere di sorpresa e di consenso, e qualcuna di contrarietà, ai brevi messaggi del papa "su di un quotidiano comunista". Anche l'Ansa ci ha chiamato. Possiamo solo confermare l'inequivocabile provenienza "oltretevere" e la sicura paternità di Francesco delle "cartoline" al manifesto. Ieri è arrivato un altro breve messaggio che, per la sua intensità, subito vi proponiamo. (il manifesto, 15 settembre 2013) >>>

Letta vuol cambiare

Mario Biani, il manifesto

La Costituzione è una cosa sola

A proposito della dichiarazione di Letta: «La nostra Costituzione - ha osservato - nella prima parte è la più bella del mondo, ma non nella seconda». E per cambiarla vogliono mani libere. Il manifesto, 15 settembre 2013

Ridimensionare, conservare, restaurare, coltivare, redistribuire.

Il commosso intervento al Consiglio del Veneto, 3 settembre 2013, dal fondatore dei “Beati costruttori di pace", a conclusione del  digiuno «contro il disinteresse per l'ambiente, le grandi opere in project financing e l'inerzia culturale nella tutela del territorio»

Venezia svenduta

Record in Laguna: 12 navi in un giorno per fare “schei ”. Il 21 settembre assalto storico. L’assessore Bettin: «polveri a tonnellate».  Ma è molto peggio di quanto appare.Il Fatto Quotidiano, 15 settembre 2013, con postilla

Revisione del Ppr, inchiesta sulla task force ingaggiata da Cappellacci e Rassu. Cagliari.

  
Prosegue la distruzione del primo e più premiato piano paesaggistico regionale. Mentre i mass media e la cultura tacciono,  tace Massimo Bray, agisce però la magistratura. Lasciamo solo ai giudici la difesa del paesaggio?. La Nuova Sardegna, 14 settembre 2013

sabato 14 settembre 2013

Addio a Berman, marxista e moderno

Scomparso a New York l'autore de "L'esperienza della Modernità", caposaldo spesso sottovalutato degli studi urbani contemporanei, e critico spietato del conformismo progressista, di cui aveva raccontato magistralmente le miserie. La Repubblica, 14 settembre 2013, postilla (f.b.)

venerdì 13 settembre 2013

Come premiare l'illegalità

«Per OGNI famiglia Che Vedrà legalizzato un Abuso, Una famiglia Che avrebbe invece diritto all'abitazione Secondo Le regole e le graduatorie Perdera la casa».  Corriere della Sera, 13 settembre 2013

La folle giostra delle grandi opere

Infrastrutture a casaccio, inseguendo gli affari anziché la programmazione, come si fa in Europa ma non in Italia  per «scellerate politiche di deregulation che hanno cancellato i pochi strumenti di pianificazione dei trasporti che si era data con fatica». Il manifesto, 13 settembre 2013

Prendi i soldi e scappa

I capitalisti italiani, quando possono, fanno così

Dagli ulivi agli scogli l’ultimo business dei ladri di paesaggio

Il saccheggio prosegue. Per fermarlo occorrono norme rigorose rigorosamente applicate e maturazione di una consapevolezza diffusa del valore dei beni comuni, Una cronaca di Giuliano Foschini e un commento di Carlo Petrini, La Repubblica, 13 settembre 2013 

A chi tocca tocca

Altan, La Repubblica