responsive_m

Cambiamenti climatici: nessun cambiamento di rotta!

Cambiamenti climatici: nessun cambiamento di rotta!
Negli ultimi 250 anni abbiamo vissuto secondo un modello socio-economico che ha cambiato il pianeta a tal punto da mettere in crisi l’ecosistema stesso, ma non c’è la volontà di cambiare rotta. La Conferenza Onu sul clima di Katowice ha offerto il solito triste spettacolo: da una parte le nazioni che difendono i loro interessi economici e industriali e dall’altra quelle più vulnerabili che si giocano la sopravvivenza. La loro si congratula per le norme approvate (i.b.)

INVERTIRE LA ROTTA

FARE SPAZIO ALLE ATTIVITA CULTURALI

DAI MEDIA

lunedì 31 dicembre 2012

L’altro inutile Tav del Sud

L'ennesimo spreco di risorse nel Mezzogiorno: la linea Napoli-Bari, megaprogetto caro al ministro per la coesione territoriale. Il Fatto Quotidiano, 30 dicembre 2012 (m.p.g.)

Ritorno a Lampedusa

Un bellissimo corto che racconta di una tragedia quasi dimenticata, i migranti e un’iniziativa per aiutarci a ricordare. Dicembre 2012 (m.p.g.)

domenica 30 dicembre 2012

L'assedio alle ville venete. I gioielli sotto il cemento

La punta dell’iceberg dello spreco di suolo per funzioni urbane assurdamente sparpagliate nella cosiddetta città diffusa del nord-est. Corriere della Sera 30 dicembre 2012 (f.b.)

sabato 29 dicembre 2012

Il Mostro della Laguna è ok ma mancano gli sghei

Le nuove puntate della vicenda Palais Lumière a Marghera: sarebbe una farsa di cattivo gusto se non rischiasse di trasformarsi in tragedia per la laguna. Il Fatto Quotidiano, 29 dicembre 2012 (m.p.g.)

Criticità del PGT 2012: mobilità, edilizia sociale, regole e servizi

Proseguono le critiche al nuovo strumento urbanistico di Milano, stavolta focalizzate soprattutto sui trasporti, da parte di un esperto ed ex assessore della giunta di Gabriele Albertini

Moriremo democristiani ...


...  e non c'è neppure  il PCI all'opposizione

Se la città non cresce

A fronte delle grandi trasformazioni urbanistiche che dovrebbero rilanciare la metropoli, emerge uno scollamento strategico dalla società locale. Corriere della Sera Milano, 29 dicembre 2012, postilla (f.b.)

venerdì 28 dicembre 2012

Dissonanze e consonanze

Un articolo di Guido Viale e un'intervista du Daniela Preziosi a Walter Tocci, entrambi su il manifesto del 27 dicembre 2012: due voci di una sinistra divisa verso le elezioni di febbraio, e il dopo.

Non diamo ai privati i beni culturali

Un altro commento all’inconsistenza dell’agenda Monti per quanto riguarda la cultura (ma non solo). Esaltata nella retorica, svenduta nelle proposte e nei fatti. L’Unità, 28 dicembre 2012 (m.p.g.)

Se tocca alla Francia salvare Venezia dai barbari  

Continuano, inascoltati, i gridi di dolore per l'ennesimo scempio  che i mercanti parassiti compiono sul gioiello dell'umanità, con la complicità delle massime autorità della Repubblica. La Repubblica, 28 dicembre 2012

giovedì 27 dicembre 2012

Urban Survivors: viaggio attraverso gli slum del mondo

La condizione urbana oggi è radicalmente diversa da quella che abbiamo conosciuto, studiato e interpretato.  Quanto ha a che fare con la nostra idea di città? Ecco un utile colpo di sonda su qualcosa che gli astratti obiettivi quantitativi delle agenzie internazionali(come "aumentare i tassi di urbanizzazione") non aiutano a comprendere nè a governare). Il Fatto quotidiano Emilia, 27 dicembre 2012

Conservatorismo istituzionale

Ambiguità, silenzi, demagogia, ma la scelte di fondo è chiare, e non è nuova: il decisionismo tecnocratico è meglio di uns democrazia realmente rappresentativa. Il manifesto, 27 dicembre 2012 

Il mio io anarchico, e quello borghese

In una piccola memoria personale natalizia, contraddizioni e riflessioni di tanti intellettuali più o meno scaraventati sul territorio. The Guardian, 26 dicembre 2012 (f.b.)

martedì 25 dicembre 2012

Il disimpegno dal patrimonio culturale

Dopo che nel governo dei tecnici l’unico Ministro...

