responsive_m

8 dicembre: L'Italia che lotta per la giustizia ambientale

8 dicembre: L'Italia che lotta per la giustizia ambientale
In migliaia contro questo modello di sviluppo che sta devastando l'habitat in cui viviamo. Contro le grandi opere inutili e dannose; l'inquinamento dell'aria; la contaminazione di acque e suolo da processi industriali; gli inceneritori, le politiche sui rifiuti e l'ecomafia che ci specula; il consumo di suolo; le grandi navi; i gasdotti e la dipendenza dai fossili; la sottrazione di beni comuni; le antenne militari; l'erosione della democrazia; il prevalere del profitto di pochi sul benessere di tutti. Non solo per la difesa dell'ambiente, della salute, dei territori, ma per un inversione di rotta (i.b.)

INVERTIRE LA ROTTA

FARE SPAZIO ALLE ATTIVITA CULTURALI

DAI MEDIA

domenica 30 giugno 2013

Pompei e i cassetti del Mibac

Improvvisamente, ma non inaspettatamente, si riaccendono le polemiche su Pompei.>>>

La città ristretta

In una intervista a Cino Zucchi, emerge la grande capacità comunicativa dei progettisti, rispetto allo schematismo burocratico degli urbanisti, che invece sarebbero per natura portatori privilegiati di una visione organica di città migliore. La Repubblica, 30 giugno 2013, postilla (f.b.)

Laguna a pezzi


L’ intervento per le  associazioni No Mose e Ambiente Venezia, svolto nella riunione della commissione consiliare del  28giugno 2013, riassume gli elementi centrali dell’attuale stato di crisi della Laguna di Venezia. Solo sullo sfondo la causa principale: la mercificazione della città. Con postilla

Un tassello oscuro d'un oscuro mosaico

Quando avremo compreso, oltre singoli episodi, chi è stato il mandante del sequestro e assassinio di Moro sapremo chi ha provocato il passaggio dalla speranza al degrado  sociale, economico politico e morale. Le cronache di Miguel Gotor e di Andrea Colombo, il manifesto e la Repubblica del 30 giugno 2013

Sardegna. Quattro “piani casa” contro un Piano paesaggistico

Nuovi sviluppi dei tentativi della giunta berlusconiana di cancellare il piano paesaggistico regionale, approvato nel 2006 e da allora boicottato. Oggi con la complicità del Mibac? Al sonno di Ornaghi succederà quello di Bray?

L'ora di Cossiga


Non sappiamo quale rilevanza abbia l’ora della presenza di Cossiga al ritrovamento del corpo di Aldo Moro. E’  un tassello d’un mosaico ancora oscuro. E’ importante comprendere la verità sull’insieme del mosaico: comprendere la logica e i mandanti di quell’evento, che non fu soltanto – ricordiamolo - il sequestro e l’uccisione di un eminente  uomo politico, ma l’interruzione i un processo di profonda riforma  politica dell’Italia. E’ da quel gesto che inizia infatti in Italia il passaggio dall’età della speranza (il ventennio ‘60-’70) a quella del neoliberismo straccione.

sabato 29 giugno 2013

Occupazione. Aggiorniamo le mappe

Nel dibattito aperto dall'articolo di Giorgio Lunghini  sul lavoro e sul "reddito di cittadinanza" il tentativo  di proporre un percorso in 12 punti  per uscire dal dilemma più reddito o più occupazione. il manifesto, 28 giugno 2012, Con postilla e qualche riferimento

Più auto nelle province, in calo nelle città

In un paese un pochino più avvezzo al giornalismo attento, forse sarebbe sbucata già nel titolo la parola chiave: sprawl, o equivalente.  E magari qualche giornalista  più preparato avrebbe perfino accennato al fatto che gli enti sovracomunali, e i loro compiti di pianificazione, sono necessari. Corriere della Sera Lombardia, 29 giugno 2013 (f.b.)

venerdì 28 giugno 2013

Weimar: Grass: «il silenzio degli intellettuali rovina dell’Europa»

Dialogo tra il premio Nobel e il leader Spd Peer Steinbrück sulla sinistra e sui pericoli per la democrazia«La generazione mia e di Brandt fu scottata dal nazismo, dalla guerra, dai crimini tedeschi. Oggi s’allontana la memoria del terribile interrogativo di allora, perché una società civile come Weimar cadde sconfitta dal nazismo. Il motivo principale fu che pochi la difesero. Anche pochi intellettuali». La Repubblica, 28 giugno 2013

Derivati. Noi come la Grecia

Preoccupanti legami tra banchieri, privati e pubblici, imbroglioni, e affamatori del "popolo bue". Il manifesto, 28 giugno 2013

Crisi della polis e nuovo urbanesimo

Strategie possibili per unire politiche di sostenibilità e ed equità: uno sguardo sulle metropoli del mondo ma in particolare le grandi città-regione italiane. Temi per una discussione di rilievo planetario che è urgente avviare, e magari, da noi,  concludere prima che  vengano istituite le "città metropolitane. La critica sociologica, estate 2013.  (f.b.)

