responsive_m

23M 2019: una marcia rivoluzionaria

23M 2019: una marcia rivoluzionaria
Il 23 marzo 2019 anche eddyburg si unisce alle migliaia di persone che scenderanno in strada per le vie e le piazze di Roma in una grande Marcia per il clima, contro le grandi opere inutili e per una giustizia ambientale. Ancora una volta sono i movimenti, i comitati, gli abitanti a rivendicare le ragioni per una rivoluzione del sistema, del modello di sviluppo in assenza di una sintesi politica capace di cogliere la svolta radicale necessaria per coniugare la salute, il benessere sociale, la salvaguardia del nostro pianeta terra e delle specie che lo abitano e i diritti umani. (i.b)

INVERTIRE LA ROTTA

FARE SPAZIO ALLE ATTIVITA CULTURALI

VENEZIA

DAI MEDIA

sabato 2 marzo 2013

Caro Pierluigi, ecco i punti da discutere con Beppe Grillo

Una bozza di programma “minimo” che un Pd di sinistra potrebbe concordare col Movimento Cinque Stelle. Un po' più strutturato della media di questi giorni, e comprende tra l'altro una nuova Legge Urbanistica. Il manifesto, 2 marzo 2013

Caro Bersani, innanzitutto scusa questa mia incursione che può apparire presuntuosa .
È dettata però dalla mia passione per la politica e dalla coerenza che mi ha accompagnato lungo tutta la mia vita di militante, iniziata nel lontano 1945, sulla spinta degli insegnamenti di mio padre (antifascista perseguitato politico negli anni del regime) e di due fratelli partigiani. Sono stato iscritto alla Fgci eppoi al Pci sino al giorno del suo scioglimento. Sulla base della mia esperienza di sindaco, di parlamentare a Montecitorio, di deputato europeo, di membro del Comitato centrale del Pci, posso dire che non si è mai presentata una situazione come quella emersa dal voto.

È la prima volta nella storia della Repubblica che sono presenti in Parlamento uomini e donne di chiara ispirazione progressista che possono veramente cambiare l'Italia al di là del folklore di Beppe Grillo. Se fossi in te farei di tutto per non fare cadere questa grande opportunità. Come tu hai ben detto, il confronto con il M5S deve avvenire subito su proposte concrete con disegni di legge.
1) Legge Costituzionale che cambia solo due cifre e sancisce che i deputati devono essere 300 ed i senatori 150
2) La riforma elettorale deve essere subito iscritta all'odg della commissione Affari costituzionali
3) Legge sul conflitto d'interesse che stabilisca l'ineleggibilità di chi ha interessi personali che possano direttamente ed anche indirettamente avere a che fare con la pubblica amministrazione
4) Piano straordinario per opere pubbliche riguardanti la salvaguardia del territorio e la messa in sicurezza di tutti gli edifici pubblici con priorità delle scuole
5) Istituzione dell'Anagrafe Tributaria per individuare l'evasione e l'elusione, affidando ai comuni l'aggiornamento del catasto e gli accertamenti dei redditi
6) Eliminazione del patto di stabilità interno
7) Eliminazione della Cassa Integrazione sostituendola con un salario minimo garantito per tutti i senza lavoro per la durata di almeno due anni
8) Un tetto per pensioni e stipendi d'oro nella pubblica amministrazione. Riduzione dei cosiddetti vitalizi del 20% e degli emolumenti dei parlamentari (-30%).
9) Legge urbanistica per regolare il regime dei suoli, la difesa dell'ambiente, il blocco del consumo del territorio incrementando con incentivi le ristrutturazioni, il restauro dei centri storici, il recupero di aree industriali abbandonate e la riorganizzazione urbanistica delle periferie. Combattere l'abusivismo eliminando ogni forma di condono
10) Piano energetico per sviluppare le fonti alternative
11) Una tassa di scopo per i redditi superiori a 1 milione di euro per la durata di 5 anni da investire per istruzione e ricerca
12) Sospensione di tutte le grandi opere per dare la priorità alle opere pubbliche più urgenti
13) Piano di smobilizzo di parte del patrimonio dello Stato inutilizzato (vedi demanio militare) per ridurre il debito
14) Drastica riduzione delle spese militari
15) Reintroduzione del falso in bilancio come reato penale e inasprimento della legge sulla corruzione
Questi potrebbero essere i punti di confronto per i primi cento giorni del nuovo governo. Diversamente si assumano i deputati e i senatori del Movimento Cinque Stelle la responsabilità di portare il Paese allo sbando. Fraterni saluti,
Diego Novelli
Show Comments: OR