Per la bellezza

Appunti per chi si candida a governare - si spera con qualche radicale diversità dagli ultimi e dai penultimi. L'Unità, 24 dicembre

lunedì 24 dicembre 2012

Sarpi, grossisti cinesi e residenti: due mesi per trovare un'intesa

Un caso da manuale di incompatibilità fra quartiere e funzioni, dopo un secolo di storia dello zoning, e dei suoi limiti. Corriere della Sera Milano, 24 dicembre 2012, postilla (f.b.)

domenica 23 dicembre 2012

L'economia delle citta'

C’è chi ancora lavora sul tema di fondo della questione urbana e scrive:«Bisognerebbe mettere da parte il lessico alla moda, come governance, stakeholder, spin-off, smart city, spending review,  e tornare a parole semplici ma più profonde, come rendita, che riemerge dopo un lungo silenzio, ingegno, che è tipicamente italiano, e lavoro». Uno scritto del 15 dicembre 2012. Un regalo per i nostri lettori. In calce alcuni link utili

Emergenza antropologica

Una riflessione difficile ma necessaria se è vero che le radici della crisi affondano in terreni profondi. A proposito di un “manifesto" di Pietro Barcellona, Paolo Sorbi, Mario Tronti e Giuseppe Vacca, e della discussione che ha suscitato.  L’Unità online, 22 dicembre 2012 

La Tanzania interviene decisamente ad arginare il “land grab”

Un piccolo progresso nella lotta contro l’accaparramento e sfruttamento di risorse agricole, ma leggendo le cifre non si possono evitare brividi. The Guardian, 21 dicembre 2012 (f.b.)

PGT: il piano che non serve a Milano

Lo strumento urbanistico che la giunta Pisapia ha ereditato da quella di Letizia Moratti non è stato davvero modificato nella struttura e nelle scelte generali. Osservazioni critiche puntuali su un piano «ridotto ai suoi minimi termini di puro strumento di gestione dei diritti edificatori». Scritto per eddyburg.it

sabato 22 dicembre 2012

Muoversi: come, e soprattutto dove

La cronaca quotidiana ci conferma purtroppo ancora una volta un problema culturale nell’affrontare le questioni urbane: la separazione fra l’idea di spazio e quella di mobilità, e di diritti

C’è l’accordo per il Palais Lumière

Il destino di un’area vitale per il futuro dell’area veneziana, costruita con l’investimento del lavoro e dei finanziamenti pubblici,  in corso di svendita da parte del Comune, appeso all’esile filo della  legalità e della tutela del paesaggio. La Nuova Venezia, 22 dicembre 2012

Si può amare la nostra Costituzione?


«Non si abbia paura delle parole: ideologia significa soltanto discorso sulle idee. Qualunque costituzione, in questo senso, è ideologica, è un discorso sulle idee costruttive della società. Anche la costituzione che, per assurdo, si limitasse a sancire la "decostituzionalizzazione" della vita sociale, cioè la totale libertà degli individui e quindi la supremazia dei loro interessi individuali su qualunque idea di bene comune, sarebbe espressione d'una precisa ideologia politica». La Repubblica, 22 dicembre 2012

venerdì 21 dicembre 2012

Torre Cardin, il vincolo sulla strada del progetto

Forse, grazie a Italia Nostra e alla mobilitazione dei sapienti,  una nuova fase nella vicenda della privatizzazione della città e della distruzione del suo destino. Le Autorità saranno piegate dalla ragione e dalla legge?  Vedremo, con l'anno nuovo. La Nuova Venezia, 21 dicembre 2012

“Faccio rivivere i libri di mio nonno Adriano così lo conosceranno i ragazzi di oggi”

Ritornano le Edizioni di Comunità che ripropongono il pensiero del fondatore, Adriano Olivetti. Un uomo di un'altra stagione dell'urbanistica (e dell'industria) italiane Ieri per domani. La Repubblica, 21 dicembre 2012 (m.p.g.)

Le città italiane hanno perso il tram

Un aspetto chiave della modernizzazione e qualità abitativa dei nostri centri urbani, di solito un po’ sottovalutato, in una prospettiva internazionale. Il manifesto, 21 dicembre 2012 (f.b.)

