menu

subheader

ULTIMI AGGIORNAMENTI

mercoledì 7 dicembre 2016

Una lezione attuale

«Per la maggioranza degli italiani la definizione di “popolo”, della sua sovranità e dei suoi (dei nostri) diritti coincide con quella della Costituzione, la sola che abbiamo». La Repubblica, 7 dicembre  2016 (c.m.c.)

La sindaca sedotta da Pallotta. A Berdini: o lo stadio o la porta

«Campidoglio a 5 Stelle. Raggi avverte il suo assessore all’Urbanistica, contrario al progetto della As Roma. Con un falso scoop delle agenzie di stampa, la prima cittadina pone l’aut aut all’urbanista». il manifesto, 7 dicembre  2016 (c.m.c.)

martedì 6 dicembre 2016

I cattivi consiglieri del piccolo principe

«Il giornalismo ufficiale ha smesso di leggere e raccontare la realtà per farsi parte e difensore dell'establishment e come tale è percepito dall'opinione pubblica. Le sue opinioni, non "separate dai fatti" ma semplicemente contro i fatti, non influenzano più nessuno». Huffingtonpost.it, 6 dicembre 2016 (m.p.r.)

Il perenne gioco al massacro di «separare l’umanità»

Achille Mbembe. Necropolitica «Fenomeni come il securitarismo, il razzismo la militarizzazione dei territori e dei confini, la deportazione forzata non sono qualcosa di esterno o un mero limite sovrano della "governamentalità neoliberale", ma dispositivi al centro stesso di tale tecnologia di governo».  il manifesto, 6 dicembre  2016 (c.m.c.)

L’Italia senza leader

«È indubbio che questo referendum ha ulteriormente marcato l’impronta “personale” del PD. Convertendolo, in modo deciso e decisivo, nel PdR. Il Partito di Renzi». La Repubblica, 6 dicembre 2016, con postilla

La trasformazione degli Scali FS milanesi. Una rinuncia alla democrazia?

Paolo Burgio intervista Giancarlo Consonni, che con numerosi colleghi urbanisti, architetti ed ecologisti ha firmato l’appello  al Comune per protestare contro gil modo in cui si procede a decidere la trasformazione degli scali FS a Milano. z3xmi.it online, 6 dicembre 2016

La rete di salvataggio della Costituzione

«Si moltiplicano gli interrogativi, ma dopo che è caduto il velo che copriva l’estrema fragilità di un leader cui sembrava non ci fossero alternative, dovremmo essere tutti assai felici di avere una Costituzione senza amputazioni, trappole e confusioni». La Repubblica, 6 dicembre  2016 (c.m.c.)

Saraceno: «Basta con le accuse di populismo. Nel No c’è tanta ricchezza»

«La nota sociologa torinese invita a considerare i molti che hanno votato sul merito della Costituzione. "Altri hanno dato voce al proprio disagio, ma proprio per questo non possiamo lasciarli ai partiti populisti"».il manifesto, 6 dicembre  2016 (c.m.c.)

“Il popolo ha parlato chiaro: crede nella democrazia”

«Stefano Rodotà. Il professore commenta il risultato delle urne: “È urgente dare una risposta alla richiesta di rappresentanza”». Il Fatto Quotidiano, 6 dicembre 2016 (p.d.)

dopo il 4 dicembre

Anche noi vogliamo la sinistra, ma non i resti di quella del XXsec. Oggi gli sfruttati con cui salvarsi sono anche altri

lunedì 5 dicembre 2016

“Gli italiani non si fanno imbrogliare. Ci siamo liberati da uno spettro”

«La costituzionalista Lorenza Carlassare: "sapevo che potevamo fidarci degli elettori, non si fanno prendere per il naso. È stato un voto in difesa della Costituzione, ma anche un voto legato alle difficili condizioni di vita"». il manifesto, 5 dicembre  2016 (c.m.c.)

Ha rivinto la Repubblica

«La Costituzione, grazie a una provvidenza laica che si serve anche di alleati insospettabili e persino impresentabili, si è salvata un'altra volta. E ha salvato tutti noi. Anche chi voleva rottamarla». Il Fatto Quotidiano, 5 dicembre 2016 (p.d.)

Sono contento, e un po' preoccupato

Un piccolo sfogo personale dinnanzi alle lacrime versate da qualche amico che ha votato SI ed è rimasto male.

Vince il No con il 60%, affluenza record

Articoli di Marco Galluzzo, Mariolina Sesto, Carmelo Lopapa, Marco Palombi, Daniela Preziosi,  dal  Corriere della sera, il Sole 24 ore, La Repubblica, Il Fatto Quotidiano online il manifesto, 5 dicembre  2016 (c.m.c.)

L’Italia s'è desta

«Ha vinto la partecipazione, il bisogno di una buona politica. Ha vinto la mobilitazione dal basso, senza mezzi e senza padrini. Ha vinto un’idea di comunità». Huffingtonpost.it, 5 dicembre 2016 (p.d.)

Gli errori di Matteo

La sconfitta al Referendum costituzionale. I commenti di Aldo Cazzullo, Goffredo De Marchis e Antonio Padellaro. Corriere della Sera, la Repubblica, Il Fatto Quotidiano, 5 dicembre 2016 (m.p.r.)

domenica 4 dicembre 2016

Il Sì divide, il No può unire

«Chi vota "sì" non potrà sentirsi defraudato di alcunché se prevale il «no». La costituzione del 1948 è sempre stata ed è anche la sua Costituzione, è la Costituzione di tutti». il manifesto, 4 dicembre 2016 (c.m.c.)

Un ricordo di Valentino Podestà, architetto ed urbanista, colonna della battaglia contro l’autostrada della Maremma


Animatore infaticabile nella battaglia contro la devastante Autostrada della Maremma: oltre vent’anni di rigoroso impegno con osservazioni, iniziative pubbliche, denunce, contestazione dei tracciati. E con azioni per coinvolgere i cittadini e convincere le istituzioni e la politica ad opporsi ad un progetto sbagliato». Con postilla

sabato 3 dicembre 2016

Trump e i sindaci obiettori

  I
l signor Renzi che compra i voti dei sindaci, nonché futuri senatori, promettendo fondi speciali alle città ubbidienti è uno spettacolo .. (segue)

Qualcuno era comunista sulla Carta

Piccola storia della decadenza culturale di una parte del vecchio Partito comunista italiano. Cui molto ci sarebbe da aggiungere, a partire dalla sconfitta di Enrico Berlinguer (e dall'assassinio di Aldo Moro). Il manifesto, 3 dicembre 2016