responsive_m

menu

subheader

ULTIMI AGGIORNAMENTI

venerdì 26 maggio 2017

Un disobbediente in direzione ostinata e contraria

«Molte le iniziative sul prete di Barbiana, scomparso da 50 anni, domani ne avrebbe compiuti 94. Carte inedite nel volume "Lettera ai cappellani militari. Lettera ai giudici", a cura di Sergio Tanzarella». il manifesto, 26 maggio 2017 (c.m.c.)

Prima l’identità poi le alleanze, una sinistra autonoma da Pd e M5S

«Verso le elezioni. È destinato al fallimento il disegno tattico e politicistico di una lista autonoma solo come reazione al rifiuto del Pd di allargare a sinistra le alleanze elettorali». il manifesto, 26 maggio 2017, con postilla

Il TAR boccia i direttori dei musei

Se questi ministri non sanno neppure fare leggi conformi alla Costituzione e alle altre leggi dello Stato  dobbiamo dire: (1) viva il TAR; (2) è colpa di Franceschini se il mondo non ci rispetta. Articoli di Adriana Pollice, Tomaso Montanari, Francesco Erbani. il manifesto , la Repubblica . 26 maggio 2017 (c.m.c)

Appello contro l'abusivismo permanente Si fermi la legge blocca demolizioni

Un estremo appello alla  ragione rivolto ai decisori da alcune personalità che affidano la forza della loro richiesta ad argomenti e  non  a lunghe liste di adesione e neppure miraggi di consensi elettorali

giovedì 25 maggio 2017

“Consumo di luogo”, Tomaso Montanari: l’urbanistica in Emilia Romagna tra distruzione del passato e del futuro

La prefazione all’instant book "Consumo di luogo - Neoliberismo nel disegno di legge urbanistica dell’Emilia-Romagna" . ilmanifestobologna.it, 25 maggio 2017 (p.d.)

Lo smarrimento delle parole fra i campi abbandonati

«Un’abbondanza seriale ha cancellato la sapienza del vocabolario agricolo. Anticipiamo il testo di una delle relazioni previste per il Festival dei sensi ( Valle d’Itria, in Puglia)». il manifesto, 25 maggio 2017 (c.m.c.)

La peste della memoria inutile

«Come nel romanzo di Camus, gli europei accettano passivi la distruzione dei propri valori, dalla giustizia sociale al paesaggio, alla democrazia. Se non riconosciamo le rovine, la rinascita sarà impossibile». il Fatto Quotidiano, 25 maggio 2017 (p.d.)

Si rovescia il barcone, 34 morti. Tra le vittime molti bambini

Continua la strage nel Mediterraneo, davanti alle coste del migliore alleato dei governi a trazione Renzi. Le benemerite Ong ne possono salvare alcuni, ma per interrompere la strage occorre cambiare chi ci governa, in Italia e in Europa il manifesto, 25 maggio 2017

Chi semina vento...

Rafforzare lo strumento bellicista della NATO significa accrescere il potenziale distruttivo della tempesta  del terrorismo

mercoledì 24 maggio 2017

Colpiscono qui e fanno leva sulla guerra

Bisogna comprendere la strategia del terrorismo per vincerlo. «Se il terrorismo colpisce qui, le sue leve sono nei campi di battaglia siriani, iracheni, yemeniti e libici. Chissà se a Taormina qualcuno dei piccoli leader europei avrà il coraggio di dirlo al nuovo e lunatico padrone del mondo». il manifesto, 24 maggio 2017

I poteri criminali uccisero Falcone

«C’era anche la “criminalità del potere”. Quei segmenti della classe dirigente (politica e imprenditoriale) della massoneria che con la mafia intrattengono rapporti occulti di reciproco interesse». il Fatto Quotidiano, 24 maggio 2017 (p.d.)

La domanda cui la Regione Toscana non risponde

La Regione Toscana: virtuosa nei suoi rapporti con i cittadini, ma solo sulla carta. Si è dotata nel 2014 di una legge di governo del territorio (LR 65/2014) che dedica ben cinque articoli ... (segue)

Disapprendimento e pensiero creativo

«Le diverse crisi in corso costringono ad abbandonare certezze, immaginari, linguaggi e schemi cognitivi, a ripensare l’insieme delle relazioni sociali». comune-info, 22maggio2017 (c.m.c.)

Piattaforma del Mose esposto in Corte dei Conti

Anche Italia Nostra reagisce allo scandaloso tentativo dell'Università Iuav e del Mit di far risparmiare alle imprese del Consorzio Venezia nuova i soldi dovuti per il ripristino dell'ambiente deturpato. La Nuova Venezia, 23 maggio 2017 

L’Unesco diventi guardiana della città di Venezia

«Venezia non è dei veneziani, è del mondo»  Lo ricordi l'Unesco, che dovrà decidere se lasciare i veneziani della città insulare e della Terraferma arbitri unici del destino della città. È questione  di grande rilievo, ma l'arbitro invocato ha il potere di rappresentare il mondo?La Nuova Venezia, 23 Maggio 2017 

Nerone è tornato sul Palatino – Comunicato di Emergenza Cultura

I componenti del Consiglio Nazionale dei Beni Culturali, in che modo hanno potuto razionalizzare un attentato del genere alla storicità del paesaggio del Palatino»? Emergenza Cultura, 22 maggio 2017 (c.m.c)

L’economia che trasforma

«Il rapporto “Verso un’economia trasformativa” analizza lo stato dell’arte dell’economia sociale e solidale in tutto il mondo. Una rassegna di buone pratiche che creano lavoro e partecipazione». Sbilanciamoci.info, 23 maggio 2017 (c.m.c)

martedì 23 maggio 2017

Falcone voleva vivere

«Solo attraverso il diritto si sarebbe evitato di ledere i diritti di tutti. Una grande lezione per noi oggi, che vediamo quotidianamente farne strane da chi considera il fine superiore a qualunque mezzo e il diritto un ostacolo da spazzare via». la Repubblica, 23 maggio 2017

l business manutenzione del Mose dietro i “no” a Thetis

«Mantovani, Fincosit e Condotte contrari al salvataggio per avere più spazio nei futuri (e costosissimi) lavori di mantenimento al sistema di dighe mobili. Stanno tornando i "soliti nomi". la Repubblica, 23 maggio 2017, con postilla

lunedì 22 maggio 2017

Neonazismo

Difficile non chiamare neonazista l'accordo tra Italia, Libia, Nigeria e Ciad per impedire la fuga agli abitanti delle regioni che abbiamo reso inferni