Come a L'Aquila? No, peggio

In combutta con gli organi di tutela, la nuova legge regionale sulla ricostruzione in Emilia, rischia di completare l’opera del terremoto, distruggendo il tessuto dei centri storici. 21 dicembre 2012 (m.p.g.)

giovedì 20 dicembre 2012

I creditori dei crac Ligresti «Avanti sul progetto Cerba»

Come volevasi dimostrare, l’operazione per cui hanno fatto fuoco e fiamme Penati e la Moratti con la ricerca e la salute non c’entra nulla. Corriere della Sera, 20 dicembre 2012 (f.b.)

Varese: l’idea di città giardino sfuggita di mano

Mito e realtà nel territorio simbolo dell’immaginario leghista, dove si nasconde sotto il tappeto tutto ciò che non garba al neoconformismo locale. Scritto per Eddyburg

Eddytoriale n. 155 (20 dic. 2012)


«La sinistra pare proprio aver perso la sua identità quando si tratta di ripensare alla città e all’urbanistica. Fra le tante componenti che la crisi delle ideologie ha ridotto in pezzi che non riescono a ricomporsi, vi è sicuramente l'idea di città, o almeno una sua declinazione davvero progressista, orientata al bene comune».

PGT di Milano: manca il coraggio o manca la sinistra?

«La sinistra pare proprio aver perso la sua identità quando si tratta di ripensare alla città e all’urbanistica». Un'analisi serena e senza veli del 'nuovo' Piano di Governo del Territorio milanese. Scritto per eddyburg

mercoledì 19 dicembre 2012

Abusivismo e tragedia

Se Cultura potesse, se Politica sapesse; ma Politica non sa, e se sapeva ha dimenticato. L'Unità, 19 dicembre 2012

«Cambiare si può» non è un taxi

«Non abbiamo bisogno di una nuova lista "arcobaleno", magari agganciata al carro del centro-sinistra, senza nemmeno dichiararlo apertamente.»Il manifesto, 19 dicembre 2012

La salute malferma della città

Il nuovo polo sanitario dell’area metropolitana milanese sembra aver trovato, dopo tanto vagare, la sua casa, peripezie finite? Vedremo: Gabriele Cereda e Simona Ravizza da la Repubblica e Corriere della Sera  Milano, 19 dicembre 2012, postilla (f.b.)

Se il centro sinistra non ha un messaggio

Indovinare se Berlusconi si presenterà o meno, quale leader del centro-destra, alle prossime elezioni rappresenta uno dei ...

Quando la società è orfana dello Stato

«Sembra enorme, il divario fra Berlusconi e Monti. Ma ancora non sappiamo bene la visione che Monti ha del mondo: se auspichi la riscoperta del senso dello Stato, o se sia un fautore della società senza Stato, senza politica, senza contrapposizione fra partiti». Insomma, abbiamo la senzazione di assistere a una partita in cui tutti gli scacchi abbiano lo stesso colore. La Repubblica 19 dicembre 2012

martedì 18 dicembre 2012

Se quarant'anni vi sembran pochi

Nel libro-intervista di Valentino Parlato tutta la storia del manifesto. Presentate senza reticenze le vicende di un giornalismo militante, che nel panorama della sinistra costituisce una esperienza unica. Dagli inizi fino al presente, che vede il quotidiano comunista a rischio di chiusura . Il manifesto, 18 dicembre 2012

«Quaranta milioni di euro ci sono venerdì firmiamo l’accordo»

Il sindaco di quella che fu chiamata Repubblica serenissima ritiene 40 milioni di euro un prezzo sufficiente per cedere a privati un’area su cui si gioca il futuro della città. Nessuno lo fermerà? Nessuno pagherà un “errore di valutazione”? Temiamo di no. E alla benedizione del Capo dello Stato si è aggiunta oggi quella del Patriarca. La Nuova Venezia, 18 dicembre 2012

No ai grattacieli sull’isola operaia Parigi boccia il piano dell’archistar

Non ci raccontano chi ci guadagna e chi ci perde, altezze a parte: né a chi e a che cosa serve aggiungere metri cubi a metri cubi.  E che cosa ciò comporta per la città e i suoi abitanti. E la chiamano informazione. La Repubblica, 18 dicembre 2012 

Il capitalismo: problema onnipresente

«La questione della crisi del capitalismo è onnipresente. Perciò si pone in maniera più pressante, e magari con qualche chance in più, il problema di indicare nuove vie, all´interno e persino in alternativa al capitalismo» (Ulrich Beck)

lunedì 17 dicembre 2012

Jane Holtz Kay

Scompare la studiosa di temi urbani e territoriali che forse più di tutti ha saputo sottolineare il ruolo perverso dell’automobile nel costruirci attorno la città attuale. The Nation, dicembre 2012, postilla (f.b.)

