responsive_m

menu

subheader

ULTIMI AGGIORNAMENTI

domenica 23 luglio 2017

“I nostri nemici? I Comuni collusi”

«I magistrati delle regioni più esposte agli scempi: “Punire gli abusivi fa perdere voti”. E spesso non si trovano ditte disposte a demolire». il Fatto Quotidiano, 23 luglio 2017 (p.d.)

Le due facce dell'unione

Con i paesi del gruppo di Visegrad torna la politica del filo spinato e una visione alternativa a quella di chi fondò l’Ue. Sembra concludersi così, nella tragedia, il percorso virtuoso che era iniziato alcuni secoli fa. Aperta la caccia al colpevole. la Repubblica, 23 luglio 2017 

Non solo Siracusa, in Italia il danno è di 250 miliardi

«Da Brescia a Crotone ecco le bandiere nere su 15 mila siti da bonificare: 7.300 chilometri quadrati di morte».  Vedrai che daranno il lavoro agli inquinatori, e pagheremo ancora una volta.il Fatto Quotidiano, 23 luglio 2017 (p.d.)

Mentre Trump parla, Erdogan costruisce

Non c’è niente di più misterioso o di più bello di un muro. Già me lo vedo; laggiù nel prato, che si erge come un’immane barriera ...(segue)

Un compromesso che sacrifica la nostra agricoltura

Benvenuta Legambiente tra gli avversari del Ceta. Ma l'accordo della globalizzazione capitalista monaccia ben più che l'agricoltura: i diritti del lavoro, la salute, la tutela dell'ambiente. La regola che vogliono è: se c'è un conflitto tra un diritto  e un maggior profitto è questo che va difeso. il manifesto, 23 luglio 2017, con riferimenti

sabato 22 luglio 2017

Sant’Elia, lo spazio urbano si racconta

«Intervista a Maurizio Memoli, professore di Geografia economico-politica all’Università di Cagliari, coautore del webdoc che racconta il quartiere popolare sul mare a sud est di Cagliari». il manifesto, 22 luglio 2017 (c.m.c)

Non basta pensare al prodotto

«Non basta pensare al prodotto e nemmeno al processo, serve un’etica dell’impresa che sia capace di introiettare stabilmente nei suoi comportamenti i principi morali del bene comune». comune.info.net, 22 luglio 2017 (p.d.)

Fermare la ratifica del Ceta

«L’obiettivo delCETA è quello di accelerare nel passaggio dallo stato di diritto allo stato di mercato, relegando diritti e democrazia a variabili dipendenti dagli interessi delle grandi multinazionali e delle lobby finanziare». il manifesto, 22 luglio 2017 (c.m.c)

Gerusalemme. Non è guerra tra religioni, è imposizione di potere


A Gerusalemme, nel luogo sacro a più religioni, ciò che si oppone alla pace e fomenta lo scontro non è il contrasto tra le fedi, ma la lotta di Israele per imporre il proprio potere oltre ogni limite. Articoli di Michele Giorgio, Zvi Schuldiner e intervista a Uraib al Rintawi. il manifesto, 22 luglio 2017

venerdì 21 luglio 2017

Un mondo di plastica Dispersa fra terra e mare e il riciclo non decolla

Se il mondo non fosse malato basterebbero tre mosse: prima mossa, abolire il packaging, seconda mossa,  abolire l'obsolescenza programmata, terza mossa, produrre e consumare solo ciò che davvero serve. Ma bisognerebbe fare preliminarmente la mossa zero: togliere il potere agli sviluppisti. la Repubblica, 21 luglio 2017

Un appassionato riepilogo della lunga e tormentata storia dell'area di Bagnoli

Un appassionato riepilogo della lunga e tormentata storia dell'area di Bagnoli e del suo piano ora, finalmente, «pare sia giunto il momento di tornare a discutere nel merito dei problemi. Per dirla in altri termini, è tempo si passare dalla farsa alla politica.»

Accordo per Bagnoli: senza trucco e senza inganno?

I molti buchi dell'accordo per Bagnoli. Il punto di vista di un movimento popolare che con tenacia, rigore e continuità si è battuto per anni, e continua a battersi per "Una spiaggia per tutti". La discussione è aperta

giovedì 20 luglio 2017

G8 2001. Le idee forti di Genova sono ancora vive


Pochi giorni dopo l'approvazione di una legge inutile contro la tortura riemerge lo scandalo della repressione della prima manifestazione di massa italiana contro il neoliberismo. Articoli di S. Pieralli, V Agnoletto e L. Guadagnucci. il manifesto, 20 luglio 2017

Come fermare i moltiplicatori dell' odio

«Anche nell’odio le parole non sono tutto, ma anche l’odio non sa fare a meno delle parole». la Repubblica, 20 luglio 2017 (c.m.c)

La guerra invisibile a chi difende la Terra

«Esiste a livello globale una guerra del potere contro la società civile, contro i cittadini e cittadine che si organizzano, si attivano, chiedono libertà e giustizia, rispetto dei diritti e protezione della terra». comune-info.net, 19 luglio 2017 (p.d.)

Il Belpaese che si arrende al fuoco

«Se certe Regioni rimangono inerti, lo Stato deve poter subentrare nei piani di prevenzione e intervento e nei piani paesaggistici. Dove sono quelli della Sardegna decisi da Soru?» La Nuova Sardegna, 19 luglio 2017

al voto

non le persone, i fondamentali

Costituzione e legge elettorale due buone scosse programmatiche

«Dovremmo misurarci sulle cose, sulle idee, sulle prospettive e non invece sulle persone, sulle liste, sulle biografie personali. Ciò di cui abbiamo bisogno è un «pensiero lungo», non abbiamo invece nessuna necessità di alchimie politiche». il manifesto, 20 luglio 2017

mercoledì 19 luglio 2017

Salviamo il paesaggio. Non distruggiamolo ulteriormente con una legge pessima perché inefficace

Circola ancora quella proposta di legge nazionale inutile, sponsorizzata da molte brave persone, che prevede la lotta al consumo di suolo mediante una legge assolutamente priva di efficacia. Non si caschi di nuovo nella trappola.

Uun grido per l'Africa

Alex Zanotelli il missionario confinato a Napoli, rilancia il suo anatema contro il silenzio sull'Africa