Poveri agricoltori

«La recente conclusione a Bruxelles dei negoziati sulla nuova PAC, delude chi ha a cuore l’ambiente e l’agricoltura sostenibile di piccola scala. L’Europa sembra rimanere ancorata ai vecchi schemi del liberismo e delle lobbies multinazionali ». La Repubblica, 28 giugno 2013

Riformismo

Spesso "è péso el tacòn del buso"

giovedì 27 giugno 2013

L'americanismo? Non è da avversare

«I principi fordisti con la loro «economia programmatica, non erano così distanti dalle idee sovietiche». estratto della relazione  svolta dal filosofo gramsciano al convegno su "Gramsci pensatore unitario contemporaneo,  Palazzo Marini, Sala della Mercede, Roma.  Un dibattito oggi più attuale che mai: uscire dal capitalismo è possibile?Il manifesto, 27 giugno 2013, con postilla

Popolazione sempre più in Crescita ma i Limiti della Terra vanno rispettati

Il problema della sostenibilità o meno delle attività umane, dipende ovviamente anche da quanti sono, gli umani che svolgono queste attività. Non sempre ci si pensa. Corriere della Sera, 27 giugno 2013 (f.b.)

La ricchezza della diversità

«La diversità e la cooperazione sono un bene e un arricchimento, non un disturbo o un intoppo da superare. La democrazia è deliberazione tra diversi non semplice decisionismo per una massa di identici». La Repubblica, 27 giugno 2013

Una storia radioattiva

Pubblichiamo questa testimonianza di un protagonista della politica e dell'ambientalismo veneziano, con cui non sempre siamo d'accordo ma di cui condividiamo pienamente l'accorata denuncia delle colpe dei singoli e delle istituzioni chiamati in causa

mercoledì 26 giugno 2013

La macchina cieca dei mercati finanziari

«In sostanza, i mercati finanziari presentati al pubblico come fossero divinità scese in terra, alla cui volontà e giudizio bisogna obbedire se no arrivano i guai, sono in realtà macchine cieche e irresponsabili, in gran parte opachi agli stessi operatori e ancor più ai regolatori». La Repubblica, 26 giugno 2013

L'inadeguatezza dell'«homo oeconomicus» che ha perso qualsiasi orientamento

«
La natura umana è polimorfa, non si esaurisce in una dimensione utilitaristica: individualismo e socialità si coniugano». Insomma, l'"uomo a una dimensione" è un errore storico.  L'ultimo libro del filosofo e psicoanalista Sergio Caruso. Il manifesto, 26 giugno 2013

Il giudizio universale di JPMorgan

L'ideologia dominante nella sua interpretazione autentica: «JPMorgan sale sul pulpito e riscrive le biografie, compresa la propria, consigliando alle democrazie di darsi come bussola non più Magne Carte, ma statuti bancari e duci forti».La Repubblica, 26 giugno 2013

PD. La prova del fuoco del governo

C’è chi spera ancora nel Partito democratico, e sostiente la sua tesi e le sue ragioni. I dibattito sulla sinistra prosegue. Giungerà alla conclusione prima che il potere sia tutto altrove? Il manifesto, 26 giugno 2013

La rivolta della nuova middle class brasiliana

Una sistematica analisi sociologica e politica dei movimenti in corso, che ne sottolinea analogie sia con primavere arabe e caso turco, che con precedenti fasi - Europa, Usa - di liberazione sociale. Il manifesto, 26 giugno 2013 (f.b.)

Stop a nuovi supermercati. «Prima la riforma»

La moratoria, pur positiva in sé, sulle nuove concessioni commerciali, sembra nascere da una filosofia sostanzialmente protezionista e reazionaria, senza troppo futuro. Corriere della Sera Milano, 26 giugno 2013, postilla (f.b.) 

Le umili leve per sollevare il mondo

Recensione a Guido Viale, Virtù che cambiano il mondo (Feltrinelli), che "nasce nell' humus dei conflitti sociali e ad essi ritorna, come al proprio committente, per orientarli con una superiore strumentazione teorica". In corso di pubblicazione su il manifesto (f.b.)

La crisi del capitalismo americano

«Ogni volta che una idea, giusta e generosa, si fa potere, genera violenza che, a sua volta, genera dissenso fra coloro che si erano fidati dei valori di tale idea e che si sono sentiti traditi».  Una recensione della recente opera di Pier Paolo Poggio per Jacabook, 26 giugno 2013

martedì 25 giugno 2013

Comincia il dopo-Berlusconi: speranze e trappole

Abbiamo scelto due commenti tra i tanti dopo la condanna penale (quella morale e quella politica seguono altre vie) dell'uomo che s'impadronì dell'Italia per i suoi interessi: Norma Rangeri dal manifesto ed Ezio Mauro da la Repubblica, entrambi del  25 maggio 2013

Opere d’arte o nuove escort culturali?

