ULTIMI AGGIORNAMENTI

Renzi l’africano a caccia di gas e petrolio per Eni

Storie di commessi viaggiatori dei poteri forti:quelli  che  hanno aiutato la scalata del successore di Silvio, sulle macerie d'una gloriosa eredità distrutta. Green report, 21 luglio 201421 luglio 2014

Lecce, no alla sponsorizzazione offerta dal gasdotto Tap Anche i sindaci bloccano i fondi per sagre e feste religiose

«Se in Laguna il Consorzio Venezia Nuova ha sponsorizzato di tutto per procacciarsi le simpatie dei veneziani, in Salento le cose hanno preso una piega diversa». La Repubblica, 21 luglio 2014 (m.p.r.)

La profonda lezione politica del movimento dei movimenti

Ricordiamo  le «ragioni di fondo del movi­mento sceso in piazza nel 2001», a Genova: un momento importante del movimento di contrasto alla nuova devastante fase globale della storia del capitalismo. Le ragioni di allora, i torti dello stato, l’impegno di oggi. Il manifesto online, 20 Luglio 2014 

Il patto tra Usa e Ue sul libero scambio una rivoluzione con troppi segreti

« Il premio Nobel Stiglitz ha dei dubbi: «Molte regole esistono proprio per proteggere i lavoratori, i consumatori, l’ambiente. E furono decise in risposta a una domanda democratica. Nei patti segreti per la de-regolamentazione rischia di riaffiorare una gara al ribasso». La Repubblica, 21 luglio 2014 (m.p.r.)

Legge speciale: i fondi andarono al Marcianum

«La fine del Marcianum creato dal cardinale Scola fa affiorare un retroscena del 2008: la Regione governata da Galan dirottò, per quel progetto, 50 milioni di fondi della Legge speciale originariamente destinati al disinquinamento della laguna». La Nuova Venezia, 20 luglio 2014 (m.p.r.)

A piccoli passi verso l’Altra Europa

«Nell’affollata assem­blea nazio­nale tenuta ieri al tea­tro Vit­to­ria di Roma, più di 500 per­sone hanno cer­cato di svi­lup­pare un metodo dif­fi­cile basato sul con­senso e sulle solu­zioni con­di­vise, più che su quello basato su una "testa, un voto"». Il manifesto, 20 luglio 2014 con postilla

Lo Stato sull'Appia

Una settimana fa, l'annuale appuntamento del festival della regina viarum , "Dal tramonto all'Appia"  >>>

MoSe: Cantone a Venezia

La cronaca della visita a Venezia del Commissario anticorruzione Raffaele Cantone in due articoli  di Monica Zicchiero e Alberto Zorzi, e di Giuseppe Pietrobelli, Corriere del Veneto e Il Gazzettino, 18 luglio 2014

Piano paesaggistico adottato: Regione Toscana bifronte

Dopo due anni di gestazione e di lavoro congiunto tra il Centro interateneo di studi territoriali ... >>>

La grande rotta dell'industria italiana

«Dalla cessione del gruppo Pirelli ai russi per pochi euro all'annunciata vendita di Saipem da parte dell'Eni. Fino alle ultime vicende che riguardano Alitalia, Ilva e Indesit. Il governo italiano resta alla finestra mentre l'industria italiana finisce nelle mani dei grandi gruppi industriali stranieri». Sbilanciamoci.info,  12 luglio 2014 (m.p.r.)

L'Appia Antica salvata da Autostrade

Lo spirito dei tempi è veramente avvelenante, se perfino un bravo giornalista come Stella si fa ingannare dalla pubblicità di una delle ”aziende" italiane che hanno causato i maggiori danni al patrimonio paesaggistico italiano, e sottoscrive una simile “marchetta” a un progetto ulteriormente devastante del complesso dell’Appia antica. Corriere della sera, 19 luglio 2014, con postilla

Un punto di partenza per chi vuole costruire "un'altra Italia"

Il testo integrale della relazione che aprirà l'Assemblea della lista "L'altra Europa con Tsipras, che si tiene il 19 luglio 2014 a Roma. Un'analisi ineccepibile del nuovo quadro politico Un premessa alla formazione delle liste di un' alternativa  politica nelle prossime scadenze elettorali. E soprattutto la traccia di un percorso difficile ma indispensabile per uscire dall'abisso

Ministro, non mischi turismo e beni culturali

Lettera aperta al ministro Franceschini: «Mi lascia perplesso la sua idea che i nostri grandi musei siano “miniere d’oro” non sfruttate a dovere, cioè potenziali “macchine da soldi”». L'Unità, 18 luglio 2014

La valorizzazione? Non è un punto ristoro

«Beni culturali. La riforma del Mibact presentata da Dario Franceschini mette a rischio la tutela del paesaggio e sfiducia gli organi decentrati dello Stato, quelli che presidiano il territorio». Il manifesto, 18 luglio 2014

Altro che grande occasione: questa è mortificazione

«Il dibattito sulla “riforma” si è caratterizzato dal silenzio sulle proposte alternative. Ma ora che siamo al momento dell’aula, le carte sono tutte sul tavolo: e grazie alla pubblicazione  del testo integrale della proposta di Gustavo Zagrebelsky inviata al ministro Boschi, nessuno può più accusare il pensiero critico di non essere anche propositivo». Il Fatto Quotidiano, 18 luglio 2014

Mose. Noi, esperti ma inutili. Nessuno ci ha ascoltato»

Afferma Francesco Indovina: «Dovevamo controllare i fondi  e verificare la Legge speciale. Abbiamo lavorato per anni, ma alla fine ci siamo accorti che nessuno seguiva le nostre indicazioni. Tra noi spesso ci si chiedeva: ma per chi stiamo lavorando?». Di certo non per la collettività. Il Gazzettino, 17 luglio 2014, con postilla

Il sistema Mose: gli attori della farsa

A proposito del MoSE, Gianni Belloni e Antonio Vesco  provano a di rispondere a una domanda nodale: «quali meccanismi generalizzati accompagnano e facilitano l'estendersi e il radicarsi di condotte generalizzate e sedimentate nell'azione quotidiana di amministratori, imprenditori, politici di un territorio?». Inviato a eddyburg il 15 luglio 2014

La Costituzione come statuto di una maggioranza

Come riuscire a distruggere, frettolosamente e rozzamente, i principi della democrazia borghese del XIX secolo e quella popolare del XX. Un'analisi chiara e sintetica del pasticcio renzusconiano. Il manifesto, 17 luglio 2014

Il lungo sacco della Conca d’Oro

« La "paradisiaca» campagna attorno a Palermo, ricoperta di agrumeti, teatro da decenni di speculazioni edilizie e terra di conquista delle mafie senza alcun contrasto, è ancora priva di tutele. Mentre nuovi interessi preparano un altro assalto cementizio». Il manifeso, 17 luglio 2014

Tram a San Basilio, via libera ambientale

Anche la soprintendenza ai beni culturali avalla l'accordo tra la decaduta giunta Orsoni e il nefasto Ente porto, volto a rafforzare la presenza della Grandi navi nella città antica, ad aprire il varco all'ingresso delle automobili  e a ridurre gli spazi pubblici in un settore densamente popolato di Venezia. La NuovaVenezia, 17 luglio 2014