ULTIMI AGGIORNAMENTI

La Spagna vuole quartieri premium con più servizi ma privatizzati

La frammentazione dell’insediamento dell’uomo in un insieme di recinti privatizzati, di moda in tutto il mondo,  è oggi per la città l’equivalente di ciò che per Pompei ed Ercolano fu l’eruzione del Vesuvio nel 79 d.C. La Repubblica, 31 ottobre 2014

Approvato il Rottama Italia

La Camera dei deputati ha approvato lo “Sblocca Italia”. Hanno votato contro, secondo le dichiarazioni di voto, SEL,M5S, Lega Nord, Fratelli d’Italia e Forza Italia., a favore tutti gli altri. I voti a favore sono stati 278, quelli contro 261, gli astenuti 7. La votazione è stata elettronica, quindi non sapremo i nomi dei deputati che, disobbedendo ai partiti del SI e in primo luogo al PD, hanno votato contro. A meno che non ce ne informino direttamente. Il Presidente della Repubblica, naturalmente, ha firmato subito la legge Rottama Italia. Liberi tutti di devastare.

Per papa Bergoglio una dottrina al settimo cielo

«Le parole del papa sono un distil­lato di saperi, espe­rienze e rifles­sioni sedi­men­tato in anni di lotte sociali, soprat­tutto dell’America Latina. Ma se a ispi­rarlo fosse stato invece dio, e se dio la pen­sasse così, ben venga anche lui tra di noi». Il Manifesto, 31 ottobre 2014 (m.p.r.)

Il premier è figlio (legittimo) di D’Alema e Bersani

Critiche sensate ai padri di Renzi, ma significativa  elusione di un nodo centrale: qual'è il giudizio sul sistema capitalistico, e quale la conseguente strategia? e quali i principi e valori da assumere a fondamento della societa'? Il manifesto, 30 ottobre 2014, con postilla

Pd, chi aspetta obbedendo

Sinistra Pd. Se Renzi vince la sinistra interna farà testimonianza, se Renzi perde verrà travolta dalle macerie. E’ preferibile un disegno esplicito di rottura, con una guerriglia aperta sulle riforme. Il manifesto, 30 ottobre 2014

ITALIA, 2014

La repressione e' l'anima della nuova democrazia

Tav, quasi triplicati i costi si spacca il fronte del sì “Allora fermiamo i lavori”

Un ennesimo nodo  del mostruoso groviglio delle Grandi opere viene al pettine della critica: «La previsione di spesa dell’opera passa da 2,9 a 7 miliardi di euro Esposito (Pd): “Lupi spieghi, nelle cifre opache si annida la corruzione”». La Repubblica, 30 ottobre 2014

Sardegna: il ddl urbanistica della Giunta Pigliaru risponde alla necessità abitativa?

Domandiamo ancora: come fa una giunta regionale ad approvar insieme la sacrosanta conferma del Piano paesaggistico di Reato Soru e gli strumenti del suo smantellamento con i “piani casa” di Cappellacci? Gli psichiatri parlerebbero di schizofrenia. Il Fatto Quotidiano, 28 ottobre 2014

La differenza visibile tra destra e sinistra

«Vi sono due condizioni che fanno, oggi come ieri, la differenza tra destra e sinistra. Una è la scelta della parte sociale da cui stare: in politica, nell’economia, nella cultura...».  La Repubblica, 29 ottobre 2014

Stare al fianco dei poveri è Vangelo non comunismo

Qui si vola un po' piu' in alto rispetto alla politica politicante.  E' il testo dell'intervento di papa  Francesco all''Incontro mondiale dei movimenti popolari.  «Terra, casa e lavoro, quello per cui voi lottate, sono diritti sacri». L'Avvenire, 28 ottobre 2014

Acqua e beni comuni, il secondo scalpo di Renzi

«Sblocca Italia. Tra decreti e legge di stabilità l’uno-due che può disintegrare i servizi pubblici locali. Si chiede ai sin­daci di met­tere in ven­dita i beni comuni, per con­sen­tire loro di man­te­nere uno strac­cio di fun­zio­na­mento ordi­na­rio dell’ente locale». Il manifesto, 29 ottobre 2014 (m.p.r.)

Più case che abitanti

«Belpaese?. Il rapporto Svimez sullo spopolamento del Mezzogiorno e i dati Istat sull'abnorme quantità di case inutilizzate raccontano di un inarrestabile declino e di un modello sbagliato. Lo Sblocca Italia in realtà sblocca solo le speculazioni finanziarie e la cementificazione selvaggia». Il manifesto, 29 ottobre 2014 (m.p.r.)

L’assurdo assalto delle Ferrovie ai bus

«I Comuni auspicano che il gruppo guidato da Elia si occupi anche di trasporto urbano, sperando così di ricevere più fondi. Ma i cittadini alla fine ci rimetterebbero». Il Fatto Quotidiano, 29 ottobre 2014

Aiuto, è scomparsa la fontana

«Il vero capolavoro della storia dell'arte italiana  è lo spazio pubblico urbano. I centri delle nostre città sono infinitamente più importanti di tutti i quadri che riusciate a ricordare. Perché noi i nostri “capolavori” li possiamo attraversare, percorrere, 'camminare'». Il Fatto Quotidiano, 29 ottobre 2014

Nell’elogio della discordia l’anima kantiana di Bobbio

Una parola  «adoperata per indicare dottrine e attività diametralmente opposte» (Gaetano Salvemini)  esaminata in   fruttuoso dialogo tra una visione liberale ( Norberto Bobbio)  e una visione marxista (Pietro Ingrao). la Repubblica, 29 ottobre 2014

Regole (urgenti) per una città porosa

Il caso di un'anziana morta per un incidente stradale, battendo la testa urtata da un ciclista, scatena il partito degli automobilisti, tutti uniti al ministro Lupi nella richiesta di repressione e/o (improbabili) opere pubbliche. Ma basterebbe così poco. La Repubblica nazionale e Corriere della Sera Milano, 29 ottobre 2014, postilla (f.b.)

Ancora un guasto

Un guasto al modem che utilizziamo a Kigali ha reso di nuovo disordinato l'aggiornamento quotidiano di eddyburg. Ce ne scusiamo con i frequentatori piu' assidui

Come la corsa al cemento sta rovinando l'Italia

«Gran parte del nostro suolo è edificato, il doppio di venti anni fa. Da tempo non si costruisce per la domanda sociale: la rendita fondiaria, poi immobiliare, si è trasformata in finanziaria. I "nuovi vani" dovevano costituire le "basi concrete" per "costruzioni virtuali" di fondi d'investimento o risparmio gestito». La Repubblica, 27 ottobre 2014

Venezia, assenza di proposte per gestire il flusso turistico

«Il turismo di massa reca danni ingenti. La crescita del numero di visitatori e l’abbassamento della loro qualità sono intrinseche all’attuale sistema turistico veneziano. Solo con una politica turistica precisa e innovativa, questo circolo vizioso potrà essere interrotto». La Nuova Venezia, 28 ottobre 2014 (m.p.r.)

Il capitale della sinistra

«Pos­siamo sba­gliarci, ma vedendo il cor­teo ci siamo con­vinti che una sini­stra di popolo, con­sa­pe­vole, for­ti­fi­cata dalla capa­cità di resi­stere alla duris­sima prova della crisi, ha ripreso pie­na­mente il suo diritto di cittadinanza». Il manifesto, 26 ottobre 2014