Il governo continua alacremente a lavorare per "valorizzare" il patrimonio culturale: non nel senso di mettterne in valore la qualità ma per ridurlo a merce  e  farne una "risorsa" da vendere al miglior  offerente. Reagirà Bray? il Fatto quotidiano online, 25 giugno 2013

Messina. Dal basso? Si può...

L'Uomo del No Ponte ha vinto. Se si può fare a Messina si può anche altrove. I vecchi partiti possono non intralciare se c'è una volontà concorde sulle priorità. Il manifesto, 25 giugno 2013

eddytoriale 158 - Dopo Berlusconi

La condanna di Silvio Berlusconi a 7 anni di reclusione e, soprattutto, all’interdizione dai pubblici uffici  merita un valutazione immediata, almeno nel senso di proporre alcuni primi spunti di riflessione. Il primo è il seguente. Ancora una volta, come nel 1991, dobbiamo essere grati alla magistratura, per aver rivelato il vulnus alla concezione dello “stato di diritto” che la politica dei partiti aveva lasciato paurosamente degradare. E ancora una volta la magistratura ha ricordato agli italiani che, a partire dall’illuminismo e dalla rivoluzione borghese, il potere giurisdizionale è distinto da quelli legislativo ed esecutivo (la magistratura è autonoma rispetto alla politica, e viceversa)

lunedì 24 giugno 2013

Sulla Sardegna la colata perfetta

Numero monografico del Fatto Quotidiano, 24 giugno 2013,  con articoli di Ferruccio Sansa, Roberto Morini e Thomas Mackinson, dedicato ai danni gravissimi provocati a una delle più straordinarie isole del Mediterraneo. Ma le responsabilità non sono solo degli immobiliaristi che crescono all'ombra dei cappellacci, né solo dei Mazzarò locali, anche dei ministeri romani: in particolare del MIBAC. Come spieghiamo sinteticamente in una postilla

Monte Mario venduto

Una cerimonia esclusiva della "bella gente" romana ha festeggiato il cinquantesimo anniversario dell'Hotel Hilton a Monte Mario, divenuto simbolo dello scempio dei paesaggi e delle città. Un amico di eddyburg ci suggerisce di pubblicare questo antico scritto di Antonio Cederna (Il Mondo, 24 aprile 1956).  Lo ringraziamo. La lotta continua.

per favore, Sindaco...

Vorrebbe essere così cortese da far conoscere, a chi lo ha eletto e a chi ha sostenuto la sua elezione, i curricula vitae sulla cui base, con l'aiuto dei partiti, ha scelto gli assessori comunali? Grazie

Abitare insieme: due esempi al femminile

Due iniziative di co-housing, promosse da gruppi di cittadine e sostenute dalle amministrazioni comunali, mostrano quanti spazi si possono conquistare, investendo con intelligenza nelle politiche abitative. Una riflessione tra Vienna e Ferrara (m.b.).

domenica 23 giugno 2013

La libertà dei giovani non viaggia in auto

Se ne sono accorti anche nell'ex paese della Fiat: il veicolo privato non è più né uno status symbol né un potenziale motore economico. Cosa significa per il territorio? Corriere della Sera, 23 giugno 2013, postilla (f.b.)

Che cosa va chiesto a Palazzo Chigi

La marcia in ordine sparso dei sindacati è costata cara ai lavoratori e all’economia. Oggi prima condizione è l’unità del mondo del lavoro; seconda avanzare le richieste giuste, evitando gli errori del passato. La Repubblica, 23 giugno 2013

sabato 22 giugno 2013

Cina. Questioni di classe nella world factory

Dal proletariato alla "middle class". «Questioni di classe nella "world factory" La scelta del modello neoliberista ha visto azzerato il riferimento alla teoria marxiana della realtà sociale». il manifesto, 22 giugno 2013

Francesco Petrarca e la dispersione urbana

A proposito di ideologie ampiamente divulgate fino a diventare luogo comune: per immergersi nel verde non è indispensabile costruirci sopra, lasciando del verde solo il nome sui cartelli della lottizzazione Le Querce o simili. Da un articolo di giornale, un mondo immaginario

Musei, i direttori a orologeria

Il caso delle surreali iniziative anti-corruzione ai Beni Culturali è solo un enorme svarione burocratico, o bisogna aspettarsi il contagio in altri ambiti della pubblica amministrazione? La Repubblica 22 giugno 2013

L'ultimatum dei giudici che libera le coste dalle villette abusive

Nei capoluoghi di provincia italiani «in un decennio, dal 2000 al 2011, il rapporto tra ordinanze e abbattimenti è solo del 10,6%». E già c'è da leccarsi le dita rispetto al passato e ai piccoli paesi. Corriere della Sera, 20 giugno 2013

venerdì 21 giugno 2013

La Battaglia del Nilo

Ancora sul mega progetto di sbarramenti a scopo energetico del principale fiume del pianeta, e sugli sconvolgimenti ambientali, sociali, politici che si porta appresso. Articoli di Daniele Mastrogiacomo e Bernardo Valli, la Repubblica 21 giugno 2013 (f.b.)

