ULTIMI AGGIORNAMENTI

approvato il piano paesaggistico

Approvato il piano, proposto dall'assessore Anna Marson e guastato degli eletti dal popolo ma  rappresentanti di pesanti interessi privato. Come il racconto dei fatti rivela. Onore all'assessore e a chi ha lavorato con lei. Ma la storia non è finita

Toscana. Lo scontro tra interesse pubblico e interessi privati non è finito

Intervento  al Consiglio Regionale dopo il voto di approvazione del Piano Paesaggistico della Regione Toscana, 27 marzo 2015. Senza peli sulla lingua.

Come arricchirsi con l'uno per cento

«Grazie a sponsor politici e protezioni aziendali, le grandi opere sono sempre un affare. Così funziona il meccanismo che assegna le direzioni dei lavori. A spese dei cittadini». L'Espresso, 2 aprile 2015 (m.p.r.)

Il paradosso democratico di Colin Crouch

«Un’intervista con lo studioso inglese, ospite della 'Biennale Democrazia' di Torino. La necessità di una puntuale critica al potere dei giganti e di una complementare capacità innovativa della sinistra europea». Il manifesto, 26 marzo 2015

Alterita' e geografie umane

Un breve dialogo per spiegare perchè l'antropologia serve oggi più di ieri. Intervista di Andrea Staid a Marc Augé e Marco Aime. Comune.info, newsletter, 26 marzo 2015

La truffa delle Grandi opere

«La corruzione è furto di bene comune, furto di diritti e di speranze, di opportunità e di lavoro. Per sconfiggerla occorrono innanzitutto leggi all’altezza. Serve anche l'impegno di tutti  a farle vivere attraverso le scelte e i comportamenti quotidiani». Sbilanciamoci.info, 25 marzo 2015

Coalizione sociale, con un altro sindacato

«La crisi della forma par­tito ha tro­vato una sua solu­zione a destra: partiti-azienda, partiti-ditta, par­titi della nazione, mono­cra­tici, media­tici, ora­co­lari, tra­sfor­mi­sti, post­par­la­men­tari. C’è da dubi­tare che da qual­che costola, mira­co­lo­sa­mente sana, di que­ste for­ma­zioni possa pren­der avvio una diversa dire­zione di mar­cia». Il manifesto, 26 marzo 2015

L'anatema contro la teoria di genere

«Alcune studiose femministe hanno proposto il concetto di genere, per indicare quanto di costruzione sociale - per lo più entro rapporti di potere asimmetrici - ci fosse e ci sia tuttora in ciò che viene definito maschile e femminile». La Repubblica, 26 marzo 2015

Gli ogm europei alla prova del Ttip

Le trat­ta­tive per il Ttip sono com­pli­cate. Si stanno con­fron­tando due mondi diversi. Da una parte ci sono gli Usa che tute­lano il mer­cato e i loro pro­dotti e dall’altra c’è l’Europa che, sulla carta, dovrebbe pre­di­li­gere la tutela dei con­su­ma­tori e la qua­lità dei pro­dotti. Il manifesto, 26 marzo 2015 (m.p.r.)

Bye Bye Pisapia

Per i molti cittadini che avevano votato Pisapia, attendendosi anche una svolta radicale rispetto al modello neoliberista e mercatistico...>>>


Una risposta finanziaria ad una svolta culturale

«In gran parte del mondo, Stati Uniti in testa, le persone si orientano ogni giorno di più verso consumi alimentari attenti alle produzioni locali di piccola scala, stagionali, organiche. A fronte di questo processo è significativo che la grande industria, che si vede minacciata da un radicale cambio di mentalità, risponda andando esattamente nella direzione opposta». La Repubblica, 26 marzo 2015 (m.p.r.)

Perché l’Italia non è un paese per whistleblower

«Se il whistleblowing manca di una traduzione idonea forse dipende anche dal fatto che, pure giuridicamente, in Italia è ancora un significante privo di significato: sostanziarlo gioverebbe alla legalità, oltre che al  lessico». Lavoce.info, 24 marzo 2015 (m.p.r.)

L’insegnamento di Platone: il politico sia senza famiglia

«Proprio per questa propensione allo status vantaggioso per sé e la propria famiglia, non ci si deve stancare di denunciare, condannare e rimuovere le forme anche blande o “innocenti” (?) di aiuto ai figli, mariti, nipoti, e amici loro. La ragione di questa severità non è moralistica, ma di prudenza politica». La Repubblica, 25 marzo 2015

Fermate la mattanza degli ulivi secolari

«Lettera al Commissario Europeo alla Salute Vytenis Andriukaitis in merito alla vicenda della Xylella Fastidiosa e al paventato abbattimento di centinaia di migliaia di ulivi del Salento. Una misura che la Commissione ha indicato come necessaria per il contenimento del contagio del batterio». Comune-info, 25 marzo 2015 (m.p.r.)

Hanif Kureishi:“Conosco quei ragazzi sedotti dal Califfato”

«Medio Oriente, Nord Africa: i musulmani sono molto esposti a tensioni. Il caos non aiuta la moderazione. Siamo in un mondo multiculturale. Esistono tante forme di islamismo, quante di capitalismo. Solo proteggendo democrazia e società libera, la Jihad apparirà ai giovani come una chimera». La Repubblica, 24 marzo 2015

Quel che può il sindacato

Il gruppo dirigente della CGIL che critica e dissente da Maurizio Landini per la costituzione di una Coalizione sociale - ancorché lo faccia per comprensibili ragioni...>>>

L'elmetto contro l'IS

La questione non è l'elmetto, è domandarsi se il fenomeno dell'estremismo islamistico  è tale da poter essere sconfitto con l'impiego della forza militare. In calce la risposta di Gad Lerner a Guido Viale. La Repubblica, 24 marzo 2015

Acqua privata, Bruxelles ci prova

«Ma la rete dei cittadini ha raccolto 1,8 milioni di firme per proporre alla Commissione Ue una legge che riconosca le risorse idriche come bene dell’umanità, dunque da escludere dal mercato interno e dai trattati internazionali». Il manifesto, 24 marzo 2014 (m.p.r.)

Per le opere cura di democrazia, tecnologia e servizi

«La chiave per valutare un’infrastruttura deve essere il servizio che garantisce ai cittadini» Ma si tratta di capire quali servizi sono prioritari, se per poche persone avere un Milano-Roma ogni 15 minuti, o per centinaia di migliaia arrivare presto in fabbrica, ufficio o scuola. Il Sole 24 Ore, 22 marzo 2015

Un varco tedesco per Tsipras

«Il bilan­cio del ver­tice è, stando alle dichia­ra­zioni, posi­tivo per entrambi. Ma chi ha segnato un punto è cer­ta­mente il pre­mier greco». Il manifesto, 24 marzo 2015 (m.p.r.)