La Scure di Carne

Tra i molti svarioni che girano fra sbadati commentatori italiani di cose urbane, uno incredibile è quello che riguarda un’immagine truculenta, nata in occasione e con significato del tutto diverso

domenica 16 dicembre 2012

Se la ricerca della felicità impugna una pistola

Lo diceva già Sergio Leone: quando chi ha un’arma più piccola (o nessuna) ne incontra uno che ce l’ha più grossa, è morto. Non capirlo è solo malafede. L’Unità, 16 dicembre 2012 (f.b.)

La grammatica del documentario

Da video.com riprendiamo la presentazione e il video di un bellissimo documentario, nel quale Vittorio De Seta racconta un mestiere nel quale probabilmente si riconoscono molti di quanti ptaticano il mestiere dell'urbanista nello spirito, e nell'ideologia di eddyburg. Entrate nell'articolo e cliccate dove vi suggeriamo.

L’Ego Lombardo

Primarie per la Lombardia: ottima prova di partecipazione collettiva degli elettori del centrosinistra, e risultato che rafforza lo spirito davvero riformista. Articoli da la Repubblica il manifesto e Corriere della Sera, 16 dicembre 2012, postilla (f.b.)

sabato 15 dicembre 2012

Appia Antica, la storia in ostaggio. Decenni di abusi e nessuno interviene

Un’inchiesta di grande rilievo dai risultati inquietanti: nonostante gli sforzi senza risparmio della Soprintendenza Archeologica, continua lo sfregio della regina viarum. Repubblica on-line, 10 dicembre 2012 (m.p.g.)

Che succede alla Consulta?

Inquietanti  modifiche e ingiustificati rinvii emergono dall'analisi del sito della Corte Costituzionale. Sospeso il giudizio d'incostituzionalità delle leggi del Lazio e della Sardegna in contrasto con la tutela del Codice del paesaggio? Intanto,le leggi eversive agiscono e il paesaggio si degrada.

venerdì 14 dicembre 2012

Topi da Laboratorio di Urbanistica

Quando si parla di città e territorio, è opportuno non mescolare troppo un approccio di carattere generale, che vede al centro la società e protagonista assoluto il cittadino, e uno professionale, molto diverso

Dopo il metrò, la bici va in tram

Ci hanno impiegato lustri, ma forse ci sono arrivati: la mobilità urbana non si gestisce solo a colpi di opere, ma soprattutto con l’organizzazione. Corriere della Sera Milano, 14 dicembre 2012, postilla (f.b.)

Murray Bookchin e la merceologia ecologica

"Il passato è prologo", ammonisce Shakespeare, ed è vero perché gli eventi di oggi sono stati preparati e anticipati da simili eventi del passato ...

giovedì 13 dicembre 2012

Articoli più vecchi nell'archivio di eddyburg

Materiali analoghi a quelli ospitati qui, antecedenti al dicembre 2013, sono nella sezione Le mie opere  dell'archivio della  vecchia edizione di eddyburg. Essa contiene una serie di cartelle:
 Articoli e saggi contiene i file degli scritti che ho pubblicato negli ultimi anni (fino al 2012) e pochi altri più antichi;
Interventi e relazioni raccoglie i testi non ancora pubblicati;
Qualche libro inserisco  i file di libri esauriti:
Piani alcuni materiali su piani cui ho collaborato.
Gli eddytoriali raccolti in sottocartelle in ordine cronologico, fino al dicembre 2012.
Lezioni all’università e Ricerche all’università r un po’ di materiale relativo alla mia attività prettamente accademica.

I lavoratori, i robot e i signori della rapina

Ritornano antiche verità cancellate dsl revisionismo per dar vantaggio a  chi sosiene che nulla si può cambiare. La Repubblica, 11 dicembre 2012

mercoledì 12 dicembre 2012

Lo spirito del tempo

Solo chi non vuol capire non capisce quanto l’antieuropeismo che con varie declinazioni emerge in tutto il continente richieda una svolta nell’idea di Europa reale. La Repubblica, 12 dicembre 2012 

martedì 11 dicembre 2012

Crisi edilizia, ma

A rappresentare la crisi del mercato edilizio sarebbero la diminuzione dell’occupazione, la caduta del valore dei fondi immobiliari, il rallentamento della costruzione di abitazioni ...