Il Porto non ha alcun potere di pianificazione urbanistica

Da sottoscrivere in pieno questa posizione del sindaco: la gestione del territorio locale appartiene solo alla società locale e alle istituzioni democratiche che la rappresentano. La Nuova Venezia, 21 giugno 2013

Un paese dove la virtù deve chiedere perdono

«Il nostro è un paese di individui che si credono furbi, trasgrediscono le regole dell’ordine etico e civico, ma in realtà sono ignoranti perché la trasgressione produce il caos dentro cui siamo costretti a vivere». La Repubblica, 21 giugno 2013

Musei. Direttori solo per tre anni

Circolare choc del ministero dei Beni culturali: incarichi a breve e poi rotazione Parte la rivolta dalle pinacoteche ai siti archeologici “Così lavorare diventa impossibile”.Come è vero che la mamma dei fessi è sempre incinta. almeno in Italia. La Repubblica, 20 giugno 2013

in Italia a picco il consumo di cemento: è scoppiata la bolla della rendita

Ciò che tutti prevedevano (salvo gli accecati dallo "sviluppismo"): lo spreco delle risorse  e la devastazione del patrimonio sono stati inutili a tutti i fini, anche a quelli della "crescita" del sistema capitalisico. greenreport, 20 giugno 2013

giovedì 20 giugno 2013

Consumo di suolo: a un passo dal baratro

L’approvazione da parte del Consiglio dei ministri del 15 giugno del disegno di legge sul contenimento del consumo del suolo...>>>

mercoledì 19 giugno 2013

Una libertà fuori dal mercato

Due questioni inseparabili: come costruire una società e un'economia fondate su una concezione "umana" del lavoro; come cominciare a farlo da subito. Il manifesto, 19 giugno 2013

Le lunghe intese destra-sinistra

Chiosando Alberto Asor Rosa, un'analisi delle radici (e delle devastanti e inconfessabili "ragioni") del connubio destra-sinistra in Italia. il manifesto, 19 giugno 2013

Chi salverà Venezia dai barbari tra grattacieli e navi-monstre

Grattacielo da 250 metri a dieci chilometri da San Marco, navi da crociera in Laguna, il Mose, il degrado. La direttrice di The Art Newspaper, denuncia il rischio di Venezia, patrimonio dell’umanità. La Repubblica, 18 giugno 2013

La macchia sull’Europa

«La Grecia è la
macchia umana
che imbratta l’Europa, da quando è partita la cura d’austerità. Ha pagato per tutti noi, ci è servita al tempo stesso da capro espiatorio e da cavia». La Repubblica, 19 giugno 2013

martedì 18 giugno 2013

Il «blocco degli abusivi» non sente la recessione

Il rapporto Ecomafie di Legambiente: regioni del sud ai primi posti, la Campania al top. Il 17% delle costruzioni è illegale, solo il 10% degli scempi viene abbattuto. Il manifesto, 18 giugno 2013

Maitre-à -penser. Sulla fine degli intellettuali

Un sentiero di lettura sulla produzione culturale. Dai saggi dello storico Eric Hobsbawm al «forte» relativismo culturale di Rino Genovese, allo sciame dell'intelligenza collettiva in Rete.  Gramsci,  Sartre, Roosevelt Benda e il movimento 5Stelle. Il manifesto, 18 giugno 2013

Da una trappola all'altra

Forse una notizia abbastanza buona. In un recente incontro i presidenti delle due maggiori potenze industriali...>>>

L'anello mancante


L'organizzazione democratica e partecipativa, la difesa degli interessi, la rappresentanza del lavoro, il rapporto centro-periferia, un nuovo europeismo. Vademecum del partito che non c'è. E una domanda spericolata:  se (e come) il Pd può evitare il suicidio. Il manifesto, 18 giugno 2013

I Borghi dell'Utopia

L'Italia non è solo – in misura storicamente più rilevante che nel resto d'Europa – terra di città. E' anche regione di borghi, di paesi, piccoli e medi, disseminati >>>

lunedì 17 giugno 2013

Quel che resta dell’ambiente

“Costituzione incompiuta”, un libro di Alice Leone,  Paolo Maddalena, Tomaso Montanari e  Salvatore Settis nel segno della denuncia. Sarebbe bello se i legislatori trovassero il tempo per leggerlo, tra un Renzi e un Grillo. La Repubblica, 17 giugno 2013

