ULTIMI AGGIORNAMENTI

Salvatore Settis, la buona scuola non è buona. E le "competenze" non servono a niente

«L'archeologo e storico dell'arte contesta l'indirizzo della scuola e dell'università di oggi. E difende gli insegnanti, l'ozio creativo, e la storia come riserva di possibilità per il futuro». Linkiesta.it, 7 febbraio 2016 (m.p.r.)

Giulio Regeni: torture e depistaggi

«L’autopsia conferma la pista dell’omicidio politico. Lo scontro tra apparati e i tentativi di depistaggio». Articoli di Carlo Bonini e Giuliano Foschini, e Leonardo Coen,  la Repubblica e Il Fatto Quotidiano,  8 febbraio 2016 (m.p.r.)

Archeologia diroccata

Lucida sintesi sugli obiettivi e gli effetti della riforma Franceschini del sistema di tutela, sostenuta dalla consueta "retorica per cui il cambiamento è a priori positivo". Il Sole 24 Ore, 7 febbraio 2016 (m.p.g.)

Quanto pesa la Chinatown milanese

La discussione è aperta sul carattere della massiccia presenza di persone e capitali provenenti dalla Cina: al di là dell'esito nelle primarie milanesi. Qui nella  postilla l'opinione di Fabrizio Bottini, che ci ha segnalato l'articolo  La Repubblica, 8 febbraio 2016, 

La grande balla dell’alleato leale contro il Califfato

«Al-Sisi è considerato un amico in grado di risolvere la crisi libica e in nome di questo gli si perdona tutto». Il Fatto Quotidiano, 7 febbraio 2016 (m.p.r.)

Contro i profughi il muro lo paga la Ue

«Turchia e guerra in Siria. Il regime autoritario di Erdogan mostra il peggio di sé». Il manifesto,  7 febbraio 2016 (m.p.r.)

Napoli: bande di ragazzini che sparano all’impazzata. Gli abitanti sono terrorizzati. Non sembra Italia.

L'intervista di Dario del Porto al procuratore nazionale antimafia Franco Roberti e il commento di Marco Rossi Doria. «Qui la guerra c’è da sempre. E trova soldati, sempre più giovani, nelle più dure fragilità che nascono nei luoghi della povertà, della crisi educativa, del non lavoro». La Repubblica, 7 febbraio 2016 (m.p.r.)

«Per Giulio e per tutti i giovani che hanno perso la vita cercando libertà e dignità»

«A tutti i miei amici italiani dico che questo è ciò che affrontiamo ogni giorno in Egitto, e che purtroppo abbiamo migliaia di Giulio egiziani. Per favore, insistete nella ricerca della verità e delle responsabilità dei colpevoli, per darci la speranza che un giorno, insieme, potremo restituire i loro diritti a tutti i Giulio». La Repubblica, 7 febbraio 2916 (m.p.r.)

I nostri «inviati» speciali nel mondo

Chi sono le ragazze e i ragazzi che da tutto il mondo, come Giulio Regani,  inviano le loro testimonianze  e informazioni al manifesto, e perchè sono un po' speciali. Il manifesto, 7 febbraio 2016, con postilla

Alleati

La Realpolitik dell'Italia di Renzi (e dell'Europa della UE)

Sull’economia di scala

«Prendere atto che la necessità di modelli di grande dimensione per i servizi pubblici locali risponda solo a logica finanziaria». Il manifesto, 6 febbraio 2016 (m.p.r.)

Sardegna: Capo Malfatano resta senza resort, nonostante l’ok della Soprintendenza

Una bella vittoria di Ovidio Marras e di Italia nostra Sardegna, e una sconfitta - una volta tanto - dei potenti e delle istituzioni pubbliche asservte. Siamo felici del contributo che abbiamo potuto dare nella lunga vertenza. Il Fatto quotidiano, blog "ambiente e veleni", 6 febbraio 2016. 

Piano Casa: attenzione i sindaci liguri hanno tempo sino al 7 marzo 2016 per...

Ci siamo abituati: le "buone intenzioni" delle leggi sono fumo per nascondere misfatti. Cosi in questa legge della Liguria analizzata e denunciata. C'è un modo per resistere: i comuni, se vogliono, possono ancora salvare quel po' di Liguria che sopravvive. Questa denuncia è anche un appello.

Speculum, l'altro uomo.8 punti sullo spettro di Colonia

Un graffiante e argomentato documento femminista di Alessandra Bocchetti, Ida Dominijanni, Bianca Pomeranzi, e Bia Sarasini  squaderna questioni  drammaticamente aperte delle civiltà contemporanee. L'internazionale online, 3 febbraio 2016

Archeologia: la pezza è peggiore del buco

I giochi d'equilibrio del ministro  non riescono a nascondere il dramma della tutela dei beni culturali in Italia, causato dallo cosiddetta "riforma" in corso: «È chiaro l'obiettivo politico: mani libere sul territorio». La Repubblica online, blog "Articolo9", 6 febbraio 2016

Giulio Regeni, una tragedia italiana

Riprendiamo alcuni articoli dal quotidiano che ha seguito con maggiore attenzione la tragedia che è avvenuta al Cairo, e che prosegua ancora, Articoli di Norma Rangeri, Giuseppe Acconcia, Mona Seil. Il manifesto, 6 febbraio 2016

Giulio Regeni

Terribile quello che è accaduto al Cairo, per molte ragioni. Per il fatto in sè, un ragazzo (uno dei nostri figli) torturato e ucciso per le sue idee. Per la dimostrata verità che quel caso non è un'eccezione ma, in quel paese (e in molti altri) la regola. Per i rapporti che esistono, e sembrano rafforzarsi ancora, tra l'Italia di Renzi e quei paesi.

Nella strada delle 24 nazioni: «Qui conviviamo tutti in armonia»

Un modello utopico di integrazione locale delle diversità culturali? Molto probabilmente no, visto che con evidenza vengono tenuti fuori tutti i fattori non esplicitamente economici, che invece nella vita vera contano, eccome se contano. La Repubblica, 6 febbraio 2016, postilla (f.b.)

Schengen i profughi e il familiy day

«L’integralismo cattolico che brandisce il cristianesimo come una clava contro i migranti musulmani. E il cedimento dei governi europei che mette in forse la stessa sopravvivenza dell’Unione». Il manifesto, 5 febbraio 2016

Se l'economia assomiglia alla medicina

«L'economia non è una scienza esatta come la fisica. Per essere valida l’economia deve tenere in considerazione la cultura, la storia, la geografia, le istituzioni, la psicologia individuale e di gruppo». La Repubblica, 5 febbraio 2016, con postilla