lunedì 10 dicembre 2012

I beni culturali senza una politica

«Ornaghi ha voluto dimostrare urbi et orbi che il povero Bondi non era, dopotutto, il peggior ministro possibile. Bisogna ammetterlo, ce l’ha fatta», La Repubblica, 11 dicembre 2012

domenica 9 dicembre 2012

Clima, accordo al ribasso sì alla seconda fase di Kyoto ma senza i grandi inquinatori»

Con la globalizzazione il capitalismo ha imposto il consumismo a tutto il mondo, e poi si meraviglia se il pianeta muore (il titolo è ripreso da “la Repubblica”)

La morte de L’Aquila

«Il cartello di cantiere della demolizione avvenuta una settimana fa all’Aquila parla, con terrificante cinismo, di ‘sostituzione edilizia’: è il business della trasformazione del cadavere dell’Aquila in un redditizio zombie ad alto rendimento, prima edilizio e poi forse turistico». Il Fatto quotidiano, 8 dicembre 2012

sabato 8 dicembre 2012

La tragedia della realpolitik

«Nell'occidente secolarizzato dalla modernità, i concetti potenzialmente sovversivi sono legati al mondo dell'economia, la attraversano e la collegano con la politica, il diritto e la filosofia, costruendo così un senso comune istituzionale. Due esempi: privatizzazione e sostenibilità. Nel primo il concetto sovverte. Nel secondo, addomesticato, poco a poco si spegne. Quale sorte toccherà ai "beni comuni"»? Il manifesto, 8 dicembre 2012

Conto alla rovescia per il via libera al Palais Lumière

Dalle cronache de la Nuova Venezia di oggi, 8 dicembre 2012, una sintesi dei fatti recenti; in calce una lettera di Italia Nostra al 
Direttore del Mibac  fa un po’ di chiarezza sulla fase della pesante e illegittima speculazione al centro dell’area veneziana e sul margine della Laguna,  del4 dicembre scorso, in particolare sul possibile ruolo del Mibac: sarà rigoroso o complice?

venerdì 7 dicembre 2012

DISASTRO:Berlusconi torna in campo

più basso è il livello dei competitori, più basso è il livello della competizione. Domani sarà infimo, direi

giovedì 6 dicembre 2012

Fontego dei Tedeschi, arriva il sì della Soprintendenza al progetto Benetton

«Scala mobile spostata dalla corte centrale nel porticato e un belvedere all’altezza del tetto al posto della terrazza»  Soddisfatto Benetton. Il prossimo in lista d’attesa è Piero Cardin. La Nuova Venezia, 7 dicembre 2012

Uno “scandalo” alla Facoltà di Architettura di Firenze

Avevo chiesto a Francesco Ventura questo scritto anche per aprire una discussione che andasse al di là della povera contingenza. Condivido la scelta di cui in quest'articolo l'autore motiva le ragioni,  e avevo promesso un mio commento. Una rapida postilla (come le postille devono essere) mi sembrerebbe però riduttiva e quindi affronterò il tema in un mio prossimo intervento, sempre su queste pagine.

A grandi passi verso la Grecia

Un bilancio rispettoso ma impietoso dei successi e degli insuccessi delle promesse mancate e delle bugie pronunciate , a proposito di un mito, il professor Monti, al quale si vorrebbe sacrificare il futuro di noi tutti. Il manifesto, 6 dicembre 2012

Guido Martinotti: un ricordo

Una testimonianza personale e al tempo stesso un inscindibile ritratto scientifico disciplinare del grande sociologo urbano prematuramente scomparso, la cui notorietà e influenza superano di gran lunga l'ambito specialistico. Scritto per eddyburg

La geometria del diritto


La sentenza costituzionale che sancisce il divieto di utilizzare le parole dette dal Presidente della Repubblica «era l’ultimo accidente augurabile all’Italia devastata dai quasi vent’anni d’egemonia berlusconiana». La Repubblica, 6 maggio 2012

mercoledì 5 dicembre 2012

Stop al consumo di suolo. Ci sono altre soluzioni

 Non convince la proposta del ministro Mario Catania. >>>

TAV, le amnesie di Monti e Hollande

Ambiguità, perplessità e balle dei governi: ciò che continuano a chiamare TAV. Avanti a tutti i costi pur di far guadagnare i ricchi e impoverire i già poveri. Il Fatto quotidiano, 5 dicembre 2012