Letta vs Realacci: i due ddl sul consumo di suolo a confronto

Un rapido confronto tra il ddl presentato dal governo e la "minaccia Realacci"Ma più che quello tra i testi conterà quello che si svolgerà in parlamento.  16 giugno 2013

Sulle proposte di legge in materia di contenimento del consumo di suolo presentate alla Camera e al Senato nell’attuale (XVII) legislatura nazionale

Un utile confronto tra alcuni testi di legge sul consumo di suolo (Realacci-Catania, Causi, Lanzillotta, Stefano, Catania-Realacci) :cercando di fare chiarezza in un panorama confuso, dove buone intenzione pronunciate  e perverse intenzioni praticate  ambiguamente s'intrecciano.  16.6.2013

Conflitto e contemplazione: la «Geografia commossa» di uno scrittore politico

Recensione all'ultimo lavoro di Franco Arminio, con l'indubbio pregio di esplicitare quanto l'approccio a volte percepito della “logia” non appartenga in senso proprio a questo autore. Alias / il manifesto, 16 giugno 2013 (f.b.)

domenica 16 giugno 2013

Ambiente a fette

Nel servizio di un tiggì nazionale sul nuovo emirato della Costa Smeralda un onesto cronista... >>>

messa in panchina dal governo la "minaccia Realacci"

Sconfitto, per il momento, il tentativo del PD (e dell'INU) di legittimare i più devastanti strumenti per la mercificazione della città e del territorio. Ma la storia continua:  guai ad abbassare la guardia

Ripartire il lavoro o il reddito?

Sottrarre una grande massa di cittadini all'obbligo di un lavoro qualunque per sopravvivere è una scelta di umana liberazione. Articolo in attesa di pubblicazione su il manifesto

Letta spariglia e annulla la "minaccia Realacci"

Tra le poche decisioni positive del governo, l'approvazione di un ddl sul consumo di suolo che riprende i contenuti del ddl Catania, con l'effetto di sparigliare il gioco dei lupacchiotti e mettere ai margini la "minaccia Realacci". In calce il testo del provvedimento.

La grande truffa del maggioritario

Il saggio di Luciano Canfora edito da Sellerio  (La trappola. Il vero volto del maggioritario) «è  un vero e proprio atto di accusa alla sinistra, indegna erede della tradizione del parlamentarismo democratico fondata sul voto uguale sancito dall'art. 48 della Costituzione». Il manifesto, 14 giugno 2013

sabato 15 giugno 2013

Il progetto di legge Realacci sul consumo di suolo Vogliamo discuterne?

Una chiara e argomentata critica alla "minaccia Realacci", e alle analoghe proposte degli altri lupacchiotti,  nella lettera inviata alla Segreteria nazionale di Legambiente dal presidente onorario di Legambiente - Padova, 6 giugno 2013

Londra: la più grande città del mondo

La visione per il 2020 del sindaco conservatore di nome ma spesso non di fatto: dopo i trionfi olimpici della scorsa estate un piano strategico di medio periodo: filmato di presentazione con testo italiano e rapporto scaricabile (f.b.)

Una città d'acqua con i Navigli chiusi

Uno dei più interessanti progetti per il rinnovamento urbano legati all'Expo, che pur nella sostanziale estraneità al tema ambientale centrale può far molto per un futuro più sostenibile. Corriere della Sera Milano, 15 giugno 2013, postilla (f.b.)

La linea verde di Istanbul

Dal noto ambientalista una riflessione alta sul valore politico dell'urbanistica conflittuale e partecipata, che come nel caso di Occupy esprime un'idea-progetto di città e società alternativa. La Repubblica, 14 giugno 2013 (f.b.)

venerdì 14 giugno 2013

L'ottavo pilastro della saggezza

Non è fiction, sebbene lo sembri. il manifesto, 14 giugno 2013 

giovedì 13 giugno 2013

Quella potenza umana ridotta a merce

Un libro ( "Il soggetto produttivo da Foucault a Marx" di Pierre Macherey) che esplora la celebre definizione metaeconomica del lavoro dell'uomo di Marx («L'insieme delle attitudini fisiche e intellettuali che esistono nella corporeità, ossia nella personalità vivente d'un uomo») e le sue ricadute sulla società di oggi Il manifesto, 13 giugno 2013

Una buona idea Imperiale

Ritorna il Progetto Fori: non solo il primato della cultura sul traffico, ma, come insegnava Cederna, un’altra idea di Roma, Il Fatto Quotidiano, 13 giugno 2013 (m.p.g.)

