ULTIMI AGGIORNAMENTI

Appia, regina di storia e di abusi

Il racconto di un viaggio lungo la regina viarum: dove lo Stato esiste e tutela il patrimonio di tutti secondo Costituzione, nonostante l'inutilità conclamata dell'Ente Parco e le mire dei privati. Il Fatto Quotidiano, 27 luglio 2014 (m.p.g.)

Lupi all'attacco

Il Lupi è quello di sempre: quello che  nel clima berlusconiano siamo riusciti a fermare, almeno sul terreno del Parlamento nazionale. Speriamo di riuscirci anche nel clima renzusconiano. Temiamo che le zanne siano diventate più appuntite e le fauci più ampie. Eddyburg ne ha  trattato per ora con gli articoli di Mauro Baioni e di Paolo Baldeschi. Torneremo presto sull'argomento, e speriamo di non essere soli neanche questa voilta

Petrolio e armi. Il verso non cambia

Privare il Terzo mondo delle sue risorse  naturali e  contemporaneamente dotarlo di armi fomentando le guerre fratricide sono due degli strumenti largamente usati nella fase neoliberista del colonialismo. Di quella fase  Matteo Renzi è convinto partecipe, e impiega le sue doti di abil ecommesso viaggiatore. Sbilanciamoci.info, 24 luglio 2014

Caro Ministro Lupi, ti scrivo...

Caro Ministro Lupi, sollecitato dal suo invito a partecipare a una consultazione pubblica nel sito del Ministero da lei presieduto, mi permetto di esprimere il mio pensiero >>>

Ambiente, capitalismo, crescita

«Le maggiori istituzioni internazionali individuano la crescita come panacea universale di tutti i problemi economici. Ma il riconoscimento dei difetti dell’accumulazione capitalistica è il frutto di un’analisi critica dello scambio metabolico tra società e natura». Sbilinciamoci.info, 25 luglio 2014

Togliatti-Berlinguer, una continuità nella diversità

«Una polemica con un articolo di Marco Albeltaro apparso su L’Unità. Togliatti e Berlinguer hanno visto nella Costituzione la carta che poteva innovare la democrazia» Un opportuno segmento di una riflessione del nostro passato utile per costruire un futuro migliore. Il manifesto, 27 luglio 2014, con postilla

Piano casa e piano alberghi

Schizofrenie renzusconiane: proclamano che bisogna promuovere il turismo, asservendogli anche la cultura, e incentivano la trasformazione della ricettività alberghiera nella residenzialità di lusso. L'unica regola è fare affari: è questo lo slogan sempre più vincente. Carteinregola online, 25 luglio 2014

BreBeMi: la favola dell'autostrada 'senza soldi pubblici'

«Il 23 luglio viene inaugurata la nuova arteria che collega Milano e Brescia. Ma è falso affermare -come hanno fatto molti quotidiani- che la BreBeMi sia la prima autostrada realizzata facendo ricorso solo a capitale privato. Intanto perché è finanziata da Cdp (80% del ministero del Tesoro) e Bei (di proprietà dei Paesi Ue, Italia compresa), e poi perché verrà probabilmente "defiscalizzata" per quasi mezzo miliardo di euro». Altraeconomia.it, 24 luglio 2014 (m.p.r.)

MALAITALIA

Ma che paese è diventato questo. I media ci infestano di informazioni di ogni nodo percorso dal rottame della Costa Concordia. Nessuno ricorda i 32 morti. L'assassino intantofesteggia a piede libereo. I Matteo Renzi aspetta il rottame all'approdo per prendersi gli onori: di che cosa?

La vittoria di Pirro

«Troncare il dibattito sulla più profonda trasformazione dell’assetto costituzionale dal dopoguerra è, per Renzi, il segno di una vittoria di Pirro. E Napolitano che non riceve le opposizioni, è ancora il rappresentante di tutti gli italiani?». Il manifesto, 25 luglio 2014 (m.p.r.)

Nessuno vuole davvero fermare Israele

«La soli­tu­dine dei pale­sti­nesi è la ver­go­gna del mondo, dell’occidente come dei padroni del petro­lio. Per non par­lare di un’Europa inetta e imbelle». Il manifesto, 25 luglio 2014 (m.p.r.)

Il futuro della Lista Tsipras fuori e contro il PD

«Di fronte alla ori­gi­na­lità della nostra con­di­zione e agli ine­diti pro­blemi che essa pone fanno solo sor­ri­dere le cri­ti­che inge­ne­rose e futili sull’elevata età dei par­te­ci­panti all’Assemblea , o sulla rela­tiva lun­ghezza delle rela­zioni intro­dut­tive, o l’assenza di una strut­tu­ra­zione demo­cra­tica». Il manifesto, 24 luglio 2014

La sagra dei «gratta e vinci» per il via libera al gasdotto salentino

«La sagra dei "gratta e vinci" per il via libera al gasdotto salentino». Il manifesto, 23 luglio 2014 (m.p.r.)

Appello

I rifugiati sono oggi il prodotto su scala industriale di quella grande guerra, immateriale e non dichiarata, che è la guerra contro i poveri, dove un confine netto separa chi ha diritto di muoversi da chi quel diritto si vede negato. Ma una guerra planetaria, che distingue tra soggetti di diritto e corpi marginali in balia di eventi decisi altrove, non può rendere l’Europa un filo spinato.  Leggete e firmate qui l'appello di Barbara Spinelli e numerosi altri.

«Lista Tsipras da democratizzare»

Intervista a Massimiliano Smeriglio sull'assemblra della lista "con Tsipras": «nella fase d’emergenza del voto abbiamo dato giu­sta­mente tutto il potere ai saggi. Ma che oggi, dopo il voto, le cose restino così è un pro­blema».. Difficile, lungo e piena di rischi il percorso di una democrazia che sappia vincere la "post-democrazia renzusconiana.  Il manifesto, 24 luglio 2014

Firme eccellenti: «No alle Grandi navi»

«Un appello internazionale a Renzi lanciato dai Comitati privati. Borletti Buitoni: "Per Venezia il massimo della tutela"». Ciò che preoccupa è che si faccia riferimento alla tutela del patrimonio monumentale della città. E la Laguna? La Nuova Venezia, 22 luglio 2014 (m.p.r.)

Per una strategia europea in materia di migrazione e asilo

Appello al Parlamento Europeo in occasione del semestre italiano di presidenza di Barbara Spinelli, Daniela Padoan, Guido Viale. Un appello al quale eddyburg aderisce e a cui invita tutti ad aderire. 

Palestina, il partito del grande silenzio

«Come scriveva Primo Levi: "La tragedia è vedere oggi le vittime diventate carnefici". Ma adesso gli intellettuali tacciono». Il manifesto, 23 luglio 2013 (m.p.r.)

Sardegna, Italia: saldi di fine stagione

L'ultima riforma del Mibact rappresenta la svendita del nostro patrimonio culturale alle ragioni del turismo e dell'economia, mentre il paesaggio rimane sempre più indifeso. inviato il 22 luglio 2014

Piano casa Zingaretti: una mutevole (e tragica) verità

«La domanda è: cosa c’entra questo Piano casa con l’interesse pubblico? Come si può coniugare una pianificazione attenta ai bisogni della città e dei cittadini e rispettosa dell’ambiente con una legge che permette “in automatico” ai privati di moltiplicare cubature bypassando completamente il parere dei Comuni e i piani regolatori?».  Carteinregola, 23 luglio 2014