ULTIMI AGGIORNAMENTI

«Conosciamo bene l’importanza del settore [edilizio]. Con questa legge daremo più agevolazioni e incentivi, favorendo i progetti»

Approvata la legge lombarda che favorisce il consumo di suolo, ben riassunta dalla dichiarazione del rappresentante di Forza Italia che abbiamo usato tra virgolette come titolo. Articoli da la Repubblica e Corriere della Sera Milano, 21 novembre 2014

Le ragioni della crisi tra partito e rappresentanza

«La grande que­stione che ha di fronte a sé la sini­stra poli­tica è quella di isti­tu­zio­na­liz­zare il con­flitto, dar­gli cioè una rap­pre­sen­tanza sta­bile. Ormai la crisi pro­cede per accu­mu­la­zioni suc­ces­sive, da quan­ti­ta­tiva si è fatta qua­li­ta­tiva; si è tra­sfor­mata in crisi orga­nica, che scon­volge ogni aspetto della Repub­blica». Il manifesto, 22 novembre 2014

“Chi si arruola nell’Is fa una scelta mostruosa ma la colpa è nostra”

«E' l’opinione di Hanif Kureishi, lo scrittore anglo-pachistano: “Sono giovani che vivono ghettizzati nella miseria Cercano un modello alternativo al consumismo occidentale”». La Repubblica, 21 novembre 2014 (m.p.r.)

Le cose impossibili

Non si può fare l'esame del sangue a qualcosa che non c'è (da La Repubblica, 22 novembre 2014)

Le emergenze e il vizio di ricominciare da zero

L’ennesima testimonianza del degrade di una politica, ben rappresentata dal solito noto, che, pretendendo di rottamare la storia ha cancellato qualunque ragionevolezza nell’agire. Un buona domanda di Massimo Veltri e una ottima risposta, come al solito, di Corrado Augias. La Repubblica, 21 novembre 2014

L’insindacabile provocatore

Osservando le gesta del Renzi stupiscono due cose:  (1) che ci sia ancora nel mondo qualcuno che lo ritiene un uomo di sinistra:  (2) che continuino a stare nel suo stesso partito persone  che ancora sostengono di nutrire sentimenti e convincimenti di sinistra. Il manifesto, 20 novembre 2014

Non c'è veleno nella coda della legge toscana

A proposito di una critica alla nuova legge urbanistica della Regione Toscana, pubblicata su eddyburg. Anna Marson replica: Baldeschi ha letto male. Baldeschi risponde: ha ragione, mi scuso e sono contento di aver sbagliato.

Morte a Venezia

Quale perversa ironia della storia è oggi all'opera perché Venezia muoia! Tutto ciò che nella sua storia è stato primato, la supremazia>>>

Basta cemento e consumo di suolo. Vincoli su mille chilometri quadrati

«Non possiamo aspettare anni - dichiara con orgoglio Rossi con a fianco l'assessore Marson - per vedere i piani adeguarsi alla legge toscana. Per questo metteremo a disposizione 7 milioni risparmiati dal taglio dei consiglieri e assessori, per quei Comuni pronti a rivedere i loro strumenti urbanistici, conformandoli alle nuove regole.». La Nazione, 19 novembre 2014

La nuova legge toscana: in cauda venenum

La nuova legge urbanistica della Regione Toscana entrerà in vigore solo tra cinque anni, almeno nella sua parte più significativa per la difesa di ambiente e paesaggio. Il testo approvato dal Consiglio regionale contiene infatti una norma ... >>>

Il coraggio di un partito

«Un sindaco scelto con le primarie e poi eletto dai cittadini viene sbugiardato da una segreteria di partito che vorrebbe imporgli i nomi degli assessori. Dettano legge ras e capetti di corrente che non sono stati votati da nessuno (anzi, molti di loro hanno perso le primarie per cui hanno gareggiato) o hanno conquistato un posto con la riffa delle preferenze». L'Espresso, 20 settembre 2014

La lotta di classe dei ricchi

«L'obiettivo esplicito e perseguito (e purtroppo raggiunto) dal neoliberismo era (è) quello di voler essere non solo una teoria economica ma una autentica antropologia, per la edificazione di un uomo nuovo neoliberista la cui vita fosse (sia) solo economica». Una recensione dell'ultimo libro di Marco Revelli. Sbilanciamoci.info, 11 novembre 2014

Potenza “No alle trivelle” Sesto giorno di proteste

«Alla mobilitazione in strada si uniscono i consigli comunali che continuano a pronunciarsi contro lo Sblocca Italia e chiedono al governatore della Basilicata,e al capogruppo dei socialdemocratici all’Europarlamento, di impugnare l’articolo 38 e salvare Regione e cittadini dai rischi ambientali e sanitari che comporterebbero le trivellazioni». Il Fatto Quotidiano, 19 novembre 2019 (m.p.r.)

L’offensiva respinta degli abusivi campani

«Per ventitré volte ci hanno provato diversi politici campani, interessati più ai voti degli abusivi che non alla loro sicurezza, ad «aggiornare» i vecchi condoni di Craxi dell’85 e di Berlusconi del ‘94. E per ventitré volte questo tentativo di allungare i tempi e allargare le sanatorie ai territori più a rischio della regione è evaporato nel nulla». Corriere della Sera, 19 novembre 2019

Sblocca Sardegna

Ci risiamo, ci risiamo con mattoni e cemento. E’ stato approvato un disegno di legge che dice di “mettere ordine” nell’urbanistica ma>>>

Isole della laguna come risorsa: ecco tutti i progetti di recupero

Il volontariato salva beni comuni per la collettività, evitando rischi  di degrado e privatizzazioni. Ma non ci riesce quando come a Poveglia i privati prevalgono grazie al potere pubblico. La Nuova Venezia 18 novembre 2014

Riflessioni su "Puliamo gli alvei dei fiumi"

L'invito di Giorgio Nebbia (in calce a "Puliamo gli alvei dei fiumi") per un dibattito sulle esondazioni è stato accolto.  Riportiamo le considerazioni di Ugo Leone e Cristiano Manni. Altri commenti (Fausto Pradolesi, Pier Paolo Poggio, Maurizio Consoli, Enrico Ottolini, Sauro Turroni) in calce all'articolo di Nebbia

Hanno sfasciato il territorio. E lo Stato

Renzi vuole rottamare la politica ambientale degli ultimi vent’anni. Ma dovrebbe rottamare i governi dei condoni edilizi, ambientali, fiscali: cioè i governi Berlusconi. Articolo21.org, 17 novembre 2014

La forza dei deboli

«Chi tesse davvero i fili della politica ai tempi della globalizzazione? Chi è oggi il quarto partito di cui parlava Alcide de Gasperi? Tra borghesia interna e transnazionali, burocrazie di Bruxelles e multinazionali, una mappa di chi comanda oggi in Italia e in Europa. Al di sopra dei cittadini».Sbilanciamoci.info, 14 novembre 2014

Bozza di manifesto della sezione italiana de "L'altra Europa

Ecco il documento che Marco Revelli  ha scritto come proposta di manifesto per la formazione politica italiana che prosegua il lavoro iniziato con la campagna elettorale per il Parlamento europeo per incarico del coordinamento italiano della lista  "L'altra Europa con Tsipras". Ora è in corso la discussione nella vasta area di riferimento di quella lista. Avremmo voluto pubblicare ben prima, ma altre vicende  (e l'età del direttore di questo sito) ci hanno distratti. Il suddetto direttore ha scritto a Revelli che, se si costituirà un soggetto politico basato su questo documento, aderirà senza se e senza ma.