La proprietà resta un furto, appunti per una Costituente

«Costituente dei Beni Comuni», un nuovo appuntamento sulla scia della «Commissione Rodotà» , Il manifesto, 13 giugno 2'013

Una strada per ritrovare il senso smarrito della capitale

A proposito delle critiche alla ripresa del "Progetto Fori": «Spesso anche dietro a idee locali si nasconde un'idea differente di città e dobbiamo fornire una risposta tempestiva a queste attese. Ma è soltanto un'idea complessiva di città che può fornire la spinta per tornare a credere che si può cambiare lo stato delle cose».Il manifesto, 13 giugno 2013

Milano: la micidiale bufala del CERBA

Emerge chiarissimo il cumulo di miserie dietro ai "sogni" di Umberto Veronesi per la sua mega-cittadella sanitaria privata. Si spera, con poca convinzione, che il professore finalmente prenda le distanze. Articoli di Simona Ravizza, Andrea Senesi, Alessandra Corica, Alessia Gallione, Corriere della Sera e la Repubblica ed. Milano, 13 giugno 2013 (f.b.)

Salvatore Settis «Norme-inciucio Sono contro la Costituzione»

E il catalogo delle sciagure cucinate dai saccheggiatori “pacificati” non è finito: vedi la sintesi del "pacchetto semplificazioni", tratto da Edilportale,  in calce. Qualcuno finalmente si opporrà? Il Fatto Quotidiano, 13 giugno 2013. Con postilla

mercoledì 12 giugno 2013

“Basta auto ai Fori Imperiali” la svolta per liberare il Colosseo

Ignazio Marino e Rita Paris riprendono il cammino da dove aveva dovuto interromperlo il grande sindaco Luigi Petroselli. Chi ben comincia… La Repubblica, 12 giugno 2013

L'oscuro oggetto del desiderio

Intervista al filosofo politico Michael Sandfel, docente ad Harvard e autore del libro pubblicato da Feltrinelli editore «Quello che i soldi non possono comprare». Il manifesto, 12 giugno 2013

La paura del popolo

Ecco che cosa si nasconde, e si produce, dietro la paura del "populismo". La Repubblica, 12 giugno 2013

Reddito si, ma da lavoro

«La soluzione di questo problema – troppe merci, poco lavoro – va cercata altrove, al di fuori della dimensione capitalistica e mercantile della società. Sbilanciamoci.info, newsletter 247 dell'11 giugno 2013, con postilla

martedì 11 giugno 2013

La sindrome CFMP che ammala l’italia


CFMP: «corruzione, frode (includiamovi l’incretinimento d’una massa mediante ipnosi mediatica), mafia, parassitismo», Se “demonizzare” significa dire la verità su un losco personaggio al potere, bisogna ammettere che l’insigne penalista sta “demonizzando”. La Repubblica, 11 giugno 2013

No Grandi Navi: giovedì vertice con Lupi

Qualcuno di quelli che gli elettori hanno scelto per governare avrà il coraggio di dire: basta turismo di massa per arricchire chi sfrutta 1000 anni di storia distruggendone il patrimonio?  Il manifesto, 11 giugno 2013

Adesso viene il difficile

Grazie a Ignazio Marino, e a chi ha votato per lui.  Si è aperta una breccia nel muro di fango. Ma molti lavoreranno perchè si richiuda subito

Enrico Berlinguer

29 anni sono passati, e sembra un secolo

Sprechi alimentari

Il 5 giugno scorso il Papa Francesco ha preso l’occasione...>>>

domenica 9 giugno 2013

Perché i tecnici non sono utili alle nostre città

«La sopravvivenza della città, messa costantemente e fondamentalmente in pericolo (secondo l’intuizione di Hannah Arendt), dipende soprattutto da noi. Poiché la città costituisce un progetto rivolto all’avvenire, la nostra responsabilità starà nel sorvegliarne la crescita, senza abbandonarla agli specialisti». La Repubblica, 9 giugno 2013

Una città per cambiare

«E' dalle trincee comunali che può iniziare la ricostruzione di una forma di partecipazione, la voglia di cambiare le cose». Il manifesto, 9 giugno 2013

E Zagrebelsky critica i Cinquestelle “Un partito personale, come il Pdl”

Un titolo fazioso e distorcente a un articolo che nella sostanza dice: Zagrebelsky, Rodotà e Diamanti concordi nell'affermare che la colpa non è di Grillo ma di chi gli dà ragioni da vendere". La Repubblica, 9 giugno 2013

sabato 8 giugno 2013

Reddito di cittadinanza, molte idee confuse su una proposta giusta

Una discussione sul"Reddito minimo garantito", e le sue implicazioni sul fronte del lavoro e delle politiche sociali. Sbilanciamoci.info, 6 giugno 2013, con postilla

La verità è rivoluzionaria

Una replica alle accuse di Rossana Rossanda: «La verità è rivoluzionaria. E chi ha creduto di battersi per la rivoluzione, per tutta la vita, dovrebbe sempre dire la verità. Ma i principi e i valori vengono messi da parte quando si pensa di avere ragione». Il manifesto, 8 giugno2013

Dice...