«Stop alla Torre Cardin» Appello a Napolitano



Da Dario Fo a Vittorio Gregotti: 50 “firme” della cultura scrivono al presidente «La Costituzione dice di tutelare il paesaggio e la storia dalle speculazioni». La Nuova Venezia, 5 dicembre 2012. Quando mi proposero di firmare l'appello a Giorgio Napolitano rifiutai, sostenendo che sarebbe stato come se la mamma dell'agnello scannato avesse chiesto giustizia al lupo. nella postilla ne argomento le ragioni

La signora che creò l’idea di paesaggio

Recensione alla raccolta di scritti di Vittoria Calzolari Paesistica/Paisaje, curiosamente pubblicata in Spagna con testo italiano a fronte. Che sia un segno di qualcosa? La Repubblica, 4 dicembre 2012

Il liberismo che non riesce a trovare casa

«La strana pretesa dei liberisti Chiedere alla sinistra di fare la destra». Anche a destra c'è qualcuno che pensa. Ma sono diminuiti anche lì. Corriere della sera, 4 dicembre 2012

martedì 4 dicembre 2012

Nazionalizzare, non basta la parola

Una "utopia concreta": un proposta che indica l'unica strada per uscire dalla crisi dell'ILVA di Taranto e dal conflitto tra lavoro e ambiente, ed evitare che - come al solito da noi_ l'intervento dello stato produca devastanti privatizzazioni All'insegna della riconversione ecologica dell'economia. Il manifesto, 4 dicembre 2012

lunedì 3 dicembre 2012

Vicende come quella dell’Ilva alimentano un sospetto radicale


Mi era sfuggita questa piccola riflessione dall'"Amaca, la Repubblica, 28 novembre, essenziale e lucida nello spazio di poche righe. Per fortuna l'ha ripresa il sito di gruppocinqueterre.it.

domenica 2 dicembre 2012

Rossana Rossanda: «Qualcosa rinascerà. Ma questa volta sarà diverso


Una intervista utile per ragionare sulla sinistra (e non solo), condivisibile e lucida su molti temi d'oggi, stupefacente su un paio d'altri di ieri e di domani. Pubblico, 17 novembre 2013. con postilla

Ddl per il contenimento del consumo di suolo: tutti i documenti


Procede l'iter di approvazione del disegno di legge per il contenimento del consumo di suolo. Per chi volesse ricostruire l'iter del provvedimento, rendiamo disponibili i documenti approvati dal Consiglio dei ministri e dalla Conferenza unificata delle regioni e delle province autonome. (m.b.)

Quando la logica non si falsifica


I paradossali risvolti del conflitto sollevato dalla Presidenza della Repubblica nei confronti della Procura di Palermo a proposito delle intercettazioni sui rapporti Stato-mafia, descritti dalla penna pungente ed esperta del grande penalista. La Repubblica, 2 dicembre 2012, 

sabato 1 dicembre 2012

Libertà e diritti non sono negoziabili

Berlinguer e Croce, libertà e democrazia. Di tutto questo e altro ancora parla Stefano Rodotà, di cui è appena uscito il nuovo saggio “Il diritto di avere diritti” (Laterza). Richiamandosi alla "straordinaria forza e attualità della Costituzione italiana", il giurista rifiuta l’emergenza permanente, perché i diritti – ci ricorda – a partire da quello alla salute, non possono essere sacrificati impunemente alla logica di mercato.cColloquio con Stefano Rodotà di Rossella Guadagnini. Micromega, 2012

Fermare la colata di cemento, un impegno per i candidati a Roma


«La causa principale del debito romano sta piuttosto nel dissennato modello di crescita che ha causato una espansione urbana incontrollata». Il manifesto, 1 dicembre 2012

Luciano Gallino Soluzione a metà



«I lavoratori dello stabilimento ritorneranno al lavoro, ma le condizioni in cui lavorano saranno a lungo le stesse di prima. Respireranno gli stessi inquinanti, forse in dose lentamente calanti, e le polveri e le sostanze nocive che da decenni appestano Taranto continueranno a posarsi sulle loro case e sulle loro famiglie e ad essere inspirate da adulti e bambini». La Repubblica, 31 novembre 2012

Cattedra di Urbanistica a filosofo e poeta: ricercatore presenta ricorso

Polemica apparentemente chiara, potrebbe nascondere anche qualcosa di diverso dal solito malcostume accademico, e solleva un problema. La Nazione, 29 novembre 2012, postilla (f.b.)