Beppe Grillo dice che il Parlamento puzza. Certo che non olezza;ma l'odore migliorerebbe molto se un terzo si liberasse dell'obbedienza a lui (e il resto da quella a Berlusconi)

Berengo Gardin: «Io, nella Laguna ferita a fotografare i mostri che assediano Venezia»

Il reportage-denuncia di uno dei più grandi fotografi dei nostri tempi.«Lasciamo stare un momento gli incidenti che sono drammaticamente possibili: già adesso queste navi stanno sgretolando Venezia, anche senza toccarla materialmente». La Repubblica, 8 giugno 2013

venerdì 7 giugno 2013

Dietro l'alibi dell'adeguamento al Codice del paesaggio il rafforzamento della cementificazionw del Veneto

Una puntuale critica di "AltroVE  -Rete dei comitati e delle associazioni per un altro Veneto":  sbugiarda la Regione e tira le orecchie al Mibac.  Ecco il comunicato dell'ufficio stampa,  7 giugno 2013

Uno strappo alla Carta

Continuano i tentativi di far ascoltare il linguaggio della ragione. Ma non c'è miglior sordo di chi non vuol sentire e gli italiani hanno eletto uomini sordi; grazie al Porcellum. ma anche alla vittoria a destra e a manca dell'ideologia craxi-berlusconiana. La Repubblica, 7 giugno 2013

La cartografia della paranoia

Nel libro «Carte come armi» di Edoardo Boria s'indaga la storia delle mappe ufficiali e il loro ruolo formativo (e arbitrario) riguardo la nascita del concetto di «nazione». Il manifesto, 6 giugno 2013

Novecento

«Abbiamo vissuto una storia terribile, ma una grande storia. Ora siamo nelle storielle» (Rossana Rossanda)

Incontro con Rossana Rossanda. "Io, eterna madre della sinistra uccisa dai figli"

L'allontanamento dal "Manifesto". Il conflitto fra generazioni. Le nuove disuguaglianze. Colloquio con la "ragazza del Novecento". La Repubblica, 7 giugno 2013

Rossi sbanda sulla pista

Un'antica vicenda: realizzare finalmente il Parco della Piana di Sesto salvando l'unica grande area libera tra Firenze e Prato. Una saggia decisione: discutiamo prima di sacrificare questa opportunità.  Un'inammissibile forzatura: subito una pista per gli aerei invece del parco. 7 giugno 2013

giovedì 6 giugno 2013

La «legge truffa» che favorisce i costruttori edili

Il parere d'un giudice costituzionale, e d'una persona del livello dell'autore di questa solida critica alla "minaccia Realacci" dovrebbe indurre i due rami del Parlamento (non dimentichiamo che Lanzillotta è prima presentatrice al Senato) a imboccare strade diverse.  Ma siamo nell'Italia di oggi, quindi non si può sapere... Tanto più che Maurizio Lupi ha prodotto altri lupacchiotti, tutti sul medesimo versante. Il manifesto, 6 giugno 2013

Quelle possibili via di fuga dall'annunciata apocalisse

«Per rimuovere il «teorema dell'impossibilità» (There Is No Alternative) serve un «immaginario sociale» non certo nostalgico, ma pur sempre fondato su una libera scelta etica di valori e di interessi riconoscibili». il manifesto, 6 giugno 2013

Il grande inganno della pacificazione

«Non abbiamo ancora un ministero della Verità deputato a tagliare le notizie che danno fastidio al grande fratello, ma il sottile, continuo e sordo limare i significati delle parole prosegue a ritmo incessante». La Repubblica, 6 giugno 2013

mercoledì 5 giugno 2013

L'alibi bonapartista

Che la pretesa di modificare la forma dello Stato italiano, in senso presidenzialista, sia un tentativo improvvido e sbagliato dei partiti per uscire dalle proprie interne difficoltà, è stato già sottolineato >>>

L’escamotage presidenzialista

Durissima invettiva, condivisibile in ogni passaggio. «La nostra guerra d’Algeria l’abbiamo in casa: è la nostra casa, squassata, che va decolonizzata. Sono qui i golpisti, non lontani nelle colonie. Piazzare all’ingresso un padre-padrone, non  preserva la casa dalla rovina». La Repubblica, 5 giugno 2013

perchè no?

Epifani: «Per il PD Renzi potrebbe essere un buon segretario» (dai giornali del 5 giugno). Visto che ci siamo, anche Berlusconi

Istanbul: all’origine c’è la «dubaizzazione» della città

Vero che definire protesta ecologica un movimento politico a carattere generale è improprio, ma non si cada nel famoso disprezzo alla Prodi, che, per sminuire la protesta contro la militarizzazione di Vicenza ("no Dal Molin") la definiva “questione urbanistica". Il manifesto, 5 giugno 2013 (f.b.)

Il sindaco-viceministro De Luca decide sulla «sua» metropolitana

 Fra psichiatria, stupidità pura, e notabilato locale d'antan, naturalmente a carico del cittadino e del contribuente. Anche questo ci rifila la balcanizzazione del Pd. Corriere della Sera, 5 giugno 2013 (f.b.)

martedì 4 giugno 2013

Questo È per un parco

La protesta di Gezi Parik e i beni comuni come base materiale della democrazia. I nessi profondi tra spazi pubblici e sfera pubblica, omologhi a quelli tra urbs civitas e polis. 3 gennaio 2013

INU: «Presidente Inu Oliva: "Buon punto di partenza per pianificazione sostenibile e lotta a consumo di suolo"»

Dall'ufficio stampa dell'INU riceviamo e pubblichiamo, l'attesa adesione dell'INU alla proposta Realacci, sapientemente rivelata nei suoi vizi  da Salvatore Settis.  Con una  nostra lunga postilla critica

Vittime tutti i cittadini non solo gli operai

«Le condizioni di salute dell'intero territorio sono al primo posto: un precedente fondamentale per tutti i territori e le città che vivono ancora in condizioni di grave pericolo per la salute umana». Il manifesto, 4 giugno 2013

Sette domande al Pd sullo stop agli F35

Una lettera aperta ai/alle parlamentari del Partito democratico. I pessimisti direbbero:”interrogato il morto, non rispose”; gli ottimisti: “ finché c’è vita c’è speranza”. Vedremo chi in questo caso avrà ragione. L’Unità, 4 giugno 2013

Marino e la sfida della modernità

«Il popolo della sinistra chiede dappertutto una politica che le viene negata. E perciò diserta o rinnega i simboli che dovrebbero rappresentarla quando questi non corrispondono alla politica attesa». Questa la ragione ragioni del successo di Ignazio Marino nelle elezioni comunali a Roma, e per questo occorre votare per lui al ballottaggio . Il manifesto, 4 giugno 2013

Rosy Bindi: «Non abbiamo potere costituente, solo quello di far funzionare l’impianto dei “padri”»

Addolorata dalla scelta presidenzialista di Letta,  Prodi  e altri esponenti del suo partito l'ex presidente del PD afferma:«è una scelta che stravolge la Carta. Io non scambio il governo Letta e la sua tenuta con la Costituzione, che deve durare ben oltre le larghe intese». La Repubblica, 4 giugno 2013

Squilibrio presidenziale

Per ripristinare l'equilibrio tra i poteri istituzionali, condizione necessaria della democrazia rappresentativa, è necessario restituire autorità ed efficacia al Parlamento, non accentuare ulteriormente il potere del Presidente.  Il manifesto, 4 giugno 2013

Un esempio per l’Ilva

Solo dopo 100 anni di denunce si ammette, grazie a magistrati coraggiosi, che la polvere d’amianto è mortale, sbugiardando medici, avvocati e altri intellettuali prezzolati. Ne uccide più il profitto che la spada. La Repubblica, 4 giugno 2013

Anziani e consumi

I primi di giugno 2013 presso l’Accademia Nazionale dei Lincei si è svolto un importante convegno sulla “società che invecchia”. ...>>>

I vegetariani vivono di più, lo dice anche la scienza

Uno stile di vita che dovrebbe essere più promosso, perché è estremamente salutare anche per il territorio e le economie locali. La Repubblica, 4 giugno 2013, postilla (f.b.)

lunedì 3 giugno 2013

Una proposta di legge per la salvaguardia del territorio non urbanizzato.

Da un gruppo di amici di eddyburg, Vezio De Lucia, Paolo Berdini, Luca De Lucia, Antonio di Gennaro, Edoardo Salzano, Giancarlo Storto, una proposta di legge statale, essenziale e rigorosa, per contrastare nell’immediato il consumo di suolo da dissennata espansione dell’urbanizzato. 3 giugno 2013

Acciaio Ilva per Palais Lumiere di Pierre Cardin:

Intervista a Rodrigo Basilicati, nipote di pierre Cardin: presentando le sue creazioni di mobili e soprammobili rilancia il progetto di torre sul bordo della Laguna e si propone come salvatore dell'Ilva e fornitore di megasoprammobili  in Cina e in Sudamerica. L'Huffington Post, 3 giugno 2013

Camilleri: “La Costituzione ? Mandata in vacca. Il Paese è in mano ai ricattatori”

Parole sante. Una visione politica ed etica dell'Italia di oggi nell'intervista allo scrittore siciliano: «Dal Colle invasione di campo non da Repubblica parlamentare. Berlusconi, Marchionne, i Riva, l'Italia è nelle mani di queste persone». Il Fatto Quotidiano,  2 giugno 2013

domenica 2 giugno 2013

Le politiche abitative a Vienna: continuità innovazione e prospettive


Alloggi confortevoli, in ambiente urbano attraente, ad un prezzo accessibile per tutti? A Vienna è stato possibile, il secolo scorso e tuttora. Il capo-dipartimento della municipalità riassume le politiche abitative nella capitale austriaca. Da Urbanistica, in occasione del viaggio della Scuola di eddyburg. Anche in inglese(m.b.)